ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

"SORELLE" giovedì 9 marzo di CINZIA TH TORRINI
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33083

MessaggioInviato: Gio Apr 20, 2017 19:04    Oggetto: SORELLE|replica 5^ 21| 6^ puntata 28/04/17 RAI PREMIUM 21:20 Rispondi citando







"SORELLE" 5^ e 6^ puntata venerdì in prima serata

21 e 28 aprile 2017 RAI PREMIUM 21:20 repliche Tv

RAIPLAY streaming / RIVEDI
www.raiplay.it/programmi/sorelle







(foto di RALPH PALKA)


_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Giu 22, 2017 11:47, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33083

MessaggioInviato: Gio Apr 20, 2017 19:48    Oggetto: SORELLE: TV SORRISI E CANZONI intervista COTRONEO e MARCHESI Rispondi citando



ha scritto:





GIORGIO MARCHESI “l’assassino” di «SORELLE»


«Che fatica tenere il segreto per mesi». Finita la fiction, il colpevole è finalmente libero di parlare: «Tutti volevano sapere, ma ho resistito»



«Che liberazione, finalmente posso parlare di Roberto senza paura di tradirmi». Dopo l’ultima puntata della fiction campione di ascolti «SORELLE», Giorgio Marchesi, ovvero il colpevole della morte di Elena (Ana Caterina Morariu), esce allo scoperto.

Giorgio, è stato difficile tenere il segreto?
«Sì. Anche perché puntata dopo puntata la curiosità è cresciuta e mi sono ritrovato a “dribblare” domande di amici, familiari, pubblico. A casa mi conoscono e sapevano che sarei stato una tomba, quindi non hanno insistito, ma tra gli amici ho resistito a offerte di ogni genere».

Ci faccia qualche esempio.
«“Ti offro una cena...” oppure “Ti porto un regalo...”. Un paio di stimati professionisti mi hanno pregato di svelare il finale perché erano impegnati la sera dell’ultima puntata. Non ho ceduto e hanno rimandato cene di lavoro per guardare la serie. Una mia amica ha minacciato di buttarsi giù dall’aereo se non le avessi svelato il finale!».

È consapevole di essere, televisivamente parlando, l’uomo più odiato del momento?
«Eccome. La tentazione era quella di chiudermi in casa. Adesso spero che arrivi presto un altro cattivo in tv per condividere la reazione negativa del pubblico. Però mi sono divertito e ora me la godo».

Le è mai capitato di tradirsi in tutto questo tempo?
«I miei personaggi li difendo sempre. Con Roberto ho fatto fatica. Mi sono reso conto che parlando di lui ne esaltavo l’aspetto negativo. Forse troppo. Ma diciamo la verità: ingegner Roberto Roversi suona antipatico già dal nome!».

E come ha fatto?
«Ho chiesto di limitare al massimo le interviste. Durante la conferenza stampa di presentazione della serie ho “surfato” sulle domande facendo giri di parole assurdi. Non mi sono capito neanche io».

Chi sapeva la verità?
«Il cast, la troupe. Ma sono stati tutti professionali e non è trapelato nulla. Però quando abbiamo girato le due scene clou, il momento in cui viene svelato che Roberto è senza Laurea e la sua aggressione a Chiara, il set era blindato e c’erano solo le persone indispensabili».

Sapeva fin dall’inizio che sarebbe stato lei il colpevole?
«Sì. E ho accettato perché il personaggio era diverso da me in tutto. Il suo essere sempre precisino, un uomo borghese, manipolatore. È stato stimolante, forse uno dei ruoli più complessi che abbia interpretato. Un uomo subdolo, ambiguo, che ti disorienta momento dopo momento. Sembra forte eppure è fragile, quando sente che tutto sta crollando perde il controllo».

Fino alla fine il pubblico ha sospettato di chiunque, persino di mamma Antonia (Loretta Goggi), dell’ispettore Silvia (Irene Ferri) o della stessa Chiara (Anna Valle). Deve essere stato divertente per lei osservare le ipotesi più strampalate.
«Molto. In realtà solo in pochi mi hanno detto “Dai, sei stato tu!”. Chissà, forse c’era il desiderio di vedere il lieto fine nella storia d’amore con Chiara».[...]








Ivan Cotroneo, lo sceneggiatore di «SORELLE»


«Abbiamo lavorato molto sul seminare false piste»



Ivan Cotroneo e Monica Rametta sono gli ideatori e sceneggiatori della serie «Sorelle». I creatori della trama noir sulla scomparsa di Elena (Ana Caterina Morariu) che ha tenuto con il fiato sospeso quasi 7 milioni di spettatori per sei settimane.

Ivan, come ci siete riusciti?
«Per fortuna non lo sappiamo, non ci sono formule e questo ci consente di lavorare liberamente. Noi volevamo solo scrivere la storia di rinascita di una donna, Chiara (Anna Valle), che cambia vita in seguito a un evento inaspettato: la scomparsa della sorella Elena. Ci siamo divertiti a usare i meccanismi del giallo sperando di coinvolgere il pubblico. Ma questo risultato non ce lo aspettavamo».

Fino alla fine i sospettati sono stati tanti: come si mischiano le carte?
«Era importante che Chiara fosse travolta dai sentimenti contrastanti rispetto a Roberto e non fosse sempre lucida. Il principale sospettato dall’inizio, Roberto, viene scagionato. Poi invece si scopre che la verità era più vicina di quanto si sospettasse. Nella maggioranza dei casi di violenza sulle donne e di femminicidio il colpevole è in famiglia. Nonostante il modo di raccontare e la presenza del paranormale, la storia è simile ai casi di cronaca».

Da subito avevate immaginato che l’assassino fosse lui o in fase di scrittura siete stati tentati di cambiare?
«Abbiamo lavorato molto su come seminare delle false piste, ma nell’idea originale era proprio Roberto il colpevole».

Dopo «Un’altra vita», «Sorelle» è la seconda tappa di un ciclo di serie tv su donne che cambiano vita?
«Sì. Sono storie diverse con ambientazioni diverse, ma hanno in comune la rinascita di una donna dopo un fatto inaspettato. In “Un’altra vita” l’arresto del marito di Emma (Vanessa Incontrada), qui la scomparsa della sorella di Chiara. Ora io e Monica Rametta stiamo scrivendo una terza storia, diversa dalle altre due, di cui per ora possiamo dire solo il nome della protagonista, Monica. Ci sono però elementi che ritornano: la possibilità del cambiamento, la fatica del taglio col passato e la rinascita. Il tono del racconto sarà ancora giallo con un tocco di mistery». [...]


di Stefania Zizzarri ©Riproduzione riservata

TV SORRISI E CANZONI - N. 16 - pagine 28 e 29 - 18 aprile 2017

le interviste in edicola sono pubblicate anche via www.SORRISI.com






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33083

MessaggioInviato: Ven Apr 28, 2017 18:20    Oggetto: SORELLE: 6^ PUNTATA replica ven. 28/04/17 RAI PREMIUM 21:25 Rispondi citando




    fino all'ultima verità qual è stato il destino di Elena

    se non conosci REPLICA TV se non c'eri il 13 aprile

    "SORELLE" 6ª Puntata stasera RAI Premium 21:20



ha scritto:



    ANA CATERINA MORARIU dopo «SORELLE»





Lo scrittore Ivan Cotroneo è al lavoro con gli altri sceneggiatori di «SORELLE» su una nuova storia. Le piacerebbe prendervi parte?
«Sì, molto volentieri perché Cotroneo, Monica Rametta e gli altri sceneggiatori della squadra di “Sorelle” scrivono in una maniera sublime, che ti cattura».


di Giusy Cascio ©Riproduzione riservata

TV SORRISI E CANZONI - N. 18 - pagine 30 e 31 - 25 aprile 2017










_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Pagina 10 di 10

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati