ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I NOSTRI INCONTRI
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 178, 179, 180 ... 182, 183, 184  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Mar Nov 28, 2017 18:07    Oggetto: PROMETEO|reading di PREZIOSI 13/12/17 Teatro Palladium LECCO Rispondi citando




ultimo appuntamento - inverno 2017 - a teatro con

"PROMETEO" reading di e con Alessandro PREZIOSI

produzione: KHORA.teatro - live set di Paky Di Maio








merc. 13 dicembre, LECCO Teatro Palladium, 21:00

Stagione 2017/18 "Il Teatro della Società è in Città"

la Città dei Promessi Sposi, là su quel ramo del lago










Una rilettura moderna del mito di Eschilo, con citazioni di Simon Weil, Goethe e Byron in una contestualizzazione storica che ci può fornire altre chiavi di lettura e diviene il simbolo stesso della condizione esistenziale umana, della sfida alla legge divina ed umana, ma è anche metafora del pensiero libero, svincolato dal mito e dalle false e bugiarde mitologie. Prometeo rappresenta l’uomo contemporaneo, che non rispetta le leggi e vuole ottenere di più facendo di testa propria, usando l’astuzia, incurante delle conseguenze. Prometeo racchiude un insieme di sentimenti moderni e contrastanti frutto di un discorso che raggruppa un unico tema: la nascita e la consapevolezza della coscienza dell’uomo.








per domande su recital e spettacoli teatrali portati in scena da Alessandro Preziosi

e prodotti dalla KHORA.teatro, invitiamo a rivolgersi direttamente alla Compagnia

www.khorateatro.it/contatti/ specie per registrazioni autorizzate ed eventuali dvd.


con preghiera di utilizzare con parsimonia Riporta onde consentire aggiornamenti

e modifica al messaggio originale. Grazie per la comprensione e la collaborazione

allo scopo di fornire informazioni precise e accurate per utenti e lettori del Forum




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Gio Nov 30, 2017 14:07    Oggetto: TOTO' OLTRE LA MASCHERA 23/11/17 PIOVE di Sacco - recensione Rispondi citando




Teatro Filarmonico Comunale di Piove di Sacco (Pd)

apre la Stagione Teatrale 2017/18 con lo spettacolo

TOTO' OLTRE LA MASCHERA 23 novembre, sold out















Ass. Nuova Scena /ArteVen Circuito teatrale Region.

Omaggio ad Antonio De Curtis a 50 anni dalla morte

Khora.teatro, Alessandro Preziosi & Daniele Bonaviri





ha scritto:




Piove di Sacco :: L’intimità di Antonio de Curtis

dietro la maschera di Totò al teatro Filarmonico





«Non è una cosa facile fare il comico, è la cosa più difficile che esiste, il drammatico è più facile, il comico no; difatti nel mondo gli attori comici si contano sulle dita, mentre di attori drammatici ce ne sono un’infinità. Molta gente sottovaluta il film comico, ma è più difficile far ridere che far piangere.»
– Totò –



Quando un piccolo teatro di provincia riesce con successo a proporre una stagione variegata e di livello, non si può far altro che apprezzare il lavoro svolto con la speranza che sempre più realtà li seguano in questo percorso di riscoperta e diffusione della cultura teatrale e non solo.

Il “sentiero” costruito dal Teatro Filarmonico di Piove di Sacco è quello di mattoni gialli di Dorothy che guida i suoi avventori verso la Città di smeraldo in cui “Quello che cerchi c’è”.

Primo appuntamento (sold-out) della stagione “Totò oltre la maschera” un recital che vede protagonista l’attore napoletano Alessandro Preziosi. Tommaso Mattei cura la drammaturgia di uno spettacolo intimo in cui Preziosi non è semplice narratore ma a tratti impersona lo stesso Antonio de Curtis immedesimandosi alla perfezione nel personaggio riproponendone cadenza, vezzi, atteggiamenti e espressioni iconiche. Ad accompagnare la vita del “principe della risata” la chitarra acustica di Daniele Bonaviri che anima e sottovoce chiacchera poemi e canzoni dall’atmosfera napoletana.

Ne emerge una descrizione lucida di un personaggio dalle innumerevoli sfaccettature; amante delle donne e generoso con il prossimo quanto misantropo. La melanconia lo accompagna nella vita quotidiana accomunandolo a giovani mattatori della commedia moderna, capaci di innescare la fiamma della risata nel prossimo ma incapaci di goder di tal dono per loro stessi, come Gene Wilder o Robin Williams.

Il pubblico partecipe segue rapito le parole di Preziosi scaldando l’ambiente con numerosi applausi.
Una serata di meritato successo per tutti.



Matteo Pozzato, 25/11/17; recensione pubblicata via leSalonMusical.it






Alessandro Preziosi official Forum Benvenuti con noi!



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Lun Dic 04, 2017 16:53    Oggetto: PROMETEO|reading di PREZIOSI 13/12/17 Teatro Palladium LECCO Rispondi citando




ultimo appuntamento - inverno 2017 - a teatro con

"PROMETEO" reading di e con Alessandro PREZIOSI

produzione: KHORA.teatro - live set di Paky Di Maio









merc. 13 dicembre, LECCO Teatro Palladium, 21:00

Stagione 2017/18 "Il Teatro della Società è in Città"

la Città dei Promessi Sposi, là su quel ramo del lago







La Slitta di Natale sul lago: partenza dalla piattaforma galleggiante (lungolago Isonzo)


_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Dic 07, 2017 18:01, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3524
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Gio Dic 07, 2017 11:39    Oggetto: Rispondi citando


Caro Ale...

        45 giorni Razz Wink !!!

Eccomi qui, cancellando giorno per giorno del calendario, aspettando con desiderio intenso, che Vincent arrivi…




Tanti baci con grande e sincero affetto da Madrid Wink Wink Wink!!!

TVB Ale

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Mar Dic 12, 2017 19:53    Oggetto: PROMETEO|reading di PREZIOSI 13/12/17 Teatro Palladium LECCO Rispondi citando




"PROMETEO" reading di e con Alessandro PREZIOSI

produzione: KHORA.teatro - live set di Paky Di Maio

merc. 13 dicembre, LECCO Teatro Palladium, 21:00




ha scritto:




    Alessandro Preziosi porta in scena Prometeo



LECCO – È uno dei miti più affascinanti della storia dell’umanità, un mito che nel corso dei secoli ha interrogato scrittori, filosofi e intellettuali. Stiamo parlando di Prometeo, il titano che ruba il fuoco agli dei per donarlo agli uomini. E proprio il mito di Eschilo sarà al centro dello spettacolo "PROMETEO" che andrà in scena mercoledì 13 dicembre alle 21 presso il Cineteatro Palladium di Lecco e che vedrà in scena il noto attore Alessandro Preziosi. Nuovo appuntamento con la Stagione di Prosa del Comune di Lecco – che quest’anno si sta dividendo tra la sala di Castello e il Cenacolo Francescano - il recital vedrà l’attore proporre una rilettura moderna del mito di Eschilo attraverso letture tratte da Genesi, Eschilo, Simone Weil, Lord Byron, Goethe e San Paolo.

Un tentativo, quello di Preziosi, di fornire diverse interpretazioni di un mito che ancora oggi parla di libertà, ribellione, sfida alle divinità e progresso tecnologico. Una storia, questa, che si rivolge con forza anche all’uomo contemporaneo. «Si tratta – si legge infatti nella presentazione dello spettacolo – di una contestualizzazione storica che ci può fornire altre chiavi di lettura e diviene il simbolo stesso della condizione esistenziale umana, della sfida alla legge divina ed umana, ma è anche metafora del pensiero libero, svincolato dal mito e dalle false e bugiarde mitologie. Prometeo rappresenta l’uomo contemporaneo, che non rispetta le leggi e vuole ottenere di più facendo di testa propria, usando l’astuzia, incurante delle conseguenze. Prometeo racchiude un insieme di sentimenti moderni e contrastanti frutto di un discorso che raggruppa un unico tema: la nascita e la consapevolezza della coscienza dell’uomo».



Per info e biglietti online www.comune.lecco.it/index.php/scoprire-lecco/teatro-della-societa/biglietteria


Redazione Spettacolo 10/12/2017 Teatro - pubblicato via ilflaneur.com






    Biglietteria : on line www.comune.lecco.it/index.php/eventi/551-prometeo e
    il 13 si potranno acquistare i biglietti dalle ore 20 e fino ad inizio spettacolo
    direttamente al CineTeatro Palladium
    (solo per contanti) - per informazioni:
    Comune di Lecco Servizio Turismo e Cultura tel. 0341 271870, 0341 271874

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2017 13:33    Oggetto: PROMETEO|reading di PREZIOSI 13/12/17 Teatro Palladium LECCO Rispondi citando



ha scritto:




Attore di teatro e televisione protagonista al Palladium di Lecco



L'INTERVISTA: ALESSANDRO PREZIOSI. PERCHÉ IL

PROMETEO? «Fa riflettere l’uomo sulle scelte di vita»





Basterebbe il personaggio del conte Fabrizio Ristori in “Elisa di Rivombrosa”, serie televisiva con la quale vince il Telegatto come personaggio maschile dell’anno, per ricordarlo alla maggior parte del pubblico.
Ma Alessandro Preziosi, questa sera al Palladium per la Rassegna del Comune di Lecco e del Sociale con il recital “PROMETEO”, ne ha fatte di cose da quel lontano 2003. Cinema, tra i numerosi film “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek, “Maschi contro femmine” (e il successivo “Femmine contro maschi”) di Fausto Brizzi e la produzione internazionale “Lost in Florence”; teatro, a partire dalla creazione della società KHORA.teatro, di cui è direttore artistico nonché attore e regista, che produce lo spettacolo di questa sera a Lecco, e che ha portato in scena testi classici e d’autori contemporanei, con notevole riscontro di critica e pubblico.
E soprattutto la televisione, dalla quale è partita la sua avventura nel mondo dello spettacolo con la partecipazione a una puntata della trasmissione Beato fra le donne condotta da Paolo Bonolis. Era il 1996 e aveva 23 anni. Poi l’Accademia dei Filodrammatici di Milano, la soap “Vivere” e ancora “Una donna per amico 2” fino alle ultime partecipazioni in “I Medici” e “Sotto copertura – La cattura di Zagaria”.
E poi premi e riconoscimenti. Sono davvero molto più numerose le cose taciute in queste poche righe di presentazione che quelle ricordate.

Attualmente Preziosi è impegnato sul set di “Nessuno come noi” di Volfango De Biasi, dall’omonimo libro di Luca Bianchini, con Sarah Felberbaum. E’ in una pausa della lavorazione che parla di “PROMETEO”.

Come mai Prometeo?
«In questo momento mi sembra ci sia uno sforzo di approfondimento sul tema del bene e del male. Con le due cose che finiscono per confondersi. Prometeo è colui che porta metaforicamente in dote all’uomo uno strumento di conoscenza, per migliorare la qualità della sua vita, per farlo uscire dal buio nel quale viveva, come scrive Simone Weil.
Prometeo diventa quindi l’occasione per riflettere su cosa vuol dire avere nelle mani oggi uno strumento da utilizzare, per scegliere. Il testo di Eschilo si intreccia con estratti di vari scrittori del secolo scorso e non solo. A partire dalla Genesi, dal quale lo spettacolo prende vita, con la storia dell’uomo che mangia il frutto proibito, il frutto della conoscenza, e ne paga le conseguenze. Fino a Simone Weil, Lord Byron, Goethe, San Paolo, fino a Stefano Massini, con cui ho realizzato lo spettacolo su Vincent Van Gogh
».

Prometeo paga le conseguenze del suo gesto.
«E’ la vittima sacrificale per eccellenza, dal punto di vista classico e teatrale. Di grandissima umanità con la sua rabbia e il senso di vendetta nei confronti di Zeus. Ma come, dice, ho fornito agli dei i miei servizi, ho aiutato Zeus tradendo Crono e lui mi ringrazia così, crocifiggendomi mani e piedi e torturandomi per l’eternità. Lo so a memoria, anche se è un po’ che non lo faccio».

Nel suo lavoro, tra televisione, teatro e cinema, la forma recital come si inserisce?
«Le rispondo con una frase bellissima di Giulio Einaudi, che ho messo su Instagram, per un uso che spero intelligente dello strumento, ci metto foto di installazioni, quadri. La frase è questa: “Il libro, sia esso romanzo saggio o poesia, deve coinvolgere al massimo l’intelligenza e la sensibilità del lettore. Quando in un libro, di poesia o di prosa, una frase, una parola, ti riporta ad altre immagini, ad altri ricordi, provocando circuiti fantastici, allora, solo allora, risplende il valore di un testo. Al pari di un quadro scultura o monumento quel testo ti arricchisce non solo nell’immediato ma ti muta nell’essenza».

Certamente suggestivo.
«Posso testimoniare con certezza che questo incontro tra le parole lette e le parole mai dette che fanno parte della nostra personalità, che traducono emozioni, ricordi, racconti, nel recital trova la più alta concentrazione emotiva su vari piani e livelli. Tutto sta nell’estemporaneità. Io non preparo i recital. Arrivo in palcoscenico, facciamo un sound check e poi, in questa situazione di pericolo, mi butto. Quando mi accorgo, mentre leggo, che è come se ascoltassi e capissi pure io per la prima volta, quello è un momento di rarissima intensità».

Cosa pensa, da attore, dello straordinario affollamento sui palcoscenici d’Italia di giornalisti, matematici, storici tutti impegnati in letture teatrali?
«Che c’è spazio per tutti. Seriamente, credo si sia scoperto il segreto di pulcinella. Quando si sale su un palco si cattura l’attenzione, anche su temi che altrimenti non avrebbero la stessa presa. Tutto diventa più incisivo»

In maniera un po’ prosaica, non è che lo spettacolo costa meno?
«C’è anche questo aspetto ma non approfondirei. Però se la gente va a teatro qualche motivo c’è».

La notorietà forse?
Non nego che la televisione ha favorito moltissimo la circuitazione del mio lavoro teatrale. Ma non ho collegato le due cose. Forse perché sono ingenuo o paraculo. Credo comunque che alla base di tutto ci sia il piacere del teatro».


Claudio Scaccabarozzi

LA PROVINCIA DI LECCO - 13 dicembre 2017 -Spettacoli Lecco - pagina 39








"PROMETEO" reading di e con Alessandro PREZIOSI

produzione: KHORA.teatro - live set di Paky Di Maio

merc. 13 dicembre, LECCO Teatro Palladium, 21:00




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3524
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2017 14:01    Oggetto: Rispondi citando


Mio caro amico Ale,

Buona fortuna per stasera, nell'ultimo recital per quest'anno 2017, del tuo meraviglioso Prometeo.

Non ho dubbi che, ancora una volta, sarà un grande successo, perché...



...e tu, caro Ale, hai dentro: motivazione, sacrificio e disciplina per la tua amata e bellissima professione Razz

Un grandissimo IN BOCCA AL LUPO!!

Tanti baci con grande e sincero affetto da Madrid Razz

A presto!!

TVB Ale Wink

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3638
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2017 15:36    Oggetto: Rispondi citando


Carissimo Ale...indubbiamente la TV ti porta molta notorietà che conduce la gente a venirti a vedere in a teatro o ai recitals. Ma è la tua grande bravura insieme alla passione e professionalità che veicola la gente a continuare a seguirti con grande ammirazione: Se tu non fossi il grande artista che sei non avresti il successo di pubblico e di critica che hai!!! Smile

Sei il nostro NUMBER AND SPECIAL ONE!!! Laughing Laughing

In bocca al lupo per stasera e spero di potervi assistere in futuro!!! Smile

Un forte abbraccio

mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7738

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2017 20:06    Oggetto: CARO.... Rispondi citando


MIO CARO ALESSANDRO,

SONO MOLTO FIERA DA TE.

IN BOCCA AL LUPO PER STASERA......

HELENA.

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2017 23:46    Oggetto: PROMETEO|reading di PREZIOSI - 13/12/2017 LECCO - recensione Rispondi citando



ha scritto:




        Teatro/ALESSANDRO PREZIOSI

        DIVENTA IL TITANO PROMETEO



LECCO – “Bello e bravo”: unanime è il giudizio del pubblico, soprattutto femminile, all’uscita dal Cineteatro Palladium la sera del 13 dicembre. Lui è l’attore Alessandro Preziosi, volto noto di numerosi film e serie TV: è stato amante passionale (Elisa di Rivombrosa), ma anche ispettore di polizia (commissario De Luca), santo (Agostino), artista (Brunelleschi) e non solo. A teatro suoi cavalli di battaglia sono Amleto e Cyrano, e dal 2013 veste i panni di Prometeo, portando in giro per l’Italia un reading non facile e di notevole spessore.

Si tratta di un percorso antologico di grandi autori che hanno dedicato pagine intense al famoso personaggio mitico (adattamento di Tommaso Mattei). Eppure le fonti sembrano dialogare a distanza, antico e moderno mostrano inaspettate contiguità e Preziosi è capace di sottolineare le trame dei rimandi, in un flusso recitativo continuo e screziato. La voce è profonda, straziata dal dolore o beffarda, si fa grido di denuncia oppure esplode in urla di trionfo. Accanto a lui, il dj Paky Di Maio accompagna la lettura con un sottofondo vibrante di musica elettronica, fatta di sfrigolii, vortici sonori, atmosfere solenni, che proiettano le parole in un orizzonte arcano e primordiale.

Fil rouge è naturalmente la tragedia di Eschilo (460 a.C.). Il Titano è inchiodato alle rupi del Caucaso, con il fegato divorato ogni giorno da un’aquila: supplizio terribile voluto da Zeus, che lo punì per aver donato il fuoco agli uomini. Un eroe positivo quindi. Il suo “delitto divino fu di essere gentile”, sottolinea infatti Lord Byron (1816). Prima del fuoco, l’umanità viveva come “ombra di sogno”. In modo inatteso queste parole di Eschilo offrono il la ai versi della filosofa Simone Weil (1938), un inno ai benefici del fuoco, “erede dei bagliori del tramonto”, protagonista di riti ancestrali come pure delle piccole cerimonie quotidiane: la lucerna che illumina la mensa, il pane che cuoce, il ferro ardente che si piega al volere dell’artigiano, fino alla catena interminabile del progresso della conoscenza.

Grazie a Prometeo insomma nasce l’homo faber, artefice del proprio destino. Se l’uomo trionfa, il Titano intanto patisce inchiodato alle rupi del Caucaso, e Preziosi ulula il suo dolore spalancando le braccia, quasi novello Cristo. Ed è alla prossima venuta del Messia che fa riferimento San Paolo, annunciando l’annientamento del Male, ma a stupire è anche il passo di Genesi: il serpente sibila ad Adamo ed Eva i vantaggi della conoscenza, accessibile solo violando il divieto divino, e ricorda in un certo senso Prometeo, che si oppone all’autorità divina per permettere all’uomo di accedere alla scintilla della ragione. Applausi a scena aperta scrosciano per i versi “titanici” di Goethe (1789). Il suo Prometeo ha la forza del dio-uomo che si ribella con sdegno a ogni regime dispotico. Contro un cielo che è sempre stato muto e si rivela soltanto nella sua spietatezza, il Titano, alter ego del poeta, oppone lo slancio creativo, libero da ogni autorità condizionante. Zeus non potrà uccidere Prometeo.

Al termine, Preziosi smette per un attimo i panni di Prometeo e si rivolge al pubblico, con l’invito a uno “sforzo titanico”: dobbiamo ricordare quando nelle tenebre primordiali, i nostri avi per la prima volta, fra i bagliori del fuoco, riconobbero il volto dell’Altro e si strinsero insieme contro i pericoli della notte. La scintilla del fuoco e della ragione si esplica anche nella riscoperta del guardare e del guardarsi, nella gioia della condivisione. Un augurio per l’anno nuovo, a teatro e non solo.



Gilda Tentorio, 14/12/2017 - recensione pubblicata via : LECCOnews.lc







LECCO, Teatro Palladium - merc. 13 dicembre 2017

"PROMETEO" reading di e con Alessandro PREZIOSI

produzione: KHORA.teatro - live set di Paky Di Maio







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3524
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Lun Dic 18, 2017 13:47    Oggetto: Rispondi citando




33 giorni ... che bel numero, caro Ale !!

A poco a poco ci stiamo avvicinando al grande giorno a Fermo!!

Che nervi! 33 giorni e inizierai la tournée del tuo mancato Vincent.

Devo confessare, che ho anche mi manchi Vincent. Voglio di tornare vedere al tuo magnifico e spettacolare Vincent... mi ricordo di te in una brillante interpretazione di un brillante pittore, che ha rubato il mio cuore e i miei sensi, che mi ha lasciato allucinata, con la bocca aperta, e senza parole (come una sciocca), per il tuo coraggio e la tua bravura.



Sei grande Ale, molto GRANDE Wink Wink !!

Tanti baci con grande e sincero affetto da Madrid

TVB Ale.

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3524
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Mar Gen 02, 2018 15:22    Oggetto: Rispondi citando


Mio caro Ale...

Iniziamo un nuovo anno con grandi speranze per un mondo migliore per tutti, dove la violenza, le guerre, la fame, la tristezza, la sofferenza e il dolore siano solo brutti ricordi ...

Iniziamo questo nuovo anno con la speranza nell essere umano, nel voler migliorare questo meraviglioso pianeta blu con tutto ciò che è in esso, sapendo che sì vogliamo, possiamo salvarlo...

Voler dare il meglio di noi stessi agli altri e il nostro sorriso a qualcuno che forse non ha motivo di sorridere... regalando la nostra generosità e il nostro amore senza nessuna condizione.


Ho già cancellato l'ultimo giorno dell'anno, il 31 dicembre e già strappa l'ultima pagina del calendario dell'anno 2017...


Abbiamo iniziato il conto alla rovescia, mio caro Ale / Vincent: 18 giorni !!!

Fai bene a riposarti e rilassati alcuni giorni, fai un respiri profondo e prendi aria pura di montagna...

Molti giorni intensi ti aspettano, frenetici, giorni di follia, con il tour del mio rammentato e cervellone "VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco"… Mi manchi Ale/Vincent !!!


Ale, sempre con te !!!

Tanti baci con grande e sincero affetto da Madrid !!!

TVB Ale !!!

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Mer Gen 03, 2018 19:27    Oggetto: VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco - TOUR 2018 Rispondi citando




ha scritto:






    Da Van Gogh a Freud - quest’anno gli attori italiani mettono in scena i grandi -

    Alessandro Preziosi sarà il pittore in
    uno spettacolo del Teatro Stabile d’Abruzzo



Ci sono uomini, come J.F. Kennedy, Ghandi o i nostri Falcone e Borsellino, che solo con il loro esempio o parole hanno cambiato per sempre il mondo. Grandi talenti nella propria «arte», come Michelangelo, Freud o Rita Levi Montalcini, che con il proprio talento hanno inciso in maniera indelebile nel sapere dell'uomo. Ma anche persone “comuni” entrate con il loro coraggio a far parte delle pagine della Storia.
È soprattutto a loro che guarda il Teatro del 2018, in una seconda metà di stagione che uno dopo l'altro porta in scena vite e ambizioni dei grandi uomini e donne dell'ultimo secolo e non solo. Quasi a monito. O forse un augurio.

Prima star dell'anno è Vincent Van Gogh, il tormentato maestro dei girasoli, che dopo il debutto al Napoli Teatro Festival Italia parte in tournée a fine gennaio interpretato nella sua geniale follia da Alessandro Preziosi ne «L'ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO» di Stefano Massini. Lo spettacolo – coprodotto dal TSA (Teatro Stabile d’Abruzzo) - farà tappa anche in Abruzzo: il 7 e l’8 marzo al Comunale di Teramo; il 13 e il 14 marzo al Ridotto del Comunale dell’Aquila; e il 14 e il 15 aprile al Marrucino di Chieti.



Estratto dall'articolo di Daniela Giammusso ©RIPRODUZIONE RISERVATA


IL CENTRO ed. nazionale - Cultura&Spettacoli - pag. 37 03/01/2018







rassegna stampa e commenti Exclamation I NOSTRI INCONTRI di Alessandro








      Buon Anno dalla rassegna stampa selezionata

      dal Forum ufficiale di ALESSANDRO PREZIOSI

      che rinnova l'appuntamento nel 2018 solo qui


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3524
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Ven Gen 05, 2018 15:20    Oggetto: Rispondi citando


Mi caro Ale,

E continuiamo sottraendo giorni ...

... ne rimangono solo 15 Wink Wink !!!



Tanti baci con grande e sincero affetto da Madrid Razz Razz !!!

TVB Ale Wink Wink !!!

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34266

MessaggioInviato: Lun Gen 08, 2018 20:36    Oggetto: Valle del Belìce _ 13-14/01/2018, 50° anniversario terremoto Rispondi citando









50° anniversario del terremoto nella Valle del Belìce

la Sicilia e l'Italia ricordano con un anno di Iniziative

in apertura delle celebrazioni anno 2018 segnaliamo








sabato 13 gennaio ore 20:30, sul palcoscenico de L'Idea, Teatro Comunale di Sambuca di Sicilia, un piccolo gioiello architettonico costruito nel 1848 e che si è miracolosamente salvato dalla furia del sisma, Alessandro Preziosi, accompagnato dal musicista Lello Analfino, leggerà testi di Leonardo Sciascia, Danilo Dolci, Don Antonio Riboldi, Giovanni Paolo II, Ludovico Corrao e Vincenzo Consolo, ma anche l'appello di solidarietà che Ernesto Treccani, Renato Guttuso, Bruno Cagli e altri firmarono per le piagate popolazioni che da quel gelido gennaio furono costrette a vivere in tende e in container di fortuna, per molti anni. (3426114182)








domenica 14, la cerimonia ufficiale di commemorazione avrà luogo a Partanna, nell'Auditorium "Giacomo Leggio" dell'Istituto comprensivo "Francesco D'Aguirre – Dante Alighieri" dove, alla presenza del Presidente Mattarella che interverrà per ricordare il sisma che scosse non solo la Valle del Belìce ma l'intera Italia, saranno consegnati i riconoscimenti alle persone che prestarono i primi soccorsi; è prevista la proiezione del cortometraggio "15 gennaio 2018, il Belìce a mezzo secolo dal terremoto", autore Domenico Occhipinti; Alessandro Preziosi, accompagnato dalle musiche di Lello Analfino (Tinturia) leggerà alcuni frammenti del monologo "Nel Ricordo della Valle del Belìce". (info: Belìce50)



Uno specifico Comitato tecnico, diretto dal critico d'arte Tanino Bonifacio e composto da Onorio Abruzzo, Alessandro La Grassa, Giuseppe Maiorana, Carlo Pendola e Giuseppe Verde supporterà l'organizzazione degli eventi.
Coordinamento dei Sindaci dei Comuni di: Menfi — Montevago — Santa Margherita Belice — Sambuca — Gibellina — Calatafimi Segesta — Vita — Salemi — Santa Ninfa — Partanna — Poggioreale — Salaparuta — Camporeale — Roccamena — Contessa Entellina — Monreale — Campofiorito — Bisacquino — Corleone — Chiusa Sclafani – Giuliana




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 178, 179, 180 ... 182, 183, 184  Successivo
Pagina 179 di 184

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy