ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

ALE su NETFLIX nel film di Capucci MIO FRATELLO, MIA SORELLA
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
raffaellag



Registrato: 08/12/18 18:49
Messaggi: 4
Residenza: STRADELLA-PAVIA

MessaggioInviato: Ven Nov 25, 2022 22:35    Oggetto: Rispondi citando


Ciao a tutti! Lho visto su Netflix e lo sto riguardando è molto emozionante .posso capire la sofferenza e il fatto di non poter aiutare un familiare . purtroppo i ragazzi che si ammalano di queste malattie non hanno molti aiuti e spesso non sanno come trascorrere il loro tempo . grazie al regista e ad Alessandro per aver introdotto questo argomento così importante speriamo che possa smuovere qualcosa!
Saluti
Raffaella
_________________
Raffaella Marioli
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
freccia tricolore 33



Registrato: 13/06/07 19:44
Messaggi: 16689
Residenza: Pisa

MessaggioInviato: Sab Nov 26, 2022 00:26    Oggetto: Bellissimo Rispondi citando


Caro Alessandro,grazie di cuore a te e a tutto il cast di questo bellissimo,film commuovente perché così è, grazie di cuore
_________________
Adriana
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36681

MessaggioInviato: Sab Nov 26, 2022 06:21    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di CAPUCCI, Canale 5 MEDIASET Rispondi citando




"Il film è molto bello" scrisse ALESSANDRO PREZIOSI

da rivedere su MEDIASET INFINITY fino al 9 dicembre









PRIMA TV in Prima Serata !!! ore 21:42 su CANALE 5

venerdì 25 novembre "MIO FRATELLO, MIA SORELLA"

coprotagonisti del FILM sono ALESSANDRO PREZIOSI

con CLAUDIA PANDOLFI - regia di ROBERTO CAPUCCI




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36681

MessaggioInviato: Lun Nov 28, 2022 02:39    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di CAPUCCI - TimVision CINEMA Rispondi citando



*su Canale 5 la prima tv di Mio fratello, mia sorella ha incollato davanti al video 2.225.000 spettatori con uno share del 13.9%.








TimVision fino al 3/12 "MIO FRATELLO,MIA SORELLA"

coprotagonisti del FILM sono ALESSANDRO PREZIOSI

E CLAUDIA PANDOLFI --- regia di ROBERTO CAPUCCI




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36681

MessaggioInviato: Mar Nov 29, 2022 17:51    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA, commento di Comazzi per LA STAMPA Rispondi citando



COSE DI TELE 28/11/22: "Canale 5 ha trasmesso un bel film “Mio fratello, mia sorella” con Claudia Pandolfi e Alessandro Preziosi, due fratelli che non si parlano da vent’anni, si rivedono al funerale del padre, luminare della fisica, e scoprono che l’unica eredità che ha lasciato loro è una casa condivisa. Il dramma dell’handicap psichico del figlio di Pandolfi è trattato con delicatezza; ambiente borghese, belle case, solita atmosfera da fiction italiana, però nel complesso il film di Capucci porta una luce di speranza e questo va bene".







il commento di ALESSANDRA COMAZZI - LaStampa.it



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36681

MessaggioInviato: Mar Nov 29, 2022 18:33    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA - Corriere della Sera - IODONNA.it Rispondi citando



ha scritto:



Mio fratello, mia sorella: una convivenza forzata che scatena litigi, ma anche il perdono


Alessandro Preziosi e Claudia Pandolfi protagonisti di un film che, con delicatezza e i toni della commedia, affronta i rapporti familiari, la malattia mentale e il perdono



Rapporti familiari, malattia mentale, l’importanza salvifica del perdono. Sono questi i temi in cui si addentra Mio fratello, mia sorella, film in onda stasera su Canale 5 alle 21.10. Ad affrontarli con grande delicatezza e quel pizzico di leggerezza che non guasta mai, è il regista Roberto Capucci che dirige la commedia con Alessandro Preziosi e Claudia Pandolfi. I due attori interpretano Nik e Tesla, il fratello e la sorella in questione che fanno i conti con il passato e con oltre vent’anni di lontananza.


Mio fratello, mia sorella, la trama

Quando il professor Giulio Conti muore, include nel suo testamento una clausola ereditaria molto particolare rivolta ai suoi figli Nikolas, detto Nik, e Tesla: potranno entrare in possesso dell’eredità soltanto dopo aver vissuto insieme per un anno. I due sono molto diversi. Nik, istruttore di kitesurf e tombeur de femme, vive dall’altra parte dell’Oceano da quando ha mollato, in un sol colpo, la promessa sposa all’altare e una carriera da pianista. Tesla, invece è mamma di due figli: Sebastiano (il giovane Francesco Cavallo) e Carolina (Ludovica Martino).

Il primo è un ragazzo fragile, un malato di schizofrenia che Tesla cerca di proteggere ossessivamente; con Carolina, invece, il rapporto è conflittuale. Inizia, così, una convivenza a quattro tra i due fratelli e i due figli di Tesla. Il carattere di Nik, che gira nudo per casa e si veste come un surfista bohémien, e quello di Tesla sono agli antipodi. I litigi all’ordine del giorno fanno implodere la situazione costringendo ognuno di loro a fare i conti con se stessi.



Preziosi-Pandolfi, una coppia che funziona

Quella formata da Alessandro Preziosi e Claudia Pandolfi è una coppia che sullo schermo funziona. Prima di Mio fratello, mia sorella, i due avevano già lavorato insieme nella miniserie televisiva di Canale 5, Masantonio – Sezione scomparsi. «Con Claudia mi trovo molto bene. Due volte di seguito con una stessa attrice non mi era mai capitato, ma mi piacerebbe farlo ancora», aveva detto Preziosi, in un’intervista a Sorrisi, della sua compagna di set con la quale ha girato come mamma lo ha fatto. «Dopo che ci siamo conosciuti e piaciuti, ritrovarlo è stato splendido. Lo stimo molto, ha un carattere buffo e ci tiene a mostrarsi più brusco di quanto non sia. È una persona simpatica e accessibile», ha ricambiato, nella stessa occasione, la Pandolfi.


Francesco Cavallo è il nipote Sebastiano

Il film di Capucci affronta anche il tema della malattia mentale. Sebastiano, interpretato da Francesco Cavallo, è schizofrenico. Per entrare nei suoi panni il giovane attore casertano, che abbiamo visto nei panni del figlio adolescente di Vincenzo Malinconico – Avvocato d’insuccesso, è entrato in contatto con questa realtà. Lo stesso hanno fatto anche Ludovica Martino, vincitrice del Nastro d’argento per Skam Italia, e Claudia Pandolfi.


Mio fratello, mia sorella, le curiosità

Alessandro Preziosi non ha avuto bisogno di controfigura nelle scena in cui suonava al pianoforte. E ha imparato anche a fare kitesurf, affidandosi a una controfigura solo nelle scene in lontananza. Da buon provocatore qual è, non ha avuto alcun problema nemmeno nelle scene di nudo.

25/11/2022 ©RIPRODUZIONE RISERVATA

di Mariella Caruso; pubblicato via IODONNA.it - Corriere della Sera





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36681

MessaggioInviato: Ven Dic 02, 2022 17:48    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di CAPUCCI, MEDIASET Infinity Rispondi citando



ha scritto:



Venerdì 25 novembre, in prima serata, su Canale, prima visione in chiaro del film tv «Mio fratello, mia sorella», prodotto da Lotus Production, una società di Leone Film Group, con la regia di Roberto Capucci e che vede come protagonisti Alessandro Preziosi e Claudia Pandolfi. Nel cast inoltre Ludovica Martino, Francesco Cavallo, Stella Egitto e Caterina Murino.
Alla morte del padre, Tesla (Claudia Pandolfi) e suo fratello Nik (Alessandro Preziosi), si ritrovano, per un singolare patto successorio, a dover convivere per un anno sotto lo stesso tetto, pur non essendosi più visti da più di vent’anni. Nella casa vivono anche i figli di Tesla: Sebastiano (Francesco Cavallo), un violoncellista di grande talento affetto da schizofrenia ad alto funzionamento, al quale la donna ha dedicato la vita e un’ossessiva e soffocante protezione, e Carolina (Ludovica Martino), con la quale invece ha un rapporto difficile e conflittuale. La convivenza difficile innescherà scontri e continui battibecchi tra Nik e Tesla, due fratelli agli antipodi, e la nascita di un inaspettato forte legame tra Nik e suo nipote Sebastiano. Col tempo tutti troveranno pian piano un equilibrio, fino a quando una serie di eventi porteranno i personaggi a dover fare i conti con le proprie paure e segreti, in un difficile viaggio verso il perdono e l’accettazione di sé stessi e dei loro legami affettivi e familiari.

“Mio fratello, mia sorella”, scritto a quattro mani da Paola Mammini e Roberto Capucci, che ne è anche il regista, ha alla base una “scommessa” postuma fatta da un padre che cerca di rimediare ai suoi errori costringendo i propri figli a convivere per un anno e darsi la possibilità sia di ritrovarsi dopo tanti anni, che di perdonarsi l’uno con l’altra. Il rapporto tra due generazioni di fratelli, Nik e Tesla e dei figli di lei, Sebastiano e Carolina, è alla base di questo quadrilatero relazionale, che si incrocia tra generazioni anche nei rapporti e nelle responsabilità genitoriali, e negli effetti che queste hanno nel carattere e nelle azioni dei personaggi e, in un certo senso, di ogni essere umano. Al di fuori della “famiglia” agiscono solo due altre figure, per certi versi in antitesi tra loro, tra passato e presente, ma che hanno un ruolo importante nello svolgersi delle vicende: Emma (Stella Egitto) e Giada (Caterina Murino).

Il film parla di relazioni, protezione, ossessione, accettazione, dipendenza reale ma anche affettiva, conflitti e perdono. Centrale è anche il tema legato alla disabilità mentale e nello specifico la schizofrenia, di cui soffre Sebastiano. Il lavoro di ricerca e di credibilità di questa importante patologia, poco conosciuta e considerata rispetto a quanto si dovrebbe, è stato lungo e accurato e grazie al supporto della SIP (Società Italiana Psichiatria) e di alcuni tra i più importanti psichiatri in Italia, si è cercato di rendere il più possibile verosimile e accurata la descrizione della patologia.






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36681

MessaggioInviato: Gio Dic 08, 2022 18:57    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA - film - ROBERTO CAPUCCI ringrazia Rispondi citando







"Sono molto felice di comunicarvi che “Mio Fratello, Mia Sorella”, andato in onda il 25 Novembre in prima TV su Canale 5, ha avuto un numero di ascolti pari a 2.225.000 spettatori e uno share del 13,9%. Positivo anche il feedback dei media. Grazie!" Roberto Capucci



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Pagina 5 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy