ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Medjugorje
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 39, 40, 41  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
PattyRose



Registrato: 16/12/04 18:33
Messaggi: 3916
Residenza: Valle Santa

MessaggioInviato: Dom Ott 15, 2006 17:14    Oggetto: Rispondi citando


Jane Wink appena riesco inserirò la testimonianza.... Wink Laughing Razz il viaggio è lunghissimo Rolling Eyes Rolling Eyes 20 ore per stradine con curve e curvine (chi ha problemi... Confused Shocked deve fare scorta di xamamina... Crying or Very sad come uno dei miei gatti... Confused che sta male in auto Confused ).
Se senti l'ispirazione di andare vai con il cuore... ma la cosa che vale di più è pregare... pregare... pregare.... per chiedere la nostra conversione e quella del mondo intero. Maria è sempre con noi... in qualsiasi posto ci troviamo.


Nella lettera al Papa del 16 dicembre 1983, pubblicata in "La Vergine appare a Medjugorje?", Queriniana, Brescia 1984, pp. 156-158, Tomislav Vlasic riferisce le rivelazioni ricevute da Mirjana nel 1982 e a lui confidate il 5 novembre 1983, con questa significativa introduzione:
"Durante l'apparizione del 25 dicembre 1982, secondo Mirjana, la Madonna le confidò il decimo e ultimo segreto e le svelò le date nelle quali i diversi segreti si sarebbero verificati. La Vergine ha svelato a Mirjana molti aspetti dell'avvenire, finora più di quelli detti agli altri veggenti. Per questo riporto qui ciò che Mirjana mi ha detto nel colloquio del 5 novembre 1983. Riassumo gli aspetti essenziali del suo racconto, senza citare alla lettera:
- Prima del segno visibile che sarà dato all'umanità, ci saranno tre avvertimenti al mondo. Gli avvertimenti saranno avvenimenti che succederanno sulla terra. Mirjana ne sarà testimone. Tre giorni prima di uno degli avvertimenti essa informerà un sacerdote di sua scelta. La testimonianza di Mirjana sarà una conferma delle apparizioni e un incitamento alla conversione del mondo.
Dopo gli avvertimenti, verrà il segno visibile sul luogo delle apparizioni a Medjugorje, per tutta l'umanità. Il segno sarà dato come testimonianza delle apparizioni e invito alla fede.
- Il nono e il decimo segreto sono gravi. Sono un castigo per i peccati del mondo. La punizione è inevitabile, perché non bisogna aspettarsi la conversione del mondo intero. Il castigo può essere mitigato dalle preghiere e dalla penitenza, ma non può essere evitato. Un male che minacciava il mondo, secondo il settimo segreto, è stato cancellato grazie alla preghiera e ai digiuni, dice Mirjana. Per questo, la Vergine continua a invitare alla preghiera e al digiuno: - Avete dimenticato che con la preghiera e il digiuno potete allontanare la guerra e sospendere le leggi naturali.
- Dopo il primo avvertimento, gli altri seguiranno entro breve tempo. Gli uomini avranno così del tempo per convertirsi.
- Questo tempo è il periodo di grazia e di conversione. Dopo il segno visibile, coloro che resteranno in vita avranno poco tempo per la conversione. Per questo, la Vergine invita alla conversione urgente e alla riconciliazione.
- L'invito alla preghiera e alla penitenza è destinato ad allontanare i mali e la guerra e soprattutto a salvare le anime.
- Secondo Mirjana, ci troviamo vicini agli avvenimenti predetti dalla Vergine. In nome di questa esperienza, Mirjana dice all'umanità:
- Convertitevi quanto prima, aprite i vostri cuori a Dio.
Oltre a questo messaggio essenziale, Mirjana dice di aver avuto, nel 1982, un'apparizione che getta, secondo noi, raggi di luce sulla storia della Chiesa. Essa racconta un'apparizione nella quale satana le si era presentato con le apparenze della Vergine; satana chiese a Mirjana di rinunciare alla Madonna e di seguirlo, perché l'avrebbe resa felice, nell'amore e nella vita; mentre, con la Vergine, avrebbe dovuto soffrire, diceva lui. Mirjana lo respinse. E subito apparve la Vergine e satana scomparve. La Vergine le disse, sostanzialmente, quanto segue:
- Scusami per questo, ma devi sapere che satana esiste; un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo. Dio gli ha permesso di metterla alla prova per un secolo. Questo secolo è sotto il potere del demonio, ma quando saranno compiuti i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere ed è diventato aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie tra preti, crea ossessioni, assassinii. Dovete proteggervi con la preghiera e con il digiuno; soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate con voi dei simboli benedetti. Metteteli nelle vostre case, riprendete l'uso dell'acqua benedetta."

(Messaggi apocalittici ricevuti da Mirjana prima del 26 dicembre 1982, confidati a Tomislav Vlasic il 5 novembre 1983, e da lui trasmessi al Papa il 16 dicembre 1983).


Jane inserisco per te..... e per tutti.....



Il Diciassettesimo Festival Internazionale dei Giovani a Medjugorje

Il Diciassettesimo Festival Internazionale di preghiera dei Giovani si è svolto a Medjugorje dal 1° al 6 Agosto 2006. Il tema di quest’anno è stato “Lampada per i miei passi è la tua Parola, luce sul mio cammino” (Sal 119,105), in armonia col tema che il Santo Padre Benedetto XVI ha dato ai giovani per la Giornata Mondiale delle Gioventù di quest’anno che si è tenuta nelle Chiese locali la Domenica delle Palme.

Circa 30.000 giovani da tutto il mondo si sono riuniti a Medjugorje per incontrare Gesù nella scuola di pace e di gioia di Maria… Sono venuti da tutti i continenti e da tutte le parti del mondo… Le bandiere di circa cinquanta paesi hanno sventolato al ritmo dei canti…

Il 17° FESTIVAL DEI GIOVANI è iniziato il 1° Agosto col Rosario serale e la Santa Messa presso l’Altare esterno della Chiesa Parrocchiale di San Giacomo ed è terminato il 6 Agosto col Rosario e la Messa dell’aurora intorno alla croce sul monte Križevac. L'inizio è stato contraddistinto da giovani di circa quaranta Paesi che, prima dell’inizio della Celebrazione Eucaristica, hanno salutato nelle loro lingue i giovani riuniti in questo incontro (Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Brasile, Repubblica Ceca, Danimarca, El Salvador, Etiopia, Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia, Wales), Francia (e giovani Francesi dei dipartimenti d’oltreoceano - La Reunion nell’Oceano Indiano e la Martinica nell’Oceano Atlantico), Guatemala, Honduras, Hong Kong, Croazia, India, Irlanda, Italia, Camerun, Canada (ed un gruppo di nativi canadesi Dene), Cina, Congo, Corea, Kossovo, Lituania, Lettonia, Libano (giovani Libanesi che vivono fuori dal Libano), Ungheria, Macedonia, Malta, Messico, Olanda ed isole olandesi nel mare Caraibico, Nuova Zelanda, Germania, Palestina, Panama, Perù, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, USA, Slovacchia, Slovenia, Voivodina, Spagna, Svizzera, Ucraina).

I Libanesi, che da anni sono partecipanti fedeli ed attivi al Festival dei Giovani, quest’anno, a causa dei venti di guerra, non sono potuti venire. La loro assenza si è sentita in modo doloroso..

All’apertura del Festival era presente Mons. Domenico Segalini, Vescovo di Palestrina (vicino a Roma).

La prima sera la Santa Messa è stata celebrata dal Parroco Fra Ivan Sesar e concelebrata dal Provinciale dell’Erzegovina Fra Slavko Soldo e da 265 Sacerdoti. Le altre sere le Sante Messe sono state celebrate da Fra Jozo Grbeš, Fra Sretan Ćurčić, Fra Mario Knezović e da Fra Branko Radoš, ex Parroco di Medjugorje. L’ultima sera del Festival, uno dei concelebranti alla Celebrazione Eucaristica serale è stato Mons. Jérôme Gapangwa Nteziryayo, Vescovo Emerito di Uvira (Congo), che già alcune volte ha visitato Medjugorje.

Dal 2 al 5 Agosto il programma iniziava con la preghiera del mattino coordinata da Fra Ljubo Kurtović (Salmi, citazioni dal Messaggio del Papa ai giovani per la Giornata mondiale della Gioventù 2006, preghiere dei fedeli, letture bibliche) a cui seguivano le testimonianze (al mattino ed al pomeriggio). L'incontro principale quotidiano è stata la Celebrazione Eucaristica nella quale, ogni sera, innumerevoli fedeli di Medjugorje e dei luoghi circostanti vicini e lontani si sono uniti ai giovani. Le giornate si sono concluse con l'Adorazione Eucaristica 01.06, con l'Adorazione Eucaristica ed un concerto di musica spirituale 02.08, con la Processione attraverso la Parrocchia e l'Adorazione notturna in silenzio 03.08, con lo spettacolo della Comunità „Cenacolo“ 04.08, con l'Adorazione Eucaristica ed i canti 05.08. Il Martedì ed il Mercoledì sera c'è stata l'Adorazione Eucaristica. Dopo il „Tantum Ergo“ i Sacerdoti sono passati in mezzo al popolo benedicendo col Santissimo per poi impartire, al termine, la Benedizione solenne. Mercoledì sera, dopo l'Adorazione, Tatjana Cameron ha tenuto un concerto di musica spirituale. Giovedì sera si è tenuta la processione con la Croce attraverso la Parrocchia, durante la quale i giovani hanno portato candele accese, bandiere e cartelli con i nomi dei loro paesi. Il corteo era lungo più di 2 chilometri e la Processione è terminata con mezz'ora di Adorazione presso l'Altare esterno, a cui è seguita l'Adorazione silenziosa in Chiesa fino alle 7:00 del mattino successivo. Venerdì sera la Comunità „Cenacolo“ ha tenuto uno spettacolo scenico-musicale dal titolo „Luce del mondo“. Sabato sera, ultima sera del Festival dei Giovani, nella Preghiera Universale, i giovani hanno pregato per la pace nel mondo. Dopo la Messa e l'Adorazione, si è tenuto il congedo con musiche e canti, dopo il quale i giovani, pregando il Rosario, si sono incamminati verso il Križevac per attendervi l’aurora e celebrare, alle 5 del mattino, la Messa della Solennità della Trasfigurazione di Gesù, che è stata presieduta da Fra Ljubo Kurtović e concelebrata dal Parroco Fra Ivan Sesar, da Fra Slavko Soldo, Provinciale Francescano dell'Erzegovina, e da altri Sacerdoti.

I giovani vengono a Medjugorje perché desiderano incontrare Gesù attraverso Maria. Anche quest’anno migliaia di giovani si sono accostati al Sacramento della Confessione: alcune centinaia di Sacerdoti hanno confessato dal mattino alla sera. I cuori liberati dal peso del peccato, e purificati nella preghiera, hanno cantato e ballato…

Anche quest’anno Radio "MIR" - Medjugorje ha adattato il suo programma al Festival dei Giovani: ha trasmesso dal vivo una parte del programma, di modo che più fedeli locali possibile abbiano potuto partecipare a questo eccezionale raduno. L'intero Festival dei Giovani (tradotto in tedesco) è stato trasmesso da “Radio Maria” Austria.

Grazie allo sforzo di circa 20 interpreti e di un’intera squadra di tecnici professionisti, le traduzioni simultanee sono state fatte in 16 lingue: Inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo, polacco, ceco, slovacco, sloveno, russo, rumeno, ungherese, albanese, coreano, cinese e croato. L'intero programma presso l’altare principale è stato condotto in croato. Le lingue, che non sono state tradotte simultaneamente, come l’ebreo, il portoghese, l’olandese/fiammingo, l’ucraino, il lettone, il lituano, il creolo (La Reunion), il macedone, il bulgaro, il Dene (indiani canadesi), l’aramaico ed il Malayalam (India) sono state espresse con la preghiera del rosario e la preghiera dei fedeli.

Circa cento giovani della parrocchia di Medjugorje, e sette volontari da Karlovac (Croazia), hanno fatto in modo che il festival abbia potuto svolgersi nell'ordine, nella pace e nella gioia.

Circa 90 giovani, da circa 20 paesi, si sono riuniti in un coro ed in un'orchestra internazionali. L'ufficio parrocchiale ha messo loro a disposizione la casa di preghiera "Domus Pacis", dove sono stati alloggiati e dove hanno potuto fare le prove musicali. Direttore di questa insolita orchestra, composta per questa occasione speciale, è stato il prof. Martin Pero Boras di Ljubuški.

Il primo giorno del festival Mons. Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina vicino a Roma, ha tenuto catechesi ai giovani. Altri testimoni di vari profili hanno parlato ai giovani: sacerdoti, religiosi e laici. Anche Tajči - Tatjana Cameron ha dato la sua testimonianza. Dopo una spettacolare carriera sulla scena del Pop in Croazia, all'inizio degli anni '90, lei riorientò la sua vita: oggi tiene concerti di musica spirituale nelle chiese di ogni parte degli U.S.A., dove ha trovato la sua via verso Dio e dove si è trasferita ed ha formato la sua famiglia. I veggenti di Medjugorje hanno parlato delle apparizioni di Nostra Signora. I membri della Comunità “Cenacolo” hanno parlato del loro cammino dall’inferno delle droghe alla libertà interiore nella fede.

Anche quest’anno i giovani sono venuti a Medjugorje senza sapere chi sarebbero stati gli oratori. Sono venuti perché questo è Medjugorje - sono venuti perché Nostra Signora è qui. Si sono riuniti qui nella fede e per il desiderio di vivere e testimoniare la loro fede. Si sono riuniti qui per un profondo desiderio di partecipare - con l'aiuto di Dio - alla costruzione di un mondo a misura d’uomo, secondo l'esempio di Cristo. Sono stati radunati da Maria, Regina della Pace.


(INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE)

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jane



Registrato: 29/10/04 20:34
Messaggi: 1748
Residenza: (prov.Sassari)

MessaggioInviato: Dom Ott 15, 2006 20:27    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Patty, è molto bello che i giovani si ritrovino in queste occasioni, è un messaggio di speranza per il mondo.
A presto
_________________
Jane
Top
Profilo Invia messaggio privato
PattyRose



Registrato: 16/12/04 18:33
Messaggi: 3916
Residenza: Valle Santa

MessaggioInviato: Lun Ott 16, 2006 17:37    Oggetto: Rispondi citando




Desidero parlarvi di un avvenimento particolare. Non vi par­lerò della guerra che causa tanti morti e che è terribile nel mio paese. Anche i vostri soldati sono li a Medjugorje, a Mostar e in altre zone, come soldati dell'O.N.U. Io non desi­dero parlare di guerra, ma desidero parlare della Pace che esiste nel mio paese.

Sono passati anni da quando la Regina della Pace ini­ziò ad apparire in un piccolo villaggio dove io ero il parroco. Sei piccoli, in età scolastica, flirono testimoni di un evento singolare, totalmente nuovo. Erano le prime ore della sera del 24 giugno 1981, festività di San Giovanni Battista. Cam­minavano sulla collina "Podbrdo" parlando e giocando come fanno tutti i bambini. Improvvisamente, videro la montagna piena di luce che ardeva come se avesse preso flioco. Essi volevano vedere cosa stava accadendo ma allo stesso tempo avrebbero voluto scappare perché erano pieni di paura. Allo­ra, dalla luce usci la Madonna. Ritornati a casa dissero: "Ab­biamo visto la Madonna!".

Ma i loro genitori non gli credettero. Non gli credette nessu­no. Anch'io non gli credetti.

Oggi, in visione retrospettiva, sembra che i primi a credergli furono i comunisti che da circa 40 anni sottomettevano il paese ad un regime terribile. Vicka - la più grande dei veggenti - passò quella notte parlan­do con la sua famiglia. A un certo punto la nonna disse:

- "Vicka, non sai che anche satana può manifestarsi? Satana esi­ste e può anche prendere le sembianze della Madonna o di qual­siasi altra cosa. Hai pregato prima di vedere quel segno?".

- "Allora, continuò la nonna, come puoi affermare che era la Madonna?".

- Vicka chiese: "Che devo fare?". Devi prendere dell'acqua benedetta e se tu preghi e poi benedici...

- "Ma cosa devo pregare?".

- "Prega il Credo e i sette Padre Nostro, Ave Maria e Gloria in onore delle sette gioie della Santa Vergine... quello che pre­ghiamo in casa".

Il giorno seguente, i bambini andarono nello stesso luogo con una certa curiosità e con la speranza di un nuovo segno. Li seguirono molte persone. Vicka portò con sé l'acqua benedetta. Quando, come il primo giorno, dalla grande luce ap­parve la Signora, Vicka si fece il segno della croce e geffò con forza l'acqua benedetta sopra di Lei dicendo:

- "Se sei satana, vattene. Se sei la Vergine, resta".

E la Signora rispose: "Non temere, sono io".,

Vicka chiese: "Ma tu chi sei?".

E la Vergine disse: “Sono la Regina della Pace”

Quando i bambini tornarono a casa poterono riferire il nome della Signora. Abbiamo visto la Vergine, ci ha detto il Suo nome: "Sono la Regina della Pace".

- "Non ci crediamo!".

I genitori non ci credevano. Non ci credeva nessuno. Anch'io non ci credevo. Non gli si poteva credere facilmente!


I SEGNI

Ascoltate! Sono venuto oggi perché possiate ricevere questa grazia: perché possiate crederci!

Noi abbiamo sofferto tanto... abbiamo incontrato tante diffi­coltà, ci siamo poste tante domande: "E' vero o non è vero? Ma chi può dircelo? Chi può confermarcelo? Chi potrebbe aiutar­ci?". Decidemmo di pregare per trovare la risposta giusta. Ogni giorno accorreva sempre più gente. Alcuni dicevano di vedere, come i veggenti, una grande luce. Quella luce apriva loro gli occhi, il cuore e l'anima per credere. La gente era di­sponibile ad accettare e a vivere i Messaggi della Beata Vergine.

In seguito, i comunisti vennero sulla montagna con la poli­zia, i cani ed i soldati armati. Volevano spaventare la gente.La Madonna ripeteva sempre: "Non temete!".

Un giorno, arrestarono i veggenti e li portarono in una clini­ca; dodici medici esaminarono per tutto il giorno i bambini, insieme e individualmente.

La notizia di quella analisi medica fu per me una gioia. Era quello che volevo. Alla fine, però, essi non fecero niente per aiutare a risolvere i nostri dubbi. Quello che volevano scopri­re era se i bambini fossero malati psichicamente o se qualcu­no li stava manipolando.

Il gruppo costituito dai dodici medici, riuniti in consiglio, si pronunciò: "I bambini sono sani, sono normali".

Ma io pensavo: Come normali? Ma quello che gli succede non è affatto normale! Non è normale parlare così, con quella certezza persuasiva, non è una cosa che accade ogni giorno. La dottoressa, che comunicò il responso medico, disse ai bambini: "Dovete tacere! Siete dei bugiardi e avete come unico scopo quello di distruggere il regime comunista".

Mi ricordo molto bene come il piccolo Jakov, che aveva appe­na nove anni, l'affrontò e le disse con forza: "No, noi non di­ciamo bugie. Raccontiamo solo quello che vediamo. Non ce lo può proibire".

E quando quella dottoressa li minacciò di metterli in prigione insieme ai loro genitori, rispose: "Bene, d'accordo. Io sono di­sposto ad offrire il mio sangue e la mia vita per la Madonna".

La Madonna aveva detto: "Non temete, fate solo quello che vi dico!".

Milioni di pellegrini e di curiosi venivano a Medjugorje per vedere i veggenti, per vedere i segni prodigiosi nel sole, nella luce, nella croce del Krizevac. Cosa successe? Che tutti quei segni aiutarono la gente ad imparare ad accettare i Messaggi.

Quali segni si ebbero all'inizio?

Sulla cima della montagna c'é una croce di cemento. Fu co­struita dalla parrocchia nel 1933 per commemorare la morte di Cristo nell'anniversario della Redenzione. A volte, non si vedeva la croce e si vedeva la Madonna o una grande luce.

Sì, milioni di persone sono passate davanti a quella croce, posta nel punto più alto della montagna, e hanno ricevuto molte grazie.

Anche i comunisti, molte volte, vedendo la montagna ardere sono accorsi con i pompieri per spegnere l'incendio però non hanno trovato mai un fuoco materiale.



IL GRAN CONFRONTO

Il cuore delle persone si apriva sempre di più. Il nostro Ve­scovo voleva sapere cosa stava succedendo a Medjugorje ed inviò alcuni sacerdoti. Erano tanti quelli che venivano tutti i giorni! Io stesso chiamai il Vescovo: Venga a rendersi conto di persona. Venga a vedere, per sapere.

Quando arrivò, parlò con i veggenti insieme e separatamente, esaminò tutto. Dopo un'ora mi disse: "Sono sicuro!". Anche tu devi essere sicuro, i bambini dicono la verità!".

Ma io avevo paura che i comunisti avessero condizionato i bambini, che gli avessero dato della droga o qualsiasi altra cosa al fine di compromettere la nostra fede. Pensavo: "Come si può dire in così poche ore, sono sicuro?"

Il Vescovo mi disse: "Verrò domani a celebrare la S.Messa e voglio predicare al popolo". Infatti, il giorno seguente fece la predica e proclamò a tutti che la Madonna era tra noi.

Venti giorni dopo, per la festività di S.Giacomo, patrono di Medjugoije, venne per la quinta volta e confermò: "I veggenti non mentono, dicono quello che vedono e sentono. Dobbia­mo vivere i Messaggi della Madonna

Si, la gente ricevette un gran conforto, una grande grazia. Poi, i comunisti si arrabbiarono un pò con lui. Le autorità di Mostar e di Sarajevo lo avvertirono di non continuare a so­stenere il fatto. E, da quel momento, non tornò più a dare alcuna testimonianza, anzi, cambiò completamente atteggia­mento. I veggenti rimasero! Rimasero anche le migliaia di pellegrini che passavano davanti al volto della Madonna! Il nostro Vescovo lo aveva confermato quando aveva detto:

"Dobbiamo credere e accogliere nella nostra vita i Messaggi che ci trasmettono i veggenti".

Quali Messaggi?

La Madonna ci aveva detto: "Io sono la Regina della Pace".



CONVERTITEVI

Come è possibile trovare la pace, ottenere la pace, vivere la pace?

Tu puoi trovare la pace e diventarne apostolo. L'artefice della pace si chiama Figlio di Dio (Mt 5,9). Sì, è possibile diventare apostolo della pace accettando tutto quello che Cristo ci ha in­segnato.

Cristo ha iniziato la Sua missione con una parola: "Convertitevi..." (Mc 1,5).

La Madonna nel Suo primo Messaggio ha detto: "Cari figli, convertitevi".

Credete voi che sia possibile convertire il vostro paese che conta milioni di abitanti? Credete che voi vi possiate convertire? Che si possano convertire tutti i vostri sacerdoti? Che si possa ac­cettare la grazia per cominciare la vostra conversione? Io cre­do di sì! Per questo, sono qui perché in questo giorno possia­mo pregare, possiamo pregare realmente. Non dobbiamo ave­re, quindi, un incontro chiuso e superficiale.

Desideriamo pregare davanti al Signore che, in questa occa­sione, ci offre una nuova opportunità, un nuovo lievito per fermentare tutta la massa, una nuova grazia al vostro paese, a voi, alla Chiesa. Allora, cosa dobbiamo fare? Da dove comin­ciare la vostra conversione?

La Madonna ha detto semplicemente, molto semplicemente:

"Cominciate, pregando".

Vi ricordo e leggo il Messaggio dell'aprile 1994:

"Cari figli, oggi vi invito tutti a decidervi a pregare secondo la mia in­tenzione. Figlioli, invito ognuno di voi ad aiutarmi perché si realizzi il mio piano tramite questa parrocchia. Adesso, vi invito in modo speciale, figlioli, che vi decidiate a percorrere il cammino della santità. Solo così mi sarete vicini. Vi amo e desidero condurvi tutti con me in Paradiso. Però, se non pregate e se non siete umili ed obbedienti ai Messaggi che vi dò, non posso aiutarvi.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata"
(25/4/94)

(Dalle parole di Padre Jozo Zovko, francescano croato appartenente all'Ordine dei frati minori, profondamente legato all'evento di Medjugorje).



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nellina



Registrato: 23/03/04 22:08
Messaggi: 211
Residenza: Ragusa

MessaggioInviato: Mar Ott 17, 2006 01:20    Oggetto: Rispondi citando


Messaggio da Medjugorje del 25 settembre 2006

"Cari figli,

anche oggi sono con voi e vi invito tutti alla conversione totale. Decidetevi per Dio, figlioli, e troverete in Dio la pace che cerca il vostro cuore. Imitate la vita dei santi; che vi siano d’esempio, ed io vi stimolerò fino a quando l’Altissimo mi permette di essere con voi.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


[IMG]
http://img204.imageshack.us/img204/3220/maria20e20ges20bamep2.gif[/IMG]
Quest'ultima che vedete è l'immagine della veggente che ha scritto tale messaggio.



_________________
Antonella
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Jane



Registrato: 29/10/04 20:34
Messaggi: 1748
Residenza: (prov.Sassari)

MessaggioInviato: Mar Ott 17, 2006 09:14    Oggetto: Rispondi citando


PREGATE , PREGATE, PREGATE.

Questa è la sintesi di tutti i messaggi.
_________________
Jane
Top
Profilo Invia messaggio privato
PattyRose



Registrato: 16/12/04 18:33
Messaggi: 3916
Residenza: Valle Santa

MessaggioInviato: Mar Ott 17, 2006 17:00    Oggetto: Rispondi citando




Descrizione dettagliata di come appare la Regina della Pace a Medjugorje

In molti, ed in molti modi, hanno interrogato i veggenti sull'aspetto della Vergine e su quanto in generale accade nella parrocchia di Medjugorje. In tutto questo è riuscito particolarmente bene Fra Janko Bubalo appartenente ai francescani dell'Erzegovina e letterato. Ha seguito fin dall'inizio le apparizioni a Medjugorje. Per anni è venuto a Medjugorje a confessare ed ha quindi acquisito esperienza sulla spiritualità di Medjugorje, come testimonia la pubblicazione del suo libro "Mille incontri con la Vergine a Medjugorje" (1985). Ha riscosso successi e premi a livello mondiale. Nel libro la veggente Vicka parla delle sue esperienze. In aggiunta a questa conversazione, Fra Janko ha parlato degli stessi argomenti anche con gli altri veggenti. Alla fine ha pubblicato solo il colloquio con Vicka poichè gli è sembrato che lei avesse risposto in maniera più esauriente alle sue domande. Le opinioni di tutti gli altri veggenti non si discostavano dalle sue. Come già detto, ha parlato più volte con i veggenti dell'aspetto della Madonna e nulla è stato pubblicato che essi non avessero preventivamente approvato.
E' trascorso del tempo e si sono moltiplicati i tentativi di rappresentare l'immagine della Vergine. Numerosi tentativi sono risultati in contrasto con quello che i veggenti avevano detto. Per far ordine in tutto questo Fra Janko, nonostante la sua età (è nato nel 1913), ha deciso di fare un altro tentativo. Ha consegnato a tutti i veggenti un elenco di domande che riguardano l'immagine della Vergine. La maggior parte dei veggenti ha accettato il tentativo di Fra Janko (Ivan Dragićević, Vicka Ivanković, Marija Pavlović, Ivanka Ivanković e Mirjana Dragićević). Tutti hanno controfirmato le proprie risposte il 23 luglio 1992. Jakov Čolo non ha risposto al questionario per giustificati motivi, ma è d'accordo con quello che hanno detto gli altri veggenti e non ha nulla da aggiungere.

Riportiamo di seguito l'elenco di domande ed in breve le risposte dei veggenti.

1. Innanzitutto ditemi: Voi che La vedete di persona quanto ritenete che sia alta la Vergine?
Circa 165 cm - tanto quanto me. (Vicka)

2. Vi sembra slanciata o...?
Sembra slanciata.

3. Quanto potrebbe pesare?
Circa 60 kg.

4. Quanti anni Le dareste?
Da 18 a 20.

5. Quando è insieme al Bambin Gesù sembra più vecchia?
Sembra sempre la stessa, uguale.

6. Quando la Vergine è con voi è sempre presente o ...
E' sempre presente!

7. Dove si trova?
Su una piccola nube.

8. Di che colore è questa nube?
La nube è biancastra.

9. L'avete mai vista in ginocchio?
Mai! (Vicka, Ivan, Ivanka...)

10. Naturalmente la vostra Madonna ha un viso. Com'è? Tondo o allungato - ovale?
E' piuttosto allungato - ovale - normale.

11. Di che colore è il Suo viso?
Normale - è bianco e roseo sulle gote.

12. Di che colore è la Sua fronte?
Normale - bianca come il Suo viso.

13. Come sono le labbra della Vergine - carnose o sottili?
Normali - belle - piuttosto sottili.

14. Di che colore?
Rosate - un colore naturale.

15. La Vergine ha delle fossette in viso, così come tutti gli altri uomini?
Solitamente non ne ha - forse un po' quando sorride. (Mirjana)

16. Normalmente si nota un sorriso sul Suo viso?
Forse - si tratta piuttosto di una beatitudine indescrivibile - il sorriso sembra come un qualcosa sotto pelle. (Vicka)

17. Di che colore sono gli occhi della Madonna?
Sono meravigliosi! Spiccatamente azzurri. (tutti)

18. Normali o...?
Normali - forse un po' più grandi. (Marija)

19. Come sono le Sue ciglia?
Delicate - normali.

20. Di che colore sono le sue ciglia?
Normali - non sono di un colore particolare.

21. Sottili o...
Regolari - normali.

22. Naturalmente la Madonna ha anche un naso. Com'è? Appuntito o ...?
Bello, piccolo (Mirjana) - normale, proporzionato al viso. (Marija)

23. E le sopraciglia della Madonna?
Le sopraciglia sono delicate - normali - nere.

24. Com'è vestita la vostra Madonna?
Indossa un semplice abito da donna.

25. Di che colore è il Suo abito?
L'abito è grigio - forse un po' grigio-azzurro. (Mirjana)

26. L'abito è stretto intorno al corpo o cade liberamente?
Cade liberamente.

27. Fin dove arriva il Suo abito?
Arriva fino alla nuvola su cui si trova - si perde nella nuvola.

28. E fino a che punto attorno al collo?
Normale- fino all'inizio del collo.

29. Si vede una parte del collo della Vergine?
Si vede il collo, ma non si vede nulla del suo busto.

30. Fin dove arrivano le maniche?
Fino alle mani.

31. L'abito della Vergine è orlato?
Non, non lo è.

32. La vita della Madonna è cinta da qualcosa?
No, nulla.

33. Per quello che voi potete vedere, sul corpo della Vergine si scorge la femminilità del Suo corpo?
Naturalmente sì! Ma nulla di particolare. (Vicka)

34. La Vergina ha qualcos'altro oltre all'abito appena descritto?
Ha un velo sul capo.

35. Di che colore è questo velo?
Il velo è bianco.

36. Tutto bianco o....?
Tutto bianco.

37. Cosa le copre il velo?
Il velo Le copre il capo, le spalle e tutto il corpo, la schiena ed i fianchi.

38. Fin dove Le arriva?
Fino alla nuovola, come l'abito.

39. E davanti fin dove La copre?
Le copre la schiena ed i fianchi.

40. Il velo sembra più consistente dell'abito della Vergine?
No - è simile all'abito.

41. Su di esso ci sono gioielli?
No, nessun gioiello.

42. E' bordato?
Non, non lo è.

43. La Vergine indossa gioielli in generale?
Nessun gioiello.

44. Ad esempio sul capo o attorno al capo?
Sì, sul capo ha una corona di stelle.

45. Ha sempre le stelle attorno al capo?
Normalmente le ha - le ha sempre. (Vicka)

46. Anche quando appare con Gesù?
Anche allora.

47. Quante stelle la circondano?
Dodici.

48. Di che colore sono?
D'oro - dorate.

49. Sono unite tra loro?
Sono unite in qualche modo - come se fossero ferme. (Vicka)

50. Si vedono i capelli della Vergine?
Si vedono un po' di capelli.

51. Dove si vedono?
Un po' sopra la fronte - sotto il velo - sul lato sinistro.

52. Di che colore sono?
Neri.

53. Si vedono le Sue orecchie?
No- non si vedono mai.

54. Come mai?
Il velo Le copre le orecchie.

55. Cosa guarda di solito la Madonna durante le apparizioni?
Solitamente guarda noi - talvolta qualcos'altro, quello che indica.

56. Come tiene le mani?
Sono libere, liberamente aperte.

57. Quando tiene le mani giunte?
Quasi mai - forse qualche volta durante il "Gloria al Padre".

58. Le muove o gesticola durante le apparizioni?
Non gesticola, a meno che non indichi qualcosa.

59. Quando le Sue mani sono aperte, com'è rivolto il palmo?
I palmi solitamente sono rivolti verso l'alto - anche le dita sono distese.

60. Si vedono anche le unghia?
Si vedono in parte.

61. Come sono - di che colore?
Un colore naturale - bianche candide.

62. Avete mai visto i piedi della Madonna?
No - mai - sono nascosti dall'abito.

63. Ed infine, la Vergine è davvero bella come dite?
In realtà non ti abbiamo detto niente a riguardo - la Sua bellezza è indescrivibile - non è una bellezza come la nostra - è qualcosa di paradisiaco - qualcosa di celeste - qualcosa che vedremo solo in Paradiso - e questa è una descrizione molto limitata.


INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jane



Registrato: 29/10/04 20:34
Messaggi: 1748
Residenza: (prov.Sassari)

MessaggioInviato: Mer Ott 18, 2006 16:11    Oggetto: Rispondi citando


La Madonna appare ai ragazzi come una persona normale, parlano con lei , pregano. Quando la toccano sentono come una dolce corrente benefica che attraversa tutto il loro corpo.

I ragazzi dicono che la voce della Madonna è armoniosa come una soave musica. Parla nella loro lingua, il croato.

I ragazzi dicono che la Madonna è bellissima, radiosa, immersa in un alone di luce, sul capo ha una corona di dodici stelle, qualche volta si presenta col Bambino in braccio». È tanto bella che, quando la vedono, loro non sentono più nulla e nulla vedono delle cose di quaggiù. Sono perfettamente felici, come se fosse­ro in Paradiso. Perchè sono in "estasi".

Una volta uno di loro Le chiese come faceva ad essere tanto bella?» Lei rispose: «Sono così bella perché amo».
_________________
Jane
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rossana



Registrato: 09/03/04 22:17
Messaggi: 7575
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Mer Ott 18, 2006 16:13    Oggetto: Rispondi citando


...ESSERE BELLA PERCHE' SI AMA...CHE MERAVIGLIA...
DEV'ESSERE UN'EMOZIONE FORTISSIMA!
Laughing Razz

_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Jane



Registrato: 29/10/04 20:34
Messaggi: 1748
Residenza: (prov.Sassari)

MessaggioInviato: Mer Ott 18, 2006 16:21    Oggetto: Rispondi citando


Credo anch'io Rossana, non paragonabile alle emozioni terrene.
_________________
Jane
Top
Profilo Invia messaggio privato
PattyRose



Registrato: 16/12/04 18:33
Messaggi: 3916
Residenza: Valle Santa

MessaggioInviato: Mer Ott 18, 2006 16:22    Oggetto: Rispondi citando



I sei veggenti seguono estasiati una delle primissime apparizioni della Vergine. Da sinistra: Vicka, Jakov, Ivanka, Mirjana, Marja, Ivan.



Le ragioni che convincono su Medjugorje

Uno dei primi e più diretti testimoni dei "fatti di Medjugorje" narra la sua esperienza sull'evento mariano più sensazionale degli ultimi vent'anni. - La situazione attuale e il futuro di una realtà vissuta come autentica da devoti di tutto il mondo.

Il 24 giugno 1981 la Vergine apparve al alcuni ragazzi di Medjugorje, su una collinetta isolata, chiamata Podbrdo. La visione, luminosissima, spaventò quei giovani che si affrettarono a scappare via. Ma non poterono trattenersi dal riferire in famiglia l'accaduto, tanto che la voce si sparse subito in quelle piccole borgate che fanno capo a Medjugorje. Il giorno seguente gli stessi ragazzi sentirono un impulso irresistibile a tornare in quel luogo, accompagnati da alcuni amici e curiosi.

La visione ricomparve, invitò i giovani ad avvicinarsi e parlò loro. Ebbi così inizio quella serie di apparizioni e di messaggi che continua ancora. Anzi, la Vergine stessa volle che quel 25 giugno, il giorno in cui iniziò a parlare, venisse ricordato come la data d'inizio delle apparizioni.

Ogni giorno, puntualissima, la Vergine appariva alle 17.45. Sempre più si ingrossava l'accorrere dei devoti e dei curiosi. La stampa informò dell'accaduto, tanto che in breve tempo la notizia si sparse.

In quegli anni ero Direttore di Madre di Dio e della cinquantina di riviste mariane ad essa collegate dell'URM, Unione Redazionale Mariana, tuttora esistente. Facevo parte del Collegamento mariano, organizzando varie iniziative, anche a raggio nazionale. Il ricordo più bello della mia vita è legato alla parte di primo piano che ebbi negli ani 1958-59, come promotore della consacrazione dell'Italia al Cuore Immacolato di Maria. In sostanza, la mia posizione mi faceva sentire in obbligo di rendermi conto se le apparizioni di Medjugorje erano vere o false. Studiai i sei ragazzi a cui si diceva che la Madonna apparisse: Ivanka di 15 anni, Mirjana, Marja e Ivan di 16, Vicka di 17, Jakov di appena 10 anni. Troppo giovani, troppo semplici e troppo diversi fra loro per inventare una simile sceneggiata; per di più, in un Paese ferocemente comunista come era allora la Jugoslavia.

Aggiungo l'influenza che ebbe su di me il parere del Vescovo, Mons. Pavao Zanic, che in quel primo tempo aveva studiato i fatti, si era convinto della sincerità dei ragazzi e si dimostrava, quindi, prudentemente favorevole. Fu così che la nostra rivista è stata una delle primissime a scrivere su Medjugorje: scrissi nell'ottobre 1981 il primo articolo che uscì pubblicato sul numero di dicembre. Da allora, mi recai molte volte nel paese jugoslavo; scrissi oltre cento articoli, tutti frutto di esperienza diretta. Fui sempre favorito da P. Tomislav (che guidava i ragazzi e il Movimento che sempre più andava crescendo, mentre il parroco, P. Jozo, era stato incarcerato) e da P. Slavko: furono per me amici preziosi, che mi ammisero sempre ad assistere alle apparizioni e mi fecero da interpreti con i ragazzi e con la gente con la quale desideravo parlare.


Padre G. Amorth sul colle del Podbrdo, come si presentava ai tempi delle prime apparizioni.


Io, testimone fin dall'inizio

Non si pensi che fosse facile andare a Medjugorje. Oltre alla lunghezza e alla difficoltà del tragitto per raggiungere la cittadina, si aveva anche a che fare con il rigoroso e pignolesco passaggio della dogana e con i blocchi e le perquisizioni da parte delle pattuglie della Polizia di regìme. Anche il nostro Gruppo romano ebbe molte difficoltà nei primi anni.

Ma segnalo specialmente due fatti dolorosi, che si rivelarono poi provvidenziali.

Il Vescovo di Mostar, mons. Pavao Zanic, divenne di colpo acerrimo avversario delle apparizioni e tale rimase, come sulla stessa linea si trova oggi il suo successore. Da quel momento - chissà perché - la Polizia incominciò ad essere più tollerante.

Un secondo fatto è ancora più importante. Nella Jugoslavia comunista era consentito ai Cattolici di pregare solo all'interno delle chiese. Pregare altrove era assolutamente proibito; varie volte, del resto, la Polizia intervenne ad arrestare o a disperdere quanti si recavano sulla collina delle apparizioni. Anche questo fu un fatto provvidenziale, poiché così tutto il Movimento, comprese le apparizioni, si spostarono dal monte Podbrdo alla chiesa parrocchiale, potendo così venire regolate dai Padri Francescani.

Nei primi tempi, ad avvalorare la veridicità di quanto i ragazzi raccontavano, avvennero anche fatti naturalmente inspiegabili: una grande scritta MIR (che significa Pace) rimase a lungo nel cielo; la frequente apparizione della Madonna accanto alla Croce sul monte Krisevac, ben visibile a tutti; fenomeni di riflessi colorati nel sole, di cui si conservano abbondanti documentazioni fotografiche….

Fede e curiosità contribuivano a diffondere i messaggi della Vergine, con particolare interesse per ciò che più stuzzicava la voglia di conoscere: si parlava continuamente del "segno permanente" che sarebbe sorto d'improvviso sul Podbrdo, a conferma delle apparizioni. E si parlava dei "dieci segreti" che un po' per volta la Madonna andava rivelando ai giovani e che, evidentemente, avrebbero riguardato fatti futuri. Tutto questo serviva a collegare i fatti di Medjugorje con le apparizioni di Fatima e a vederne un prolungamento. Né mancavano voci allarmistiche e false notizie.

Ancora, in quegli anni, mi trovai stimato come uno dei meglio informati sui "fatti di Medjugorje"; ricevevo continue telefonate da Gruppi italiani ed esteri che mi chiedevano di precisare che cosa ci fosse di vero o di falso nelle voci che venivano sparse. Rinsaldai per la circostanza la già vecchia amicizia con il francese P. René Laurentin, riconosciuto da tutti come il più noto mariologo del mondo, e che poi tante volte si recò a Medjugorje e tanti libri scrisse sui fatti di cui divenne testimone.

E di amicizie nuove ne ebbi tante, e molte perdurano, come perdurano i vari "Gruppi di preghiera" suscitati da Medjugorje un po' in tutte le parti del mondo. Anche a Roma vi sono vari Gruppi: quello da me guidato dura da diciotto anni e vede sempre la partecipazione di 700-750 persone, l'ultimo sabato di ogni mese, quando viviamo un pomeriggio di preghiera come lo si vive a Medjugorje.

La sete di notizie era tale che, per qualche anno, in ogni numero del mio mensile Madre di Dio pubblicavo una pagina intitolata: L'angolo di Medjugorje. So con certezza che era molto gradita ai Lettori e che veniva regolarmente riprodotta da altri giornali.

Come riassumere la situazione attuale

I messaggi di Medjugorje continuano incalzanti, per spronare alla preghiera, al digiuno, a vivere in grazia di Dio. Chi si meraviglia di tanta insistenza è cieco di fronte alla situazione attuale del mondo e ai pericoli che incombono. I messaggi danno fiducia: "Con la preghiera si fermano le guerre".

A proposito delle Autorità ecclesiastiche, va detto quanto segue: anche se l'attuale Vescovo locale non cessa di insistere sulla sua incredulità, resta fermo quanto disposto dall'episcopato jugoslavo: Medjugorje è riconosciuto come Centro di preghiera, in cui i pellegrini hanno il diritto di trovare l'assistenza spirituale nelle loro lingue.

Riguardo alla apparizioni, non c'è un pronunciamento ufficiale. Ed è la posizione più ragionevole, quella che invano io stesso avevo a suo tempo suggerito a mons. Pavao Zanic: distinguere il culto dal fatto carismatico. Invano gli presentavo l'esempio del Vicariato di Roma alle "Tre Fontane": quando i responsabili della diocesi hanno visto che la gente continuava ad affluire con sempre più frequenza per pregare davanti alla grotta delle (vere o presunte) apparizioni, hanno posto dei Frati francescani ad assicurare e a regolare l'esercizio del culto, senza mai preoccuparsi di dichiarare se la Madonna era davvero apparsa al Cornacchiola. Ora, è vero che mons. Zanic e il suo successore hanno sempre disconosciuto la apparizioni a Medjugorje; mentre, al contrario, mons. Frane Franic, Vescovo di Spalato, dove averle studiate per un anno ne è diventato un tenace assertore.

Ma guardiamo i fatti. A Medjugorje sono affluiti fino ad oggi oltre venti milioni di pellegrini, tra cui migliaia di sacerdoti e centinaia di vescovi. È anche noto l'interessamento e l'incoraggiamento del Santo Padre Giovanni Paolo II, come sono note le numerose conversioni, le liberazioni dal demonio, le guarigioni.

Nel 1984, ad esempio, avvenne la guarigione di Diana Basile. Più volte mi sono trovato a tenere Conferenze insieme a lei, che ha inviato alla Commissione istituita dalle Autorità ecclesiastiche per la verifica dei fatti di Medjugorje 141 documenti medici, per documentare le sue malattie e la sua improvvisa guarigione.

Di grande importanza è pure quanto accadde nel 1985, trattandosi di un fatto mai avvenuto prima: due Commissioni mediche specializzate (una italiana, guidata dal dott. Frigerio e dal dott. Mattalia, e una francese, presieduta dal prof. Joyeux) sottoposero i ragazzi, durante le apparizioni, ad analisi con le apparecchiature più sofisticate di cui dispone oggi la scienza; conclusero che era "provata l'assenza di ogni forma di trucco e di allucinazione, e che non c'era spiegazione umana alcuna dei fenomeni" cui i veggenti andavano soggetti.

In quell'anno avvenne anche per me un fatto personale che io ritengo rilevante: mentre più studiavo e scrivevo sulle apparizioni di Medjugorje, ebbi il massimo riconoscimento a cui può aspirare uno studioso di Mariologia: la nomina a membro della 'Pontificia Accademia Mariana Internazionale' (PAMI). Era segno che quei miei studi erano giudicati positivamente anche sotto il profilo scientifico.

Ma proseguiamo con la narrazione dei fatti.

A frutti spirituali che con tanta larghezza ricevevano i pellegrini in quello che è oggi, di fatto, uno dei Santuari mariani più frequen6tati del mondo, si aggiunsero eventi di rilievo: giornali su Medjugorje in molte nazioni; Gruppi di preghiera ispirati alla Vergine di Medjugorje un po' dappertutto; un rifiorire di vocazioni sacerdotali e religiose e la fondazioni di comunità religiose nuove, ispirate alla Regina della Pace. Per non parlare di grosse iniziative, come Radio Maria, che sta diventando sempre più internazionale.

Se mi si chiede quale futuro prevedo per Medjugorje, rispondo che basta andare là e aprire gli occhi. Non si sono moltiplicati solo gli alberghi o le pensioni, ma vi si sono stabilite Case religiose, sono sorte Opere caritative (si pensi, ad esempio, alle 'Case per drogati' di sr. Elvira), edifici per Convegni di spiritualità: tutte costruzioni di iniziative che hanno i requisiti per dimostrarsi stabili e pienamente efficienti.

In conclusione, a chi - come il mio successore nella attuale direzione della rivista Madre di Dio - mi chiede che cosa penso di Medjugorje, rispondo con le parole dell'evangelista Matteo: "Dai loro frutti li riconoscerete. Ogni albero buono dà frutti buoni e ogni albero cattivo dà frutti cattivi. Non può un albero buono dare frutti cattivi, né un albero cattivo dare frutti buoni" (Mt 7, 16.17).

Non c'è alcun dubbio che i messaggi di Medjugorje siano buoni; sono buoni gli esiti dei pellegrinaggi, sono buone tutte le opere sorte sotto l'ispirazione della Regina della Pace. Questo si può già affermare con sicurezza, anche se le apparizioni continuano, proprio perché Medjugorje probabilmente non ha ancora esaurito quanto deve dirci.

La testimonianza del mariologo Padre GABRIELE AMORTH poi Presidente dell'Ordine Nazionale degli Esorcisti - Tratto dalla rivista "Madre di Dio" ed. San Paolo, n°1 gennaio 2002

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jane



Registrato: 29/10/04 20:34
Messaggi: 1748
Residenza: (prov.Sassari)

MessaggioInviato: Ven Ott 20, 2006 08:38    Oggetto: Rispondi citando


Mirjana , una delle veggenti di Medjugorie, l' 8 Novembre pomeriggio sarà a Bastia Umbra presso il Centro Fieristico, vicino ad Assisi, parlerà dei suoi incontri con la Madonna.


Messaggio del 2 marzo 2004 (a Mirjana)

Cari figli! Vi invito a dare la mia benedizione materna a tutti i bambini che incontrerete. Portate con amore la mia benedizione.
_________________
Jane
Top
Profilo Invia messaggio privato
PattyRose



Registrato: 16/12/04 18:33
Messaggi: 3916
Residenza: Valle Santa

MessaggioInviato: Ven Ott 20, 2006 17:46    Oggetto: Rispondi citando


MIR....MIR....MIR.... PACE....PACE....PACE...

Primo messaggio del 25 Giugno 1981: La Pace

"Pace, pace, pace, e solo pace". "Il mondo può essere salvato soltanto tramite la pace, ma tutto il mondo avrà la pace soltanto se troverà Dio. Dio c'è; ditelo a tutti. Pace, pace, pace; riconciliatevi tra voi, fatevi fratelli".



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nellina



Registrato: 23/03/04 22:08
Messaggi: 211
Residenza: Ragusa

MessaggioInviato: Ven Ott 20, 2006 23:32    Oggetto: Rispondi citando


LA TUA MATERNITA'


L'ETERNO Ti volle madre
del Verbo
e di tutti i mortali.
Con i Tuoi OCCHI
Egli guarda dall'alto
tuttora i viventi...
Tu raccogli le lacrime
dei Tuoi figli in esilio
sulla terra
e ne fai un seme di grazia.
Nella croce che ogni giorno
portiamo
non ci lasci soli a sorreggerla.
Nell'angoscia della morte
ci prendi nelle Tue braccia
come prendesti il Figlio Unigenito
e nella pupilla spenta
schiudi la fiamma dell'Eterno.
La Tua Maternità
illumina di salvezza
i millenni


color=darkblue]PENSIERO[/color]
Maria sia la stella che vi rischiari il sentiero,

vi mostri la via sicura per andare al celeste Padre.
(San Padre Pio)
[/b]
_________________
Antonella
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
PattyRose



Registrato: 16/12/04 18:33
Messaggi: 3916
Residenza: Valle Santa

MessaggioInviato: Sab Ott 21, 2006 17:32    Oggetto: Rispondi citando




I Dieci Segreti di Medjugorje

«Anche quando sulla collina lascerò il segno che vi ho promesso, molti non crederanno. Verranno sulla collina, si inginocchieranno, ma non crederanno. È ora il tempo di convertirsi e fare penitenza!».
(Messaggio del 19 luglio 1981)


LE ULTIME APPARIZIONI DELLA STORIA – Maria a Medjugorje è venuta per l'ultima volta sulla Terra per annunciare un particolare tempo di grazia in cui chiama gli uomini alla conversione e al rinnovamento spirituale. Insieme a questa chiamata evangelica alla conversione si affiancano alcuni "segreti", dieci per l'esattezza, il cui contenuto sembra riguardare alcune prove terribili che l'umanità dovrà affrontare in un prossimo futuro. Il peso dei peccati degli uomini di oggi infatti sembra tale che le dighe della divina misericordia minacciano di spezzarsi, e proprio per evitare questa catastrofe Maria richiama il mondo intero alla conversione, cercando di distogliere le anime della via della seduzione e della perdizione di una società ormai secolarizzata e che vive incurante di Dio. Come ogni metodo pedagogico tale intervento richiede del tempo, e non c'è dunque da stupirsi della quantità di messaggi che la Madonna ha dato nel corso di tutti questi anni: non sono altro che l'espressione di un amore materno nei confronti di una umanità peccatrice che – allontanandosi sempre più da Dio – rischia di cadere in un baratro, preannunciato dai Dieci Segreti che incombono sull'umanità intera. Ma cosa sono questi Dieci Segreti?

I DEPOSITARI DEI SEGRETI – Dei sei veggenti, tre di essi hanno ricevuto tutti e 10 i segreti: Mirjana, Ivanka e Jakov, gli altri tre veggenti invece ne hanno ricevuti soltanto 9. Mirjana in una trasmissione andata in onda a Radio Maria ha dichiarato di conoscere di essi il contenuto, la data in cui si realizzeranno, che si realizzeranno necessariamente e che avranno una portata di carattere universale (→ leggi l'intervista). Mirjana ha ricevuto l'incarico da parte della Madonna di scegliere un sacerdote: la sua scelta è caduta su Padre Petar Liubicic, un frate francescano che ora svolge il suo ministero in Germania. Dieci giorni prima che il segreto avvenga, la veggente Mirjana è tenuta a rivelarlo al sacerdote, quindi ambedue digiuneranno per 7 giorni a pane ed acqua, e infine il frate francescano lo renderà pubblico al mondo 3 giorni prima che il contenuto del segreto si manifesti in tutto il suo contenuto. Non è dato però sapere la distanza con cui i Dieci Segreti verranno successivamente rivelati al mondo.


Foto della veggente Ivanka

COSA SAPPIAMO DEI SEGRETI – Sul contenuto dei Segreti conosciamo poco, dato che i veggenti sono ovviamente restii a fornire indicazioni precise al riguardo, trattandosi per l'appunto di segreti. Tra i pochi dettagli che conosciamo possiamo dire che i primi due segreti avranno il carattere di un ammonimento e il terzo segreto sarà costituito da un segno sulla montagna delle prime apparizioni. La Madonna ha detto che non è bene aspettare a convertirci quando si verificherà questo segno ma che dobbiamo iniziare sin da ora, perché quando arriverà quel momento per molti sarà troppo tardi. Tale segno sarà segno visibile da tutti, e si dovrà andare a Medjugorje per vederlo. Sarà un segno indistruttibile, durevole e bellissimo, sarà umanamente inspiegabile e avrà particolari caratteristiche che permetteranno di capire che si tratta veramente di un segno che viene dal Signore, e sarà lasciato come testimonianza che la Madonna è stata veramente a Medjugorje per così tanto tempo e cone estremo invito agli uomini a convertirsi e a credere in Cristo Salvatore. Dopo questo segno che fa parte del terzo segreto seguiranno gli altri sette segreti (si tratta forse dei sette flagelli di cui parla l'Apocalisse?). Si sa infine che dopo il segno sulla montagna la Madonna apparirà tutti i giorni ad un veggente ancora per qualche tempo: pertanto anche durante il manifestarsi dei segreti Maria sarà accanto a noi. Il settimo segreto è di tutti il più grave, ma sappiamo che è stato in parte mitigato grazie alle preghiere che sono state fatte durante i primi anni delle apparizioni.

COME INTERPRETARE I SEGRETI – Sarebbe fuorviante una interpretazione dei segreti in chiave angosciante perché la Madonna fin dai primi tempi della sua presenza a Medjugorje ha affermato che durante il tempo dei Dieci Segreti il potere di Satana sarebbe stato distrutto. I Dieci Segreti non sono dunque una punizione, ma anticipazioni sul futuro nei quali saranno gli uomini ad esserne i diretti protagonisti. Facendo una analogia col Segreto di Fatima questi Dieci Segreti hanno contenuti (salvo il Terzo che è costituito da un segno che viene dal Signore) legati a realtà umane e sono dirette conseguenze delle azioni malvage degi uomini stessi, come l'odio, la violenza e il terrorismo. I segreti non sono dunque altro che dieci interventi divini di salvezza nel corso dei quali il potere di Satana sarà distrutto e gli uomini saranno costretti a scommettere sulla fede decidendo o meno se aggrapparsi a Cristo e salvarsi oppure perdersi. La loro rivelazione avverrà 3 giorni del loro verificarsi affinché gli uomini possano decidere se credere o non credere e usufruire o meno della divina misericordia per salvarsi. Non è infatti estraneo dalla Sacra Scrittura l'intervento di Dio nel preanunciare un tragico evento da cui vuole salvare gli uomini caduti nel peccato (si pensi ad esempio all'episodio biblico di Sodoma e Gomorra).

LA PEDAGOGIA DEL SEGRETO – Già prima di Medjugorje, in particolare a Fatima, la Madonna ha usato la pedagogia del "segreto": si tratta dunque di un importante precedente. Il Segreto di Fatima ha avuto un importante avvallo da parte della Chiesa che, pur non impegnando il suo magistero infallibile, ha offerto ai fedeli una interpretazione autorevole da parte della Congregazione per la Dottrina della Fede. Tale Segreto, suddiviso in tre parti, illumina la storia sia visibile (quella della storia) sia soprannaturale (ad esempio con la visione dell'inferno e il martirio della Chiesa del XX secolo). Il Segreto di Fatima, in merito ai contenuti, non riguarda pertanto l'intervento di Dio con punizioni bensì mette in evidenza le opere malvage compiute dagli uomini e che li hanno portati sulla via della rovina. Da un lato dunque ci sono gli uomini malvagi in cui opera il mistero del male e dall'altra c'è la Chiesa che vive l'esperienza del martirio, in una dialettica tra forze del bene e forze del male.

QUALE PUÒ ESSERE IL CONTENUTO DEI SEGRETI? – Affermare che alcuni aspetti dei segreti di Medjugorje possano riguardare guerre nelle quali vengano utilizzate armi di distruzione di massa, come quelle nucleari, chimiche e batteriologiche, significa fare previsioni umanamente fondate e ragionevoli. D'altro canto la stessa Madonna, presentandosi col titolo di "Regina della Pace", indica senza ogni dubbio come la pace oggi sia gravemente a rischio. Rispetto al passato oggi una possibile guerra mondiale può portare ad esiti catastrofici ed inimmaginabili, visto il potenziale bellico che gli stati oggi possiedono. Lo stesso Giovanni Paolo II in ben due encicliche - Dorninum et vivificantem, 57 e Salvifici doloris, 8 ha ribadito come il mondo sia a rischio di autodistruzione. Non è del tutto fuori luogo immaginare dunque che il conoscere il dove e il quando determinati eventi si verificheranno possa portare alla salvezza il popolo di Dio che vi crede. Quando si realizzeranno gli avvenimenti contenuti nei segreti? Sicuramente prima della morte dei veggenti, che ormai sono entrati nell'età della maturità. A una domanda esplicita in tal senso di Padre Livio Fanzaga (che all'epoca dell'intervista aveva 59 anni), Marija Pavlovic, ha risposto con una battutta: «Ma Padre non sei poi così vecchio per non vederli».

I SEGRETI SI REALIZZANO NECESSARIAMENTE? – Col realizzarsi del segno sulla montagna e col manifestarsi dei segreti sarà certo a tutti che quanto si è verificato a Medjugorje in tutti questi anni è vero. Tutti gli anni in cui la Madonna è stata a Medjugorje è strettamente in funzione del verificarsi di questi avvenimenti, la cui prospettiva era presente fin dal'inizio delle apparizioni, e in funzione dei quali la Madonna ha voluto rinnovare spiritualmente una parte del popolo di Dio. Per non creare confusione è bene dire che il verificarsi dei segreti non è da intendersi come una sorta di predizione magica del futuro, ma di una costatazione di una realtà umana che sta volgendo verso una catastrofe. La rivelazione dei segreti da parte della Madonna è stata progressiva nel corso degli anni delle apparizioni, e ciò è legato al fatto che l'intensità del loro manifestarsi dipende strettamente dalla situazione in cui vive oggi l'umanità. Tutte le profezie infatti sono condizionate in base al comportamento, alla conversione e alle preghiere degli uomini, per questo all'inizio i veggenti asserivano che con la preghiera e il digiuno si potevano cambiare i segreti e mitigarli, ma man mano che le cose sono proseguite, Mirjiana ha affermato che ormai i segreti non possono più essere cambiati e che si realizzeranno tutti necessariamente.

"PER CRUCEM AD LUCEM" – Dio permette sempre il male degli uomini per ricavarne un bene, nella misura in cui quella che noi chiamiamo punizione di Dio non è altro che il lasciare che gli uomini facciano ciò che vogliono fare in modo tale da rendere sempre più evidente come il male faccia male. Ed è in tale prospettiva, per analogia, che andrebbero collocati i Dieci Segreti di Medjugorje: gli eventi contenuti nei Dieci Segreti potrebbero effettivamente portare l'umanità alla rovina e alla sua autodistruzione, ma l'intervento di Maria impedirà tali tragiche conseguenze. Ma qual è il luogo che vedrà il manifestarsi dei Segreti? Non è fuori luogo immaginare che riguarda in primo luogo l'Occidente ex-cristiano in cui oggi sta maturando una apostasia silenziosa che la Madonna ha cercato di contrastare in tutti questi anni attraverso il rinnovamento della fede della Chiesa e attraverso la preghiera di intercessione.

SATANA È SCIOLTO DALLE CATENE – Secondo Padre Livio Fanzaga, studioso del fenomeno, ci troviamo nel vivo di un combattimento escatologico tra Maria e Satana "sciolto dalle catene" il cui esito vedrà la vittoria di Cristo mediante Maria. La Madonna, fin dai primi tempi delle apparizioni, affermava che il nostro tempo è sotto il potere di Satana precisando che subito dopo che i segreti si fossero realizzati questo potere sarebbe stato spezzato. Non va neppure sottovalutato l'appellativo con il quale la Madonna si è presentata: "Regina della Pace": il titolo di regina infatti sta ad indicare il potere di sovranità che, in nome di suo figlio, vuole esercitare contro le porte dell'inferno. La battaglia e la vittoria si realizzerà attraverso coloro che resteranno saldi nella fede e perseveranno nella testimonianza fino alla fine. La Madonna in molti suoi messaggi parla chiaramente di Satana – l'avversario di Dio e oppositore dei suoi progetti di misericordia – e ne delinea la personalità non in una forma astratta o secondo caricature popolari, ma indicando chiaramente la sua azione nel mondo di oggi. La Madonna indica come oggi Satana sia oggi scatenato, "sciolto dalle catene", ma nel tempo dei Dieci Segreti il suo potere verrà infranto e l'umanità avrà un tempo di pace. Si tratta dunque di un messaggio di speranza ma nello stesso tempo di un appello alla conversione: questa è infatti la cosa principale.

LA MADONNA NON PARLA MAI DI FINE DEL MONDO – Da Medjugorje non arriva alcuna prospettiva catastrofica legata alla fine del mondo, ma giunge il chiaro segnale di una battaglia tra bene e male, tra la Donna vestita di Sole e il Drago infernale, che in questo periodo storico è sicuramente più impegnativa che in altri tempi all'interno della Chiesa. Le stesse affermazioni di essere le ultime apparizioni della storia sta ad indicare che ci troviamo dinnanzi ad una svolta decisiva, estremamente seria e drammatica, soltanto superata la quale si giungerà alla pace. La Madonna appare infatti come Regina, con una corona di Stelle, e come vincitrice: una tale fatto non era mai era accaduto nelle precedenti apparizioni dell'epoca moderna. Non va infine dimenticato il fatto che tutte le autentiche apparizioni offrono sempre segnali di speranza, dato che stanno ad indicare l'intervento salvifico che proviene del cielo. Messaggi diffusi da pseudo-veggenti o gruppi settari che prevedono sciagure o la fine del mondo non sono assolutamente da tenere in considerazione: quando Dio si manifesta è per smascherare l'inferno che noi stessi ci creiamo e per sconfiggerlo sempre con una prospettiva di speranza e di pace per il futuro. Oggi è dunque in atto una battaglia tra la Madonna vestita di Sole e il Dragone infernale, battaglia per la quale è già assicurata la vittoria avendo Gesù Cristo già vinto Satana: Dio permette che Satana agisca nel corso della storia perché la Chiesa possa essere attivamente partecipe della vittoria di Cristo.

Aldo Galli


In preghiera presso la Croce blu


PER APPROFONDIRE

I tre messaggi che parlano dei Segreti

Messaggio del 14 aprile 1982
Dovete sapere che Satana esiste. Egli un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo con l'intenzione di distruggerla. Dio ha permesso a Satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo ma ha aggiunto: Non la distruggerai! Questo secolo in cui vivete è sotto il potere di Satana ma, quando saranno realizzati i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere e perciò è diventato ancora più aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie anche tra le anime consacrate, causa ossessioni, provoca omicidi. Proteggetevi dunque con il digiuno e la preghiera, soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case. E riprendete l'uso dell'acqua benedetta!


Bambini in preghiera

Messaggio del 23 dicembre 1982

Tutti i segreti che ho confidato si realizzeranno e anche il segno visibile si manifesterà. Ma non aspettate questo segno per soddisfare la vostra curiosità. Questo, prima del segno visibile, è un tempo di grazia per i credenti. Perci convertitevi e approfondite la vostra fede! Quando verrà il segno visibile, per molti sarà già troppo tardi.

Messaggio del 28 gennaio 1987

(...) Io, come vostra madre, vi amo e perciò vi ammonisco. Qui ci sono dei segreti, figli miei! Non si sa di che si tratta, ma quando lo si verrà a sapere, sarà tardi! Ritornate alla preghiera! Nulla è più importante di essa. Vorrei che il Signore mi permettesse di chiarirvi almeno in parte i segreti; ma sono già troppe le grazie che vi offre. Pensate a quanto voi offrite a Lui. Quando avete rinunciato l’ultima volta a qualche cosa per il Signore? Non voglio rimproverarvi ulteriormente. Desidero invece invitarvi ancora una volta alla preghiera, al digiuno, alla penitenza. Se col digiuno desiderate ottenere una grazia da Dio, che nessuno sappia che digiunate. Se con un dono ad un povero, desiderate ottenere una grazia da Dio, che nessuno lo sappia all’infuori di voi e del Signore. Ascoltatemi, figli miei e riflettete in preghiera su questi miei richiami!


Profezie sulla Polonia, la Russia, l'Occidente e il nostro secolo
Nell'ottobre dell'81, la Madonna rispose a due domande di Marija, suggeritele dal frate Ivan Prusina (un religioso di Mostar). Alla prima domanda «Che cosa avverrà in Polonia?» rispose dicendo: «Tra breve tempo ci saranno dei gravi conflitti, ma i giusti finiranno per prevalere». Alla seconda: «E negli altri paesi dell'Est?» la risposta fu: «Quello russo è il popolo nel quale Dio verrà maggiormente glorificato. L'Occidente ha fatto avanzare il progresso, ma senza Dio; come se non fosse Lui il suo creatore». Seguirono poi altre frasi sul mondo occidentale, che però Marija non ha rivelato, perché fanno parte dei segreti. La prima profezia si è puntualmente avverata otto anni dopo. Quanto alla seconda profezia, appare sempre più chiaramente il verificarsi delle premesse perché anch'essa divenga realtà.

Un'altra rivelazione profetica venne data a Mirjana durante l'apparizione di fine giugno dell 1982, avvenuta dopo che la ragazza venne tentata da Satana. La Vergine, dopo la tentazione, rincuorò la ragazza e continuò narrandole come Satana avesse chiesto per sfida – e ottenuto – di avere mano libera con gli uomini e le donne del secolo XX per conquistarli definitivamente a sé; ma che al declinare del periodo di prova il maligno sarebbe stato sconfitto. La stessa rivelazione l'ebbe papa Leone XIII, in una visione alla fine del secolo scorso, rivelazione che lo spinse ad introdurre la preghiera a San Michele Arcangelo al termine della Santa Messa, preghiera poi abolita con la riforma liturgica del Concilio Vaticano II.



Il messaggio per i non credenti (del 25 ottobre 1995)

Dice la veggente Mirjana: «Apparendo, la santa Vergine mi ha salutato, dicendo: "Sia lodato Gesù". Poi ha parlato dei non credenti:
– Sono miei figli. Soffro per loro. Non sanno cosa li aspetta. Dovete pregare di più per loro.
Abbiamo pregato con lei per i deboli, per gli infelici, per gli abbandonati. Dopo la preghiera, ci ha benedetto. Poi mi ha fatto vedere, come in un film, la realizzazione del primo segreto. La terra era desolata. «Lo sconvolgimento di una regione del mondo», ha precisato. Io ho pianto.
– Perché così presto? ho chiesto.
- Nel mondo ci sono troppi peccati. Che fare se non mi aiuti? Ricordatevi che io vi amo.
– Come può Dio avere il cuore così duro?
– Dio non ha il cuore duro. Guardati attorno e vedi cosa fanno gli uomini, e allora non dirai più che Dio ha il cuore duro. Quanti sono quelli che vengono in chiesa come nella casa di Dio, con rispetto, con una fede solida e l'amor di Dio? Molto pochi. Questo è un tempo di grazia e di conversione. Bisogna sfruttarlo bene».

René Laurentin, La Vergine appare a Medjugorje?



Foto della veggente Jelena

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jane



Registrato: 29/10/04 20:34
Messaggi: 1748
Residenza: (prov.Sassari)

MessaggioInviato: Mar Ott 24, 2006 15:33    Oggetto: Rispondi citando


Medjugorje e Fatima.

Si dice che Medjugorje sia stato già annunciato dalla Madonna a Fatima. Diceva sr. Lucia in una lettera del 1958 che la Madonna le ha ripetuto che i rimedi ultimi dati al mondo sono : il Santo Rosario e la devozione al Cuore Immacolato di Maria. Poi le disse che, esauriti gli altri mezzi disprezzati dagli uomini, ci offre l’ultima ancora di salvezza: la SS. Vergine in persona, le sue numerose apparizioni, le sue lacrime, i messaggi dei veggenti sparsi in tutte le parti del mondo.
_________________
Jane
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 39, 40, 41  Successivo
Pagina 3 di 41

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy