ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

DIARIO DEL COMMISSARIO DE LUCA
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11 ... 45, 46, 47  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Sab Mar 03, 2007 01:39    Oggetto: ALESSANDRO sarà IL COMMISSARIO DE LUCA sul set a MAGGIO Rispondi citando


METROPOLI - FIRENZE ha scritto:



Venerdì 23 febbraio 2007 - Pag. 5

L’INTERVISTA di Adele Tasselli


(...)
Tv, teatro, cinema? Cosa l’assorbirà nei prossimi mesi?
C’è appena stata la presentazione al Festival di Berlino del film fuori concorso La masseria delle allodole che uscirà il 23 marzo in tutta Italia. Ho appena finito di girare la seconda serie de Il capitano, fiction che mi vedrà ancora per poco non amando le serialità. Tornerò a teatro e, infine, a maggio interpreterò Il commissario De Luca in quattro film tratti da altrettanti romanzi di Carlo Lucarelli, tutti ambientati in epoca fascista e per la regia di Antonio Frazzi”.
(...)





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Marquise



Registrato: 12/10/06 23:06
Messaggi: 90
Residenza: FIRENZE

MessaggioInviato: Sab Mar 03, 2007 10:24    Oggetto: Rispondi citando


Devono essere tutti film interessanti, e Ale è perfetto per il ruolo Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cindy



Registrato: 24/07/06 13:30
Messaggi: 156

MessaggioInviato: Lun Mar 05, 2007 12:42    Oggetto: Rispondi citando


Ho finito di leggere Carta Bianca (magari direte chi se ne importa!) ma vorrei esprire il mio pensiero.

In primo luogo sull'autore che non conoscevo. Lucarelli scrive molto bene, in modo asciutto ma efficace tanto da lasciare il massimo spazio alla fantasia del lettore, e questo è molto importante, a mio avviso.

In questo episodio, che già sembra praticamente una sceneggiatura, il personaggio di De Luca ha tutte le caratteristiche che sono nelle corde di Preziosi. Il nervosismo riflessivo delle prime scene, quando è con i suoi uomini in quella trattoria, ma non ha fame..... sembra già di vederlo in questa costante della mente altrove rispetto al suo stato in luogo!!!

Nelle scene successive, quando le "donne"... (un pò tutte) lo prendono di conropiede, ricordandogli i suoi istinti naturali a volte sopiti da questa mente da segugio!!! Ma poi il suo nascosto lato sentimentale prende anche un pò timidamente il sopravvento su il clima d'incalzante provvisorietà.

Il suo non voler pensare a cosa si può nascondere dietro l'angolo, certo fino all'ultimo della sua correttezza, ma con l'inquietudine mai sopita..................fino a quando chiede quasi timoroso a Pugliese, se deve accettare l'offerta di scappare o no!!!

Tutto questo si raffigura perfettamente pensando al volto e al modo di essere dell'attore Preziosi, non può essere che lui De Luca......... Spero solo che non trasfigurino il testo puntando come al solito solo sulla parte "sentimentale"

Un caro saluto Rolling Eyes


Cindy

_________________
L'amore è........
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Mar Mar 06, 2007 23:35    Oggetto: Per conoscere meglio L'AUTORE... Rispondi citando





2007 "BLU NOTTE - Misteri Italiani" RAITRE stasera MART 06/03

23.45 'I misteri di Alleghe' 1933-56, conduce CARLO LUCARELLI


Alleghe (Belluno) 9 maggio 1933. Da questo giorno lontano comincia una storia lunga 30 anni. Una storia fatta di sangue, silenzi, testimonianze labili o appena alluse, paura omertà. Una storia di delitti perpetrati per coprire altri delitti in un orribile rincorrersi all’indietro nel tempo di ricatti e silenzi. Finché un giornalista e un carabiniere…


Carlo Lucarelli e il suo gruppo di lavoro continuano applicando il classico metodo investigativo di “Blu Notte” ai grandi misteri d’Italia, ad alcune vicende della storia italiana mai chiarite fino in fondo. Sono affreschi drammatici delle parti più cupe e violente della nostra storia: la grande criminalità organizzata con le sue bande criminali. Morte, violenza e sopraffazione, ma anche grandi e straordinarie testimonianze del bisogno di riscatto e di reazione, di impegno civile individuale e collettivo. Lucarelli affronta questi grandi temi con una tecnica di racconto non giornalistica ma narrativa e utilizza tutti gli espedienti del genere giallo come la suspense, il mistero, il colpo di scena, per raccontare queste storie con il ritmo incalzante di un romanzo.

Per Lucarelli c’è “la necessità di ricostruire le storie nel loro sviluppo diacronico, restituendo alle singole vicende il loro contesto, nella ricerca, seppur non sempre rispettando l'andamento cronologico, di mettere in luce collegamenti più o meno evidenti tra eventi”.


"Blu Notte - Misteri Italiani" è un programma di Carlo Lucarelli e Giuliana Catamo, condotto da Carlo Lucarelli.
Consulenza di Francesco La Licata, Guido Ruotolo, Vincenzo Vasile, Giovanni Bianconi, Nicola Biondo.
Regia di Fabio Sabbioni, Alessandro Patrignanelli.
Una produzione ETABETA realizzata dal Centro di Produzione Rai di Napoli.



Sito e Archivio http://www.blunotte.rai.it/category/0,1067207,1067065-1070227,00.html




Il libro di Sergio Saviane: http://www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?p=206597

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Sab Mar 10, 2007 20:21    Oggetto: MISTERI D'ITALIA E STORIE DI UOMINI CORAGGIOSI Rispondi citando





2007 "BLU NOTTE - Misteri Italiani" RAITRE stasera SAB 10/03

ORE 21.00, conduce CARLO LUCARELLI

Terra e libertà. La morte di Miraglia, Rizzotto e Carnevale


di Carlo Lucarelli, Giuliana Catamo e Paola De Martiis

Regia di Fabio Sabbioni e Alessandro Patrignanelli



Il 10 marzo 1948 veniva ucciso in un agguato mafioso, a Corleone, il
sindacalista Placido Rizzotto. L’anno precedente era stato colpito a morte
il Segretario della Camera del Lavoro di Sciacca Accursio Miraglia.
Nel 1955 sarà la volta di Salvatore Carnevale, un altro sindacalista di Sciara,
un paese della provincia di Palermo.

In questa puntata Carlo Lucarelli racconta la storia di questi tre uomini
emblematici. Sono gli anni in cui il ministro Gullo emanò alcuni decreti
che prevedevano la riutilizzazione dei latifondi incolti a favore dei contadini
poveri. Questo scatenò nel meridione un’offensiva in cui colludevano mafia
e latifondisti, spesso spalleggiati dalle forze dell’ordine.
I morti furono a decine, tra loro i tre protagonisti della nostra storia.


Sito e Archivio http://www.blunotte.rai.it/category/0,1067207,1067065-1070227,00.html




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Sab Mar 17, 2007 13:08    Oggetto: MISTERI D'ITALIA E storia della CRIMINALITA' ORGANIZZATA Rispondi citando





2007 "BLU NOTTE - Misteri Italiani" RAITRE stasera SAB 17/03

ORE 21.30 conduce CARLO LUCARELLI

Anomalia sarda, la criminalità in Sardegna


di Carlo Lucarelli, Giuliana Catamo e Paola De Martiis

Regia di Fabio Sabbioni e Alessandro Patrignanelli



In Sardegna la criminalità ha origini antiche. E anche questa, come tutto ciò
che appartiene a quest’isola di straordinaria e ruvida bellezza, ha dei connotati
assolutamente particolari. In alcune zone si rispetta un ordinamento di regole
alternativo a quello dello stato: il codice barbaricino, un insieme di norme
millenarie, vincolanti e assolutamente immutate nel tempo.

I sequestri sono sempre stati il fulcro economico dell’attività criminale, che
l’Anonima Sarda attua, ai danni di adulti e bambini. Decine e decine tra
imprenditori, parenti di imprenditori, personaggi dello spettacolo, hanno
vissuto un’esperienza di violenza e sopraffazione, dopo la quale è quasi
impossibile riprendere un normale cammino di vita.

Carlo Lucarelli, in questa nuova puntata di Blu Notte sulla Sardegna,
approfondisce ancora una volta i temi del crimine organizzato, ricostruendo
storie di sequestri piu’ o meno eccellenti e raccontando l’autonomia di questa
organizzazione criminale dagli apparati politici e istituzionali, a differenza delle
altre mafie italiane, evidenziando quindi l’anomalia sarda.


Sito e Archivio http://www.blunotte.rai.it/category/0,1067207,1067065-1070227,00.html




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Mar Mar 20, 2007 12:29    Oggetto: Per conoscere meglio L'AUTORE... Rispondi citando





2007 "BLU NOTTE - Misteri Italiani" RAITRE stasera MART 20/03

23.45 Il professor Klinger, 1992, conduce CARLO LUCARELLI


regia di Enrico Zampini e Stefano Chimisso

Milano, 18 febbraio 1992
Sono da poco passate le 7 e – lentamente – la citta’ si sta mettendo in moto.
Il professor Klinger, 68 anni, endocrinologo ed internista di fama, docente
universitario, sposato e padre di tre figli, si accinge ad iniziare una delle sue
lunghe giornate fitte di impegni e di riconoscimenti. Non sa che qualcuno, a
pochi passi dalla sua utilitaria, lo attende con una pistola in mano…


Carlo Lucarelli e il suo gruppo di lavoro continuano applicando il classico metodo investigativo di “Blu Notte” ai grandi misteri d’Italia, ad alcune vicende della storia italiana mai chiarite fino in fondo. Sono affreschi drammatici delle parti più cupe e violente della nostra storia: la grande criminalità organizzata con le sue bande criminali. Morte, violenza e sopraffazione, ma anche grandi e straordinarie testimonianze del bisogno di riscatto e di reazione, di impegno civile individuale e collettivo. Lucarelli affronta questi grandi temi con una tecnica di racconto non giornalistica ma narrativa e utilizza tutti gli espedienti del genere giallo come la suspense, il mistero, il colpo di scena, per raccontare queste storie con il ritmo incalzante di un romanzo.

Per Lucarelli c’è “la necessità di ricostruire le storie nel loro sviluppo diacronico, restituendo alle singole vicende il loro contesto, nella ricerca, seppur non sempre rispettando l'andamento cronologico, di mettere in luce collegamenti più o meno evidenti tra eventi”.


"Blu Notte - Misteri Italiani" è un programma di Carlo Lucarelli e Giuliana Catamo, condotto da Carlo Lucarelli.
Consulenza di Francesco La Licata, Guido Ruotolo, Vincenzo Vasile, Giovanni Bianconi, Nicola Biondo.
Regia di Fabio Sabbioni, Alessandro Patrignanelli.
Una produzione ETABETA realizzata dal Centro di Produzione Rai di Napoli.



Sito e Archivio http://www.blunotte.rai.it/category/0,1067207,1067065-1070227,00.html




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Mar Mar 20, 2007 17:44    Oggetto: ALESSANDRO, DTC, La masseria, I Viceré, De Luca, IL FUTURO! Rispondi citando


ha scritto:



SPETTACOLI - IL CAFFE' - Pag. 36/7

Martedì 20 Marzo 2007 - INCONTRI




    ALESSANDRO PREZIOSI
    __ Il bello dei Taviani __


L’attore parla de
«La masseria delle allodole» e del futuro



IMPEGNATISSIMO
Sarà nei «Viceré» di Roberto Faenza e porterà
in tv il commissario De Luca ideato da Lucarelli




di GIOVANNI BOGANI

—ROMA – MOMENTO DI GRAZIA per Alessandro Preziosi. L’attore napoletano, 34 anni, da venerdì sarà nei cinema di tutta Italia con il film dei fratelli Taviani «La masseria delle allodole», il film sul massacro degli armeni con un cast internazionale da brivido: da Paz Vega ad Angela Molina, da André Dussollier a Thceky Karyo. In autunno, lo vedremo anche nel film di Roberto Faenza «I viceré», saga familiare nella Sicilia dell’Ottocento, film che si annuncia come un «Gattopardo» degli anni Duemila. A teatro, da tempo sta conquistando l’Italia con uno spettacolo nel quale porta l’avventura di Cristoforo Colombo in musical: «Datemi tre caravelle!». E intanto, la sua avventura personale, di vita, con Vittoria Puccini continua, con semplicità. Trentatre anni lui, venticinque lei. Belli, e sereni come due ragazzi, con la figlia neonata Elena, a legare il loro amore.

Per il ruolo del giovane ufficiale turco innamorato della protagonista armena, alla vigilia di una delle pagine più strazianti della storia recente, ne «La masseria delle allodole» i Taviani hanno scelto lei. Come è avvenuto l’incontro?
«A teatro. Paolo e Vittorio sono venuti a vedere un mio spettacolo, e alla fine mi hanno parlato, raccontandomi il loro progetto. Ho saputo dopo che Vittorio era un appassionato di "Elisa di Rivombrosa": mi aveva visto lì, in televisione. Però ancora non si fidava: è venuto a vedermi a teatro pensando sicuramente di rimanere deluso, di non trovarmi all’altezza. Questo l’ho capito soltanto dopo...», ride.

Che tipo di registi sono i fratelli Taviani?
«Ti avvitano come una lampadina!», ride ancora. «Ti affidi a loro, completamente, perché sanno come accenderti».

Egon, l’ufficiale turco del film dei Taviani, si trova in un crocevia sanguinoso della Storia. Gli ideali in cui crede si scontrano con il suo amore.
«Sì. In qualche modo è anche superficiale. Abbraccia un ideale in modo quasi cieco: lo spettatore credo che riponga in lui una grande fiducia, che in qualche modo viene tradita dalla sua incapacità di tirarsi fuori da questa situazione terribile: l’esercito, la patria, gli ideali da una parte. L’amore dall’altra».

Anche il personaggio che interpreta nel film di Roberto Faenza, «I viceré», è ambiguo.
«Sì: Consalvo è un personaggio che centra in maniera dichiarata questa ambiguità. Però, per fortuna, personaggi che possono sembrare odiosi, in mano a registi così sensibili, diventano pieni di sfaccettature, diventano più umani».

Consalvo è il trasformista per eccellenza…
«Sì: e in qualche modo, segue la mentalità latente dell’uomo del sud. Che si adatta, si trasforma, si adegua, crede di non fare del male a nessuno ma…».

«La masseria delle allodole» e «I viceré» sono entrambi film in costume. Continua la tradizione di «Elisa»?
«In qualche modo sì, anche se tutti e due questi film hanno un valore del tutto contemporaneo. Il film dei Taviani parla, in realtà, di tutte le guerre civili, oggi come ieri. E il film di Faenza racconta il trasformismo, il male terribile e attuale della vita politica italiana, e non solo italiana».

C’è ancora un altro impegno. Tra poco lei vestirà i panni di un commissario, in una serie di film diretti da Antonio Frazzi per la tv. Il commissario De Luca, nato dalla penna di Carlo Lucarelli, potrebbe diventare il nuovo Montalbano…
«Beh, questo non lo so proprio: però è un impegno importante che mi attende, quasi una prova del nove. Più che una serie tv, sono proprio quattro film. Iniziamo il 7 maggio, a Roma, per poi spostare il set in Emilia, a Bologna».

Come si caratterizzano questi film? E chi è il commissario De Luca?
«Sono storie ambientate negli anni ’30 e ’40. Nella prima indagine, nel 1938, De Luca cerca di scoprire la verità sull’assassinio di una prostituta, avvenuta a pochi metri dalla villa dove faceva le vacanze Mussolini. Ritroviamo De Luca a Bologna, a pochi giorni dalla Liberazione, nel ’45, e infine nel 1948, negli anni dello scontro rovente in Italia tra Dc e Pci, poco prima dell’attentato a Togliatti… Questi film sono anche un modo per raccontare la storia d’Italia».






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Mer Mar 21, 2007 15:06    Oggetto: Rispondi citando


grazie genziana per le info! Very Happy Wink
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
sere91



Registrato: 14/10/06 15:31
Messaggi: 14351
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Mer Mar 21, 2007 20:20    Oggetto: Rispondi citando


grazie infinite genziana!! sei grande!!
_________________
SERENA

"La bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la grazia così come la gioia del movimento, la toccheranno sempre.."
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Gio Mar 22, 2007 22:08    Oggetto: ALESSANDRO interpreterà IL COMMISSARIO DE LUCA in 4 FILM TV Rispondi citando


ha scritto:




Quattro nuove fiction



    PIEDIPIATTI AI TEMPI DEL FASCIO



    Preziosi interpreta i primi gialli scritti da Lucarelli
    Sarà un commissario nella Bologna anni Quaranta



di DONATELLA ARAGOZZINI

Da capitano della Guardia di Finanza a commissario di Polizia durante il Ventennio. La prossima sfida che attende Alessandro Preziosi, attualmente a teatro con la seconda stagione del musical "Datemi tre caravelle!", sono quattro tv-movie tratti dai gialli di Carlo Lucarelli che raccontano le avventure del Commissario De Luca, il personaggio nato nel 1990 con "Carta bianca", il primo romanzo dello scrittore, e protagonista dei successivi "L'estate torbida", "Via delle Oche" e "Indagine non autorizzata". Tutti libri che, ora, grazie a RaiFiction e alla Ager 3 - una della società di produzione indipendente più importante in Italia, che dopo varie esperienze cinematografiche si è aperta anche alla televisione con miniserie come "Luisa Sanfelice"diventeranno dei film per il piccolo schermo diretti da Antonio Frazzi, le cui riprese cominceranno a maggio tra Roma e l'Emilia Romagna. Commissario di Polizia nel drammatico periodo che va dai giorni che precedono la Liberazione nell'Italia del Nord a quelli dell'immediato dopoguerra, legato al vecchio regime e perciò costretto a starsene rintanato in questura per evitare ricatti e ritorsioni, De Luca si appresta dunque a far debuttare in tv un genere nuovo: il poliziesco di ambientazione fascista, che accanto allo sviluppo delle indagini mostra allo spettatore l'affresco storico-sociale di un'epoca. Epoca che Lucarelli conosce molto, molto bene, visto che "Carta bianca" nasce in realtà dalla sua tesi di laurea, "La visione della polizia nella memoria degli antifascisti". Nel corso dei quattro film vedremo il protagonista prima alle prese con un omicidio compiuto nei quartieri alti, in grado di svelare intrighi e segreti dei gerarchi, poi costretto a indagare su una strage dalle forti implicazioni politiche e quindi impegnato a unire i fili di tanti delitti apparentemente senza alcun legame nella sua Bologna, mentre nel quarto episodio sarà a Rimini, a due passi dalla residenza balneare di Mussolini, dove è stato ritrovato il corpo senza vita di una prostituta assassinata. Con i tv-movie incentrati sulla figura del Commissario De Luca, Preziosi torna al piccolo schermo dopo una lunga pausa. Se si escludono le prime due puntate della serie "Il Capitano", giusto il tempo di passare il testimone a Giampaolo Morelli, negli ultimi tempi l'attore si è infatti dedicato soprattutto al cinema e al teatro. Per il grande schermo ha infatti interpretato un giovane soldato armeno nella megaproduzione internazionale "La masseria delle allodole" di Paolo e Vittorio Taviani, di prossima uscita, un film fortemente drammatico, tratto dal libro omonimo di Antonia Arslan tradotto in dieci lingue, che racconta il genocidio degli armeni da parte dei turchi nel 1915. E, soprattutto, con Cristiana Capotondi e Lando Buzzanca è protagonista de "I vicerè", kolossal di Roberto Faenza tratto dal capolavoro di Federico De Roberto, atteso nelle sale il prossimo ottobre e dopo qualche mese in due puntate su Raiuno: l'epopea di una potente famiglia catanese di origine spagnola nell'Italia del Risorgimento e dell'unificazione, nella quale Alessandro veste i panni del nobile Consalvo dalla gioventù fino alla vecchiaia. Per il teatro, invece, che rimane il suo primo e più grande amore, Preziosi sta ancora portando in tournée "Datemi tre caravelle!", la commedia musicale che ha per protagonista un Cristoforo Colombo determinato ad inseguire un sogno, quello di raggiungere le Indie navigando verso Ovest, affiancato quest'anno da Valeria Monetti ("scoperta" di Maria De Filippi all'epoca in cui il suo "Amici" si chiamava ancora "Saranno famosi"). Ed ha già pronto un nuovo, ambizioso progetto: ad ottobre sarà infatti in scena con "Il ponte", un monologo ancora una volta scritto da Carmelo Pennisi e Massimiliano Durante, prodotto dalla Kora.Teatro e musicato da Stefano Di Battista, incentrato spiega l'attore - «sul rapporto dell'uomo con le proprie capacità ingegneristiche, che vanno oltre i limiti che la natura gli ha dato».



LA SCHEDA

IL RUOLO
Funzionario di polizia durante la seconda guerra mondiale e nel periodo post-bellico, il commissario De Luca è protagonista di quattro gialli di Carlo Lucarelli: "Carta bianca", primo romanzo dello scrittore (nato dalla sua tesi di laurea sulla polizia della Repubblica di Salò), "L'estate torbida", "Via delle Oche" e "Indagine non autorizzata". Tutti e quattro i libri diventeranno dei tv-movie diretti da Antonio Frazzi e prodotti dalla Ager 3 per RaiFiction.

L'AUTORE
Di Lucarelli, sul piccolo schermo, sono andati recentemente in onda i quattro episodi de "L'ispettore Coliandro" e "Rapidamente" per la collana "Crimini" di Raidue.








GRAZIE a Maria Teresa e Danielita per avermi segnalato l'articolo BACI


_________________


L'ultima modifica di genziana il Dom Mar 25, 2007 22:29, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
stef@nia



Registrato: 13/09/06 19:20
Messaggi: 6613
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Ven Mar 23, 2007 00:37    Oggetto: Rispondi citando


grazie per l'articolo!!!!! Wink
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
sere91



Registrato: 14/10/06 15:31
Messaggi: 14351
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Ven Mar 23, 2007 19:04    Oggetto: Rispondi citando


grazie!
_________________
SERENA

"La bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la grazia così come la gioia del movimento, la toccheranno sempre.."
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Ven Mar 23, 2007 21:48    Oggetto: Rispondi citando


grazie mille! Very Happy Wink
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32361

MessaggioInviato: Dom Mar 25, 2007 22:13    Oggetto: ALESSANDRO a maggio sul set de 'IL COMMISSARIO DE LUCA' Rispondi citando


ha scritto:




APPROFONDIMENTI - NEWS

2007-03-25 17:14




    PREZIOSI
    COMMISSARIO DE LUCA
    A MAGGIO SUL SET


di Alessandra Magliaro

Malinconico, affascinante, tutto d'un pezzo eppure abituato a mestare nel torbido: con il volto bello di Alessandro Preziosi arriverà in tv sulla Rai, un nuovo poliziotto, Il commissario De Luca, il personaggio inventato dalla penna dello scrittore bolognese Carlo Lucarelli che proprio con quel poliziotto ha debuttato nella letteratura. Le riprese cominceranno il 7 maggio a Roma e si sposteranno poi in Emilia Romagna. A dirigere i 4 film tv per la Rai, prodotti dalla Ager 3 di Grazia Volpi, è Antonio Frazzi e l'idea è quella di farne una collezione, con l'ambizione di tentando il successo del Commissario Montalbano, creato da Andrea Camilleri e interpretato da Luca Zingaretti.

Preziosi, tra i protagonisti in questi giorni nelle sale cinematografiche dell'ultimo film dei Taviani 'La masseria delle allodole' (coprodotto dalla stessa Volpi), è ancora in tourneé con il musical su Colombo 'Datemi tre caravelle!' e prima di vederlo in tv nei panni del poliziotto De Luca, lo si vedrà su Raidue nelle prime due puntate del 'Capitano 2' (passerà il testimone a Giampaolo Morelli) e al cinema (e in tv) protagonista de 'I Viceré' di Roberto Faenza. Tre i libri da cui sarà tratta la nuova fiction Rai: Carta Bianca, L'estate Torbida e Via delle Oche. Più un quarto, Indagine non autorizzata. Sono polizieschi storici, il genere in cui Lucarelli sembra dare il meglio del suo talento.

L'ambientazione è il fascismo, specie alla fine, nel torbido passaggio dalla guerra civile alla ricostruzione (Lucarelli si laureò tra l'altro con una tesi sulla polizia di Salò). Di libro in libro, il commissario De Luca acquista uno sfondo e una carriera. Ha vinto il concorso nel 1928; è stato il più giovane commissario della polizia italiana, con tessera del Partito e con tessera anche durante Salò; è nella squadra politica di Ettore Muti. In Carta bianca, ambientato nell'aprile 1945, nonostante il disastro degli ultimi giorni, De Luca lascia la polizia politica e s'accanisce a scoprire l'assassino di un bell'uomo dei quartieri alti (pugnalato al cuore e all'inguine). Ma infine scappa, verso il Nord, saltando in fretta su un'automobile.

Qualche mese dopo, in L'estate torbida, lo ritroviamo fuggiasco per i paesi della Romagna, sotto falso nome; ma è riconosciuto, costretto a indagare su un caso di strage dal movente delicato; e in conclusione eccolo con le manette ai polsi spinto dai carabinieri. In Via delle Oche, terzo episodio, è il 1948, a Bologna, in una strada che ospitava a quel tempo case chiuse. Fra aprile e luglio - con le elezioni, l'attentato a Togliatti, e Bartali maglia gialla - De Luca, che è stato declassato a vice commissario della Buoncostume, seguendo la cattiva stella di investigatore per passione, e muovendosi da un bordello all'altro, scopre la pasticciata ragion di stato nascosta dietro tre delitti. Il quarto episodio sarà a Rimini, a due passi dalla residenza balneare di Mussolini, dove è stato ritrovato il corpo senza vita di una prostituta assassinata. E' tratto da Indagine non autorizzata, libro che non vede protagonista De Luca, ma che per questioni televisive, viene riproposto con lui, per una inchiesta, che in realtà non è mai stata la sua.

"Il commissario De Luca - ha spiegato Lucarelli - non ha schieramento politico e poi non lo vedo come personaggio del tutto positivo. Non ha fatto una scelta quando avrebbe dovuto farla, è questo il problema che si porta dietro e che lo rende vulnerabile. E' certo comunque che metterebbe chiunque in galera se avesse commesso un crimine. De Luca vive di investigazione ossessiva, di ricerca della verità, ma anche di una precarietà assoluta che lo rende quello che è".






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11 ... 45, 46, 47  Successivo
Pagina 10 di 47

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati