ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

DIARIO DEL COMMISSARIO DE LUCA
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 25, 26, 27 ... 45, 46, 47  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Dom Ago 12, 2007 11:26    Oggetto: Rispondi citando


Grazie mille giuly!!!!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
.°..*Alessandra.*..°.



Registrato: 14/06/06 19:15
Messaggi: 2125
Residenza: NAPOLI

MessaggioInviato: Dom Ago 12, 2007 15:22    Oggetto: Rispondi citando


Ho appena appreso la notizia tramite google alert...Sono rimasta davvero sorpresa e mi sono precipitata qui.::Giuliana grazie!!!
_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Dom Ago 12, 2007 16:55    Oggetto: Rispondi citando


gia' anche io sono rimasta molto sopresa cara alessandra!grazie genziana! Embarassed Very Happy
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
sere91



Registrato: 14/10/06 15:31
Messaggi: 14355
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Lun Ago 13, 2007 18:40    Oggetto: Rispondi citando


ma infatti... sono scioccata!!! Shocked Shocked
_________________
SERENA

"La bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la grazia così come la gioia del movimento, la toccheranno sempre.."
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35342

MessaggioInviato: Lun Ago 13, 2007 19:16    Oggetto: IL COMMISSARIO DE LUCA creato da CARLO LUCARELLI, la Storia Rispondi citando


TRECCANI scuola ha scritto:




LIBRI DI STORIA PER L’ESTATE


Indagini storiche dalla repubblica di Salò alle elezioni del 1948


a cura di Giulia Pezzella*

Studiare la storia e fare ricerca non necessariamente si traduce nella pubblicazione di libri per addetti ai lavori o, purtroppo ancora troppo raramente, di alta divulgazione. A volte le indagini storiche possono essere utilizzate per scrivere storie di fantasia ambientate nel passato, in un contesto narrato sulla base di documentazioni. È quello che ha fatto il giovane Carlo Lucarelli all’inizio della sua carriera quando iniziò, come autore di Sellerio, a pubblicare la storia del commissario De Luca utilizzando il materiale raccolto per la sua tesi di laurea.
A quanti li avessero persi, dunque, si propone la lettura dei suoi Carta bianca (Sellerio, 1990, 22a edizione, pp. 132); L’estate torbida (Sellerio, 1991, 16a edizione, pp. 132); Via delle oche (Sellerio, 1996, 21 a edizione, pp. 164). Sono molto piacevoli e propongono al lettore una valida ricostruzione degli anni che dalla fine della repubblica di Salò arrivano alle elezioni politiche del 1948, a partire dal punto di vista di un commissario di polizia. Interessante, infatti, è la posizione di chi – per la professione svolta – è passato dal regime alla democrazia, continuando a fare lo stesso lavoro.
Sono libri che possono essere proposti agli studenti curiosi di avere uno spaccato della vita di quegli anni che si disegna attorno a una storia noir avvincente, come a quanti si chiedono a cosa possa servire studiare la storia, per dimostrare loro che è una disciplina dalle mille sfaccettature. La lettura di questi gialli, soprattutto se fatta con gli occhi di chi fa ricerca, mette in evidenza come il lavoro del poliziotto e quello dello storico abbiano molti punti in comune. Prima di tutto la curiosità, non ultimo il cinismo.


Carlo Lucarelli, Carta bianca
“- … La repubblica deve finire bene. Se il Governo parte si deve pensare ai fascisti che restano. Larice, che affidamento dà alla Polizia?
- Poco, Duce.
- Lo sapevo…” (Colloquio Mussolini-Larice, 24 aprile 1945).
Durante gli ultimi giorni della repubblica di Salò, nell’aprile del 1945, un omicidio dei quartieri bene permette al commissario De Luca di scoprire scenari imprevisti nel mondo dei gerarchi, trovando le tracce di un traffico finanziario-spionistico tra il regime e i nazisti, e le prove della corruzione di una classe dirigente ormai finita. I tasselli di una torbida verità vengono ricomposti a poche ore dalla fine e il commissario, nella confusione e nella paura causati dal particolarissimo momento storico, è chiamato a una scelta.
Non è un caso che il testo sia stato pubblicato nella collana La memoria: il racconto giallo è un pretesto per raccontare altro. Soprattutto quanto e come “le dittature e i totalitarismi in genere generino situazioni di precarietà del diritto in cui la malinconia, connaturata a chi investigando fruga nelle vite, diventa l'ultimo rifugio del senso di giustizia”.


Carlo Lucarelli, L’estate torbida
“Disarmiamo, perché le armi le abbiamo prese per cacciare i tedeschi e i tedeschi li abbiamo cacciati… Non abbiamo nostalgie di avventure, non abbiamo desiderio di parate, abbiam fatto la guerra e l’abbiam vinta, ora vogliam lavorare per non perdere la pace…” («L’Unità», 31 maggio 1945).
A un anno di distanza dal primo libro, Lucarelli pubblica la seconda storia del commissario De Luca.
L'estate torbida è quella che segue il tracollo del fascismo e il commissario De Luca, richiamato ufficiosamente a indagare, si occupa di una strage dai misteriosi moventi e dalle implicazioni alquanto delicate. Lo studio della polizia repubblichina e dell’Italia di quegli anni hanno consentito all’autore di creare un quadro d’insieme molto interessante, intriso di un’atmosfera torbida nella quale può svilupparsi qualsiasi intrigo. È l’incontro scontro di sentimenti e aspettative contrapposte, un miscuglio cupo, assolutamente privo di limpidezza. Questo è il contesto in cui si muove De Luca, un personaggio decisamente riuscito, con il suo “esser commissario” prima di ogni altra cosa e i suoi principi, saldi nonostante gli eventi.


Carlo Lucarelli, Via delle Oche
Terzo e ultimo episodio (per ora, almeno) della saga del commissario De Luca. Ancora una volta il periodo entro il quale si muovono le indagini è decisamente delicato: aprile-luglio 1948. Sono i mesi delle prime elezioni politiche, dell’attentato a Togliatti e della maglia gialla di Bartali. Via delle Oche è una famosa strada di Bologna, indirizzo di rinomate case chiuse (la legge Merlin è di dieci anni dopo) e una di queste fa da cornice alla prima scena del crimine. A questo delitto ne seguono altri, apparentemente disgiunti tra loro. Ma il commissario, però, inizia a identificare e seguire il filo che li unisce.

*Dottore di ricerca in Storia dei partiti e dei movimenti politici, ha lavorato sui temi relativi alla storia elettorale e sull’analisi dei testi legislativi. Collabora con la casa editrice Leonardo International

Pubblicato il 18/7/2007







Nota - "Il commissario De Luca" sarà protagonista di quattro film TV, la quarta sceneggiatura (la prima in ordine di tempo) è tratta sempre da un libro di Carlo Lucarelli, ambientato nel momento in cui il fascismo è ancora al potere: Indagine non autorizzata (Hobby & Work - Collana: Mistery Pocket - Pagine 269 - Anno 2005), nel libro l'inchiesta è condotta nel romanzo dall'ispettore Marino.

[Riccione, durante la torrida estate del 1936, nel pieno della stagione turistica. Sulla spiaggia, a pochi passi dalla residenza balneare di Benito Mussolini, viene casualmente scoperto il cadavere di una prostituta assassinata. L'omicidio, che minaccia di turbare le tranquille vacanze del Fondatore dell'impero, getta nel panico la Questura di Rimini, competente per territorio: i poliziotti, energicamente "stimolati" dalle alte sfere del potere di Roma, si impegnano allo spasimo nell'inchiesta e nel rapidissimo giro di qualche ora arrestano il presunto colpevole, un malcapitato delinquente di mezza tacca, vecchia conoscenza degli investigatori. Il caso sembra chiuso, ma qualcosa proprio non quadra... ]


ALESSANDRO, siamo certi, risolverà anche questo caso Very Happy

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
sere91



Registrato: 14/10/06 15:31
Messaggi: 14355
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Mar Ago 14, 2007 11:56    Oggetto: Rispondi citando


GRAZIE!!!
_________________
SERENA

"La bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la grazia così come la gioia del movimento, la toccheranno sempre.."
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Mar Ago 14, 2007 15:19    Oggetto: Rispondi citando


grazie genziana,sei sempre informatissima,grazie! Very Happy
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35342

MessaggioInviato: Lun Ago 20, 2007 15:35    Oggetto: 'IL COMMISSARIO DE LUCA' interpreti femminili KASIA SMUTNIAK Rispondi citando


ha scritto:



20/08/2007


VOLTI NUOVI PER LO SCHERMO

La compagna di Taricone sempre più richiesta dai registi: dalla miniserie su Rino Gaetano a quelle su Carnera e Moscati Del Monte e i gialli con Preziosi


«In tanto vuoto
l’unica speranza è il cinema»


Film e fiction, l’ascesa della Smutniak


Fabrizio Corallo

Pietro Taricone, il suo compagno, lo incontrò sul set di Radio West (FM97)» di Alessandro Valori (lei era una profuga serba, lui un soldato italiano in missione in Kosovo). Ora vive con lui in un casale alle porte di Roma e con la loro bambina di tre anni, Sophie. Polacca, ex fotomodella, 28 anni appena compiuti, Kasia Smutniak è un’attrice emergente della fiction e del cinema italiani, sempre più richiesta da registi e produttori per la sua duttilità e la sua bellezza.

Kasia, quando ha capìto che voleva fare l’attrice?
«Qualche anno fa, facevo la modella a Milano, mi chiamò Giorgio Panariello per il suo film ”Al momento giusto”. Accettai un po’ per gioco, non mi sembrava quasi di lavorare. Poi capii che recitare mi piaceva, ma non ho mai creduto al ”fuoco sacro”, mi sono mossa per istinto e ho costruito un metodo personale. Insomma, mi sono arrangiata ascoltando i consigli di registi e attori più dotati. La mia scuola è stata il set».

Attrice per caso...
«Molti attori vivono il mestiere con fanatismo solo per soddisfare l’egoismo. C’è un sacco di gente strana che si concentra tutta seriosa sugli stage e sul metodo. Io, invece, credo che non ci si debba mai prendere troppo sul serio. Alla fine, preferisco vivere. Anzi, fare l’attrice mi piace proprio perché mi permette di vivere molte vite diverse».

È accaduto spesso, di recente...
«Sì, grazie ai tanti personaggi in cui apparirò nei prossimi mesi, ho attraversato quasi tutto il Novecento. In ”Giuseppe Moscati”, il film tv di Campiotti con Beppe Fiorello dedicato al medico napoletano beatificato nel 1975, sono un’aristocratica sua promessa sposa nei primi decenni del Novecento, prima attratta dalla sua anima ribelle e poi non più disposta a rinunciare ai propri privilegi. In ”Rino Gaetano”, la miniserie di Marco Turco sul cantautore scomparso nel 1981, sono Irene, la sua fidanzata, una ragazza dura e pura modellata con qualche libertà nel copione per raccontare gli anni Settanta. In ”Primo Carnera” di Martinelli sono una ragazza cinica e spietata degli anni Venti, Emilia Tersini, la prima fidanzata del grande pugile, che dopo avergli estorto una promessa scritta di nozze dopo le sue vittorie lo ricatterà pretendendo di essere lautamente risarcita.

E sempre negli anni Venti si muove la sensuale e ambigua contessa, potenziale assassina, che interpreto in una delle sei puntate de ”Il Commissario De Luca" di Antonio Frazzi,con Alessandro Preziosi; mentre si snoderanno per altri 14 anni, fino agli anni Sessanta, le nuove sei puntate girate per Canale 5 da Raffaele Mertes di ”Questa è la mia terra 2”, dove ci sarà un'ulteriore evoluzione della donna dell'Agro Pontino contesa tra Massimo Poggio e Roberto Farnesi».

E il cinema?
«In ”Nelle tue mani” di Peter Del Monte, nelle sale a gennaio, sarò una ragazza slava un po’ difficile che vive una storia d'amore con un astrofisico (Marco Foschi), mentre in ”Caos calmo”, il film di Antonello Grimaldi tratto dal romanzo di Sandro Veronesi premiato con lo Strega, sono una ragazza che attraversa spesso con il suo cane il parco dove staziona il protagonista Nanni Moretti».

Racconti l’incontro con Moretti?
«All'inizio ero un po’ intimorita, ma lui si è rivelato gentile e divertente».

Come sceglie un copione?
«Conta la storia. Poi mi piace cambiare, senza ripetermi troppo, e costruire i personaggi anche nel fisico. È stimolante ingrassare, dimagrire, imbruttirsi. Detesto quei registi che ai provini ti dicono: ”mi dispiace, non sei il tipo giusto”. Ma che ne sanno? La somiglianza fisica non c'entra, il fascino del nostro mestiere è nella capacità di trasformarsi credibilmente in un altro. Tutto ha senso se ti emozioni e se dai emozioni».

Sente di riuscire a dare il meglio di sé in scena?
«Magari potessi, quando recito non sono mai al massimo, c'è sempre troppa fretta, nessuno ormai ti permette di provare e sperimentare. Quando mi rivedo in un film non sono mai soddisfatta, noto solo i miei difetti o la mia comicità involontaria. Sono stata fortunata, certo, ma la vita di un'attrice è breve».

Perché?
«Tra qualche anno mi proporranno ruoli secondari e poi quelli di vecchia strega cattiva. Perciò sento il bisogno di raccontare alcune storie. Insomma, vorrei essere l'artefice di qualche progetto e organizzarlo... Vede, io sono del Leone, con tutta la voglia di essere concreta e ”speciale” che il mio segno comporta... ma poi nella vita mi perdo nella mia normalità di persona alle prese con le tasse».

Ma il cinema serve come terapia?
«Sì, serve a darmi speranza. In Italia, però, siamo vittime di un pericoloso vuoto ideale. Tutti si rilassano, si rassegnano a quel che c’è intorno, nessuno si sforza di essere creativo, di cambiare qualcosa. Vorrei si osasse di più nella scelta degli argomenti, vorrei che i film in tv fossero seguiti con più attenzione, non fossero interrotti dagli spot; e che il nostro lavoro non dipendesse solo dall'Auditel».

Nessuna speranza, allora?
«Il cinema, gliel’ho detto. Il cinema mi salva, perché mi fa essere tante donne. L’altro giorno, per esempio, sono stata felice di essere catapultata in un'altra epoca recitando una scena ambientata durante la Resistenza sul set di ”Questa è la mia terra 2”. Poi, la sera, sono tornata a casa e ho cucinato pasta e broccoli per tutti».






_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Lun Ago 20, 2007 16:06    Oggetto: Rispondi citando


grazie genziana,grazie per questa bellissima intervista,grazie! Very Happy
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
sere91



Registrato: 14/10/06 15:31
Messaggi: 14355
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Lun Ago 20, 2007 22:40    Oggetto: Rispondi citando


GRAZIE GIULY
_________________
SERENA

"La bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la grazia così come la gioia del movimento, la toccheranno sempre.."
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Mar Ago 21, 2007 10:16    Oggetto: Rispondi citando


ancora grazie! Very Happy
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Mar Ago 21, 2007 10:17    Oggetto: Rispondi citando


ancora grazie! Very Happy
_________________
http://img147.imageshack.us/img147/3151/sostenitrice2008annalaufb4.gif
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35342

MessaggioInviato: Dom Ago 26, 2007 22:13    Oggetto: ALESSANDRO è IL COMMISSARIO DE LUCA, casting A BOLOGNA Rispondi citando


ha scritto:

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
sere91



Registrato: 14/10/06 15:31
Messaggi: 14355
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Lun Ago 27, 2007 06:59    Oggetto: Rispondi citando


grazie dell'articolo giuly!!!! nn ti stanchi mai...! Wink Wink Embarassed
è un'emozione fantastica girare un film anche solo x comparsa...! Embarassed
_________________
SERENA

"La bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la grazia così come la gioia del movimento, la toccheranno sempre.."
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Piccirilla



Registrato: 17/04/05 12:25
Messaggi: 4459
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Lun Ago 27, 2007 14:56    Oggetto: Rispondi citando


GRAZIE DI TUTTI GLI ARTICOLI GIULY Exclamation Exclamation
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 25, 26, 27 ... 45, 46, 47  Successivo
Pagina 26 di 47

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy