ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutto quello che dicono i giornali dal... 12 dicembre 2007
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 15, 16, 17 ... 43, 44, 45  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
fly



Registrato: 07/12/07 10:15
Messaggi: 1976

MessaggioInviato: Mar Gen 01, 2008 12:33    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Genziana...intervista davvero interessante!
Tanti auguri di un felice anno da parte mia...

Valeria
Top
Profilo Invia messaggio privato
^Gaia^



Registrato: 20/03/04 22:22
Messaggi: 5204

MessaggioInviato: Mar Gen 01, 2008 15:36    Oggetto: Rispondi citando


grazie mille giuly x le info... buon anno a te e famiglia Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Mar Gen 01, 2008 16:45    Oggetto: Rispondi citando


Grazie mille di tutti gli articoli
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
nenepd



Registrato: 14/09/07 12:56
Messaggi: 2156
Residenza: PROVINCIA DI PADOVA

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 16:00    Oggetto: Rispondi citando


Ciao a tutte! Alessandro ha accennato al DVD di Pescara...ne sapete qualcosa?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34989

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 16:50    Oggetto: il DVD dello spettacolo del 27/12/2007 Auditorium Pescara... Rispondi citando


nenepd ha scritto:


Ciao a tutte! Alessandro ha accennato al DVD di Pescara...ne sapete qualcosa?



Gentile Irene,

con il suo messaggio Alessandro ha rivelato che esiste una registrazione dello spettacolo da lui tenuto il 27 novembre 2007, all'Auditorium De Cecco di Pescara, in occasione dell'inaugurazione nazionale del Progetto "Un Buco nel Muro": ha però puntualizzato che deve ancora prendere visione del materiale, e ora sta portando a termine il film "Il sangue dei vinti"; se Alessandro darà parere favorevole: il girato dovrà essere montato e riversato su un DVD, andrà verificato il rispetto di tutte le leggi sui diritti d'autore e di diffusione affinché questo DVD possa essere distribuito in esclusiva tramite ADRICESTA.

Quando e se questo DVD sarà disponibile, come sempre, verranno annunciate le modalità per acquisirlo a seguito di un'offerta minima di beneficenza: in homepage, spazio SHOPPING SOLIDALE; nel Forum, con un TOPIC dedicato IN ANNUNCIO e in questo TOPIC riservato alle notizie.
Wink


Carissime/i,

l'Anno Nuovo è appena giunto al suo 2° giorno, pazientate con me, e anche questa attesa notizia comparirà; grazie per averne preso nota nell'agenda personale.
Smile


AUGURI! AUGURI! AUGURI! Giuly Very Happy

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
nenepd



Registrato: 14/09/07 12:56
Messaggi: 2156
Residenza: PROVINCIA DI PADOVA

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 16:57    Oggetto: Rispondi citando


grazie infinite Giuliana! Sei sempre prontissima!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7764

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 17:25    Oggetto: Rispondi citando


Ciao Genziana! Wink
Ancora BUON ANNO 2008!
Grazie per informazione!
Stammi bene!
MERAVIGLIOSO ALESSANDRO!

Felice Helena!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
freccia tricolore 33



Registrato: 13/06/07 19:44
Messaggi: 16669
Residenza: Pisa

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 17:33    Oggetto: Grazie Helena e grazie a genziana! Rispondi citando


Grazie helena perchè solo il viso di Alessandro riesce a darmi serenità e anche a genziana che è veramente un portento grazie a tutte e due Adriana!
_________________
Adriana
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34989

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 18:01    Oggetto: ALESSANDRO è il partigiano ETTORE ne 'IL SANGUE DEI VINTI' Rispondi citando


A N S A .it ha scritto:



NEWS IN BREVE : 2007-12-30 18:50



PLACIDO:
SBAGLIA L'ANPI A PROTESTARE PER 'IL SANGUE DEI VINTI'




dell'inviata Alessandra Magliaro

Gli ex partigiani dell'Anpi protestano con la Rai, con una lettera al presidente Petruccioli, sull'opportunita' di realizzare una fiction sul Sangue dei vinti? ''Fare polemiche preventive e' sbagliato, siamo in democrazia credo. Le proteste dell'Anpi sinceramente non le condivido'', afferma Michele Placido, uno dei protagonisti. ''Pansa e' un autore sensibile, il contenuto del suo libro sulla guerra civile italiana, tutto documentato da ricerche storiche, e' poi stato filtrato dagli sceneggiatori, da un bravo regista e io ci metto la mia faccia. Sono sempre stato un uomo di sinistra, lo sono ancora oggi e non credo che questo film mi fara' uscire fascista'', dice ancora l'attore, rispondendo da Capri, Hollywood alla 'preventiva contrarieta'' espressa ufficialmente dall'Anpi sulla miniserie Rai di Michele Soavi le cui riprese con Placido, Barbora Bobulova e Alessandro Preziosi nei ruoli principali, sono praticamente terminate. ''Non penso che si potra' parlare di apologia di fascismo o di neofascismo. E poi aspettiamo di vederla. Lo scandalo oggi e' preventivo. Siamo andati a toccare una storia vista per la prima volta da un'altra focale, ritengo giusto che la tv si ponga al servizio di posizioni discordanti''.

A Capri, Hollywood, la manifestazione di Pascal Vicedomini, che questa sera assegnera' a Michele Placido il premio Patroni Griffi anche per l'interpretazione ne La Sconosciuta di Tornatore, cui augura una meritata candidatura agli Oscar, l'attore pugliese e' venuto a parlare anche delle riprese che cominceranno l'8 gennaio del suo nuovo atteso film come regista: Il grande sogno, tutto dedicato all'esperienza del Sessantotto. Tre i protagonisti: il personaggio di Placido giovane poliziotto a Roma in quegli anni sara' interpretato da Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca sara' una ragazza di buona famiglia cattolica che prendera' parte alla contestazione e alle marce per la pace come fece la vera sorella del cosceneggiatore del film Angelo Pasquini, mentre l'unico con maggiori elementi di invenzione e' Libero, il piu' politicizzato di loro, a meta' strada tra Scalzone e Viale. L'attore non e' ancora stato scelto, ''tre sono in ballo. Lo decideremo nei prossimi giorni. Ci sono poi Margherita Buy, Massimo Popolizio e altri perche' sara' un film corale. Mi divertiro' a giocare con Scamarcio, sara' un me stesso, provinciale, rozzo, maschilista e antipatico come ero io 22enne in quegli anni da poliziotto a Roma vedendo i figli di papa' sfilare a Valle Giulia''. Ammette pero' Placido che a 40 anni di distanza il giudizio su quei contestatori borghesi su cui si esercito' magistralmente anche la penna di Pier Paolo Pasolini, e' mutato con il filtro della storia trascorsa: ''in quegli anni la pensavo come Pasolini, oggi non piu'. Quei ragazzi si ribellarono ai padri e pagarono un loro prezzo per non restare inermi a guardare quello che accadeva nel mondo intorno a loro. Non bisogna avere in questo la memoria corta''. Il Sessantotto di Placido , ''sara' colorato, positivo, ne' nostalgico ne' doloroso anche se fu anche un bagno di sangue, penso al massacro degli studenti in Messico, al Vietnam, alle morti di Che Guevara e Luther King. Ma, contrariamente a quanto detto qui da Dennis Hopper, il '68 fu anche l'inizio di una vera rivoluzione, penso alle rivendicazioni femministe. Fu un anno cruciale, le degenerazioni appartengono a tutte le rivoluzioni, nessuna esclusa e anzi penso che oggi un altro '68 ci starebbe proprio bene''.







°°°°°°°°°

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34989

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 18:02    Oggetto: ALESSANDRO è il partigiano ETTORE ne 'IL SANGUE DEI VINTI' Rispondi citando


ha scritto:



Lunedì 31 Dicembre 2007


Michele presto in tv in “Il sangue dei vinti”:
«No alle polemiche preventive»



dal nostro inviato GLORIA SATTA

CAPRI - Il Sessantotto di Michele Placido e l’impegno di John Malkovich. L’attore-regista italiano sempre a cavallo tra cinema, tv e teatro di qualità e l’americano che continua a essere l’icona del cinema indipendente, senza confini geografici e intellettuali. (...)
Intanto vedremo l’attore in tv in Il sangue dei vinti, dal libro-inchiesta di Pansa sulle vendette dei partigiani contro i fascisti. Tema delicatissimo, già un ”caso” in libreria. Molti attori si sono rifiutati di interpretare il film e l’Anpi, l’associazione dei partigiani, ha chiesto al presidente della Rai Petruccioli di bloccarne la messa in onda. «Ma io non sono d’accordo con le polemiche preventive», dice Placido. «Aspettiamo di vedere il film: non credo proprio che faccia apologia di fascismo. Lo scandalo nasce dal fatto che affronta un punto di vista fino a oggi mai considerato per motivi ideologici. Sono e rimarrò un uomo di sinistra ma trovo giusto, in democrazia, poter parlare anche dell’altra faccia della medaglia». (...)







NOTA: con (...) ho omesso le parti dell'articolo che riferivano le dichiarazioni di Malkovich e parlavano in l'anteprima del film sul '68


ha scritto:



Un anno d’oro per l’artista premiato con il «Patroni Griffi»


27/12/2007

Fabrizio Corallo


Il 2007 è stato un anno d’oro per Michele Placido, inquietante interprete de «La sconosciuta» di Tornatore per cui viene premiato a Capri con il «Patroni Griffi», ma anche attivissimo sul set come protagonista di due fiction d’autore di imminente programmazione su Canale 5: «L’ultimo padrino» di Marco Risi sul boss mafioso Bernardo Provenzano, e «Aldo Moro», in cui Gianluca Tavarelli racconta il dramma del presidente Dc ucciso dalle Brigate Rosse.
Placido girerà inoltre fino a metà gennaio «Il sangue dei vinti», un film di Michele Soavi tratto dall’omonimo e controverso libro di Pansa sugli eccidi partigiani e si appresta ad affrontare un nuovo impegno da regista, «Il grande sogno», sul Movimento del ’68 con Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca. (...)

«Il sangue dei vinti», la cui protagonista femminile sarà Barbora Bobulova nel ruolo di una misteriosa attrice, vedrà invece Placido nei panni di un commissario che indaga a Roma sulla morte di una prostituta, forse amante di un gerarca fascista, e si troverà a cercare di salvare la sorella, arruolatasi nella Repubblica Sociale dopo che i genitori vengono uccisi per rappresaglia dai partigiani, mentre un altro fratello (Alessandro Preziosi) si unisce in montagna alle formazioni antifasciste. «La sceneggiatura rielabora alcuni episodi del libro di Pansa dando vita ad un film piuttosto delicato nella materia e nella forma», commenta l'attore e regista. (...)







LA POLEMICA Michele Placido, i partigiani e il Sessantotto

L'attore e la fiction tratta dal libro di Pansa
«E' giusto raccontare storie e voci discordanti»



31/12/2007 - pag.17

(...) Nel frattempo l’attore ha appena finito la fiction tratta dal romanzo di Pansa «Il sangue dei vinti», diretta da Michele Soavi e criticata dall’Anpi, l'associazione partigiani: «Non è giusto - dice - fare polemica prima di vedere il nostro lavoro. Lo scandalo dov’è? Sta nel fatto che si vedono le cose da un punto di vista diverso dal solito e magari più scomodo? Che c'è di male? Non sono d'accordo con i partigiani. Io sono di sinistra e questo film non mi farà cambiare idee politiche, però è giusto che noi ci poniamo al servizio di voci discordanti». Placido ieri sera ha ricevuto un premio per la sua interpretazione nella «Sconosciuta», di Tornatore: «Spero vada in gara all’Oscar, Tornatore è più spesso apprezzato all'estero che in Italia». (...)






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Gloria93



Registrato: 16/05/07 21:17
Messaggi: 4553

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 18:03    Oggetto: Rispondi citando


grazie, per l'informazione Wink
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34989

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 18:03    Oggetto: ALESSANDRO è il partigiano ETTORE ne 'IL SANGUE DEI VINTI' Rispondi citando


E ora vi propongo un passo indietro nel tempo: da un articolo che Il Giornale pubblicò a maggio del 2007 (quando ancora i nomi degli attori protagonisti erano diversi da quelli che poi hanno accettato di girare la pellicola), l'intervista al regista MICHELE SOAVI, per leggere il suo punto di vista in merito.


ha scritto:



articolo di Michele Anselmi - venerdì 11 maggio 2007



          Michele Soavi: «Se mi daranno del revisionista
          me ne frego, questo è un film utile e necessario»


da Roma

«Vuole sapere come mi accosto alla materia incandescente del Sangue dei vinti? Con lo spirito di un lappone, dello straniero senza idee consolidate o giudizi da rivedere. Se poi mi daranno del revisionista, e mi pare difficile venendo io da una famiglia di ebrei e partigiani, risponderò che francamente me ne frego». Michele Soavi, 49 anni, regista di cinema (Arrivederci Amore, ciao) e soprattutto di fiction ad alto tasso drammatico (da Ultimo a Nassirya), ama le sfide difficili. «Il vespaio mi esalta, mi spinge a dare il meglio. Il tema è delicato, lo so, rischia di urtare molte sensibilità, soprattutto a sinistra, ma penso che sia giusto fare questo film». Primo ciak il 9 luglio, due puntate per un costo attorno agli 8 milioni di euro, producono insieme Alessandro Fracassi e Raifiction. È stato lo stesso Agostino Saccà, qualche giorno fa, a dare la notizia, parlando di «una sceneggiatura bellissima» (la firma Dardano Sacchetti con la collaborazione di Giampaolo Pansa). Bellissima forse, di sicuro tormentata, vista la natura del racconto: le stragi, le rese dei conti, le vendette personali compiute in nome della Resistenza dopo il 25 aprile 1945.

Del resto, per trasformarsi in fiction popolare, la cruda contabilità mortuaria del libro richiedeva una rielaborazione drammaturgica, con l'inserimento di personaggi di fantasia da catapultare dentro alcuni degli episodi rievocati da Pansa: l'impiccagione del federale Solaro a Torino, la fucilazione dei fascisti raccolti nello stadio di Novara, i processi sommari a Cuneo, l'uccisione di un'anziana donna insieme con i suoi conigli. Ecco, allora, questo giovane commissario di polizia, il neanche trentenne Franco Dogliani, che sul finire della guerra, partito da Roma, risale verso la natìa Cherasco, nelle Langhe: testimone attonito, poi sempre più partecipe, fino ad essere inghiottito da quei fatti di sangue.

Dogliani un po' come il capitano Willard di Apocalypse Now?
«Il paragone mi piace. Dogliani viene risucchiato in un orrore spaventoso, cieco, solo che qui non c'è un colonnello Kurtz da eliminare. Sul piano dei riferimenti, penso anche a un certo espressionismo tedesco, a Brecht e Kurt Weill, al crudo film di Ken Loach Il vento che accarezza l'erba, soprattutto ad Antigone di Sofocle: per il tema dolente della giusta sepoltura. Nel documentarmi, scorrendo fotografie, filmati e libri vari, ho scoperto che il colonnello inglese John Melior Stevens concesse cinque giorni ai partigiani piemontesi, a partire dal 25 aprile, per fare pulizia. Solo che quei giorni diventarono settimane, il tritasassi della vendetta macinò a lungo. Ho visto cose atroci, compiute da entrambe le parti: repubblichini e resistenti. Cadaveri esposti per una settimana con cartelli al collo, scritte sui muri vergati col sangue, un clima feroce da crocifissione dei cristiani sull'Appia antica».

Immagino che le avranno chiesto di «contestualizzare» i fatti.
«Sì, e mi sembra ragionevole. Troppo facile fare un film schematico sui buoni che diventano cattivi e viceversa. Giusto, quindi, inserire la vicenda personale di Dogliani in una prospettiva storica che parte dal 19 luglio 1943, giorno del bombardamento alleato sul quartiere San Lorenzo a Roma, per passare con un'ellissi alle settimane di sangue dopo il 25 aprile, con una sorpresa ambientata ai giorni nostri».

Dogliani anziano che rievoca?
«Non posso entrare nei dettagli. Certo questo commissario è un personaggio tormentato, scisso tra fedeltà al potere e pulizia morale, non uno spettatore passivo. I suoi genitori vengono linciati perché in odore di fascismo, la sorella Lucia, più giovane e scalpitante, sente su di sé l'onta dell'8 settembre e diventa un'ausiliaria irriducibile, il fratello Ettore invece raggiunge i partigiani, forse un po' per convenienza. In mezzo c'è lui, Franco, figlio di un carabiniere, toccato dai dubbi: scortando il Duce a Ventotene s'è imbattuto nei confinati antifascisti, apprezzandone le idee; ma altri antifascisti poi daranno via alla mattanza».

A proposito di dubbi: ha esitato prima di accettare?
«No. So che altri colleghi, da Carlei a Zaccaro, da Negrin a Battiato, sono stati interpellati prima di me. Non mi nascondo i rischi. Ma nessuno mi ha imposto niente. Certo si discute, anche animatamente. Pansa è un uomo a tratti forastico, irritabile, bisogna saperlo prendere. Considerata la destinazione, mi è stato chiesto di non esagerare con le scene cruente. Ma Il sangue dei vinti è un film utile e necessario. Meglio questa storia a lungo rimossa che l'ennesima fiction sulla malasanità».

E il cast? È vero che state pensando a una confezione internazionale, da girare in inglese, con attori presi qua e là in Europa?
«Sì, preferirei un cast misto. Vede, ci sono attori italiani che, per motivi ideologici, un film così non lo farebbero. Meglio allora pescare altrove. Il mio sogno è avere Sebastian Koch, il magnifico attore tedesco che fa il drammaturgo spiato in Le vite degli altri, per il ruolo di Dogliani. Vedremo. Io ci spero».

Altri nomi non ne fa, Soavi, ma il tempo stringe. Alla Rai stanno valutando varie ipotesi: da Raoul Bova a Daniele Liotti, e poi Virna Lisi, Beppe Fiorello, Christo Jivkov... Questione di giorni. E intanto Marco Tullio Giordana sta girando, sempre per la Rai, il suo Sangue pazzo, sulla coppia maledetta Ferida-Valenti, incarnata da Bellucci e Zingaretti. Stesso periodo, stesso sangue.







E il secondo articolo annunciava il cast definitivo. ATTORI ITALIANI hanno accettato di girare il FILM:

MICHELE PLACIDO, ALESSANDRO PREZIOSI e VALERIO BINASCO; regista: MICHELE SOAVI.


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Gloria93



Registrato: 16/05/07 21:17
Messaggi: 4553

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 18:11    Oggetto: Rispondi citando


grazie giuly, per tutti gli articoli Wink
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
MINNY



Registrato: 19/05/06 15:36
Messaggi: 530
Residenza: NAPOLI

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 18:14    Oggetto: Rispondi citando


grazie giuly, per tutte le news
_________________
Mimma
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM MSN
freccia tricolore 33



Registrato: 13/06/07 19:44
Messaggi: 16669
Residenza: Pisa

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2008 22:03    Oggetto: Grazie mille genziana! Rispondi citando


Grazie mille genziana per tutti questi articoli Adriana!
_________________
Adriana
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 15, 16, 17 ... 43, 44, 45  Successivo
Pagina 16 di 45

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy