ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE poesia festival'08
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Maura



Registrato: 22/11/04 17:28
Messaggi: 1189

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 08:28    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE poesia festival'08 Rispondi citando


" POESIA FESTIVAL 2008" PARATA DI STELLE , ORGANIZZATO DALL'UNIONE TERRE DI CASTELLI , CASTELNUOVO RANGONE, CASTEL-
VETRO, SAVIGNANO, SPILAMBERTO, VIGNOLA, INSIEME A MARA-
NELLO E MARANO.

TANTI I NOMI DI NUMEROSI ATTORI, FRA I TANTI ATTESI C'E' QUELLO
DI " ALESSANDRO PREZIOSI" GIOVEDI 25 SETTEMBRE ALLE ORE
21,30 E' A LEVIZZANO DI CASTELVETRO DI MODENA, AL CAMPO
SAN ROCCO ; CON LA PRIMA NAZIONALE DELLO SPETTACOLO
" IL MESTIERE D' AMARE " DEDICATO A CESARE PAVESE E MUSICATO
DA ANDREA FARRI.

UN ABBRACCIO
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35113

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 08:57    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE Poesia Festival '08 Rispondi citando



      ...il 9 settembre 1908, nasceva a S. Stefano Belbo (Cuneo)

      uno dei più grandi intellettuali piemontesi, poeta e scrittore,

      per ricordare Cesare Pavese a cento anni dalla nascita





Profili biografici: ALESSANDRO PREZIOSI

Artista poliedrico, è attore di cinema, teatro e televisione. È stato tra i protagonisti di "Elisa di Rivombrosa" e dei film "Il commissario De Luca", tratti dai romanzi di Carlo Lucarelli. Ha girato tra l’altro "Vaniglia e cioccolato" (2003), "I Vicerè" (2007) e "La masseria delle allodole" (2007). Tra le esperienze teatrali, "Amleto" e "Re Lear" di Shakespeare, le "Coefore" di Eschilo. È stato protagonista delle Letture di Pessoa (2006), delle Letture di S.Agostino (2007) e delle Letture Carducci-Baudelaire (2007). Nel 2008 ha aperto, nei panni di Amleto, le celebrazioni del 60esimo anniversario del festival shakespeariano a Verona.
(dal sito uffic. del Festival: www.poesiafestival.it )



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35113

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 08:58    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE Poesia Festival '08 Rispondi citando



ha scritto:



      Grandi attori leggono i grandi poeti


      A Poesia Festival ‘08 volti noti del cinema italiano,
      della televisione e del teatro, leggono e recitano
      testi per celebrare il piacere di un’arte antica.





            ...........................


Poesia Festival è da sempre un evento itinerante ed eclettico, capace di coinvolgere poeti, scrittori, musicisti, ma che chiama a raccolta anche numerosi attori. Tra i nomi più attesi, che non hanno bisogno di presentazioni, c’è quello di Alessandro Preziosi: giovedì 25 settembre alle 21.30 è a Levizzano Rangone, al Campo San Rocco, con la prima nazionale dello spettacolo "Il mestiere d'amare. Dedicato a Cesare Pavese" musicato da Andrea Farri.



Sabato 27 settembre è la volta di Kim Rossi Stuart che alle 20.30 presso l’Auditorium Enzo Ferrari a Maranello interpreta alcuni passi di Shakespeare e dialoga col pubblico di poesia, cinema e teatro. Carlo Cecchi dà voce a “Le canzoni di Giacomo Leopardi” sabato alle 18.30 in Piazza dei Contrari a Vignola: considerato una delle figure di spicco del teatro di innovazione in Italia, Cecchi alterna il lavoro di attore teatrale e cinematografico a quello di regista teatrale. Un appuntamento gustoso quello con Ivano Marescotti, che domenica 28 settembre alle 13.30 invita tutti a un “pranzo poetico” al ristorante “Il Formicone” di Savignano sul Panaro: l’attore, interprete di oltre cinquanta film, ha lavorato con registi del calibro di Anthony Minghella, Ridley Scott, Marco Risi, Roberto Benigni e Pupi Avati; domenica dà voce ai poeti romagnoli suoi conterranei. Sempre domenica 28 settembre una delle più convincenti ed intense attrici teatrali e cinematografiche napoletane, Anna Bonaiuto, dà voce ai versi della poetessa statunitense Sylvia Plath, presentata da Nadia Fusini. L’attrice stupisce il pubblico grazie alla sua capacità di rappresentare con vigore innumerevoli ritratti umani, alternando la forza del personaggio alla leggerezza dell'interpretazione. L’appuntamento è alle 18 a Spilamberto, nel Parco della Rocca Rangoni. Infine, Neri Marcorè alle 21.00 in Piazza dei Contrari a Vignola recita “Poesie per voce sola”.






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35113

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 11:46    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE Poesia Festival '08 Rispondi citando






        Levizzano Rangone frazione di Castelvetro di Modena





Castelvetro di Modena, Città compresa nelle "Terre dei Castelli", si trova sulle prime colline alle pendici dell'Appennino Tosco-Emiliano, tra Modena e Bologna, sulla Strada dei Vini e dei Sapori. Il casello A1 di Modena Sud è a 8 km; Modena a 15 km, Bologna a 35, Maranello con la fabbrica e il Museo Ferrari a 7 km, Vignola a 5 km. Milano, Firenze, Verona e Venezia sono a meno di due ore di automobile.





All'USCITA MODENA SUD dell'AUTOSTRADA A1, svoltare a DESTRA in direzione Modena (Strada Vignolese). Dopo il cavalcavia, a poche centinaia di metri, svoltare nella prima strada che si incontra a SINISTRA e che fa angolo con un noto ristorante, seguendo le indicazioni per Castelvetro (da questo punto in poi, le indicazioni per Castelvetro sono sempre presenti e ben visibili - Via Medicine - Via Settecani/Cavidole - Strada Provinciale di Castelvetro/SP17). Seguire la via principale, che passa per i paesini di San Vito, Settecani (al semaforo continuare dritto) e Cà di Sola (al semaforo continuare dritto) ed infine si raggiunge Castelvetro di Modena.

Percorso alternativo: USCITA A1 “MODENA SUD” ; prendere la SP 623 in direzione Spilamberto; al primo semaforo (a Spilamberto) girare a destra “SP16”; proseguire fino a località “Settecani” al semaforo girare a sinistra (via Modena) direzione Castelvetro.





In vista di Castelvetro di Modena, restare su SP17 (qui Via Modena) e proseguire in direzione Levizzano Rangone, fino a trovare sulla sinistra Via Sinistra Guerro/SP18, tenersi sulla destra lungo Via Bedine e svoltare a destra in Via Braglia; sono disponibili aree di parcheggio.

Il Campo San Rocco, un tempo "Cimitero Napoleonico" è posto ai piedi del Castello di Levizzano Rangone: si presenta sulla vostra destra, dietro un filare di cipressi secolari.






_________________


L'ultima modifica di genziana il Ven Set 19, 2008 16:48, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
sarah72andrea



Registrato: 27/03/08 19:03
Messaggi: 7489

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 11:58    Oggetto: Rispondi citando


MAURA GIULY GRAZIE MILLEX LE INFO...

BACI BACI SARAH

_________________

GLI AMICI SONO QUELLE RARE PERSONE CHE TI CHIEDONO COME STAI E POI ASCOLTANO PERSINO LA RISPOSTA...
Top
Profilo Invia messaggio privato
chiara ale



Registrato: 22/10/06 18:27
Messaggi: 4605
Residenza: prov. Chieti

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 11:59    Oggetto: Rispondi citando


grazie Maura e Giuliana per la notizia Wink
In bocca al lupo ad Ale.

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35113

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 12:13    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE Poesia Festival '08 Rispondi citando







    Castelvetro di Modena e la frazione di Levizzano Rangone





Le prime notizie certe del Castello di Levizzano, eretto come baluardo difensivo contro gli Ungari, sono contenute in un documento datato 890 dal quale risulta che apparteneva alla chiesa di Modena. In questo periodo era, forse, semplicemente costituito da una rocchetta, cinta da un fossato. Altre notizie troviamo in un documento del 1038, riguardante la concessione del castello, da parte del vescovo di Modena, al marchese Bonifacio di Toscana, padre di Matilde di Canossa.

Intorno al Mille la fortificazione era decisamente ampia. Alla fine del IX secolo, si presentava come un semplice insediamento fortificato di 2750 mq e, in caso di assedio, poteva ospitare tutta la popolazione della zona con animali e masserizie.

La struttura consisteva in una cinta muraria, al centro della quale era posta la torre detta "Torre Matildica", di forma quadrata, avente anche la funzione di mastio ossia luogo di comando, essendo residenza del signore, mentre nella zona sud è ubicata una cappella dedicata ai SS. Adalberto ed Antonino, ora sconsacrata.

Dagli inizi del sec. Xll appartenne alla famiglia Levizzani, fino al 1337.
Nel 1342 il castello di Levizzano passò alla famiglia Rangoni, che lo tenne fino alla conquista napoleonica (fine del XVIII sec.).
La successiva introduzione della polvere da sparo e l'uso di armi più potenti obbligò i feudatari a costruire nuovi mezzi di difesa, come le mura di fortificazione, che furono rinforzate o ricostruite.

A partire dal sec. XII il complesso fortificato fu restaurato e ampliato; in particolare, accanto alla torre posta a protezione dell’ingresso al Castello, venne eretta una parte del Palazzo feudale, destinato ad essere ingrandito attraverso vari interventi successivi, per prendere il posto del mastio (Torre Matildica) come dimora del Signore.
E’ probabile risalga nello stesso periodo, la costruzione di una galleria sotterranea, che unisce il corpo del Castello alla Torre.







Intorno al XVI secolo, consolidatosi il potere dei Rangone e mutate le condizioni sociale e politiche, gli edifici subirono importanti trasformazioni: venne assumendo più importanza la funzione residenziale e si dedicarono alla sistemazione del Palazzo signorile.

Risalgono infatti a questo periodo le cosidette "Stanze dei Vescovi", al pianterreno, il cui soffitto presenta affreschi degni di nota. Stemmi di famiglia ornano il soffitto a cassettoni, insieme con fregi e figure allegoriche; nella fascia alta delle pareti, all’interno di riquadri, sono affrescate scene di ambiente cavalleresco, bozzetti d’argomento amoroso, momenti di caccia, ma anche paesaggi rurali con piccoli villaggi, castelli, che richiamano i luoghi circostanti.

Le dimensioni e la struttura del Castello rimangono invariate nel corso dei secoli seguenti.

La Torre Matildica, fin dalle origini, aveva funzioni di avvistamento, ma rappresentava anche un luogo di comando -mastio-, dato che vi si trovava l'abitazione dei signori del castello.
La torre Matildica attuale, posta ad oriente, non può essere quella originaria, se non molto trasformata. Si hanno notizie certe, tra l'altro, di restauri effettuati dalla famiglia Rangoni nel XVIII secolo, all'epoca in cui fu rifatta la chiesa all'interno del castello.
Di pianta quadrata, con struttura muraria mista in mattoni e pietra, è coronata da un apparato a sporgere, in mattoni, forse quattrocentesco o della seconda metà del secolo XIV, costituito da mensolette, che reggono merli di foggia ghibellina, fra loro uniti superiormente da archi, che portano il tetto a quattro falde.

Gli interventi di restauro sono stati effettuati nell’Ottocento e nel Novecento, dopo che il Castello venne in possesso del Comune di Castelvetro e gli importanti lavori di recupero terminati nel 2007, hanno interessato oltre il 70% dell'intero fabbricato, sia all’esterno che negli interni, rendendolo perfettamente funzionale. Da porre in particolare evidenza il restauro delle stanze dei vescovi, con il recupero degli antichi soffitti lignei e delle decorazioni affrescate. I lavori, in gran parte finanziati con fondi del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, hanno consentito di recuperare un immobile di valenza storica culturale unico nel suo genere; e che oggi si presenta utilizzabile a tutti gli effetti.





_________________


L'ultima modifica di genziana il Ven Set 19, 2008 16:17, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Gloria93



Registrato: 16/05/07 21:17
Messaggi: 4554

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 12:36    Oggetto: Rispondi citando


in bocca al lupo, a tutti i componenti dell'adricesta che parteciperanno a questa serata Wink
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35113

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 12:48    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI reading CESARE PAVESE Poesia Festival'08 Rispondi citando



ha scritto:



Alessandro Preziosi e Kim Rossi Stuart a Poesia Festival



Modena - Alessandro Preziosi e Kim Rossi Stuart: due attori affermati, due ”belli” del cinema e del teatro italiano, apprezzati soprattutto dai più giovani, si cimentano con Cesare Pavese e l’immortale bardo, William Shakespeare. Il palcoscenico per entrambi è quello di Poesia festival ’08 che, dal 25 al 28 settembre, animerà i borghi antichi di sette comuni modenesi.

Comincia Alessandro Preziosi con un omaggio a Cesare Pavese, a cento anni dalla nascita: giovedì 25 settembre alle 21.30 presso il Campo San Rocco a Levizzano Rangone, propone la prima nazionale dello spettacolo "Il mestiere d'amare. Dedicato a Cesare Pavese". “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi / questa morte che ci accompagna / dal mattino alla sera, insonne, / sorda, come un vecchio rimorso / o un vizio assurdo”. È la voce, aspra e introversa, di un uomo condannato a un destino di timidezza. È la voce di un grande scrittore, traduttore e critico letterario del Novecento italiano, che verrà riproposta da Preziosi in un recital dedicato “all’amore secondo Pavese”.
Qui “Il mestiere di vivere” si fonde con quello d’amare attraverso frasi, appunti frammentari, pensieri e poesie che vengono proposti al pubblico, accompagnati dalle musiche create appositamente da Andrea Farri, mentre la drammaturgia è di Tommaso Mattei.



Kim Rossi Stuart sabato 27 settembre alle 20.30 a Maranello, presso l’Auditorium Enzo Ferrari, si cimenta con un grande classico: in “Dedicato a Shakespeare” dà voce ai sonetti shakespeariani. “Gli occhi del mio amore non sono come il sole / più rosso è il corallo della labbra sue”: scritti probabilmente fra il 1595 e i primi anni del 1600, i Sonetti di Shakespeare costituiscono uno dei vertici della letteratura d'amore di tutti i tempi e rappresentano un momento centrale della produzione letteraria del grande drammaturgo inglese. Definiti la chiave con la quale Shakespeare era in grado di aprire qualsiasi cuore, i Sonetti presentano un lato inedito e affascinante del drammaturgo. Queste poesie toccano tematiche profondamente umane e sono state studiate a lungo dai critici alla ricerca di indizi sulla vita privata di un autore per molti versi ancora misterioso.
Nel corso del suo intervento Kim Rossi Stuart legge anche poesie di Gianni Rodari e, intervistato dal giornalista Andrea Marcheselli, dialoga col pubblico di cinema e teatro.

Sono molti altri i grandi nomi che, nel corso di Poesia festival ’08, declamano versi che hanno fatto la storia della poesia: da Giuseppe Conte a Luciano Erba, da Neri Marcorè a Roberto Vecchioni, da Tiziano Rossi a John Giorno e Ed Sanders. Con la partecipazione di Suzanne Vega, Anna Bonaiuto, Carlo Cecchi, e numerosi altri artisti. In quattro giorni sono previsti oltre 30 eventi.
La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita. Il programma completo della manifestazione è sul sito Poesia festival. Infoline: URP Castelnuovo Rangone, tel. 059/534810 - IAT Unione Terre di Castelli, tel. 059/781270.

Inserito il 18-09-2008 ~ 11:15 da Redazione







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 13:36    Oggetto: Rispondi citando


Grazie mille giuly e un in bocca al lupo forte a Alessandro
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Juanita



Registrato: 23/01/05 18:38
Messaggi: 757

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 21:26    Oggetto: ciao Rispondi citando


come mi piacerebbe esserci ,,,,in bocca al lupo ,alessandro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7766

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 22:13    Oggetto: Complimenti! Rispondi citando


Che belle!
Buona fortuna Alessandro!
Suo voce calda e voce dolce é meraviglioso e unico!
"UNA PICEVOLE SERATA A TUTTI"!
Sono molto lontano da Italia.Ma mio cuore da voi sempre!
Arrivederci!
Helena!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
lelabest



Registrato: 23/03/04 18:46
Messaggi: 759
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Ven Set 19, 2008 10:21    Oggetto: bella occasione Rispondi citando


Che bella occasione per assistere ad un recital del nostro
mitico Capitano ed al contempo far conoscere il nostro bel progetto !!

Abbraccione sempre a dita incrociate per il tempo !!!

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
CLAUDIA65



Registrato: 28/03/07 23:44
Messaggi: 3277
Residenza: BIELLA

MessaggioInviato: Ven Set 19, 2008 12:32    Oggetto: Rispondi citando


Un in bocca alu lupo a Maura ed alle volontarie che l'affiancheranno nella diffusione del progetto.

Non si può poi dimenticare il nostro Alessandro in bocca al lupo per questo tuo nuovo impegno. Un abbraccio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35113

MessaggioInviato: Ven Set 19, 2008 15:14    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI recita CESARE PAVESE Poesia Festival '08 Rispondi citando









Carta turistica del territorio di Castelvetro di Modena con Levizzano Rangone e Campo San Rocco

www.comune.castelvetro-di-modena.mo.it/servizi/funzioni/download.aspx?ID=3419&IDc=784








Campo San Rocco, già "Cimitero Napoleonico" di Levizzano Rangone



]


Ai piedi del Castello di Levizzano Rangone, la cornice suggestiva dell'ex Cimitero Napoleonico, monumento architettonico fra i pochissimi rimasti in Italia e vanto del Comune che lo ha restaurato in anni recenti, è ora diventato luogo deputato per grandi eventi culturali, recital teatrali, concerti di star internazionali e festival come il Napoleonico Jazz Festival che si tiene ogni anno in luglio dopo l'inaugurazione nel 2003.

Dal lato opposto, Campo San Rocco s'affaccia sul panorama delle dolci colline, dalle quali scendono i vigneti del vitigno Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena, di cui il Consorzio V.I.T.A celebra nei due ultimi fine settimana di settembre, la Sagra dell'Uva.







Tra queste vigne di collina che l'autunno attende d'arrossare, si trova il punto d'incontro con quelle delle Langhe piemontesi, tanto care a Pavese: le parole suoneranno familiari.

_________________


L'ultima modifica di genziana il Ven Set 19, 2008 17:05, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 1 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy