ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutto quello che dicono i giornali dal... 10 settembre 2009
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 14, 15, 16 ... 55, 56, 57  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
cinzia76



Registrato: 10/07/08 16:50
Messaggi: 8419
Residenza: PROVINCIA DI VENEZIA

MessaggioInviato: Lun Ott 19, 2009 14:17    Oggetto: Rispondi citando


Ragazze se vi puo' consolare non verra' in liguria nemmeno in questa seconda tornee' Confused ....
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34293

MessaggioInviato: Lun Ott 19, 2009 19:36    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI 2009 'AMLETO' Teatro Masini. FAENZA (RA) Rispondi citando








          Ministero per i Beni Culturali •
          Dipartimento per lo Spettacolo

          Regione Emilia Romagna

          Provincia di Ravenna

          Comune di Faenza – Assessorato Alla Cultura

          Accademia Perduta/Romagna Teatri

          TEATRO " ANGELO MASINI " • FAENZA (RA) •



        presentano ALESSANDRO PREZIOSI in



    "AMLETO" • PRIMA NAZIONALE Allestimento • 2009-2010


Venerdì 30, Sabato 31 Ottobre; Domenica 1 Novembre: Ore 21.00







IL TEATRO COMUNALE DI FAENZA ' ANGELO MASINI '



LA STORIA - La costruzione del teatro faentino ebbe inizio nel 1780 e fu completata nel 1787. L'iniziativa si deve all'Accademia dei Remoti, un cenacolo di intellettuali ed artisti faentini che si era costituito nel 1673. Il primo teatro, precedente al Masini, era stato realizzato nel 1720 sfruttando il preesistente Salone del Podestà; si trattava di una costruzione in legno disegnata dall'arch. Carlo Cesare Scaletta; questa struttura però, per il largo impiego di legno e altri materiali facilmente deperibili, si deteriorò rapidamente. Abbandonata l'idea di ristrutturare la sala teatrale del Podestà, i Remoti proposero la costruzione di un vero e proprio nuovo teatro ed indicarono come sede l'attuale piazza Nenni (già della Molinella). L'inaugurazione avvenne nel 1788, il 12 maggio, con la rappresentazione dell'opera "Caio Ostilio" di Giuseppe Giordani. Il Teatro Masini è un perfetto esempio di teatro all'italiana ed insieme uno degli esempi più rappresentativi dell'architettura neoclassica in Italia. I riferimenti iconografici più significativi sono costituiti dal teatro della Reggia di Caserta per l'inquadramento a ordine gigante del colonnato che viene posto come elemento portante e unificante di tutta la sala; il Teatro Olimpico di Vicenza per il tema delle statue sovrastanti il colonnato; il teatro di corte della Reggia di Versailles per il motivo dei bassorilievi che ornano il secondo ordine di palchi. La soluzione architettonica proposta dal Pistocchi era già stata elaborata per il progetto che il medesimo presentò per il concorso indetto per la costruzione del teatro La Fenice di Venezia, progetto che si classificò al secondo posto. Il progetto originale realizzato dal Pistocchi fu oggetto, negli anni successivi, di diversi interventi di adeguamento e restauro che modificarono in parte la struttura inaugurata nel 1788 senza apportare alterazioni o stravolgimenti alla struttura progettata dall'autore. Nel 1826 si rese necessario porre mano ad un radicale intervento di ripulitura delle statue, delle decorazioni dorate e delle superfici a lastratura a stucco lucido impregnate di un pesante e spesso strato di unto e nerofumo provocato dall'illuminazione a olio che nel 1830 venne sostituita con le candele. Nel 1845 fu affrontato il problema della scarsa solidità del soffitto con lavori di consolidamento e rafforzamento diretti dall'arch. Pietro Tomba; lavori che tuttavia non si rivelarono risolutivi del problema. Nell'arco di tempo fra il 1850 ed il 1869 fu attuato il più corposo e organico progetto di lavori che apportarono le modifiche più significative e definitive alla struttura correggendone alcuni "difetti" di costruzione ed allo stesso adeguandolo alle nuove esigenze degli spettacoli. Fu definitivamente consolidato il soffitto con una nuova struttura, operazione che comportò la ridipintura della volta; fu allargato il boccascena, che per la funzionalità degli spettacoli si era rivelato stretto, e questo comportò l'abbattimento e la ricostruzione in posizione più arretrata rispetto al palcoscenico, dei palchi di proscenio; l'allargamento del boccascena comportò l'abbattimento dell'arco scenico dal quale furono tolti tutti gli elementi decorativi successivamente reintegrati nel 1869; fu ingrandito l'atrio con la demolizione dei muri sostituiti dalle colonne doriche e ne fu trasformato il soffitto in volta a botte, inoltre fu realizzato il vano bar. Nel dopoguerra fu eseguito un restauro e un ripristino generale della funzionalità della sala. In tempi recenti (1984-1990) il Teatro Masini è stato interessato da una nuova tornata di lavori di ristrutturazione - ivi compreso l'adeguamento della sala alle normative in materia di sicurezza dei locali di pubblico spettacoli - che lo hanno riportato all'aspetto originario. In particolare le statue, ripulite da diverse mani di vernice e strati di nerofumo, sono state restituite al primitivo colore bianco; le superfici delle pareti dei palchi hanno recuperato l'intonacatura a stucco rosato e si è dato risalto all'azzurro delle fasce ricorrenti fra ordine e ordine nonché a quella del grande arco scenico e del loggione scegliendo il medesimo azzurro per le tappezzerie. Sono state consolidate le strutture a volte dei corridoi e dei palchi, inoltre è stata restaurata la macchina del palcoscenico, una straordinaria struttura in legno perfettamente conservata e funzionante. Infine, il restauro della parte esterna ha comportato un laborioso intervento di sostituzione di cinque colonne. LA FACCIATA - E' divisa in due registri: superiore a parete piena, nel quale si apre una serie di finestre sormontate da timpani alternativamente curvi e triangolari; inferiore costituito da dieci colonne ioniche che sorreggono la trabeazione. Si tratta di una soluzione in assoluta controtendenza per l'epoca per l'alternanza di volumi pieni e vuoti e per l'uso del cornicione come elemento equilibratore. Si può leggere come primo segnale dell'atteggiamento spregiudicato del Pistocchi nel comporre architettonico.



      .................................... .........



      IL FOYER - Lo spazio progettato dal Pistocchi era privo delle attuali colonne doriche che
      sostituirono nel 1851/53 i muri perimetrali allungando l'ambiente. Come il sipario è la
      prefazione del palcoscenico così il foyer può essere inteso come la prefazione della sala.


        .......... .........


LA SALA - E' geometricamente impostata su un cerchio raccordato al palcoscenico con segmenti rettilinei si presenta con una forma a ferro di cavallo. E' la forma propriamente detta del "teatro all'italiana", risultato di una conciliazione fra l'antico anfiteatro e le sale rettangolari tipiche del teatro di corte rinascimentale. Nasce vuota come spazio dedicato alle feste o per ospitare il pubblico in piedi, generalmente il popolo. Nella sala teatrale all'italiana si rappresenta la città, con la sua struttura sociale simbolicamente sistemata: in platea il popolo, la nobiltà in verticale sui palchi, dal basso si vede solo la scena, dall'alto si vede e osserva tutto. La sala verrà occupata dalle poltrone solo a partire dal XIX secolo, a seguito della rivoluzione borghese: una nuova classe sociale si affaccia prepotentemente alla ribalta e il teatro si trasformerà nella sua struttura e funzione per accoglierla. Cambierà la sala sia nella struttura sia nei colori: il rosso prenderà il sopravvento sui colori tenui, azzurri e verdi. Questo percorso è ben visibile nel Teatro Masini che, a seguito dei lavori di ristrutturazione e restauro eseguiti tra il 1984 e il 1990, è stato restituito ai colori settecenteschi: il rosa pallido dei palchi, l'azzurro dominante nella fascia di decorazione sotto la volta ripreso nella scelta dei tessuti per le tappezzerie.



        ....... .........


I PALCHI - Nella progettazione e realizzazione dei palchi si esprime la massima libertà e indipendenza del Pistocchi nell'uso del linguaggio architettonico testimoniante la felice contaminazione di e fra diversi stili col risultato di una straordinaria ricchezza di soluzioni sia architettoniche che decorative che fanno ritenere il Teatro Masini una delle sale più armoniose ed eleganti in Italia. Pistocchi rompe lo schema architettonico nell'uniformità verticale ed orizzontale dato dalla meccanica sovrapposizione dei parapetti in favore di una forma e decorazione differente per ogni ordine di palchi fondendo stili e culture diverse con spregiudicatezza e grande sensibilità. Alle tozze colonne doriche del primo ordine si sovrappone un colonnato corinzio che si sviluppa per l'altezza del secondo e terzo ordine di palchi; al quarto e ultimo ordine le colonne vengono sostituite da statue creando così una varietà di moduli strutturali e decorativi. In epoca successiva è stato aggiunto il loggione. [Fonte: www.teatromasini.org ]





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34293

MessaggioInviato: Mar Ott 20, 2009 00:49    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI nel film IL SANGUE DEI VINTI di M. SOAVI Rispondi citando



ha scritto:




    Saranno 134 le proiezioni ad Ancona e provincia



        Cinemania, torna l’abbuffata
        In sala tutte le pellicole
        che rischiate di non vedere mai


ANCONA

Torna il cinema di qualità con 134 proiezioni e tra le date da segnare in calendario (...) Al Torquis spicca il discusso film di Michele Soavi, Il sangue dei vinti (3 novembre): tratto dal libro di Giampaolo Pansa, Michele Placido e Alessandro Preziosi per analizzare le ragioni di chi scelse la Resistenza e chi invece aderì a Salò. Per ulteriori info su Cinemania, organizzato da Agis, con assessorato regionale alla Cultura, Anec, Fice e Agiscuola è possibile cliccare su www.agiscinemania.it .

Lunedì 19 Ottobre 2009








Nota: riepilogo proiezioni dal calendario di CINEMANIA: Mercoledì 28 Ottobre, Multisala delle Palme, S. Benedetto del Tronto - Martedì 3 Novembre, Cinema Torquis, Filottrano - Mercoledì 11, Giovedì 12 Novembre, Cinema Nuova Luce, URBINO - Buona visione Smile







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
nenepdl



Registrato: 10/03/08 08:11
Messaggi: 4052
Residenza: PROVINCIA DI PADOVA

MessaggioInviato: Mar Ott 20, 2009 07:40    Oggetto: Rispondi citando


si avvicina l'inizio dell' Amleto...in bocca al lupo carissimo Alessandro e tanta m...
sarà sicuramente un successo!
Top
Profilo Invia messaggio privato
BeAles



Registrato: 31/12/07 19:50
Messaggi: 166
Residenza: Cesena (FC)

MessaggioInviato: Mar Ott 20, 2009 18:14    Oggetto: Mancano pochi giorni al debutto!! Rispondi citando


Ciao ragazze! Come va? Oggi vi annuncio definitivamente che il 31 Ottobre sarò al teatro Masini di Faenza per vedere Amleto! Non vedo l'ora che arrivi quel tanto atteso giorno... vi farò sicuramente sapere attraverso un resoconto, forse il primo della nuova tournèè del nostro caro Ale!!! Smile
Un bacio. Very Happy
Ciao...ciao... Wink
_________________
BeAles

P.s."...e adesso non ci sei che tu soltanto tu e sempre tu, che stai scoppiando dentro al cuore mio..."
Ciao Ale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Mer Ott 21, 2009 16:30    Oggetto: Rispondi citando


forza siamo tutte con te. un bacione
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7741

MessaggioInviato: Mer Ott 21, 2009 22:24    Oggetto: Complimenti ! Rispondi citando


Amleto di Alessandro Preziosi é fantastico!
Suo "AMLETO" é "UN AMLETO XXI SECOLO"

BUONA FORTUNA ALESSANDRO!
Arrivederci a Roma!
"ANDIAMO A AMLETO TUTTI"!
Helena!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
cinzia76



Registrato: 10/07/08 16:50
Messaggi: 8419
Residenza: PROVINCIA DI VENEZIA

MessaggioInviato: Gio Ott 22, 2009 09:35    Oggetto: Rispondi citando


Buona serata e buon Amleto cara BeAles Very Happy !!!Aspetteremo il tuo resoconto Wink !!!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ada



Registrato: 26/03/06 02:39
Messaggi: 187

MessaggioInviato: Gio Ott 22, 2009 11:43    Oggetto: Rispondi citando



_________________
Ada
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34293

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 00:13    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI 2009 'AMLETO' Teatro Masini. FAENZA (RA) Rispondi citando



ha scritto:




      FAENZA: un week-end con l'AMLETO

          di ALESSANDRO PREZIOSI



Inaugurazione in grande stile per la prestigiosa Stagione di Prosa del Teatro Masini di Faenza. Venerdì 30, sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre alle ore 21 il sipario si alzerà con il dramma "per eccellenza" di Shakespeare: Amleto, qui adattato e diretto da Armando Pugliese. Ad impersonare il Principe di Danimarca sarà Alessandro Preziosi, affiancato da un cast di prim'ordine composto da Carla Cassola, Ugo Maria Morosi, Francesco Biscione e Silvia Siravo. Proprio da Faenza partirà la nuova tournée dello spettacolo che poi circuiterà in tutta Italia!



FAENZA - 23 ottobre 2009


Mettere in scena Amleto è un tentativo di raccontare con parole potenti (come sono quelle di Shakespeare) qualcosa che ci riguarda e che riguarda il tempo che stiamo vivendo. Contro l'imperante malcostume, il principe di Danimarca ci mostra il suo lato più debole, aggirando la realtà, rifugiandosi nella sua fragilità, ma consegnando allo spettatore una chiave che deve aprire porte rispetto alle quali lo stesso Amleto rimane nascosto. Forza e debolezza, impulsività e calcolo, sensibilità e riflessione: tutto è estremo in lui che, con il suo idealismo, si pone sulla scena a testimoniare, assieme a un dramma personale, i conflitti e le aspirazioni di ogni giovane contemporaneo che abbia una concezione dell'esistenza e intanto debba sperimentarne la corruttibilità. La tragedia classica riscopre la sua forza e la sua attualità, sottolineando il tema dell'atavico conflitto tra padri usurpatori e figli: i primi che non accettano il cambiamento e impongono ai giovani una società ormai superata, e le nuove generazioni, che tentano di non farsi sopraffare da aspettative esagerate e ambizioni irraggiungibili.




Se parti da un dubbio arriverai ad una certezza. Quale contributo può una regia che non sia meramente esecutiva dare all'approfondimento di questo testo shakespeariano, cercando di evitare le giacche e le cravatte come paravento di un ipotetica modernità? Noi ci proviamo cercando di evidenziare il gap culturale che separa Amleto e i suoi colleghi di studio (Orazio, Rosencranz, Guildestern) a Vittemberg da una corte danese tacciata da crapule e bagordi, ed ancora di sottolineare che il dubbio amletico non è tanto un ondeggiamento dell'animo, quanto piuttosto la necessità di far corrispondere la vendetta alla certezza della giustizia, e che il motore che spinge l'evolversi della tragedia è una strenua ed affascinante lotta per il potere, negato al protagonista non tanto dall'uccisione del padre quanto dall'aver impalmato da parte dell'assassino, lo zio Claudio, la legittima detentrice di quello stesso potere, sua madre. (Armando Pugliese, regista)




BIGLIETTI: Prevendite da sabato 24 ottobre dalle ore 10 alle ore 13.30 presso la biglietteria del Teatro Masini. Info: 0546/21306; www.accademiaperduta.it









_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ELLY80



Registrato: 20/08/09 09:37
Messaggi: 467
Residenza: PROV ALESSANDRIA

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 10:02    Oggetto: Rispondi citando


IN BOCCA AL LUPO CAPITANO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
GRAZIE GIULIANA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
_________________
"LA BELLEZZA DI UN ATTORE E' CIO' CHE RIESCE AD ESPRIMERE CONCENTRANDOSI INTENSAMENTE SU UN PERSONAGGIO E CIO' CHE RIESCE A DARE ATTRAVERSO QUEL PERSONAGGIO" (A.P.)


ELENA
Top
Profilo Invia messaggio privato
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7741

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 12:16    Oggetto: Complimenti Alessandro! Rispondi citando


Buona fortuna Alessandro!!!
Il tuo Amleto é unico!

"AMLETO XXI SECOLO"!
Arrivederci a Roma!
Sono con te e Vittoria sempre e per sempre!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
mari27



Registrato: 17/06/04 17:49
Messaggi: 6094

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 20:28    Oggetto: Re: Complimenti Alessandro! Rispondi citando


Helena x ha scritto:
Buona fortuna Alessandro!!!
Il tuo Amleto é unico!

"AMLETO XXI SECOLO"!
Arrivederci a Roma!
Sono con te e Vittoria sempre e per sempre!



In bocca al lupo!!!



***
Top
Profilo Invia messaggio privato
elisafabrice



Registrato: 13/01/09 22:47
Messaggi: 345
Residenza: Francia

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 21:14    Oggetto: Rispondi citando


In bocca al lupo
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34293

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 00:06    Oggetto: A.PREZIOSI 'AMLETO' Teatro delle Arti 3-4/11/09 GALLARATE-VA Rispondi citando



VARESE NEWS.it - Gallarate/Malpensa - ha scritto:




GALLARATE:

il TEATRO Delle ARTI compie 42 anni di successi




Otto gli spettacoli in cartellone per la stagione del longevo teatro
gallaratese, che lavora ininterrottamente da quasi mezzo secolo





      .....................


Sono state presentate oggi a Gallarate le attività del Centro Culturale del Teatro Delle Arti, alla presenza dell’assessore del Comune Gianni Sparacia, del presidente del Centro Giuseppe Melcore e del vicepresidente Vincenzo Medeghini.

Sono otto gli spettacoli in cartellone per la 42esima stagione del Teatro, che si aprirà il 3 novembre con “Amleto, seguito da “Fiore di cactus”, “I ponti di Madison County”, “L’anatra all’arancia”, “Sei personaggi in cerca d’autore”, “La notte più bella della mia vita”, “Ragazze” e “L’oro di Napoli”.

Un teatro dalla storia invidiabile, che dal 1968 ospita rassegne sempre d’alto livello. «Questo ha permesso – spiega Don Alberto dell’Orto, anima del teatro e del centro culturale – a chi segue le proposte Delle Arti fin dal loro sorgere, di partecipare dal vivo a un vasto tratto del percorso teatrale italiano del dopoguerra. Inoltre, gli appassionati hanno la possibilità di confrontare interpreti e generazioni diverse. Quest’anno, ad esempio, ci sono ben tre occasioni: Amleto, un tempo interpretato da Gabriele Lavia, oggi invece proposto dalla Compagnia Alessandro Preziosi; “Fiore di Cactus”, con Eleonora Giorgi e Franco Castellano, subentrati a Ivana Monti e Andrea Giordana; e infine “L’anatra all’arancia”, un tempo interpretata da Alberto Lionello e Valeria Valeri, oggi sostituiti da Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio».

In programma martedì 3 e mercoledì 4 novembre Amleto di Shakespeare con Alessandro Preziosi e Carla Ossola per la regia di Armando Pugliese; martedì 24 e mercoledì 25 novembre Fiore di Cactus di Pierre Barillet con Eleonora Giorgi e Franco Castellano per la regia di Guglielmo Ferro; mercoledì 9 e giovedì 10 dicembre I ponti di Madison County di Roberti James Waller con Paola Quattrini e Ray Lovelocek per l’adattamento e la regia di Lorenzo Salveti; giovedì 7 e venerdì 8 gennaio L’anatra all’arancia di William Douglas Home con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio per la regia di Ennio Coltorti; martedì 26 e mercoledì 27 gennaio Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello con Giulio Bosetti e Antonio Salines per la regia di Giulio Bosetti; martedì 16 e mercoledì 17 febbraio La notte più bella della mia vita di Friedrich Durenmatt con Gian Marco Tognazzi e Bruno Armando per la regia di Armando Pugliese; martedì 9 e mercoledì 10 marzo Ragazze con Lella Costa per la regia di Giorgio Galione; lunedì 29 e martedì 30 marzo L’oro di Napoli di Giuseppe Marotta con Gianfelice Imparato e Luisa Ranieri per la regia di Armando Pugliese.

Per quanto riguarda i Circuiti teatrali lombardi 2010 (ex Altri Percorsi), saranno proposti quattro spettacoli: “Lulù”, “La notte più bella della mia vita (“La panne”)”, “Angels in America” e “Darwin… tra le nuvole”.
Sono stati poi presentati gli appuntamenti “Filosofarti”(previsto dall’1 al 7 marzo 2010), i “Convegni di letteratura e storia”(27-28 novembre e 19-20 marzo) e la mostra “Cinema Amarcord”.

18/09/2009 - Redazione








Teatro Delle Arti: V. Don Giovanni Minzoni 5, Gallarate (VA) - 0331791382






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 14, 15, 16 ... 55, 56, 57  Successivo
Pagina 15 di 57

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy