ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Scusate il ritardo e ..... Tre! - Letture KHORA.teatro 2011
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 32, 33, 34, 35, 36  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 01:03    Oggetto: PESSOA Il Re degli Interstizi - 17/11/11 Porto S. Giorgio FM Rispondi citando



ha scritto:



Porto San Giorgio /Fermano


    Un omaggio al grande poeta portoghese
    Pessoa, in scena l’attore
    Alessandro Preziosi



    Al teatro comunale c’è "Il re degli interstizi"


Porto San Giorgio - Dopo aver rodato la stagione teatrale con seminari, conferenze e spettacoli per bambini, il teatro è pronto ad aprire il sipario sul suo cartellone teatrale. Si partirà giovedì con “Il re degli interstizi” in cui reciterà anche l’attore Alessandro Preziosi: “Dopo il vivissimo successo del seminario in storia e filosofia del teatro, che ha richiamato un foltissimo pubblico da tutto il territorio – fa sapere il direttore artistico del teatro Cesare Catà - prende il via giovedì prossimo alle 21,15 la stagione di Prosa. Protagonista sarà il celebre attore italiano Alessandro Preziosi, che porterà sulla scena “Il Re degli interstizi”, un omaggio al grande poeta portoghese Fernando Pessoa che con i suoi versi ha ben espresso quel paradossale rapporto tra verità e finzione che la stagione culturale ha come filo conduttore. La regia dello spettacolo è di Tommaso Mattei.

martedì, 15 novembre 2011




Fermo Ventiquattrore


      Porto San Giorgio - la stagione
      Preziosi in teatro a Porto San Giorgio


Prende il via domani alle 21.15 la stagione di prosa del teatro sangiorgese. Sarà il celebre attore Alessandro Preziosi a portare sulla scena “Il re degli interstizi”, un omaggio al grande poeta portoghese Fernando Pessoa.

mercoledì, 16 novembre 2011






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 01:41    Oggetto: PESSOA Il Re degli Interstizi - 17/11/11 Porto S. Giorgio FM Rispondi citando




ha scritto:



PORTO SAN GIORGIO - STAGIONE TEATRALE
DOMANI L’APERTURA DEL CARTELLONE DI PROSA
CON ‘IL RE DEGLI INTERSTIZI’



Preziosi
accompagna il pubblico in un viaggio nell’occultismo



Dopo il vivissimo successo del seminario in Storia e filosofia del Teatro, che ha richiamato un foltissimo pubblico da tutto il territorio, prende il via alle 21,15 di domani la stagione di prosa del Teatro di Porto San Giorgio. Protagonista sarà il celebre attore italiano Alessandro Preziosi, che porterà sulla scena “Il Re degli interstizi”. Preziosi, interprete emergente del teatro italiano, dà voce alla poetica dello scrittore portoghese Fernando Pessoa, compiendo un viaggio tra occultismo, poesia esoterica ed antiche tradizioni segrete. «I testi scelti – si legge nella recensione - esemplificano la tendenza del poeta ad identificarsi con i personaggi delle sue opere secondo il fenomeno letterario dell’eteronimia e mostrano un Pessoa ispirato da una forza ultraterrena, che lo guida a scrivere in un moltiplicarsi di voci fino a condurlo all’identificazione con la figura di Faust, alchimista assorto nella comprensione del mistero della vita». L’interpretazione di Preziosi viene arricchita da modulazioni musicali al pianoforte eseguite dal vivo, dal musicista Michele Di Toro. La traduzione dei testi è di Francesco De Simone e di Tommaso Mattei, che ne ha curato anche l’adattamento teatrale. Lo spettacolo è prodotto da KHORA.teatro. La regia è dello stesso Tommaso Mattei.

16/11/2011







a cura di
Comune di Porto San Giorgio
AMAT
con il sostegno di
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Regione Marche

QUID EST VERITAS?
(LA VERITA' E LE SUE MASCHERE)
stagione teatrale 2011/12


giovedì 17 novembre 2011

Khora.Teatro
ALESSANDRO PREZIOSI
Il re degli interstizi
omaggio a Fernando Pessoa

adattamento teatrale di Tommaso Mattei



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
sissi66



Registrato: 09/03/06 14:13
Messaggi: 353
Residenza: Macerata

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 16:48    Oggetto: Rispondi citando


Riporto qui il messaggio che ho già inserito nell'altro topic:

sissi66 ha scritto:
Stanchezza
Fernando Pessoa


Quello che c’è in me è soprattutto stanchezza
non di questo o di quello
e neppure di tutto o di niente:
stanchezza semplicemente, in sé,
stanchezza.
La sottigliezza delle sensazioni inutili,
le violente passioni per nulla,
gli amori intensi per ciò che si suppone in qualcuno,
tutte queste cose -
queste e cio’ che manca in esse eternamente -
tutto ciò produce stanchezza,
questa stanchezza,
stanchezza.
C’è senza dubbio chi ama l’infinito,
c’è senza dubbio chi desidera l’impossibile,
c’è senza dubbio chi non vuole niente -
tre tipi di idealisti, e io nessuno di questi:
perchè io amo infinitamente il finito,
perchè io desidero impossibilmente il possibile,
perchè voglio tutto, o ancora di più, se può essere,
o anche se non può essere…
E il risultato?
Per loro la vita vissuta o sognata,
per loro il sogno sognato o vissuto,
per loro la media fra tutto e niente, cioè la vita…
Per me solo una grande, una profonda,
e, ah, con quale felicità, infeconda stanchezza,
una supremissima stanchezza,
issima, issima, issima,
stanchezza


Ieri a Porto San Giorgio un'altra emozionante serata con una intensa interpretazione di tante poesie profonde, intimistiche, malinconiche di Fernando Pessoa ........ma quella che mi ha particolarmente colpita per intensità interpretativa è stata questa..... Embarassed Rolling Eyes

Avevo già assistito in altre occasioni alle tue letture di Pessoa, l'allestimento di ieri sera, un pò rivisto nelle letture scelte, prevedeva l'accompagnamento di un giovane musicista al pianoforte, molto molto bravo (...... anche se, in qualche occasione, per il mio gusto avrei preferito un sottofondo più lieve per meglio ascoltare le parole recitate Wink ) ... però davvero complimenti a lui, perchè anche se giovane è stato molto coinvolgente.... e complimenti a Tommaso Mattei (con cui non riesco mai a congratularmi di persona per timidezza) .....

Sei stato più volte richiamato dal pubblico sul palco e, nonostante la stanchezza, hai proposto altre letture ..... con entusiasmo, con slancio.....
in una interpretazione ricca di sfumature ed intensità..... Razz Embarassed

Non ti sei risparmiato neppure nel foyer, dopo lo spettacolo.....nonostante la necessità di sederti per i dolori e la stanchezza, hai firmato autografi fatto foto con chi te lo chiedeva.....continuato a salutare e rispondere simpaticamente e con generosità alle tante e continue.... (certamente esagerate dato che tu chiedevi di poter andare ed eri visibilmente stanco) sollecitazioni ..... Rolling Eyes

Vorrei scusarmi con te, per aver anch'io approfittato della tua disponibilità ed averti salutato per ben due volte anche dopo lo spettacolo facendoti perdere tempo necessario al meritato riposo....... Embarassed

Tutto questo per ripeterti: ....Alessandro ..... riguardati, perchè la salute ha un ruolo prioritario e va preservata, non trascurata..... per quanto il tuo lavoro ed il teatro siano di vitale importanza per te, prenditi prima i giusti tempi per rimetterti pienamente in forma..... ! Wink

Con affetto e stima... Smile


Vorrei aggiungere che ho rivisto con piacere Maura e che sono stata molto felice di conoscere di persona, dopo aver apprezzato spesso i suoi messaggi sul forum, Mari27....
Mi complimento con voi per ciò che fate e per la vostra energia! Wink
_________________


L'ultima modifica di sissi66 il Ven Nov 18, 2011 18:36, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
mari27



Registrato: 17/06/04 17:49
Messaggi: 6094

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 17:44    Oggetto: Rispondi citando


-

Ciao Sissi!! Alla prossima!



***
Top
Profilo Invia messaggio privato
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7708

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 17:48    Oggetto: Ciao!!! Rispondi citando


Ciao "sissi"
Grazie mille per le tue bellissime parole!!!
Sono molto felice per Alessandro!!!
Lui é veramente UN MIRACOLO!
"sissi" tu sei davvero ragazza molto felice!!!
Sono molto felice anche per te!
Buona serata!
Helena! Wink
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
pattyFI



Registrato: 03/01/07 21:15
Messaggi: 3275
Residenza: PELAGO (FI)

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 18:22    Oggetto: Rispondi citando


Carissimo Alessandro,
tramite la mia amica Patrizia volevo complimentarmi nuovamente con te per la bellissima serata che ci hai regalato ieri sera.
Vederti non ancora in perfetta forma ci ha un po’ po’ rattristato ma la tua dedizione al lavoro e la tua grande passione per quello che fai e che continui a fare ci ha indubbiamente molto colpito.
A livello umano è incredibile il tuo concederti al pubblico e alle tue passioni.
Speriamo anche noi che col tempo tu riesca a recuperare ,con un po’ di riposo, la tua vitalità e la tua sempre costante energia. Wink
La serata è stata veramente piacevole e ricca di emozioni. Embarassed
L’accompagnamento del pianista che era con te è stata veramente perfetta.
Una combinazione delicata e struggente tra musica e parole. Embarassed
Le letture di Pessoa non sempre sono del tutto comprensibili ai più o per lo meno a chi non riesce ad immedesimarsi negli stati d’animo dello scrittore .. inutile ribadire che ieri sera con la tua voce e il tuo sentimento sei riuscito a brillare per capacità di coinvolgimento e emozione.
Il successo di pubblico al termine della serata ne è il risultato più evidente .. la grande dote interpretativa che metti soprattutto durante le tue letture è davvero lodevole e il pubblico, specie quello più attento alla sostanza piuttosto che all’apparenza , ne è indubbiamente consapevole. Very Happy

Ti ringrazio per aver concesso anche a me la possibilità di porgerti un saluto e di complimentarmi per la professionalità che metti nell’ambito lavorativo. Wink

Un saluto anche a Sissi con cui ho avuto il piacere di poter trattenermi piacevolmente ..e ancora un forte abbraccio a te e ai tuoi cari! Embarassed

Ida,
Porto San Giorgio

_________________
Donare un sorriso ad un bambino malato è un atto d'amore!



Io e te che facemmo invidia al mondo, avremmo vinto mai contro un miliardo di persone! [Mille giorni di te e di me]
C.Baglioni
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maura



Registrato: 22/11/04 17:28
Messaggi: 1180

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 18:27    Oggetto: Rispondi citando


CIAO, SISSI, GRAZIE PER IL SALUTO, SEI SEMPRE MOLTO
GENTILE.


BACI
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
mari27



Registrato: 17/06/04 17:49
Messaggi: 6094

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 18:30    Oggetto: Rispondi citando


-


Complimenti Alessandro per le letture di ieri sera ( complimenti anche al maestro di musica!), bella, piacevole serata!
..........e soprattutto complimenti e in bocca al lupo per il tuo nuovo incarico di Direttore Artistico del Teatro Stabile dell'Aquila!
Buon lavoro, ti seguiremo con interesse!



***
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Mar Nov 22, 2011 23:17    Oggetto: PESSOA Il Re degli Interstizi - 17/11/11 Porto S. Giorgio FM Rispondi citando







a cura di
Comune di Porto San Giorgio (FM)
AMAT
con il sostegno di
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Regione Marche

QUID EST VERITAS?
(LA VERITA' E LE SUE MASCHERE)
stagione teatrale 2011/12
Teatro Comunale di Porto San Giorgio


giovedì 17 novembre 2011

Khora.Teatro
ALESSANDRO PREZIOSI
Il re degli interstizi
omaggio a Fernando Pessoa

adattamento teatrale di Tommaso Mattei







Parte con un tutto esaurito la stagione di prosa del Teatro sangiorgese, riempito giovedì in ogni ordine di posto per il primo appuntamento sul tema della Verità, dedicato al grande poeta Fernando Pessoa nello spettacolo “Il Re degli interstizi”.

Vibrante e convincente l’interpretazione dell’amato attore Alessandro Preziosi, che in un’ora ha comunicato efficacemente e con passione i difficili versi del poeta portoghese, accompagnato al pianoforte da improvvisazioni live. (da informazione.tv - 21/11/11)





_________________


L'ultima modifica di genziana il Mer Nov 23, 2011 02:57, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Mar Nov 22, 2011 23:21    Oggetto: PESSOA Il re degli Interstizi - 17/11/11 Porto S. Giorgio FM Rispondi citando



ha scritto:



Porto San Giorgio


        L’attore soddisfatto per la tappa
        in città.
        Catà: scelte vincenti



        E’ una stagione da tutto esaurito
        Dopo Preziosi tocca ad Albertazzi


Porto San Giorgio La stagione di prosa del teatro sangiorgese è partita con il piede giusto. Con lo spettacolo “Il re degli interstizi” di Pessoa, recitato dall’attore Alessandro Preziosi, il teatro ha registrato il tutto esaurito. Ora cresce l’attesa per l’arrivo di Giorgio Albertazzi, il 5 dicembre con un’inedita versione dell’Amleto di Shakespeare.

La stagione, quest’anno, è incentrata sulla Verità: “Per me – confessa l’attore Preziosi risiede nella locuzione Castigat ridendo mores (che campeggia anche all’ingresso del teatro cittadino). Noi tendiamo a trasmetterla aggirandola con la satira e la commedia. Pessoa non comunica la sua verità in maniera diretta. La mia verità la sto cercando e un giorno, prima o poi, farò un film sul Castigat ridendo mores”. Preziosi è impegnato in teatro ma anche sul piccolo e grande schermo. E proprio quest’ultimo è, per l’artista, il miglior strumento per comunicare con la gente: “Attraverso il cinema si può arrivare a tutti senza essere troppo concettuali”, ha detto.



Sono soddisfatto di questo inizio di stagione teatrale, che – ha rimarcato a sua volta Cesare Catà - ha visto un successo straordinario di pubblico in ogni iniziativa. Mi riferisco ai seminari di storia e filosofia del teatro, al teatro per ragazzi e alla prosa. Ho voluto non casualmente prendere le mosse da una lettura incentrata su Pessoa, scrittore che esemplifica quel rapporto problematico e fecondo tra verità e finzioni che è al centro di tutta la stagione, e che vorremmo osservare nell'Amleto shakesperiano, nell'Antigone sofoclea, in Pirandello, in Emmanuel-Schmitt. Avremo l'onore di avere, il 5 dicembre, nel nostro teatro, una leggenda vivente come Giorgio Albertazzi che, oltre a offrirci un’inedita messa in scena dell'Amleto, potrà intrattenersi nel pomeriggio per un breve incontro con i presenti. Ricordo inoltre l'appuntamento del 1° dicembre con la conferenza di Roberto Cresti dell'Università di Macerata; partirà il ciclo di incontri sulla verità nella storia dell'arte, organizzati insieme al liceo artistico. Sto inoltre lavorando alla ricerca di uno sponsor per poter riproporre, a inizio 2012, una nuova tranche del seminario in storia e filosofia del teatro, visto lo straordinario successo riscosso, specie tra i giovani.

martedì, 22 novembre 2011





CULTURA E SPETTACOLI


    Attore e regista conosciuto e amato dal grande pubblico

    Preziosi, Direttore dello Stabile d’Abruzzo

E' Alessandro Preziosi, attore e regista conosciuto e amato dal grande pubblico, il nuovo Direttore del Teatro Stabile d'Abruzzo.
Sono profondamente onorato della nomina - ha detto - che corona anni di impegno al servizio del teatro e dello spettacolo dal vivo e ringrazio tutte le Istituzioni che l'hanno caldeggiata, in particolare il Presidente dello Stabile d'Abruzzo, l'Assessore Regionale Luigi De Fanis”.

martedì, 22 novembre 2011






_________________


L'ultima modifica di genziana il Mer Nov 23, 2011 03:35, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
CLAUDIA65



Registrato: 28/03/07 23:44
Messaggi: 3261
Residenza: BIELLA

MessaggioInviato: Mer Nov 23, 2011 01:14    Oggetto: Rispondi citando


Complimenti al Capitano per il successo nelle Marche con Pessoa.
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Mer Nov 23, 2011 03:12    Oggetto: ROMA, presentazione Calendario Storico 2012 GDF con PREZIOSI Rispondi citando



ha scritto:



GDF
: PRESENTATO IL CALENDARIO STORICO 2012




(AGENPARL) - Roma, 22 novembre 2011, 19.46 - “È terminata poco fa, presso la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium “Parco della Musica” di Roma, la presentazione del “Calendario Storico” della Guardia di Finanza - Edizione 2012 - dedicato ai cento anni della Bandiera di Guerra del Corpo”. Lo si legge in una nota della Guardia di Finanza. “Il Calendario, realizzato per la prima volta anche in inglese ed impreziosito dalla prefazione del Prof. Domenico Fisichella nonché dalle tavole del Maestro Antonio Tamburro, ripercorre la centenaria storia del prestigioso Vessillo, in un percorso ideale che attraversa gli avvenimenti più significativi del nostro Paese. Hanno preso parte all’evento, organizzato in collaborazione con la RAI e condotto da Massimo Giletti e Claudia Andreatti, il Comandante Generale della Guardia di Finanza Nino Di Paolo e numerose Autorità Istituzionali. La Sala Santa Cecilia, nei suoi oltre duemila posti a sedere, era gremita di pubblico di ogni età. Alessandro Preziosi ha aperto l’evento recitando il “discorso sul Tricolore” di Giosuè Carducci. L’attore alcuni anni fa, era stato protagonista della fiction televisiva prodotta dalla RAI “il Capitano”, dedicata proprio alle Fiamme Gialle, per la regia di Vittorio Sindoni. Nel corso della serata, all’esibizione della Banda Musicale della Guardia di Finanza, composta da 102 elementi e diretta dal Maestro Tenente Colonnello Leonardo Laserra Ingrosso, si è alternata la proiezione di filmati storici che hanno consentito di rivivere gli atti di eroismo e generosità compiuti dai Finanzieri dal 1911, anno della concessione della Bandiera di Guerra, ad oggi. Il pubblico ha potuto così ricordare, con intensa emozione, gli innumerevoli eventi che hanno visto protagonisti i Finanzieri nel corso della Prima e della Seconda Guerra Mondiale, durante la Resistenza al nazifascismo, in occasione di calamità naturali e in diverse missioni internazionali. Per tali gesta, la Bandiera di Guerra è stata insignita di numerose ricompense al valore. E’ stata, pertanto, ripercorsa l’evoluzione del Corpo e della sua Storia, dalle origini quale polizia doganale e di frontiera, fino a giungere al suo moderno assetto di polizia economico-finanziaria. Un percorso ideale che la Banda musicale della Guardia di Finanza ha tradotto in musica eseguendo alcuni brani tra i quali Il Nabucco, La leggenda del Piave, L’Inno alla Gioia, accompagnata dalle voci bianche del Coro degli oltre cento bambini dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, martire e patrona della musica, dei musicisti e dei cantanti, della quale proprio oggi si commemora la ricorrenza. La serata è culminata con l’arrivo in Sala della Bandiera di Guerra della Guardia di Finanza, celebrata protagonista, accompagnata dalle note dell’Inno di Mameli, cantato dalle voci bianche del Coro. “La Bandiera racchiude la sintesi dei valori in cui da sempre crediamo per combattere ogni fenomeno che metta a rischio la sicurezza economica e finanziaria del nostro Paese” ha detto il Generale Di Paolo che ha aggiunto “Soprattutto oggi è necessario che i giovani traggano spunto dalle virtù che essa rappresenta, per una ricerca continua del bene comune, che si traduce nella garanzia di una società più equa e più giusta”.
L’evento sarà trasmesso su RAI 1 il 10 dicembre p.v. alle ore 11.00”.

Scritto da com/bat







appuntamento con GDF e il nostro Capitano:

RAI UNO - sabato 10 dicembre 2011 - ore 11.00 in punto!!!


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Mer Nov 23, 2011 11:28    Oggetto: ROMA, presentazione Calendario Storico 2012 GDF con PREZIOSI Rispondi citando



ha scritto:


IL CALENDARIO


        GUARDIA di FINANZA in festa
        la BANDIERA compie 100 anni


Un’edizione per la prima volta anche in inglese, dedicata ai cento anni della Bandiera di guerra della Guardia di Finanza: è il Calendario Storico 2012 del Corpo, presentato ieri all’Auditorium alla presenza del Comandante Generale Nino Di Paolo.
Il calendario, con una prefazione di Domenico Fisichella e le tavole di Antonio Tamburro, ripercorre la storia della bandiera delle Fiamme Gialle in un percorso ideale che attraversa gli avvenimenti più significativi dell’Italia. La serata, aperta da Alessandro Preziosi che ha recitato «Il discorso sul Tricolore» di Giosuè Carducci, è stata presentata da Massimo Giletti e Claudia Andreatti e sarà trasmessa da Rai1 il 10 dicembre alle 11. All’esibizione della banda musicale della Gdf, composta da 102 elementi e diretta dal maestro Leonardo Laserra Ingrosso, si è alternata la proiezione di filmati storici dal 1911, anno della concessione della Bandiera di Guerra, ad oggi.
Un percorso che ha attraversato la Guardia di Finanza in tutta la sua storia, dalle origini quale polizia doganale e di frontiera fino al suo moderno assetto di polizia economico-finanziaria, passando per le due guerre mondiali, il fascismo e la Resistenza fino ad arrivare agli interventi nelle calamità naturali e alla partecipazione alle missioni internazionali.
Al termine delle proiezioni, la Bandiera di guerra del Corpo ha fatto il suo ingresso in sala sulle note dell’Inno di Mameli, cantato dalle voci bianche del Coro di Santa Cecilia. «La Bandiera racchiude la sintesi dei valori in cui da sempre crediamo per combattere ogni fenomeno che metta a rischio la sicurezza economica e finanziaria del nostro Paese - ha detto il comandante generale Di Paolo - Soprattutto oggi è necessario chei giovani traggano spunto dalle virtù che essa rappresenta, per una ricerca continua del bene comune, chesi traduce nella garanzia di una società più equa e più giusta»

Mercoledì 23 novembre 2011







appuntamento con GDF e il nostro Capitano:

RAI UNO - sabato 10 dicembre 2011 - ore 11.00 in punto!!!


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33074

MessaggioInviato: Dom Nov 27, 2011 01:41    Oggetto: Roma GDF 22/11/11 PREZIOSI legge Discorso Tricolore CARDUCCI Rispondi citando




Giosuè Carducci, Nobel per la letteratura 1906
nel discorso "Per il Tricolore" - 7 gennaio 1897
a Reggio Emilia per celebrare il 1° centenario della nascita del Tricolore

«Popolo di Reggio, Cittadini d'Italia!

Ciò che noi facciamo ora, ciò che da cotesta lapide si commemora, è più che una festa, è più che un fatto. Noi celebriamo, o fratelli, il natale della Patria.

Se la patria fosse anche a noi quello che era ai magnanimi antichi, cioè la suprema religione del cuore, dell'intelletto, della volontà, qui, come nella solennità di Atene e di Olimpia, qui, come nelle ferie laziali, starebbe, vampeggiante di purissimo fuoco, l'altare della Patria; e un Pindaro nuovo vi condurrebbe intorno i candidi cori dei giovani e delle fanciulle cantanti le origini, e davanti sorgerebbe un altro Erodoto leggendo al popolo ragunato le istorie, e il feciale chiamerebbe a gran voce i nomi delle città sorelle e giurate. Chiamerebbe te, o umbra ed etrusca Bologna, madre del diritto; e te Modena romana, madre della storia; e te epica Ferrara, ultima nata di connubii veneti e celti e longobardi su la mitica riviera del Po. E alle venienti aprirebbe le braccia Reggio animosa e leggiadra, questa figlia del console M. Emilio Lepido e madre a Ludovico Ariosto, tutta lieta della sua lode moderna; che "città animatrice d'Italia" la salutò Ugo Foscolo, e dal seno di lei cantava il poeta della Mascheroniana. La favilla scoppiò donne primiero. Di nostra libertà corse il baleno. Ma i tempi sono oggi mai sconsolati di bellezza e d'idealità; direbbesi che manchi nelle generazioni crescenti la coscienza, da poi che troppo i reggitori hanno mostrato di non curare la nazionale educazione. I volghi affollantisi intorno ai baccani e agli scandali, dirò così, officiali, dimenticano, anzi ignorano, i giorni delle glorie; nomi e fatti dimenticano della grande istoria recente, mercé dei quali essi divennero, o dovevano divenire, un popolo; ignora il popolo e trascura, e solo se ne ricordano per loro interesse i partiti. Tanto più siano grazie a te, o nobile Reggio, che nell'oblio d'Italia commemori come nella sala di questo palazzo di città, or son cent'anni, il 7 gennaio del 1797, fu decretato nazionale lo stendardo dei tre colori. Risuonano ancora nell'austerità della storia a vostro onore, o cittadini, le parole che di poi due giorni il Congresso Cispadano mandava da queste mura al popolo di Reggio: "Il vostro zelo per la causa della libertà fu eguale al vostro amore per il buon ordine. Sapranno i popoli di Modena di Ferrara di Bologna qual sia il popolo di Reggio, giusto, energico, generoso; e si animeranno ad emularvi nella carriera della gloria e della virtù. L'epoca della nostra Repubblica ebbe il principio fra queste mura; e quest'epoca luminosa sarà uno de'più bei momenti della città di Reggio".

Il presidente del Congresso Cispadano dicea vero. L'assemblea costituente delle quattro città segnò il primo passo da un confuso vagheggiamento di confederazioni al proposito dell'unità statuale, che fu il nocciolo dell'unità nazionale. Quelle città che fin allora s'erano riscontrate solo su' campi di battaglia con la spada calante a ferire, con l'ira scoppiante a maledire; che fino in una dissonanza d'accento tra' fraterni dialetti cercavano la barriera immortale della divisione e dell'odio; che fino inventarono un modo nuovo di poesia per oltraggiarsi; quelle città si erano pur una volta trovate a gittarsi l'una nelle braccia dell'altra, acclamando la repubblica una e indivisibile quale spirito di Dio scese dunque in cotesta sala a illuminare le menti, a rivelare tutta insieme la visione del passato e dell'avvenire, Roma che fu la grande, Italia che sarà la buona? Certo l'antico ed eterno spirito di nostra gente, che dalla fusione confluito delle varie italiche stirpi fu accolto e dato in custodia della Vesta romana dal cuore di Gracco e dal genio di Cesare, ora commosso dall'aura de' tempi nuovi scendeva in fiamme d'amore su i capi dei deputati cispadani, e di essi usciti di recente dalle anticamere e dalle segreterie de' legati e dei duchi faceva uomini pratici del reggimento libero, cittadini osservanti del giusto e dell'equo, legislatori prudenti per il presente, divinatori dell'avvenire.

E già a Roma, a Roma, si come a termine fisso del movimento iniziato, era volata nei discorsi e nei canti la fantasia patriottica; ma il senno ed il cuore mirò da presso il nemico eterno nel falso impero romano germanico, instrumento d'informe dispotismo alle mani di casa d'Austria; sicché prima a quei giorni risuonò in Reggio la non mai fin allora cantata in Italia reminiscenza della lega lombarda e di Legnano; sicché impaziente ormai d'opere la gioventù affrettò in Montechiarugolo le prove d'una vendetta di Gavinana. Per ciò tutto, Reggio fu degna che da queste mura si elevasse e prima sventolasse in questa piazza, segnacolo dell'unico stato e dell'innovata libertà, la bella la pura la santa bandiera dei tre colori.

Sii benedetta! Benedetta nell'immacolata origine, benedetta nelle via di prove e di sventure per cui immacolata ancora procedesti, benedetta nella battaglia e nella vittoria, ora e sempre, nei secoli! Non rampare di aquile e leoni, non sormontare di belve rapaci, nel santo vessillo; ma i colori della nostra primavera e del nostro paese, dal Cenisio all'Etna; le nevi delle alpi, l'aprile delle valli, le fiamme dei vulcani. E subito quei colori parlarono alle anime generose e gentili, con le ispirazioni e gli effetti delle virtù onde la patria sta e sì augusta; il bianco, la fede serena alle idee che fanno divina l'anima nella costanza dei savi; il verde, la perpetua rifioritura della speranza a frutto di bene nella gioventù de' poeti; il rosso, la passione ed il sangue dei martiri e degli eroi. e subito il popolo cantò alla sua bandiera ch'ella era la più bella di tutte e che sempre voleva lei e con lei la libertà; ond'è che ella, come la dice la scritta, Piena di fati mosse alla gloria del Campidoglio.

Noi che l'adorammo ascendente in Campidoglio, noi negli anni della fanciullezza avevamo imparato ad amarla ed aspettarla dai grandi cuori degli avi e dei padri che ci narravano le cose oscure ed alte preparate, tentate, patite, su le quali tu splendevi in idea, più che speranza, più che promessa, come un'aureola di cielo a' morienti e a' morituri, o santo tricolore. E quando tu in effetto ricomparisti a balenare su la tempesta del portentoso Quarantotto i nostri cuori alla tua vista balzarono di vita novella; ti riconoscemmo, eri l'iride mandata da Dio a segnare la sua pace co'l popolo che discendeva da Roma, a segnare la fine del lungo obbrobrio e del triste servaggio d'Italia. Ora la generazione che sta per isparire dal combattuto e trionfato campo del Risorgimento, la generazione che fece l'Unità, te, o sacro segno di gloria, o bandiera di Mazzini di Garibaldi di Vittorio Emanuele, te commette alla generazione che l'unità deve compiere, che deve coronare d'idee e di forza la patria risorta.

O giovani, contemplaste mai con la visione dell'anima questa bandiera, quando ella dal Campidoglio riguarda i colli e il piano fatale onde Roma discese e lanciossi alla vittoria e all'incivilimento del mondo? o quando dalle antenne di San Marco spazia su'l mare che fu nostro e par che spii nell'oriente i regni della commerciante e guerreggiante Venezia? o quando dal Palazzo de' Priori saluta i clivi a cui Dante saliva poetando, da cui Michelangelo scendeva creando, su cui Galileo sancì la conquista dei cieli? Se una favilla vi resti ancora nel sangue dei vostri padri del Quarantotto e del Sessanta, non vi pare che su i monumenti della gloria vetusta questo vessillo della patria esulti più bello e diffonda più lieto i colori della sua gioventù? Si direbbe che gli spiriti antichi raccoltigli intorno lo empiano ed inanimino dei loro sospiri, rallegrando ne' suoi colori e ritemperando in nuovi sensi di vita e di speranza l'austerità della morte e la maestà delle memorie. O giovani, l'Italia non può e non vuole essere l'impero di Roma, se bene l'età della violenza non è finita pe' validi; oh quale orgoglio umano oserebbe mirare tant'alto? Ma né anche ha da essere la nazione cortigiana del rinascimento, alla mercé di tutti; quale viltà comporterebbe di dar sollazzo delle nostre ciance agli stranieri per ricambio di battiture e di stragi? Se l'Italia avesse a durar tuttavia come un museo o un conservatorio di musica o una villeggiatura per l'Europa oziosa, o al più aspirasse a divenire un mercato dove i fortunati vendessero dieci ciò che hanno arraffato per tre; oh per Dio non importava far le cinque giornate e ripigliare a baionetta in canna sette volte la vetta di San Martino, e meglio era non turbare la sacra quiete delle ruine di Roma con la tromba di Garibaldi sul Gianicolo o con la cannonata del re a Porta Pia. L' Italia è risorta nel mondo per sé e per il mondo, ella, per vivere, deve avere idee e forze sue, deve esplicare un officio suo civile ed umano, un'espansione morale e politica. Tornate, o giovani, alla scienza e alla coscienza de' padri, e riponetevi in cuore quello che fu il sentimento il voto il proposito di quei vecchi grandi che han fatto la patria; l'Italia avanti tutto! L'Italia sopra tutto!
»
















      Alessandro Preziosi e la Guardia Di Finanza

      la cerimonia del 22 novembre 2011 - Roma

      RAI UNO, sabato 10 dicembre 2011 - 11.00


        ......... ......... ...

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3417
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Lun Nov 28, 2011 16:14    Oggetto: Rispondi citando


OHHHH!!!

Grazie mille Giuly per queste informazioni e queste foto!!!

Veramente bellissimo!!!

Baci,

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 32, 33, 34, 35, 36  Successivo
Pagina 33 di 36

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati