ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutto quello che dicono i giornali dal... 16 giugno 2011
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 39, 40, 41 ... 52, 53, 54  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Lun Feb 27, 2012 00:52    Oggetto: TSA: tournée teatrale CYRANO DE BERGERAC Alessandro PREZIOSI Rispondi citando




        .........
        ......... [Artnine Image Lab]

            di e con Alessandro Preziosi

              CYRANO DE BERGERAC



_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Lun Feb 27, 2012 00:56    Oggetto: 28-29/2/12 CYRANO DE BERGERAC Teatro Della Fortuna FANO (PU) Rispondi citando



ha scritto:



Teatro:
    Alessandro Preziosi e' Cyrano de Bergerac


Spettacolo - Fano (Adnkronos) - Alessandro Preziosi debutta alla regia portando in scena al Teatro della Fortuna martedi' 28 e mercoledi' 29 febbraio il Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand, nell'ambito di 'FanoTeatro'11'12', stagione di prosa della Fondazione Teatro della Fortuna in collaborazione con Amat. Lo spettacolo e' prodotto da KHORA.teatro e dal Teatro Stabile d'Abruzzo, di cui Preziosi e' cofondatore e neo direttore artistico.

La vicenda racconta di Cyrano de Bergerac, cadetto di Guascogna, ammirato e temuto per la sua infallibile spada e per i suoi motti spiritosi e taglienti, che essendo afflitto da un naso mostruoso, non ha il coraggio di manifestare alla cugina Rossana il suo amore per lei che ignara gli chiede di proteggere il giovane Cristiano di cui si e' innamorata. Preziosi elimina scenicamente la piu' insistita e conosciuta caratteristica del personaggio: il naso. Nella sua regia punta invece sul connubio tra il senso di dignita' e l'incapacita' di amare, convinto, come scrive nelle note di regia, che si tratti di ''una commedia sulla 'inadeguatezza' e sulla epicita' sentimentale delle grandi personalita' rispetto al comune sentire dell'amore, dell'amicizia e in genere rispetto alla coerenza con la quale compiere, in un labirinto di scelte, la piu' giusta per se' e per i propri valori.''

In scena con Preziosi gli attori Valentina Cenni, Marco Canuto, Massimo Zordan, Emiliano Masala, Benjamin Stender. Le scene sono di Andrea Taddei, i costumi di Alessandro Lai, le musiche di Andrea Farri, le luci di Valerio Tiberi, con la collaborazione artistica e i movimenti scenici a cura di Nikolaj Karpov, Capo Dipartimento dell'Accademia d'Arte Drammatica di Mosca.

25/02/2012








_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Lun Feb 27, 2012 17:25    Oggetto: 28-29/2/12 CYRANO DE BERGERAC Teatro Della Fortuna FANO (PU) Rispondi citando



ha scritto:



Cultura e Spettacoli

      . A Fano arriva il Cyrano di Preziosi

Fano. Uno dei più amati e corteggiati attori italiani debutta alla regia portando in scena uno dei personaggi a sua volta più conosciuti e amati del teatro. Parliamo di Alessandro Preziosi che sarà al Teatro Della Fortuna domani e mercoledì (con inizio alle ore 21) con “Cyrano de Bergeracdi Edmond Rostand, nell’ambito di FanoTeatro, Stagione di Prosa della Fondazione Teatro Della Fortuna in collaborazione con Amat.

Lo spettacolo è prodotto da KHORA.teatro e dal Teatro Stabile d’Abruzzo, di cui Preziosi è, nell’ordine, cofondatore e neo direttore artistico, e prosegue nel solco segnato dal fortunato allestimento di Amleto, con la creazione di messe in scena di grandi classici del teatro per un vasto pubblico, con un occhio anche a gusti e linguaggi dei più giovani.

Preziosi è prima di tutto un attore teatrale, perché è con il teatro che ha iniziato il mestiere nel 1998, interpretando Laerte nell’Amleto di Antonio Calenda affianco a Kim Rossi Stuart e Cristiano nel fortunatissimo Cyrano di Corrado D’Elia, ancora in scena con enorme successo. Un uomo di teatro a tutto tondo, impegnato da un po’ anche come formatore avendo assunto l’impegno di Direttore Artistico di una Scuola di Arti Teatrali, la Link Academy di Roma dalla quale ha scelto alcuni degli attori in scena per questo suo Cyrano.

In scena con Preziosi gli attori Valentina Cenni, Marco Canuto, Massimo Zordan, Emiliano Masala, Benjamin Stender. Le scene sono di Andrea Taddei, i costumi di Alessandro Lai, le musiche di Andrea Farri, le luci di Valerio Tiberi, con la collaborazione artistica e i movimenti scenici a cura di Nikolaj Karpov.

Lunedì, 27 febbraio 2012







    28-29 febbraio 2012 • FANO, Teatro della Fortuna

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Mar Feb 28, 2012 03:20    Oggetto: APPLAUSI Rai Uno, recensione del CYRANO DE BERGERAC, Firenze Rispondi citando



        La recensione di Francesco Tei da Firenze
        per la trasmissione APPLAUSI di RAI UNO

26 febbraio 2012 - "Questa notte parlo di uno spettacolo che sicuramente avrà un grande successo, io l'ho visto a Firenze al Teatro Verdi, adesso ancora in Toscana a Grosseto e Siena, poi sarà a Milano - Teatro Nuovo -, è il Cyrano de Bergerac con Alessandro Preziosi anche regista. Uno spettacolo, perché dico che sarà un grande successo, grazie anche all'appeal che ha Preziosi, come sex-simbol ma anche come bravissimo attore, come versatile attore, porterà pubblico nuovo nel teatro, di cui c'è sempre bisogno; ed è sempre un testo, il Cyrano, che ha una grande tradizione di spettacolarità, di coinvolgimento del pubblico, c'è romanticismo, ci sono duelli, tradimenti, passioni impossibili, tutta una serie di ingredienti che non possono non conquistare il pubblico. Ed è sempre stato così, ricordiamo grandissimi interpreti in passato, in tempi più recenti Pino Micol, regia di Scaparro, oppure uno straordinario Proietti che naturalmente eccelleva nelle parti più istrioniche del personaggio, nei duelli e nelle rime, perché Cyrano ricordiamolo oltre che spadaccino è anche poeta, oltre che innamorato, di un amore impossibile, anche il nemico di ogni ingiustizia, quindi un personaggio che si batte contro la corruzione, contro quello che non va. E Preziosi mi diceva che si devono fare questi testi, perché tutto sommato portano avanti valori che sono eterni, che c'è sempre qualcuno che deve battersi contro l'ingiustizia, se non altro sul palcoscenico."

Marzullo: "Bravo come sempre Alessandro Preziosi?"

"Sì, una prova di grande generosità, molto bravo, nelle parti romantiche, drammatiche, e in più è anche molto generoso, anche fisicamente, in queste parti dei duelli, in queste parti di grande movimento, quasi dominatore, anche in senso fisico, della scena, come richiesto al personaggio. Tra l'altro lo spettacolo ha la consulenza per il movimento di Nicolaj Karpov, che è un grande regista russo, che proprio cura in particolare questi aspetti di movimento, di mimica, ecc."






    "APPLAUSI" RAI UNO, di Marzullo : ieri notte 01.20, 27/2/12

    recensione del CYRANO DE BERGERAC di Alessando Preziosi

    visto al Teatro Verdi di Firenze, con scene dallo spettacolo

    è possibile rivedere la puntata con RAI Replay per 7 giorni!

    selezionando RAI UNO e Lunedì 27 Exclamation da 0.23.40 a 0.27.00

    www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html
    (Microsoft Silverlight)

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Mar Feb 28, 2012 13:29    Oggetto: 28-29/2/12 CYRANO DE BERGERAC Teatro Della Fortuna FANO (PU) Rispondi citando



ha scritto:


        PROSA STASERA E DOMANI A FANO - CON
        "CYRANO" L’ATTORE DEBUTTA ALLA REGIA


      Preziosi, il bello di interpretare un “brutto”


Torna la prosa a Fano e propone (stasera e domani) uno degli spettacoli più attesi della stagione: il “Cyrano de Bergerac” che segna il debutto alla regia di Alessandro Preziosi che sul palco è anche il protagonista di questa che una della storie più belle ed emozionanti mai andate in scena.

Preziosi, perchè Cyrano?
«Perché è una commedia epica, esalta i sentimenti nei quali io credo: l’onore, l’amicizia, il rispetto. E poi è una scelta che nasce dalla sfida. Fin dalla regia. Dopo aver lavorato con certi stabili e certi registi mi è sembrato giusto fare un classico. E poi è un personaggio che ho sempre amato e mi piace seguirne la vicenda sia come attore che come regista».

Lei è un “bello”, questo ruolo le appartiene sia al cinema che a teatro. Perché ha scelto di interpretare la storia di Cyrano, un “brutto” della letteratura e della drammaturgia?
«Ho messo in scena un paradosso; il pubblico viene a vedere un attore “bello” e lo vede interpretare un brutto. In realtà non mi sono mai posto questo aspetto e ho fatto la scelta di non mettere il naso. Sono l’inadeguadezza e l’imbarazzo per la paura di essere respinti il tallone d’Achille di Cyrano. L’importante è guardare oltre il naso».

Regista e attore. Come si è trovato nei due ruoli?
«Nell’impostazione prevale un grande spirito collaborativo e una grande pazienza; nella messa in scena tanta difficoltà e anche confusione, ma alla fine siamo tutti vicini a darci della note. Faccio il regista ma mantengo la tenuta dello spettacolo».

Accanto a lei tanti giovani. Perché questa scelta?
«Sono fonte di energia e di stimolo. Da Direttore dello Stabile e di Accademia ho sempre creduto nell’importanza di creare posti di lavoro, concretizzare questa opportunità mi rende felice e mi riempie di orgoglio».

Lo spettacolo è prodotto da KHORA.teatro e dal Teatro Stabile d’Abruzzo, di cui Preziosi è cofondatore e neo direttore artistico. In scena con Preziosi gli attori Valentina Cenni, Marco Canuto, Massimo Zordan, Emiliano Masala, Benjamin Stender. Le scene sono di Andrea Taddei, i costumi di Alessandro Lai, le musiche di Andrea Farri, le luci di Valerio Tiberi, con la collaborazione artistica e i movimenti scenici a cura di Nikolaj Karpov, capo Dipartimento dell’Accademia d’Arte Drammatica di Mosca.
Info: 0721.800750; Inizio spettacoli ore 21.00

Paolo Angeletti

Martedì 28 febbraio 2012







    28-29 febbraio 2012 • FANO, Teatro della Fortuna

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Mar Feb 28, 2012 17:30    Oggetto: 28-29/2/12 CYRANO DE BERGERAC Teatro Della Fortuna FANO (PU) Rispondi citando



ha scritto:


    FANO. Preziosi in teatro interpreta Cyrano

Fano - La stagione di prosa del Teatro della Fortuna, propone questa sera alle 21 (domani la replica) uno degli spettacoli più attesi, interpretato da Alessandro Preziosi, uno dei più amati e corteggiati attori italiani che debutta anche alla regia: Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand. Preziosi elimina scenicamente la più insistita e conosciuta caratteristica del personaggio: il naso, e punta sul connubio tra il senso di dignità e l’incapacità di amare. Con lui in scena: gli attori Valentina Cenni, Marco Canuto, Massimo Zordan, Emiliano Masala, Benjamin Stender.
Le scene sono di Andrea Taddei, i costumi di Alessandro Lai.

Martedì, 28 febbraio 2012







    28-29 febbraio 2012 • FANO, Teatro della Fortuna

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Mar Feb 28, 2012 18:19    Oggetto: Da 22 a 26/2/12 'CYRANO' - Teatro Sociale Toniolo MESTRE \VE Rispondi citando



ha scritto:



          CYRANO DE BERGERAC

        riletto da Alessandro Preziosi

L’artista si confronta con un altro classico del teatro, come protagonista e regista



Recensione di Michela Tosato

Dopo l’Amleto della passata stagione Alessandro Preziosi decide di calarsi nei panni del memorabile Cyrano de Bergerac, curando anche la regia della piece in scena al Toniolo di Mestre dal 22 al 26 febbraio 2012.
Opera tra le più importanti e più ricche di sfumature e sfaccettature nell’interpretazione dell’animo umano, Preziosi sceglie di raccontare la storia di Cyrano, di Cristiano e della bella Rossana rinunciando alla caratterizzazione fisica dei personaggi, rinunciando addirittura al caratteristico naso tanto citato nell’intera opera di Rostand.

Cyrano è un cadetto, tanto intelligente e abile con le parole quanto goffo e di aspetto sgradevole. È segretamente innamorato della cugina, eterea e incarnazione della perfezione, Rossana ma non riesce a dichiararsi, essendo certo di non meritare altro che un rifiuto per la sua bruttezza. Solo quando Rossana confessa il suo amore per Cristiano, nuovo guascone nella compagnia dei cadetti, Cyrano decide di prestare la poetica favella e talvolta addirittura la voce al bello ma insipido Cristiano, vivendo attraverso di lui il suo amore per la cugina. L’interferenza di altre figure e delle circostanze della vita porteranno Rossana e Cristiano a sposarsi, anche se Rossana è inconsapevolmente innamorata dell’anima, delle parole e della voce di colui che resta nell’ombra di fianco a Cristiano. Il secondo atto si apre con l’ira del comandante, anch’esso spasimante di Rossana, che manda al fronte i cadetti. Anche Cristiano e Cyrano sono costretti a partire e a soffrire la fame e le fatiche di guerra, ma Cyrano continua a vivere del suo amore per Rossana, scrivendole poetiche e appassionate lettere ogni giorno. Rossana vinta dal desiderio di rivedere il suo amato Cristiano, raggiunge i cadetti al fronte giusto poco prima di vederlo morire fucilato. Solo alla fine della vita, dopo 14 anni di vicinanza alla inconsolabile vedova, Cyrano riesce a dichiararle il proprio amore e rivelarle la verità.

È piacevole vedere come la rappresentazione e l’immedesimazione nel personaggio permetta a Preziosi di portare la propria avvenenza decisamente in secondo piano, riuscendo a trasmettere in maniera vivida il disagio e la difficolta di accettarsi di un personaggio come Cyrano, coraggioso e acuto quanto incapace di stare con se stesso e di affrontare le proprie debolezze da uomo. Splendida anche la resa dei dialoghi che ci restituiscono con fervore una delle più affascinanti opere romantiche, con una ricchezza di dialoghi che anche nelle traduzioni italiane affascinano il pubblico. Tutta la piece è un continuo rimando tra la commedia, nei momenti di labirinti e esercizi linguistici e nella caratterizzazione di alcuni personaggi, e il dramma, per un amore che non può essere ciò che dovrebbe e per un uomo che non ha il coraggio e la forza di essere quello che è.

La regia è asciutta come le scenografie che creano semplicemente degli scheletri sulle quali le anime e i caratteri dei personaggi fluttuano e donano al pubblico un sobrio equilibrio di forma che ben si sposa con una ricchezza di sfumature lessicali e psicologiche.

Il cast sostiene egregiamente l’ingombrante presenza di un personaggio come Cyrano (quasi onnipresente) e veste con convinzione i panni delle fgure che lo circondano. Atipica la scelta di dare alla voce di Cristiano, già stentata per definizione, un accento straniero, che dà anche una diversa lettura della timidezza e della sua incapacità di comunicare i propri sentimenti.

Preziosi convince quindi per la regia dello spettacolo, prodotto con Teatro Stabile d’Abruzzo e KHORA.teatro, e ancora di più per l’interpretazione, efficace, introspettiva e, perché no, divertente.




Pubblicato - martedì 28 febbraio 2012 - NSC - anno VIII n. 11








_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3688
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Mar Feb 28, 2012 19:13    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Giuly!!! Sei preziosa Smile Smile

Ma che belle critiche!!!!! Fantastiche!!! Very Happy Very Happy

Sono davvero felice per Ale/Cyrano! Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy

E ne sarà felicissimo ovviamente LUI....il nostro amato Capitano!!!! Laughing Laughing Laughing Laughing Bravissimooooooooooooo!!!
Buona prosecuzione Ale!!!

Laughing Laughing
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Mer Feb 29, 2012 11:16    Oggetto: Da 22 a 26/2/12 'CYRANO' - Teatro Sociale Toniolo MESTRE \VE Rispondi citando



ha scritto:



    Cyrano: l'opera che ora come allora ci tocca


Edmond Rostand, ispirandosi alla vita del pensatore, scrittore e uomo d’arme seicentesco Hercule Savinien de Cyrano de Bergerac, compose nel 1897 il suo capolavoro teatrale raccontando la vita dell’enigmatica e affascinante figura di Cyrano capace di affrontare cento avversari armati, di sfidare il potere e la sua vile retorica, di disprezzare parimenti i materialisti, i bigotti e gli adulatori, ma che si rivela in fin dei conti incapace di guardare “aldilà del proprio naso” e di dichiarare alla bella Rossana il suo amore. Uomo libero nella parola e nelle azioni, cadetto di Guascogna sagace e impavido, Cyrano è paradossalmente incatenato da uno sciocco complesso dovuto ad un naso troppo grande. Anno dopo anno, egli continua ad amare devotamente, intensamente ed a tacere. Continua a donare gratuitamente la propria anima appassionata senza riceverne il tanto bramato amore. Senza ottenere mai la benedizione d’un bacio. Una lunga tortura che ci stringe il cuore, che ci fa, anzi, adirare: è infatti lo stesso protagonista a condannare il suo inconfessato amore, è la sua paura che gli preclude un godimento puro e vero. Splendido intreccio di una sconcertante esuberanza e di una malinconica timidezza, eroe fragile destinato dalle sue stesse insicurezze alla sconfitta, Cyrano continua ad affascinare le platee quando, periodicamente, gli artisti più diversi gli danno vita.

E’ originale la scelta registica di Alessandro Preziosi che sceglie di trasporre in una dimensione quasi esclusivamente solare la profonda essenza libertaria e romantica del testo di Rostand. La sua regia, infatti, preferisce soffermarsi sull’esuberanza e la fertile fantasia del personaggio. In un carnascialesco e rocambolesco susseguirsi di provocazioni, scherzi, geniali trovate l’opera prende le caratteristiche d’una dinamica e arguta epica popolare. Questo esplosivo racconto, tessuto dall’energica recitazione dei giovani attori, viene tenuto insieme dalla carismatica presenza dello stesso Preziosi che, nei panni del guascone ribelle, dà voce e corpo ad un personaggio che pur apparendo come una forza della natura, nasconde in sé una dolcezza ed un’ingenuità sorprendenti. Si intuisce, certo, il dramma del sofferente giocoliere delle parole, dell’esilarante duellante dalle mille risorse, ma si ha la sensazione tuttavia- è necessario ammetterlo- che la comicità, invece di sfumare il dramma nella leggerezza, lo soffochi. I colori, i canti, le allegre risate incuriosiscono e sorprendono lo spettatore, ma la dirompente vivacità, pur poetica, tiene forse eccessivamente sopita la sua commozione per questa grande e infelice storia d’amore. L’opera di Rostand canta dunque con ironia e dolcezza le grandezze e le imperfezioni dell’essere umano, la sua immensa libertà e le sue catene, troppo spesso autoimposte. Nei suoi versi racchiude il grido di libertà di Cyrano, il suo canto d’amore, la sottile provocazione intellettuale di Rostand stesso. Lo spettacolo, in conclusione, risulta essere una coraggiosa interpretazione del testo, efficace e capace di catturare l’attenzione del pubblico. Straordinaria la pirotecnica prova attoriale di Preziosi. Promossi a pieni voti gli allievi della Link Academy che hanno appena concluso il loro ciclo triennale di studi nella scuola diretta dallo stesso Preziosi e lo affiancano qui con maturità e buona presenza scenica.

Federica Sustersic - 22/02/2012 - Mestre (VE) - Teatro Toniolo







Dal 22 al 26 febbraio, Teatro Sociale Toniolo, MESTRE


_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Mer Feb 29, 2012 11:17    Oggetto: Da 22 a 26/2/12 'CYRANO' - Teatro Sociale Toniolo MESTRE \VE Rispondi citando



ha scritto:




TEATRO SOCIALE ROVIGO : Uragano di applausi
per Alessandro Preziosi con Cyrano de Bergerac




        L'amore è questione di naso


Cyrano autentito eroe romantico e moderno insieme. Alessandro Preziosi, nelle vesti del protagonista e di regista della commedia, regala al pubblico del Teatro Sociale di Rovigo un'interpretazione appassionata ed energica e uno spettacolo assolutamente godibile.




Rovigo - Il Cyrano de Bergerac, la storia sull'impossibilità di amare di Edmond Rostand in programma il 21 febbraio 2012 al Teatro Sociale di Rovigo, ha visto un Alessandro Preziosi straordinario nell'interpretazione dell'uomo con il nasone che nutre un amore impossibile verso Rossana sua cugina. Alessandro Preziosi, qui anche regista, raccoglie la sfida tutta teatrale di mettere in scena lo scrittore e poeta, perennemente senza un soldo in tasca, che provoca i suoi nemici con la straordinaria abilità della spada, e con giochi altrettanto sfrontati e provocatori di trovate comiche e di parole pungenti che a volte raggiungono però le vette della poesia. Una commedia tenera e romantica dove Cyrano (vedi Alessandro Preziosi) grida e piange con uguale convinzione.

Il ritmo che Preziosi imprime al dramma è di una realtà ed energia tali che coinvolgono lo spettatore. La geniale temerarietà del protagonista, la drammaticità della sua fiera esistenza, vissuta pericolosamente all'insegna del non piegarsi alla mediocrità e alle convenienze fanno di Cyrano, nell'interpretazione di Preziosi, un autentico eroe romantico, e nello stesso tempo, e questo è stato avvertito dal numeroso pubblico presente che lo ha accolto con un uragano di applausi, un personaggio straordinariamente moderno. Le altre figure, e questo è un altro merito di Preziosi (come regista questa volta), non risultano appiattite, ma danno anch'esse prova di carattere: un'opportunità offerta a giovani figure e talenti emergenti di affermarsi nel campo difficile del teatro!

La sintesi dell'azione drammatica è presto detta. Cyrano de Bergerac, filosofo (nella scena dell'accerchiamento passa il tempo a leggere Cartesio) e poeta vissuto nel 600, guascone di origine, spadaccino formidabile, fanfarone e squattrinato, innamorato di Rossana, una sua bellissima cugina, dispera di ottenere il suo amore per via di un naso spropositato che lo rende "brutto". Allora ricorre al trucco di farsi sostituire da un cadetto guascone come lui, tanto bello quanto stupido, di nome Cristiano de Neuvillette. A lui suggerisce le parole d'amore per la sua "Bella". Il risultato è che Rossana s'innamora di questo giovane. Cyrano fa in modo anche che Cristiano e Rossana si sposino a dispetto del Conte De Guiche innamorato, anche lui, della donna (primo atto della Commedia). Il Conte de Guiche adirato trasferisce Cristiano e Cyrano al fronte per combattere gli spagnoli. Di lì Cyrano scrive numerose lettere d'amore e di poesia alla donna, a nome di Cristiano, e manterrà questo segreto anche quando Cristiano morirà combattendo. Solo alla fine, dopo molti anni, nel convento, dove Rossana, ammalata, si è ridotta a vivere, Cyrano ferito e morente, involontariamente manifesterà il suo amore, ma ormai troppo tardi per essere ricambiato.

Alcune note sulla scenografia sono necessarie per verificare ancora di più l'originalità di Alessandro Preziosi come regista, di Andrea Taddei, scenografo, di Nikolaj Karpov per i movimenti scenici. Geniale la scenografia del secondo atto del gruppo dei guasconi asserragliati come in un'isola dall'esercito spagnolo che non si vede, ma che dà tutta l'impressione di esserci. Tutta la messa in scena richiama immediatamente un dipinto famoso, anche per le torrette di guardia, il capolavoro di Géricault: la zattera della medusa che immortala il momento dell'avvistamento di una nave lontana. Lo scenografo col gioco delle luci accentua questa tensione verso la salvezza. Un'altra scena veramente drammatica è la morte dei guasconi falciati dalla fucileria spagnola; le braccia che si agitano, la luce, e il drappo rosso che tutto copre e annulla sono di effetto straordinario, alla Goya potremmo dire. L'altra scenografia mirabile è la creazione, con le stesse strutture metalliche della scena precedente, del convento dove si trova Rossana. Anche le musiche di Andrea Farri sono state di buon effetto scenico.
Il pubblico che ha vissuto le avventure di Cyrano ha gustato così uno spettacolo ben riuscito e di alto profilo artistico.

Carlo Folchini - ROVIGOoggi.IT

28 febbraio 2012







        21 Febbraio • Teatro Sociale, ROVIGO

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 11:18    Oggetto: dal 6/3 al 11 dal 13 al 18/3/12 'CYRANO' Teatro Nuovo MILANO Rispondi citando



ha scritto:



    Teatro :
      Preziosi " con lo Stabile d'Abruzzo
      faro' tornare i giovani a L'AQUILA "


Spettacolo - Roma (Adnkronos) - "Nella prossima estate vitalizzo il centro storico intorno al Teatro con un festival: concerti letture, teatro di strada... voglio ridare ai cittadini il piacere di ritrovarsi nel cuore antico dell'Aquila".

Lo afferma l'attore Alessandro Preziosi, nominato a novembre Direttore Artistico del Teatro Stabile d'Abruzzo all'Aquila, da aprile prossimo operativo nell'incarico, in un'intervista al 'Corriere della Sera'. "Poi un cartellone di drammaturgia contemporanea, coinvolgendo - anticipa Preziosi - scrittori di successo. Per metterli in scena chiamero' attori e registi anche di cinema".

"Ma non basta, voglio creare un centro di formazione per tutti i mestieri della scena. Una rivitalizzazione che faccia ritornare all'Aquila i giovani... Bisogna rimettere in piedi un teatro, ma non bisogna contare solo sul denaro pubblico. Faccio un appello ai privati: venite a investire da noi!", conclude Preziosi.

01/03/2012, 09.50








_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 17:14    Oggetto: 1° marzo 2012 - CYRANO DE BERGERAC - Teatro Moderno GROSSETO Rispondi citando



ha scritto:


        . Grosseto - Teatro: Preziosi-Cyrano

        . Il romanticismo incanta il Moderno


GROSSETO - Alessandro Preziosi veste i panni di Cyrano de Bergerac e stasera porta sul palco del Teatro Moderno, a Grosseto, la più tenera e romantica delle commedie, di cui non è solo interprete ma anche regista. “Cyrano de Bergerac”, spettacolo del cartellone teatrale 2011-2012 promosso dal Comune di Grosseto e dalla Fondazione Toscana Spettacolo, è una produzione KHORA.teatro e va in scena alle 21. La commedia di Edmond Rostand, tradotta e adattata da Tommaso Mattei, è ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac e ha reso Cyrano uno dei personaggi più conosciuti e amati del teatro e non solo. Celebri sono anche le trasposizioni su pellicola e questo dialogo tra teatro e cinema si rinnova stasera al Moderno dove proprio uno dei volti più amati della fiction in tv, Preziosi, salirà sul palco nei panni del celebre Cyrano. La geniale temerarietà del personaggio, la drammaticità della sua fiera esistenza, vissuta pericolosamente all'insegna del non piegarsi mai alla mediocrità e alle convenienze, ne fanno un autentico eroe romantico e al contempo un personaggio straordinariamente moderno. Una commedia tutta concentrata sul ritmo, che rifugge il monumentale e il fastoso, ma soprattutto coinvolgente come solo il personaggio di Cyrano sa essere, capace com’è di gridare e di piangere con eguale convinzione e senza privare di risalto e spessore agli altri personaggi, spesso distrattamente appiattiti. Nell’allestimento di KHORA.teatro lo scontroso spadaccino dal mostruoso naso è interpretato da Alessandro Preziosi che raccoglie la sfida tutta teatrale di mettere in scena lo scrittore e poeta perennemente in bolletta dall'irresistibile e vitale creatività, che ama mettere in ridicolo i suoi nemici con la straordinaria abilità della spada, leggendaria almeno quanto la lingua, in una commedia tutta giocata tra trovate comiche e giochi di parole, considerata tuttora una tra le vette più alte della poesia ottocentesca, non solo della letteratura francese ma di quella mondiale.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita oggi al botteghino del Teatro Moderno in via Tripoli dalle 16 alle 21. Per informazioni, contattare il teatro al numero 0564 22429.




IL TIRRENO - Edizione GROSSETO - Pag. 18 - 01/03/2012






      1°marzo 2012, Teatro Moderno GROSSETO

      il Desk ADRICESTA Onlus attende nel foyer

_________________




L'ultima modifica di genziana il Dom Mar 04, 2012 14:43, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 18:05    Oggetto: 1° marzo 2012 - CYRANO DE BERGERAC - Teatro Moderno GROSSETO Rispondi citando



ha scritto:


        GROSSETO: Il «Cyrano» al Moderno


Un grande classico del teatro rivolto a un vasto pubblico popolare, ma che strizza l’occhio nel confezionamento editoriale ai giovani. La celebre opera di Edmond Rostand ispirata alla figura storica di Cyrano de Bergerac sarà rappresentata giovedì alle 21 al Teatro Moderno dalla compagnia KHORA. Nel ruolo del protagonista l’attore Alessandro Preziosi, reduce dai successi televisivi e cinematografici, ma soprattutto dal percorso intrapreso con Amleto, che raccoglie la sfida tutta teatrale di mettere in scena lo scrittore e poeta dall’irresistibile e vitale creatività, che ama mettere in ridicolo i suoi nemici con la straordinaria abilità della spada, leggendaria almeno quanto la lingua, tutta giocata tra trovate comiche e giochi di parole, pur raggiungendo tra le vette più alte della poesia ottocentesca.
Per informazioni sui biglietti contattare il numero 0564.22429.

28 febbraio 2012




    Preziosi «Cyrano» spadaccino sul palcoscenico


Uno dei personaggi più conosciuti e amati dal teatro, Cyrano de Bergerac, in una commedia romantica interpretata e diretta da Alessandro Preziosi. Al Teatro Moderno oggi alle 21 torna l'appuntamento con la Stagione Teatrale promossa dal Comune e dalla Fondazione Toscana Spettacolo. Il Cyrano di Edmond Rostand, tradotto e adattato da Tommaso Mattei, sarà rappresentato dalla compagnia KHORA. La geniale temerarietà del protagonista, la drammaticità della sua fiera esistenza, vissuta pericolosamente all'insegna del non piegarsi mai alla mediocrità e alle convenienze, ne fanno un autentico eroe romantico e al contempo un personaggio straordinariamente moderno. Lo scontroso spadaccino dal mostruoso naso ama mettere in ridicolo i suoi nemici con la straordinaria abilità della spda, leggendaria almeno quanto la lingua, in una commedia che si sviluppa fra trovate comiche e giochi di parole. I biglietti possono essere acquistati oggi dalle 16 alle 21 al botteghino del Moderno in Via Tripoli.

1° marzo 2012




LA NAZIONE - Edizione GROSSETO - 28/02/12 - 01/03/2012






      1°marzo 2012, Teatro Moderno GROSSETO

      il Desk ADRICESTA Onlus attende nel foyer

_________________




L'ultima modifica di genziana il Dom Mar 04, 2012 14:51, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Ven Mar 02, 2012 16:14    Oggetto: 2-3-4/3/12 - CYRANO DE BERGERAC - Teatro Dei Rinnovati SIENA Rispondi citando



ha scritto:



SIENA - "Cyrano de Bergerac", spadaccino seicentesco dall’ineffabile arte retorica e dall’inconfondibile naso, sarà sulla scena del Teatro dei Rinnovati da venerdì 2 a domenica 4 marzo.

La KHORA.teatro con il Teatro Stabile d'Abruzzo propone la celebre commedia del poeta drammatico francese Edmond Rostand, pubblicata nel 1897, in una versione tutta concentrata sul ritmo, che rifugge il monumentale e il fastoso, dando invece risalto alla vitalità e al romanticismo ante litteram del suo protagonista, interpretato e diretto da Alessandro Preziosi volto celebre del teatro, del cinema e della tv.
Un personaggio apparentemente scontroso, quanto profondo, che non si piega mai alla mediocrità e alle convenienze, per una rappresentazione brillante, fra trovate comiche e giochi di parole, di uno dei testi ritenuti di maggior spessore della poetica ottocentesca.



A causa dell’esaurimento dei biglietti, la prevendita, al contrario dei precedenti spettacoli, non è attiva.
La biglietteria, per la vendita diretta presso il Teatro dei Rinnovati, sarà aperta da venerdì 2 a domenica 4, dalle 16 fino all’inizio dello spettacolo.
Per i diversamente abili, in funzione negli stessi orari, la biglietteria nel Cortile del Podestà.
E’ possibile anche la prenotazione telefonica al numero 0577 292265.
Una volta acquistato il biglietto, si può accedere ai Rinnovati anche da Piazza del Mercato, ingresso aperto dalle ore 20.30.







    2-3-4 marzo 2012, "Teatro Dei Rinnovati" SIENA

      il Desk ADRICESTA Onlus accoglie nel foyer

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35368

MessaggioInviato: Dom Mar 04, 2012 14:19    Oggetto: da 16 a 19 febbraio CYRANO DE BERGERAC: Teatro Verdi FIRENZE Rispondi citando



ha scritto:

L'intervista
'Ho spogliato Cyrano per renderlo ancora più vero'

Alessandro Preziosi è da domani al Verdi di Firenze
interprete e regista, dell’opera di Edmond Rostand




Valentina Grazzini, Firenze

Colombo, Amleto, Cyrano: Alessandro Preziosi ama interpretare gli uomini pieni di dubbi, dilaniati da conflitti e segreti, inespressi fino alla fine. Sull’onda di un successo che non lo abbandona, sepolte in un passato non disconosciuto ma certo lontano le gesta del conte Fabrizio Ristori di televisiva memoria, Preziosi produce teatro oltreché interpretarlo, con coraggio. Dirige uno Stabile, a L’Aquila, mantiene un piede nel cinema e nella televisione ma soprattutto gira l’Italia in tournée, e si emoziona ogni sera. Il suo Cyrano de Bergerac fa tappa al Verdi di Firenze da domani a domenica. Sarà lui a dar vita, con tutta la sua fisicità, al poetico personaggio uscito a fine Ottocento dalla penna di Edmond Rostand, il temibile spadaccino guascone dal naso impresentabile e il cuore enorme.

Come ha affrontato il testo di Rostand?
«È uno spettacolo che mi è letteralmente esploso in mano.
Mi sono subito reso conto che si trattava di un performer dialettico, un personaggio preda di un’apnea emotiva e verbale da campione. Per far sì che tutto questo arrivasse al pubblico, mi sono sforzato di vivere la storia momento per momento, nei suoi singoli passaggi. Far capire agli spettatori quello che c’è dietro l’apparenza era l’unico modo per gestire Cyrano, che altrimenti diventa falso
».

Questa è la sua prima volta dietro le quinte:
qual è l’obiettivo di Preziosi regista?
«Cercare di arrivare ai giovani. Nel cast dello spettacolo ci sono nove attori esordienti,ma i giovani li cerco soprattutto nel pubblico».

Il suo Amleto fu un uomo moderno, malato di mente, fallito e intellettualmente troppo avanti rispetto ai suoi compagni. Com’è Cyrano?
«Guardando Cosa sono le nuvole di Pasolini ho capito tutto, e da lì sono partito: Cyrano è un burattinaio che muove tutti gli altri personaggi, creando un piano “diabolico”. L’illusione che ho voluto creare è quella di una storia scritta all’impronta per il pubblico, ogni sera. Ho anche cercato di far coesistere la prosa con la poesia (traduzione e adattamento del testo sono firmati da Tommaso Mattei, che insieme a Preziosi ed allo Stabile abruzzese produce lo spettacolo, ndr), rendendo omaggio al teatro da una parte,ma al valore del verso dall’altra».

Si è preso delle licenze nella lettura scenica di Cyrano?
«Nella prima parte è la finzione che fa da padrona: ci sono i costumi un po’ pomposi del Seicento, addobbi volutamente posticci. Man mano che la storia va avanti lo spettacolo si asciuga, si rinsecchisce: via i costumi, via la finzione. Diventa quasi metaforico. È un paradosso: per renderlo più vero e farlo capire meglio l’ho spogliato della sua veridicità».




    L'UNITA' - Edizione di FIRENZE - 15 febbraio 2012




    Dal 16 al 19 febbraio •••> FIRENZE Teatro Verdi

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 39, 40, 41 ... 52, 53, 54  Successivo
Pagina 40 di 54

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy