ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutto quello che dicono i giornali dal... 16 giugno 2011
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 45, 46, 47 ... 52, 53, 54  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mar Apr 03, 2012 14:05    Oggetto: PREZIOSI 3-4/4/12 CYRANO DE BERGERAC, Teatro Circus, PESCARA Rispondi citando



      3 e 4 Aprile 2012 • Teatro Circus, PESCARA

      il Desk ADRICESTA Onlus accoglie nel foyer


ha scritto:


PREZIOSI OGGI A PESCARA È CYRANO DE BERGERAC


Stasera e domani l’attore e regista napoletano Alessandro Preziosi protagonista al Teatro Circus di Pescara con lo spettacolo “Cyrano de Bergerac”. Preziosi, che è anche Direttore Artistico del Teatro Stabile d’Abruzzo, con il suo “Cyrano” sta girando l’Italia. E ovunque ha registrato successo di pubblico e di critica con una messa in scena fedele al testo di Rostand.

[PESCARA. Pagina 1 - Prima Pagina]

Martedì, 3 aprile 2012 (NELL’ALBUM)






          . Preziosi a Pescara con il suo
          .Cyrano” sul palco del Circus


      L’attore nei panni dello spadaccino dal grande naso
      in scena oggi e domani accanto a Valentina Cenni


PESCARA. Stanno andando bene le vendite per quello che è uno tra gli spettacoli più attesi della stagione teatrale 2011-2012 della Società del Teatro e della Musica "Barbara": “Cyrano de Bergerac”, interpretazione del capolavoro di Edmond Rostand ad opera di Alessandro Preziosi, Direttore Artistico del Teatro Stabile d’Abruzzo. L’attore napoletano è il regista di un adattamento di Tommaso Mattei, curato da Aldo Allegrini, che, questa sera alle ore 21 e domani alle ore 17 e alle ore 21, sarà sul palcoscenico del Teatro Circus di Pescara. Una recitazione, la sua, che è stata definita «talmente entusiasta e convincente da far prevalere la parola, distaccandola dal fisico di cui sublima la figura». Versione del Cyrano che, secondo le recensioni, ha il pregio di unire i versi alla prosa in un testo che si avvicina ai giovani, senza scadere in volgarità o modernismi estremi. Una messa in scena fedele al testo e al tempo stesso tempo coinvolgente per i giovani, con una fitta serie di tratti ironici per far sorridere il pubblico.
Personaggi definiti dalla critica «riusciti ed equilibrati» per «scenografie efficaci, costumi vivaci e luci sapientemente dosate». Accanto a Preziosi l’attrice e ballerina Valentina Cenni a interpretare il sogno d’amore di Cyrano: la bella Rossana.
La compagnia di produzione teatrale Khora.Teatro, nata dall’esperienza del produttore Tommaso Mattei e di Preziosi, presenta l’opera di Rostand insieme al Teatro Stabile d’Abruzzo, subito dopo l’esperienza compiuta attraverso l’“Amleto” di Shakespeare: un modo per proseguire con i classici un percorso che con essi è iniziato.
Mario Giobbe è l’autore della traduzione adottata, scritta in versi martelliani e ormai divenuta classica, utilizzata anche per alcune delle messe in scena più famose del passato, come quella di cui fu protagonista Gino Cervi del 1953. La regia di Preziosi, attore diventato famoso grazie ai successi televisivi di “Elisa di Rivombrosa” e passato per l’Accademia dei Filodrammatici di Milano, arriva dopo numerosissime interpretazioni teatrali, e in una recente intervista lui stesso ha spiegato la scelta di un’opera autorevole come il Cyrano: «Il tutto è nato dalla voglia di far piangere e ridere lo spettatore allo stesso tempo, mettere insieme uno spettacolo quanto più popolare e far sì che il teatro corrispondesse alla società che viviamo oggi: meno intellettuale, meno concettuale e più semplice». Nella preferenza del Direttore Artistico del Tsa è racchiuso un obiettivo ben preciso che non ha esitato a chiarire: «Il mio intento è far sì che la gente si riappropri del valore del teatro, che è un valore di incontro anche artistico ma soprattutto umano. Questo testo aveva tutte le caratteristiche adeguate al nostro scopo».

Marinica Rivolta
Martedì, 3 aprile 2012




IL CENTRO - Ediz. Nazionale - ALBUM Cultura & Spettacoli -







_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mar Apr 03, 2012 15:50    Oggetto: PREZIOSI 3-4/4/12 CYRANO DE BERGERAC, Teatro Circus, PESCARA Rispondi citando



ha scritto:



        ..Il Cyrano secondo Preziosi
        .da oggi lo spettacolo al Circus


Dopo il successo di Amleto riscosso qualche anno fa, Alessandro Preziosi affronta un altro grande classico, Cyrano De Bergerac di Edmond Rostand, per la stagione della Società del Teatro e della Musica al Circus alle ore 21 e domani alle 17 e alle 21.

Attesissimo e particolarmente amato dal pubblico pescarese, oltre come sex symbol, per la generosità come testimonial di ADRICESTA Onlus, e come Direttore Artistico del Tsa che produce lo spettacolo, Preziosi è uno dei personaggi più apprezzati del teatro italiano.

Stavolta l’attore, che cura anche la regia, affiancato da un’ottima compagnia di undici elementi e da Benjamin Stender nella parte di Cristiano, suggella la forza eroica e l’affascinante dignità di un personaggio che affronta la morte a testa alta da guascone. «Nell’adattamento del testo e nella rispettiva traduzione - spiega Preziosi - ho cercato di far coesistere la prosa e la poesia relegando i versi alessandrini a un gioco lezioso e risolutivo di certe questioni, e cercando invece di dare respiro alla travolgente dimensione poetica del testo».

3 aprile 2012




IL MESSAGGERO - Edizione Abruzzo - Cronaca Pescara






      3 e 4 Aprile 2012 • Teatro Circus, PESCARA

      il Desk ADRICESTA Onlus accoglie nel foyer

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Gio Apr 05, 2012 11:28    Oggetto: PREZIOSI 3-4/4/12 CYRANO DE BERGERAC, Teatro Circus, PESCARA Rispondi citando



ha scritto:



Alessandro Preziosi spavaldo Cyrano a Pescara.


Lo spettacolo al Circus, oggi repliche alle 17 e alle 21


PESCARA. «Avete qualcosa da dire sul mio naso?». A colpi di insulti e sguainate di spada insieme, Cyrano de Bergerac scende dal palco e minaccia il pubblico invitandolo a proferir parola sul suo nasone, ma nessuno osa rispondere.
Vestito grigiolino a strisce bianche, con mantello rosso e cappello piumato dello stesso colore, Alessandro Preziosi, regista e protagonista di questo Cyrano bello e strafottente, è apparso in gran forma al pubblico del Teatro Circus di Pescara, che ieri lo ha applaudito a lungo. Lo spettacolo che chiude la stagione teatrale della “Barbara” è iniziato subito a ritmi veloci, con spadaccini allegri e la vulcanica Rossana, amata di Cyrano, presa in giro dai guasconi: «A guardarla viene il raffreddore!». E poi scene di cappa e di spada, con un Alessandro Preziosi bravo in ogni momento della sua recitazione, sia quando si tratta di sbruffoneggiare che quando la recita diventa più “intima”. Pubblico soddisfatto e generoso con protagonista e attori, più volte richiamati sul palco. E si capisce perchè, ovunque sia andato in scena, da Nord a Sud, il Cyrano ha registrato il tutto esaurito. Oggi si torna in scena alle ore 17, con replica serale alle ore 21.

Mercoledì, 4 aprile 2012 - Pagina 22




IL CENTRO - Ediz. Naz. -ALBUM Cultura & Spettacoli-





      3 e 4 Aprile 2012 • Teatro Circus, PESCARA

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Gio Apr 05, 2012 11:30    Oggetto: 18/03/12 MILANO Serata Benefica con ALESSANDRO per ADRICESTA Rispondi citando



    ADRICESTA ONLUS • 8° anno dell'Associazione

    Domenica 18 Marzo 2012 - ore 20.00 - MILANO

    Serata di Solidarietà per UN SOGNO In CORSIA


ha scritto:

      UN GOL per I BAMBINI IN DIFFICOLTÀ


di Roberta Beta

Che a Milano girino più soldi che nel resto d’italia è assodato, è bello vedere che i milanesi sono anche molto generosi soprattutto quando si parla di Beneficenza. A Roma le persone preferiscono apparire agli eventi “charity” e aspirano ad essere invitati piuttosto che tirare fuori i soldi di tasca propria. Naturalmente questo non vale per tutti ma la capitale industriale è decisamente diversa. Pochi giorni fa, in un nuovo albergo di via Santa Sofia, e cioè il modernissimo Uptown Hotel, si è tenuta una cena per raccogliere fondi a favore di un progetto legato ai bambini ricoverati nei reparti di oncoematologia di tutti gli ospedali d’Italia.
Si tratta di “Un Sogno in Corsia”, progetto voluto da ADRICESTA ONLUS, associazione presieduta da Carla Panzino il cui testimonial è l’attore Alessandro Preziosi. Lo scopo di Un Sogno in Corsia è quello di realizzare i Sogni dei piccoli degenti ai quali si cerca di dare un sollievo nonostante il lungo isolamento al quale sono sottoposti a causa dei rischi che la loro malattia procura. Oltre a Preziosi sono tanti i personaggi che partecipano agli eventi realizzati dall’associazione. Tra loro ci sono Paolo Maldini, Francesco Totti e personaggi dello spettacolo come Daniele Pecci e Manuel Casella che hanno contribuito all’esaudirsi di tanti desideri con ausilio delle Forze dell’Ordine quali la Capitaneria di Porto di Pescara, la Guardia di Finanza e l’Arma dei Carabinieri. A Milano, domenica scorsa, grazia all’aiuto di Adriana e Paolo Maldini sono stati raccolti 22.000 euro in una serata. Il momento clou è stata l’asta: sono state battute tre maglie del Milan autografate da Ibrahimovic, che ha scatenato una vera lotta per l’accaparramento ma soprattutto la maglia di Silva che è andata al miglior offerente per 2.000 euro. Paolo Maldini voleva acquistare la maglia del capitano dell’Inter, Javier Zanetti, autografata da tutta la squadra, grande spirito sportivo quindi, che però è stato superato dall’offerta di un interista doc.
La Solidarietà si è vista negli occhi gioiosi e stanchi di tutti presenti a partire da un Alessandro Preziosi appena giunto dal Teatro Nuovo dove ha concluso la tappa milanese del suo Cyrano. Ale era stravolto ma si è lasciato trascinare dall’entusiasmo. Niente arie da divo per lui e neppure per Maldini, lo storico capitano del Milan in pensione nonostante la giovane età, ma solo tanta voglia di stare insieme per una buona causa. Tra tanti personaggi in vista che sembrano spendere la loro vita tra gozzovigli e dissolutezze, per fortuna, ce ne sono altrettanti che vivono la loro condizione di privilegiati con spirito di coscienza e che esprimono la gratitudine per il benessere ricevuto donandosi agli altri senza reticenze, specialmente quando si parla di bambini: quelle piccole creature che dovrebbero essere il nostro futuro e che invece vivono troppo poco anche se lasciano il segno nel cuore di tutti noi.

Venerdì, 23 marzo 2012
- IO spio - pag. 19






    il messaggio di Carla, Presidente di ADRICESTA

    i resoconti di Volontarie e Sostenitori intervenuti

    i commenti degli utenti per "Un Sogno In Corsia"

Very Happy www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7556&start=75

    fotografie in esclusiva per il Forum di Alessandro

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2012 09:29    Oggetto: L'AQUILA candidata 2019 - Capitale della Cultura UE - 5/4/12 Rispondi citando



ha scritto:



        L'Aquila, la sfida della Cultura

    La città candidata al titolo di Capitale Ue


C'è anche l’Aquila nella rosa delle candidate al titolo di Capitale Europea della Cultura nel 2019, quando la Ue dovrà scegliere una città italiana. Alla vincitrice un premio di 1,5 milioni di euro, un’ampia visibilità internazionale e l’opportunità di promuovere il proprio patrimonio culturale. In cambio di un programma che «valorizzi la ricchezza, la diversità e le caratteristiche comuni delle culture europee».
Ci si chiede come la città possa affrontare questa sfida, a tre anni dal sisma che l'ha devastata, il 6 aprile 2009, provocando 309 morti e 2 mila feriti. Il centro storico, infatti, è ancora da ricostruire e l’intero territorio è costellato da cantieri aperti.
Dei 1.842 beni artistici rilevati - 1.053 chiese, 730 palazzi e oltre 60 beni di altra tipologia (mura, porte, fontane) - soltanto il 27% è agibile. In particolare, circa il 36% delle chiese non è stato ancora messo in sicurezza.

Nel caso dei palazzi, il cui campione comprende prevalentemente i fabbricati del centro storico aquilano, la percentuale di quelli inagibili risulta significativamente pù elevata (circa il 73%).
È stato ritenuto prioritario l'intervento sul Palazzo del governo, un edificio storico parte del convento agostiniano della città, per un importo pari a 47 milioni di euro e quello per il recupero della chiesa di Santa Maria del Suffragio, parzialmente riaperta nel 2010, di cui la metà del finanziamento (3,2 milioni) è a carico del governo francese secondo un accordo del 2010.
«Candidare L’Aquila significa ricostruirla», ha spiegato Vladimiro Placidi, assessore comunale alla Ricostruzione dei beni storici, artistici e monumentali, «è una scommessa in cui tutti dobbiamo credere perché la ripresa non deve essere solo fisica ma anche culturale».
Eppure, la città sembra ferma. «Finora siamo andati avanti con le donazioni, atti di generosità da parte di Paesi stranieri o qualche ente, grazie all’intercessione del vice commissario dei Beni culturali delegato, Luciano Marchetti, che però con l’ordinanza 4013 ha perso le sue competenze».

In particolare, aggiunge Placidi, «dei 50 milioni di euro destinati dal Gioco del lotto ai Beni Culturali Italiani, alla Regione Abruzzo ne sono arrivati solo 207 mila, i fondi straordinari per il restauro dei beni culturali derivati dall’8 per mille sono stati tagliati e sono scomparsi anche i fondi Arcus, la Società per lo sviluppo dell'arte, della cultura e dello spettacolo facente capo al Ministero dell’Economia».
Adesso che la Direzione Regionale dei Beni Culturali riassorbe in sé tutte le funzioni, continua Placidi, «speriamo in un piano di ricostruzione e in una collaborazione con la Regione che finora è mancata. Perché da soli non possiamo vincere la scommessa».

«L’idea della candidatura de L’Aquila a Capitale Europea della Cultura», racconta l’Assessore Regionale alla Cultura e Presidente del Teatro Stabile d’Abruzzo, Luigi De Fanis, «nacque a ridosso della tragedia che l’ha colpita tre anni fa. È un’occasione di rilancio: la ricostruzione deve procedere, e non parlo solo di quella urbana ma anche di quella morale e finanziaria».

Secondo Alessandro Preziosi, attore napoletano diviso tra cinema, teatro e televisione, da poco nominato Direttore Artistico del Teatro Stabile d’Abruzzo, «la candidatura è un esempio di civiltà, uno stimolo che può coinvolgere soprattutto i giovani». Per l'artista, che debutterà a L’Aquila il 26 aprile con lo spettacolo Cyrano di Bergerac, «è stato coraggioso candidarla ancora prima di averla ricostruita ma sognare non costa nulla».

Silvia Moretti

Giovedì, 05 Aprile 2012






_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2012 09:29    Oggetto: RADIO1 Rai 7/4/12 Il trucco e l'anima - L'AQUILA 3 anni dopo Rispondi citando






    RADIO UNO RAI Il Trucco e l'Anima .sabato 7 aprile 2012

    cronache di cultura e spettacolo .conduce Carlotta Tedeschi

    12.30-13.00 • L'Aquila 3 anni dopo .con Alessandro Preziosi

La puntata odierna è interamente dedicata a L'Aquila, a 3 anni dal terremoto e il reportage firmato da Valeria Volatile ci porta nei luoghi culturali della città; sarà ospite in diretta della trasmissione l'artista, direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo Alessandro Preziosi.

La puntata sarà riascoltabile e scaricabile (podcast - formato .mp3) dalla pagina web
Exclamation www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-5393528e-8152-4e1d-b680-d32127f6d325-radio1.html


Il programma "Il trucco e l'anima" è a cura della Redazione Cultura e Spettacoli di Radio Uno Rai: organizzazione di Gianna Clemente, regia di Ombretta Conti.

Il Trucco (la maschera, la metafora) che rivela l'Anima (il senso, l'ispirazione). Come in un domino, un percorso di parole e suoni semplice ma imprevedibile, per raccontare da un evento all'altro arte, cinema, teatro, musica, libri...




_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Lun Apr 09, 2012 00:58    Oggetto: 18/03/12 MILANO Serata Benefica con ALESSANDRO per ADRICESTA Rispondi citando



    ADRICESTA ONLUS • 8° anno dell'Associazione

    Domenica 18 Marzo 2012 - ore 20.00 - MILANO

    Serata di Solidarietà per UN SOGNO In CORSIA


      . in compagnia di ALESSANDRO PREZIOSI

      . con il cast del " CYRANO DE BERGERAC "


ha scritto:


      Assegno da 22 mila euro per Adricesta


    Serata di Solidarietà con Preziosi e la famiglia Maldini i fondi
    utilizzati per promuovere il Progetto “ Un Sogno In Corsia ”


PESCARA. Un assegno da 22 mila euro per l'ADRICESTA, l'Associazione di Carla Panzino che da anni si batte per promuovere progetti a favore dei bambini ospedalizzati e per sostenere l’assistenza sanitaria pubblica. I fondi sono stati raccolti in una serata a Milano in occasione della tournée del Cyrano de Bergerac con l’attore Alessandro Preziosi. Al Progetto intitolato "Un Sogno In Corsia" per realizzare i sogni dei bambini ospedalizzati hanno partecipato lo storico capitano del Milan Paolo Maldini e la moglie Adriana, il protettore delle serate milanesi dell'ADRICESTA Angelo, Roberta Beta e tanti personaggi dello spettacolo. Per la serata per raccogliere fondi sono stati chiamati a raccolta tutti gli amici lombardi dell'Associazione. "Speravamo che fossero una sessantina", raccontano, "e invece siamo arrivati a 120 rinunciando perfino ad altre adesioni poiché era il limite massimo del ristorante". La tenacia di Preziosi, grande promotore di solidarietà per ADRICESTA, la forza della famiglia Maldini determinata a raccogliere sempre più fondi per "Un Sogno In Corsia", il lavoro frenetico di tutte le volontarie e il sostegno della Sweet Years hanno permesso un risultato entusiasmante. Dopo la proiezione del video-spot del progetto, è iniziata la serata condotta da Beta in cui è stata organizzata un'asta di maglie dei campioni come Ibrahimovic, Silva e Zanetti. All'asta è andato anche il pallone del Milan. Alla serata sono intervenuti, i Leo Club Ib3 (giovani Lions) che hanno donato 6.500 euro per il progetto. Inoltre, l'organizzatrice del galà di Pavia ha consegnato l'assegno di 4.700 euro per la manifestazione con la Polizia di Stato e la Questura di Pavia. I responsabili di una nota azienda telefonica hanno confermato che sosterranno il Progetto "Un Buco Nel Muro" al San Matteo di Pavia e all'Umberto I Roma fornendo l'utenza gratis. Tanti, quindi, i benefattori fidelizzati in anni di serio volontariato che hanno posto l'Associazione ai primi posti della regione con la certezza che ADRICESTA si fonda su criteri di efficacia ed efficienza ed è improntata ai valori di trasparenza, accessibilità e affidabilità. I progetti si basano sull'operato di una forte motivazione volontaristica. Il volontariato è una componente importante di ADRICESTA: i volontari svolgono un ruolo fondamentale nell'opera di informazione e di sensibilizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



    IL CENTRO - Domenica 8 aprile 2012 - Pagina 6 - PESCARA





    il messaggio di Carla, Presidente di ADRICESTA

    i resoconti di Volontarie e Sostenitori intervenuti

    i commenti degli utenti per "Un Sogno In Corsia"

Very Happy www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7556&start=75

    fotografie in esclusiva per il Forum di Alessandro

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Lun Apr 09, 2012 13:17    Oggetto: Firmiamo 5 X MILLE a favore ADRICESTA Mod. 730 - UNICO - CUD Rispondi citando



    compilando il Modello: Dichiarazione dei Redditi Anno 2O12

    Mod. 730 o Mod. UNICO, Mod. CUD relativo a Redditi 2O11


    con la scheda riservata alla Destinazione del 5 X MILLE puoi

    donare all'ADRICESTA la quota dell'Irpef che già hai versato

    allo Stato: nessun esborso in più e se vuoi abbina l'8 x mille






sostieni con noi progetti per l'Infanzia lungodegente, lo sviluppo della Ricerca Scientifica

e la conoscenza circa la Donazione di cellule staminali (non embrionali) e loro trapianto.


locandina 5 X MILLE www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=6475&start=60



_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Lun Apr 09, 2012 13:45    Oggetto: IL GIORNALE 8/4/12 recensione CYRANO DE BERGERAC di Preziosi Rispondi citando



10-11 Aprile • Teatro del Popolo, CASTELFIORENTINO
      il Desk ADRICESTA Onlus accoglie nel foyer


ha scritto:




      Il grande fascino del brutto Cyrano


di Enrico Groppali


Col passare del tempo un titolo come Cyrano de Bergerac non solo continua a riscuotere un grande successo popolare ma viene di continuo sottoposto a numerose contraddittorie interpretazioni. E non solo in Francia dove Gérard Depardieu lo ripropose sia in teatro che al cinema ma anche da noi a cominciare dallo storico revival Scaparro-Svoboda protagonista Pino Micol. Mentre ora Alessandro Preziosi riprende in un momento di splendida maturità il testo-chiave della malinconia amorosa attribuendo all’infelice eroe che conquista l’amata, ma per interposta persona grazie allo sproporzionato difetto fisico che ne altera l’aspetto, un accento psicanalitico. L’attore infatti non sfoggia l’orribile naso della tradizione accentuando invece il sospetto inquietante di un insanabile divario tra la parola suadente dell’innamorato e l’atto costitutivo della seduzione. Ne nasce uno squisito spettacolo double face che sposa il portato romantico di un Don Giovanni dedito al culto, più dionisiaco che apollineo, della forza. Se non addirittura della guerra che, coi suoi rischi mortali, serve da efficace contrappeso all’inerzia di chi ama invano. Il tutto in un contesto di sapore giovanilistico affettuosamente studiato ad hoc, in cui persino l’acerbità dei comprimari diviene parte integrante di un eccellente gioco di squadra tra tende che scompaiono a vista, praticabili in libertà, e impazzito svariare di luci. Una scenografia che richiama con nostalgia e languore il manierismo del melodramma, tra baluginar di ori e di velluti, cozzar di spade e sfondi perlacei ispirati ai disegni di Gustave Doré. Tutto tende ad esaltare, attraverso l’eroe, l’autore dell’Aiglon e del mirabile Chantecler.



CYRANO DI BERGERAC - di Rostand - Teatro Stabile dell'Abruzzo. Interpretazione e regia di Alessandro Preziosi.
All'Aquila, poi a Napoli dal 17 al 22 aprile.




IL GIORNALE - domenica 8 aprile 2012 - ALBUM - Teatro -







_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mar Apr 10, 2012 20:42    Oggetto: 4/4/12 CHI n.14 Tutti a TEATRO Cyrano De Bergerac - PREZIOSI Rispondi citando



ha scritto:



CHI n. 14 - 4 aprile 2012 - Inchiesta /Pagina 91

DAL CINEMA, DALLA TV, DAL SALOTTO DI CASA...



              Tutti a TEATRO





>>> ALESSANDRO PREZIOSI Cyrano De Bergerac



Dopo Amleto due anni fa, Alessando Preziosi porta in tour Cyrano De Bergerac. Ne firma anche la regia. E assegna a se stesso il ruolo dell'abile spadaccino e impareggiabile oratore, che afflitto da insuperabile bruttezza, non osa confessare il proprio amore alla bella cugina Rossana e le parla "per interposta persona". Serve qualche sforzo di fantasia per associare il bel volto di Preziosi al respingente Cyrano. Ma c'è una ragione. Ed è che Preziosi rilegge il classico in chiave emotiva. E, come lui stesso ha spiegato, presentando lo spettacolo, vuole raccontare "un'ideguatezza che non nasce dal senso del bello, ma dalla difficoltà di vivere grandi sentimenti". Il riferimento è a persone "così estreme nell'amore, che non riescono a riempire il loro grande recipiente di sentimenti. E allora dire all'amata quello che si prova, ma senza esporsi in prima persona, è un modo per evitare il rischio di venire respinti". >>>




Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mar Apr 10, 2012 20:43    Oggetto: 4/4/12 CHI n.14 Tutti a TEATRO Cyrano De Bergerac - PREZIOSI Rispondi citando



ha scritto:



CHI n. 14 - 4 aprile 2012 - Inchiesta /Pagina 91

DAL CINEMA, DALLA TV, DAL SALOTTO DI CASA...



              Tutti a TEATRO





CYRANO DE BERGERAC

L'UOMO CHE NON SAPEVA FARSI AMARE




• La commedia, scritta nel 1897 da Edmond Rostand, è diretta da Alessandro Preziosi.

• Nel cast, oltre a Preziosi, Benjamin Stender e Valentina Cenni.

• In scena a Thiene fino al 29 marzo, sarà poi a Treviso, Pescara, Castel Fiorentino, Ancona, Napoli, L'Aquila.






_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
pamela 90



Registrato: 29/10/09 19:05
Messaggi: 162
Residenza: Lubriano (Viterbo)

MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2012 08:25    Oggetto: Rispondi citando


il giornale CHI è ancora in edicola???
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2012 11:55    Oggetto: dal 20 al 25/03/2012 CYRANO DE BERGERAC Teatro Nuovo, VERONA Rispondi citando



ha scritto:



Grande prova di maturità artistica di un convincente Alessandro Preziosi


      Un Cyrano de Bergerac da ricordare


“Maestro d’arme e rime, istrione, viaggiatore, amante, qui giace Cyrano de Bergerac, che fu tutto e non fu niente”. E’ lo stesso protagonista che nel ravvisare l’avvicinarsi della sua ultima ora suggerisce l’epitaffio, ultimo tributo ad una vita condotta nel rifiuto della beffa di cui la natura lo aveva fatto oggetto, nascondendo una straordinaria ricchezza d’animo dietro ad un volto sgraziato. La celebre opera di Edmond Rostand narra la vicenda di Cyrano de Bergerac, abilissimo spadaccino e poeta, da tutti ammirato e temuto, ossessionato dal proprio aspetto esteriore, per via dell'esagerata lunghezza del naso. Tale è il disagio provocato da questa ossessione, da impedirgli di esprimere alla cugina Rossana il grande amore che nutre per lei. Anzi, appreso che Rossana si è invaghita di Cristiano de Neuvillette, un cadetto tanto bello d’aspetto quanto imbarazzante nell’eloquio, Cyrano, disilluso e rassegnato, sublima il dolore mettendo al servizio di Cristiano la sua sensibilità poetica e la sua maestria di verseggiatore, nell’illusione di essere amato, anche se attraverso la figura di un altro. Rossana finirà con l’innamorarsi perdutamente non della bellezza del giovane, ma di quella che crede essere la sua anima, e solo dopo molti anni, morto Cristiano in battaglia, le si svelerà l’amore del cugino, quando sarà però ormai troppo tardi. Cyrano è un eroe irrequieto, assetato di battaglie, di lingua e di spada, un’anima perennemente in fermento. Lo divora una rabbia che in nessuna battaglia può trovare sfogo, poiché il suo vero nemico è se stesso, la sua incapacità di combinare la straordinaria bellezza e ricchezza interiore con la bruttezza esteriore. Un limite che gli altri, a cominciare da Rossana, non avrebbero difficoltà a superare, proprio perché la vera bellezza è quella del cuore. Per Cyrano il limite resta invalicabile, e questa è la sua vera condanna. L’intera sfera dei sentimenti e delle passioni umane è racchiusa in questo testo dall’altissimo valore letterario, il cui fascino conquista da oltre un secolo attori e registi, che nel confrontarsi con esso sono stimolati a dare il meglio.

Ne è un esempio il recente allestimento del Teatro Stabile d’Abruzzo e KHORA.teatro, andato in scena al Teatro Nuovo di Verona con la regia di Alessandro Preziosi, che ne è anche il protagonista. Dal punto di vista generale è davvero difficile trovare qualcosa che non abbia funzionato, tanta è l’attenzione nella cura di ciascun particolare della messinscena, dalla scenografia ai costumi, dai movimenti scenici alle musiche, dalla traduzione e adattamento del testo all’interpretazione dei singoli. Un felice debutto alla regia per Alessandro Preziosi, che ha coordinato un cast creativo di alto livello. Merito della produzione è anche quello di aver inserito nel gruppo di interpreti nove giovani attori diplomati alla Link Academy, per nulla intimoriti dal rapido passaggio dalle aule dell’Accademia alle tavole del palcoscenico. Al loro fianco un cast esperto con Valentina Cenni (Rossana), Massimo Zordan (De Guiche), Emiliano Masala (Le Bret) e Marco Canuto (Regenau e Valvert). Interessante la scelta del giovane danese Benjamin Stender, che ha caratterizzato al meglio un Cristiano incerto nell’approccio amoroso ed impacciato nel discorrere con la bella Rossana, aiutato in questo dall’inflessione straniera della sua parlata, che ha accentuato il divario tra l’eloquenza e l’agilità verbale di Cyrano e la sua. Ma il vero perno su cui gira tutta la vicenda è il protagonista, che ha avuto in Alessandro Preziosi un interprete eccezionale. Cyrano è un’autentica fonte di ispirazione, un personaggio che pretende dall’attore la più vasta gamma espressiva (ne è un esempio la famosa tirata iniziale, vero pezzo di bravura sul quale si cimentano gli allievi di tutte le scuole di teatro) e che ha fatto scoprire al pubblico che fino ad allora lo avesse ammirato solo nelle fiction televisive, che Alessandro Preziosi è veramente un grande attore. Capace di trascinare il pubblico tra gli sbalzi d’umore di Cyrano, di farlo ridere e commuovere, Preziosi è persino riuscito a passare per quello che lui decisamente non è: un uomo brutto. Senza trucco e senza la classica protesi sul naso il suo Cyrano è riuscito a convincere non tanto di essere brutto, ma di sentirsi tale. E tanto basta per partecipare al dramma di un uomo che vive con sofferenza il suo stato, qualsiasi esso sia. Insomma uno spettacolo ben costruito, fluido ed intenso, capace di coinvolgere un pubblico che certamente lo ricorderà come una riuscitissima rappresentazione di questo grande classico del teatro.



Ne hanno viste di cose, questi occhi
di Paolo Corsi




VERONA è - n. 4 - APRILE 2012 - TEATRO - Pagine 10-11






      dal 20 al 25 Marzo • Teatro Nuovo VERONA

_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2012 12:09    Oggetto: 13/4/12 OSIMO (AN) Pal. Campana, Incontri d'autore: PREZIOSI Rispondi citando





CYRANO DE BERGERAC di e con Alessandro PREZIOSI



_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32653

MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2012 17:27    Oggetto: GRAZIA.IT intervista a PREZIOSI 10/04/12, CYRANO DE BERGERAC Rispondi citando



IT CULTURE • TEATRO ha scritto:




    ALESSANDRO PREZIOSI: «CYRANO MI HA

    FATTO CONOSCERE MEGLIO ME STESSO
    »


SPETTACOLO E DANZA BY Giovanna Rossi


Alessandro Preziosi col suo Cyrano, prodotto dal Teatro Stabile d'Abruzzo e da Khora.teatro, sta registrando il tutto esaurito nei molti teatri che l'hanno ospitato in questa tournée.

Cyrano de Bergerac è uno dei testi teatrali più noti e più amati: narra la storia di un affascinante eroe, cadetto di Guascogna, poeta e uomo d'armi, libero nella parola e nelle azioni. Purtroppo lo sfigura un naso enorme che gli impedisce di dichiarare il suo amore alla cugina Rossana, che a sua volta si innamora del giovane bellissimo Cristiano. A lui Cyrano presterà la capacità poetica, componendo versi amorosi a lei rivolti e trovando consolazione nel poterle esprimere così i suoi sentimenti.

Non è la prima volta che Preziosi si ritrova sul palco a recitare il famoso testo di Rostand. Nel 1999, incredibile a dirsi, io ero Rossana nell'edizione di Corrado d'Elia, e a interpretare Cristiano fu chiamato proprio Alessandro, fresco di diploma d'accademia ma già noto al pubblico televisivo per la soap Vivere.

Il suo personaggio era ingenuo e pieno di energia, come lui stesso ricorda, ma già allora, fin dalla prima replica, mi disse convinto: «Io voglio fare Cyrano, non Cristiano». Gli risposi che era troppo bello: la storia si regge proprio sul fatto che l'eroe romantico soffre per il suo aspetto fisico, per il famoso naso smisurato! A distanza di 13 anni eccolo sulla scena nei panni dell'intrepido spadaccino.

Alessandro, sei riuscito ad avverare il sogno di allora?

Sì, a furia di stare in quinta a guardare Cyrano ergersi verso i riflessi lunari (usa proprio queste parole ispirate!) si è rapiti dal suo fascino, viene voglia di interpretare un personaggio così, che attraversa le note dolenti dell'inadeguatezza, del sentirsi diversi, con poesia. Una poesia che in questo testo è anche leggerezza. Quell'esperienza fu molto importante per me, e certi accenti mi sono rimasti dentro, risento le voci di allora, tornano a trovarmi durante lo spettacolo.

Ma allora non è vero che sei troppo bello per fare Cyrano?

Dieci anni fa la bellezza era un canone evidente, anche per quello che ci veniva dall'esterno. Ora non più. Per Cyrano sentirsi inadeguato sul piano della bellezza nasconde in realtà l'inadeguatezza rispetto ai sentimenti. Per esempio non uso nemmeno il naso finto. E la gente non ne sente la mancanza. Nella messa in scena ho eliminato gli orpelli, che stanno bene nei musei. Con Tommaso Mattei abbiamo ritradotto e riadattato il testo, in alcuni punti ho addirittura inserito delle espressioni che appartengono al mio modo di parlare, così da renderlo più mio. È un lavoro che mi ha permesso di scoprire tante cose di me.

Come hai lavorato con la compagnia?

Oltre agli attori dei ruoli principali – Valentina Cenni, Emiliano Masala e Benjamin Stender – ci sono gli ex allievi della Link Academy, la scuola che dirigo a Roma. Abbiamo lavorato bene, la messa in scena è sostenuta da un ritmo serrato e da tanta energia.

Le prossime date?

Dal 17 al 22 aprile siamo a Napoli, la mia città d'origine, il 26 e il 27 a L'Aquila, il 28 e il 29 a Teramo, ma lo spettacolo verrà sicuramente ripreso nella stagione prossima.

E se è vero che «Non si combatte solo per vincere. No, è più bello battersi quando la vittoria è incerta!…» (Cyrano di Bergerac, Atto V – Scena V) auguriamo ad Alessandro Preziosi tutte le vittorie che si merita.

10 APRILE 2012









_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 45, 46, 47 ... 52, 53, 54  Successivo
Pagina 46 di 54

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati