ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

La bellezza di Alessandro... riflessioni a margine
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
danits



Registrato: 06/12/11 11:52
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Dom Dic 11, 2011 20:12    Oggetto: La bellezza di Alessandro... riflessioni a margine Rispondi citando


Quando ci rapportiamo agli altri o ci confrontiamo con situazioni nuove non è facile farlo a mente e cuore “puliti”: spesso siamo condizionati dall'ambiente, dal nostro vissuto, dai giudizi altrui ed è molto facile, per questo motivo, perdere quella lucidità di ragionamento e quell'apertura emotiva che dovrebbero sempre sostenerci. Nei casi peggiori, chiudiamo la mente e il cuore e cadiamo nella trappola della superficialità, delle idee indotte: reagiamo in base a stereotipi e pregiudizi.
Nel caso specifico di un personaggio pubblico come Alessandro, mi è capitato di sentire giudizi che rivelavano una chiusura totale verso l'uomo Preziosi, al punto da svalutare tutto quello che lo riguarda e di sentirmi definire patetica per aver contrastato un'opinione fondata sul nulla, o meglio, su notizie manipolate ad arte con il preciso intento di denigrarlo.
Quello che mi ha colpito di più, tuttavia, è il senso di fastidio che avvertivo dietro alcuni giudizi, solo in parte spiegabile con un'adesione acritica alle “verità” preconfezionate.
Ho provato a chiedermi il motivo di tutto questo e credo che, alla fine, la risposta sia da ricercarsi nella scarsa omologazione di Alessandro ai modelli imposti e ai disvalori che informano la nostra società.
La sua prima, grave colpa, in un mondo dello spettacolo votato all'effimero, è quella di non puntare sull'aspetto fisico, di non concedere interviste su interviste a pseudogiornali; seconda colpa – ancor più grave –quella di non costruire la sua carriera esclusivamente sulle fiction tv e soprattutto di esprimere con sincerità la sua opinione riguardo al mondo mediatico.
Ale è, in primo luogo, un uomo profondo: una profondità che gli deriva dal suo modo d'essere, ma anche da una formazione culturale solida, fondata sulla voglia di conoscere, su buone letture, sullo studio, sull'approfondimento. Oggi, però, come ho scritto in un altro post, la cultura è considerata merce avariata da tanti... gli stessi che poi lo accusano di essere altezzoso, borioso solo perché non trovano nei suoi discorsi la superficialità e l'opportunismo imperanti.
E', inoltre, un uomo complesso, che si interroga costantemente e che sa bene di possedere, come tutti, un lato oscuro; a differenza di altri, però, lui ne parla e riconosce le sue debolezze e i suoi limiti, la difficoltà che a volte prova nel cercare di essere un uomo migliore per se stesso e per le persone che gli vivono accanto. E la sincerità, si sa, dà fastidio ai tanti che nella vita scelgono sempre di nascondere la polvere sotto il tappeto...
Infine, a equilibrare la mente, c'è in Alessandro un'anima sensibilissima: lo dimostra nel suo lavoro, dove la sola tecnica non basta (se non hai nulla dentro non puoi trasmettere sentimenti ed emozioni) e lo dimostra nel sociale, con un impegno mai sbandierato ma effettivo e reale. Chi vive chiuso nel suo egoismo, guardando solo al proprio interesse, nel privato come nel sociale, non riesce però a vedere l'anima, per cui non potrà mai capire.
Questo è il mio punto di vista, costruito su una conoscenza dell'artista e dell'uomo che è passata e passa attraverso le sue scelte artistiche ed umane, non attraverso la lettura di articoli a misura di un pubblico che si nutre del gossip più becero. Il vero Preziosi l'ho scoperto grazie al teatro, a testi come Le ultime ore di A.I. , alle letture di Pavese e Sant'Agostino e alle sue riflessioni a margine; grazie al modo in cui ha reagito a quell'enorme successo che gli è piovuto addosso ai tempi di Elisa convogliando energie su progetti concreti, su iniziative solidali piuttosto che su un facile sfruttamento della popolarità raggiunta.
E visto che siamo tutti, più o meno, condizionabili... sarà che ho conosciuto Ale prima a teatro e solo dopo l'ho visto in tv, ma io in lui vedo una bellezza interiore molto più grande di quella evidente, ma “facile”, oltre la quale troppi non sanno andare.
_________________


La bellezza nasce dalla nostra sensibilità, dalla nostra espressività; nasce da come riusciamo ad accarezzare e a cullare la nostra anima.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Adry



Registrato: 07/05/04 18:52
Messaggi: 3255
Residenza: provincia di Trapani

MessaggioInviato: Dom Dic 11, 2011 21:16    Oggetto: Rispondi citando


Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marilina



Registrato: 25/11/11 16:51
Messaggi: 3593
Residenza: OLBIA

MessaggioInviato: Lun Dic 12, 2011 00:53    Oggetto: Rispondi citando


io ho conosciuto Alessandro dalla tv..come ti ho detto in un altro topic purtroppo non ho avuto modo di seguire il teatro.
L'ho apprezzato la prima volta in Vivere,poi in Elisa di Rivombrosa,ne Il capitano e nell'ultima bellissima fiction Un amore e una vendetta..
non sono una critica,un'esperta ma vado a sensazioni.
In tv pochi attori 'bucano lo schermo' come fa lui.
Rende i suoi personaggi vivi,reali,emozionanti.L'espressività del viso,dei movimenti... della voce.In tv è facile essere uno dei tanti e lui non lo è.
I ruoli che ha scelto di interpretare poi, sempre tormentati,sempre difficili...con quella parte candida che si unisce alla parte scura...dell'essere buoni ma allo stesso tempo duri...che amano ma feriscono...
personaggi che ti entrano dentro, ti rispecchiano e ti fanno riflettere..
Mi sono sempre chiesta perchè riusciva a trasmettermi tanto e,con un giro diverso,sono giunta alla tua affermazione: se non hai nulla dentro non puoi che trasmettere il nulla...lui ha il grande dono di riuscire a far emozionare chi lo guarda e chi lo ascolta.
Alessandro come attore teatrale e come uomo l'ho scoperto da internet, da spezzoni, da letture, da interviste in cui ho avuto come te modo di apprezzare il suo amore per la cultura,per il lavoro reale,per lo studio...
ho scoperto con piacere una persona profonda,forte,con le idee chiare su quello che vuole e che vuole trasmettere, ma anche una persona sensibile che si impegna per gli altri....e alla fine sono approdata qui.
E questo sito mi ha dimostrato che non mi sbagliavo...
Il mettere a disposizione la sua immagine per uno scopo così bello quale quello di aiutare i bambini mi ha colpito tanto..
spero di riuscire un giorno o l'altro di vederlo a teatro dal vivo...
intanto seguiro' i suoi lavori da qui e cerchero' di fare un po' del mio per quest'associazione...come segno di stima e amicizia
Very Happy
_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
freccia tricolore 33



Registrato: 13/06/07 19:44
Messaggi: 16654
Residenza: Pisa

MessaggioInviato: Lun Dic 12, 2011 11:06    Oggetto: Alessandro per me è un fratellone d'oro Rispondi citando


La prima volta che lo vidi nella soap opera Vivere dissi ma questo ragazzo chi è? è stata la prima cosa che mi sono chiesta di lui,dopo ho capito che era una persona che poteva dare un qualcosa per se stesso e per gli altri.Il suo passato mi ha colpito molto,quello di essere sbattuto fuori casa perchè lui aveva scelto di non seguire i suoi genitori e fratelli tutti avvocati.Questa per me è una cosa che mi fa rabbia,però è anche un compenso alto della profondità che Alessandro ha ricercato per sconfiggere questo senso di mancato orgoglio nei confronti della sua famiglia.Poi c'è stata Elisa di Rivombrosa,beh li è stato un turbinio di sensazioni,di emozioni,gioie e soprattutto energia,e anche li mi sono chiesta ancora ma da dove viene all'improvviso questa energia? e ho capito che è stata lui a darmela con i suoi occhi,espressioni visive e soprattutto di lui mi piace il coraggio di voler cercare sempre la verità,sempre quella verità che anche umanamente lo possa fare stare bene con se stesso e con gli altri. Beh con l'Amleto è stata davvero ancora un'energia prorompente e a dirotto,ho scoperto ancora di più cos'abia voluto essere qui e dare aiuto a questa associazione ,a dare un senso emotivo al mio dolore per la perdita di mio padre riversandola sui bimbi che tanto hanno bisogno d'aiuto.Le sue più belle frasi? basta volerlo,basterebbbe poco basterebbe poco per un miracolo da Cristoforo Colombo,la dirompenza emotiva nell'Amleto che ci ha trasmesso,l'odio,l'amicizia,la speranza la tristezza l'angoscia,sono tutti elementi che fanno di Alessandro in ogni suo personaggio una profondità che lui la fa sua umanamente com'è giusto che sia perchè Alessandro fa questo mestiere perchè ha bisogno di comunicare a noi ma anche a questi bambini per un domani migliore cosa voglia dire essere adulti.Per me Alessandro è un fratellone d'oro,li voglio molto bene,sento un'affetto grande per lui ma equilibrato e soprattutto vero,non come dani e Marilina avete detto con persone che scrivono cavolate su di lui senza sapere com'è in realtà.
_________________
Adriana
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
franca3



Registrato: 20/02/10 20:06
Messaggi: 567

MessaggioInviato: Lun Dic 12, 2011 12:13    Oggetto: Rispondi citando




Top
Profilo Invia messaggio privato
danits



Registrato: 06/12/11 11:52
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Lun Dic 12, 2011 16:19    Oggetto: Rispondi citando


Marilina, Adriana, mi ha fatto piacere leggere i vostri interventi e non solo perché rivelano un sentire comune, ma anche in quanto dimostrano che, se si è capaci di andare oltre l'apparenza, poco conta il modo in cui si è conosciuto Ale. Io l'ho scoperto a teatro, voi attraverso la tv, però tutte e tre abbiamo colto, alla fine, un unico, predominante aspetto: la sua capacità di comunicare, di trasmettere emozioni e di far riflettere attraverso i personaggi che interpreta, le parole spese per raccontare se stesso e il suo mondo.
Credo che tutti quelli che frequentano questo forum abbiano per Ale un'ammirazione consapevole, che non nasce dall'adorazione acritica del personaggio pubblico, ma da una conoscenza del suo essere, al di là dell'apparenza... certo, nessuno di noi potrà dire di conoscerlo fino in fondo, anche perché non si può mai entrare del tutto nella mente e nel cuore di un'altra persona, ma quello che traspare è qualcosa di davvero prezioso: un'anima generosa, una mente e un cuore che corrono liberi, dietro un progetto o un sogno.
E lui, come si vede? Su Glamour si descrive così:
"Se non avessi inclinazione a addormentarmi e potessi svegliarmi privo di ogni ammuffita abitudine... sono sicuro, mi sentirei più a mio agio nel ritrovare il profumo e il senso del mio passato e della mia natura. Ma non mi arrendo: oceani sono passati sotto i ponti e io non mi spavento. Tra grandi sogni realizzati, una canzone a occhi chiusi cantata davanti a un pubblico o l'emozione di un figlio che ti dice "Bravo papà'" o "Mi dai un consiglio papo" questa vita scorre. La sintesi mi è sempre mancata e per questo ringrazio Glamour che mi chiede di tirar le somme".
_________________


La bellezza nasce dalla nostra sensibilità, dalla nostra espressività; nasce da come riusciamo ad accarezzare e a cullare la nostra anima.
Top
Profilo Invia messaggio privato
franca3



Registrato: 20/02/10 20:06
Messaggi: 567

MessaggioInviato: Mar Dic 13, 2011 16:25    Oggetto: Rispondi citando


lui pensa troppo e a volte i i pensieri si bisticciano nella testa..non entrano tutti e si bisticciano...





Alessandro...hai troppe idee...pensi troppo..pensa di meno



Top
Profilo Invia messaggio privato
anticlaudia



Registrato: 19/11/09 09:46
Messaggi: 1530
Residenza: francavilla fontana (BR)

MessaggioInviato: Mar Dic 13, 2011 21:27    Oggetto: Rispondi citando


Bella l'idea di questo topic... Very Happy danits io sono in gran parte d'accordo con te!E questo topic cade proprio a pennello oggi che,dopo aver rivisto una puntata di "elisa" mi sono riportata all'inizio di tutto...con la convinzione che sia importantissimo tenere presente da dove si è partiti per ammirare dove si è arrivati...io ho conosciuto Ale in "Elisa",prima non lo avevo mai visto nè mai sentito,perchè non vedo le soap-opere anche per esigenze di studio... La verità?Non mi ha colpito subito per la sua bellezza...forse ero ancora piccolina,ma io mi sono innamorata di Fabrizio Ristori per il personaggio che era...all'epoca non pensavo ad Ale come attore,pensavo al eprsonaggio...attratta dalla complicità tra i due attori,mi sono iniziataa d interessare anche alla vita dei due attori protagonisti e,che ve lo dico a fare,mi sono accorta che sotto ai personaggi di Elisa e Fabrizio c'erano due persone anche migliori...ricordo ancora il primo articolo in cui Ale parlava di Adricesta:pensai subito che aveva un grande cuore,proprio perchè a differenza di tanti altri lui non uso il suo impegno solidale per farsi pubblicità,lo fa perchè crede davvero nei principi di solidarietà...subito dopo "Elisa" e la sua scelta di non conitnuare la seconda serie,prima lo ho odiato,lo ammetto si,poi l'ho capito:ho capito il suo bisogno per affermarsi come attore e non come mito...e la scelta che dimostra come lui faccia questo mestiere per amore,per passione,perchè è la sua vera indole...è stata quella di non ababndonare mai il teatro,ma anzi di impegnarsi in un coinvolgimento di un pubblico giovane e dai risultati ottenuti con l"Amleto" direi che ci è riuscito egreggiamente. E' stato poi un susseguirsi nel seguire i suoi lavori,un viaggio alla scoperta di un artista che riesce sempre a lasciare una parte di sè nei suoi personaggi e che riesce sempre a mostrare una sfumatura in più...ora sono qui,lo seguo da otto anni e mi sento onorata di avere avuto la possibilità anche di incontrarlo...dopo i miei incontri,oltre all'artista,ho conosciuto l'uomo...perchè guardarlo in quello specchio di acuqa cristallina che sono i suoi occhi fa più di tati anni passati a seguirlo...la forza e la bellezza di Ale,per me è la sua unicità...la sua capacitòà di essere se stesso...e di non lasciarsi cambiare da un mondo come può essere quello dello spettacolo...ha la capacità di emozionarsi ed è questo che trasmette al pubblico:EMOZIONI,il più gran regalo che un artista possa fare al proprio pubblico. Per me è questa la bellezza di Ale,che prescinde i giornalietti e i varii giochetti messi su dal gossip...ma che si ritrova nella grandissima capacità di Ale di trasmettere, di arrivare alla gente...ed è per come è che io non smetterò mai di ringraziarlo,perchè secondo me,lo dico smepre e non mi stancherò mia di dirlo,è un grande artista e un granidssimo uomo...
_________________
ALE IO CREDO IN TE

...<Gli angeli vengono se tu li preghi,e quando arrivano ti guardano,ti sorridono e se ne vanno....per lasciarti un sogno lungo una notte ma che vale una vita...vivilo a fondo perchè lui non torna più!>...(T.F.)

Antonella
Top
Profilo Invia messaggio privato
cinzia76



Registrato: 10/07/08 16:50
Messaggi: 8419
Residenza: PROVINCIA DI VENEZIA

MessaggioInviato: Mer Dic 14, 2011 01:40    Oggetto: Rispondi citando


Ciao Dani grazie per aver aperto questo topic Very Happy !
Io ho scoperto Alessandro in Vivere...ero una ragazzina all'epoca inutile negare che mi aveva colpito il suo aspetto fisico Very Happy !Ricordo che cercavo notizie sui giornali...all'epoca non era come adesso che tutti hanno il pc a casa...io non lo avevo e ogni volta che andavo a casa di mio cugino gli facevo cercare notizie...questo per anni finche' vidi per la prima volta questo sito di Adricesta ma potei iscrivermi solo poco piu' di 2 anni fa' quando ci comprammo il computer....
Credo che Alessandro sia l'esempio lampante di come una persona possa seguire i propri ideali e valori rimanendo se stesso, mantenendo i piedi per terra, restando umile e spontaneo sempre e comunque ignorando la sterilita' dell'apparenza e della superficialita'....
Oltre che un grande attore considero Alessandro una grandissima e bellissima persona con un cuore grande e puro, che ha saputo "pilotare" il suo successo in un fine solidale...credo fermamente nel detto che dice che gli occhi sono lo specchio dell'anima...beh i suoi occhi sono bellissimi proprio come la sua anima....pura e vera...
Ha il grande dono di calarsi perfettamente in ogni ruolo che interpreta dando l'impressione di non dargli solo il volto e la voce....arricchisce ogni ruolo con i suoi sguardi e con le sue espressioni che valgono molto di piu' di tante parole...i suoi occhi parlano...e quando parla lui beh....io adoro sentirlo parlare perche', non e' mai banale, superficiale e scontato....c'e' sempre un significato profondo in ogni cosa che dice...starei ad ascoltarlo per ore...credo che abbia una grande testa!
Lo ammiro come attore ma ancor di piu' lo stimo come persona perche' e' un'anima speciale....lo considero un fratello, un amico e gli voglio davvero un mondo di bene...gli auguro ogni bene perche' e' una persona speciale e merita solo il meglio Wink !
Un bacio a tutte Razz !

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
danits



Registrato: 06/12/11 11:52
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Mer Dic 14, 2011 11:09    Oggetto: Rispondi citando


Claudia, Cinzia, grazie di aver condiviso le vostre sensazioni e riflessioni. Su un punto, a quanto vedo, concordiamo tutte: le emozioni che Ale comunica attraverso lo sguardo sono il suo punto di forza, come attore e come uomo.
Nel suo sguardo si riflette una bellezza interiore fatta di grande sensibilità e onestà… c'è verità nei suoi occhi e gli occhi di una persona non tradiscono mai: raccontano sempre quello che uno è davvero.
Tempo fa ho riportato altrove un commento sullo sguardo di Ale inviatomi da un'amica, che a mala pena conosce il nostro come attore e non lo segue. Dato che è appassionata di musica, dopo l'esibizione di Ale a Io canto le avevo segnalato i link dei video, aggiungendo scherzosamente: "guarda qui, è nata una nuova stella nel panorama musicale!"
La sua risposta mi ha spiazzato… queste le sue parole:
"C'è bellezza nel suo sguardo... non mi riferisco alla bellezza estetica, che è chiaramente visibile a un qualunque occhio osservante... faccio riferimento agli sprazzi di anima che si intravedono... c'è dolore, sofferenza... fatica, bellezza...... purezza... pulizia.......io son rimasta senza parole, con molte emozioni sulla pelle......."
Evidentemente, quello che noi leggiamo nel suo sguardo arriva anche a chi di lui sa ben poco.
Al di là dello sguardo, ciò che lo distingue è la volontà di non nuotare mai in superficie. Le sue parole rivelano profondità di pensiero, complessità, il non accontentarsi di risposte facili: qualità che pochi hanno, in un mondo in cui tanti galleggiano senza porsi troppe domande.
... e anche per oggi ho scritto il consueto panegirico del nostro Alexandros! Laughing
Un abbraccio a chi passa di qui
_________________


La bellezza nasce dalla nostra sensibilità, dalla nostra espressività; nasce da come riusciamo ad accarezzare e a cullare la nostra anima.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cinzia76



Registrato: 10/07/08 16:50
Messaggi: 8419
Residenza: PROVINCIA DI VENEZIA

MessaggioInviato: Mer Dic 14, 2011 23:56    Oggetto: Rispondi citando


Ciao Dani
la tua amica ha proprio ragione...anch'io quando ho visto Ale cantare a "Io Canto" sono rimasta impressionata....istintivamente ho pensato "Mamma mia com'e' bello" Very Happy !Ma non intendevo bello esteticamente....e' un dato di fatto che lo sia ma ho imparato ad apprezzarlo molto di piu' per la sua interiorita' che per la sua esteriorita' perche' Ale stesso mi ha insegnato che si deve andare oltre a un bel faccino...perche' dentro c'e' molto ma molto di piu' Very Happy !Mentre cantava il suo sguardo sembrava che parlasse...sorrideva lui ma sorridevano i suoi occhi...in quel momento era emozionato e felice...non c'era bisogno che lo dicesse...lo dicevano i suoi occhi....
E' un'anima pura....una perla rara ed io sono onorata di conoscerlo e di seguirlo Wink !
Un bacio!

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3635
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Ven Dic 16, 2011 00:24    Oggetto: Rispondi citando


anticlaudia ha scritto:
Bella l'idea di questo topic... Very Happy danits io sono in gran parte d'accordo con te!E questo topic cade proprio a pennello oggi che,dopo aver rivisto una puntata di "elisa" mi sono riportata all'inizio di tutto...con la convinzione che sia importantissimo tenere presente da dove si è partiti per ammirare dove si è arrivati...io ho conosciuto Ale in "Elisa",prima non lo avevo mai visto nè mai sentito,perchè non vedo le soap-opere anche per esigenze di studio... La verità?Non mi ha colpito subito per la sua bellezza...forse ero ancora piccolina,ma io mi sono innamorata di Fabrizio Ristori per il personaggio che era...all'epoca non pensavo ad Ale come attore,pensavo al eprsonaggio...attratta dalla complicità tra i due attori,mi sono iniziataa d interessare anche alla vita dei due attori protagonisti e,che ve lo dico a fare,mi sono accorta che sotto ai personaggi di Elisa e Fabrizio c'erano due persone anche migliori...ricordo ancora il primo articolo in cui Ale parlava di Adricesta:pensai subito che aveva un grande cuore,proprio perchè a differenza di tanti altri lui non uso il suo impegno solidale per farsi pubblicità,lo fa perchè crede davvero nei principi di solidarietà...subito dopo "Elisa" e la sua scelta di non conitnuare la seconda serie,prima lo ho odiato,lo ammetto si,poi l'ho capito:ho capito il suo bisogno per affermarsi come attore e non come mito...e la scelta che dimostra come lui faccia questo mestiere per amore,per passione,perchè è la sua vera indole...è stata quella di non ababndonare mai il teatro,ma anzi di impegnarsi in un coinvolgimento di un pubblico giovane e dai risultati ottenuti con l"Amleto" direi che ci è riuscito egreggiamente. E' stato poi un susseguirsi nel seguire i suoi lavori,un viaggio alla scoperta di un artista che riesce sempre a lasciare una parte di sè nei suoi personaggi e che riesce sempre a mostrare una sfumatura in più...ora sono qui,lo seguo da otto anni e mi sento onorata di avere avuto la possibilità anche di incontrarlo...dopo i miei incontri,oltre all'artista,ho conosciuto l'uomo...perchè guardarlo in quello specchio di acuqa cristallina che sono i suoi occhi fa più di tati anni passati a seguirlo...la forza e la bellezza di Ale,per me è la sua unicità...la sua capacitòà di essere se stesso...e di non lasciarsi cambiare da un mondo come può essere quello dello spettacolo...ha la capacità di emozionarsi ed è questo che trasmette al pubblico:EMOZIONI,il più gran regalo che un artista possa fare al proprio pubblico. Per me è questa la bellezza di Ale,che prescinde i giornalietti e i varii giochetti messi su dal gossip...ma che si ritrova nella grandissima capacità di Ale di trasmettere, di arrivare alla gente...ed è per come è che io non smetterò mai di ringraziarlo,perchè secondo me,lo dico smepre e non mi stancherò mia di dirlo,è un grande artista e un granidssimo uomo...


Anche io ho conosciuto Alessandro in TV in "Elisa" e da allora ho seguito tutti i suoi lavori, tranne quelli in teatro. Lui non è mai venuto nella mia città e me ne dispiace. L'ho sempre ammirato e apprezzato proprio per le emozioni che riesce a regalare in ogni cosa che fa. In S. Agostino è stato superlativo!!! In Edda Ciano e Il Comunista è stato grandioso e sensuale! Ne "Il Capitano" è stato molto, ma molto bravo! l'ultima fiction appena conclusa è stata superlativa....l'ho già rivista tre volte!!!! Forse ne sono malata talmente mi ha preso la sua recitazione e la sua fisicità (occhi ammalianti e sensuali...come la sua splendida voce!). Ho visto tutti i suoi film! La sua bellezza è relativa, passa quasi in secondo piano.....perchè lui è bravo e basta! I suoi occhi espressivi parlano per lui. Ho letto quasi tutte le sue interviste. L'ho visto in Tv quando ha letto in diverse manifestazioni e sentire la sua voce è una emozione che ti penetra e non si scorda! Lo stimo come persona per ciò che fa per i bambini e gli fa onore. Mi piacerebbe conoscerlo di persona per potergli stringere la mano e dirgli "grazie per le emozioni che mi regali".....ma forse non accadrà mai.....e allora mi accontento di seguirlo quì.....in Tv......al cinema.....sui giornali....e spero presto in teatro (che per me sarebbe il massimo!) e mi illudo di sentirmi una sua amica anche se lui non mi conosce; e poi....scrivere quì e pensare che lui mi legga.....mi rende felice. Mi sembra quasi di conoscerlo!!!! Ciao
Mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3635
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Ven Dic 16, 2011 00:35    Oggetto: Rispondi citando


danits ha scritto:
Claudia, Cinzia, grazie di aver condiviso le vostre sensazioni e riflessioni. Su un punto, a quanto vedo, concordiamo tutte: le emozioni che Ale comunica attraverso lo sguardo sono il suo punto di forza, come attore e come uomo.
Nel suo sguardo si riflette una bellezza interiore fatta di grande sensibilità e onestà… c'è verità nei suoi occhi e gli occhi di una persona non tradiscono mai: raccontano sempre quello che uno è davvero.
Tempo fa ho riportato altrove un commento sullo sguardo di Ale inviatomi da un'amica, che a mala pena conosce il nostro come attore e non lo segue. Dato che è appassionata di musica, dopo l'esibizione di Ale a Io canto le avevo segnalato i link dei video, aggiungendo scherzosamente: "guarda qui, è nata una nuova stella nel panorama musicale!"
La sua risposta mi ha spiazzato… queste le sue parole:
"C'è bellezza nel suo sguardo... non mi riferisco alla bellezza estetica, che è chiaramente visibile a un qualunque occhio osservante... faccio riferimento agli sprazzi di anima che si intravedono... c'è dolore, sofferenza... fatica, bellezza...... purezza... pulizia.......io son rimasta senza parole, con molte emozioni sulla pelle......."
Evidentemente, quello che noi leggiamo nel suo sguardo arriva anche a chi di lui sa ben poco.
Al di là dello sguardo, ciò che lo distingue è la volontà di non nuotare mai in superficie. Le sue parole rivelano profondità di pensiero, complessità, il non accontentarsi di risposte facili: qualità che pochi hanno, in un mondo in cui tanti galleggiano senza porsi troppe domande.
... e anche per oggi ho scritto il consueto panegirico del nostro Alexandros! Laughing
Un abbraccio a chi passa di qui


Che coincidenza.....anche io quando ho visto Alessandro in "Io Canto" e l'ho sentito cantare, e ho visto i suoi splendidi occhi....ho pensato le stesse cose di lui!!!!! a parte il fatto che canta benissimo e ha una voce intensa e sensualissima.....si vede che è una bella persona....piena di sentimenti e di umanità!!! Penso che sia anche un bravo papà...compatibilmente con i suoi innumerevoli impegni di lavoro e i suoi figli saranno fieri e orgogliosi di lui! Alessandro è proprio bello "dentro"......! Un abbraccio e un saluto amichevole a tutte le amiche che gli vogliono bene.
Mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3635
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Ven Dic 16, 2011 00:45    Oggetto: Re: La bellezza di Alessandro... riflessioni a margine Rispondi citando


danits ha scritto:
Quando ci rapportiamo agli altri o ci confrontiamo con situazioni nuove non è facile farlo a mente e cuore “puliti”: spesso siamo condizionati dall'ambiente, dal nostro vissuto, dai giudizi altrui ed è molto facile, per questo motivo, perdere quella lucidità di ragionamento e quell'apertura emotiva che dovrebbero sempre sostenerci. Nei casi peggiori, chiudiamo la mente e il cuore e cadiamo nella trappola della superficialità, delle idee indotte: reagiamo in base a stereotipi e pregiudizi.
Nel caso specifico di un personaggio pubblico come Alessandro, mi è capitato di sentire giudizi che rivelavano una chiusura totale verso l'uomo Preziosi, al punto da svalutare tutto quello che lo riguarda e di sentirmi definire patetica per aver contrastato un'opinione fondata sul nulla, o meglio, su notizie manipolate ad arte con il preciso intento di denigrarlo.
Quello che mi ha colpito di più, tuttavia, è il senso di fastidio che avvertivo dietro alcuni giudizi, solo in parte spiegabile con un'adesione acritica alle “verità” preconfezionate.
Ho provato a chiedermi il motivo di tutto questo e credo che, alla fine, la risposta sia da ricercarsi nella scarsa omologazione di Alessandro ai modelli imposti e ai disvalori che informano la nostra società.
La sua prima, grave colpa, in un mondo dello spettacolo votato all'effimero, è quella di non puntare sull'aspetto fisico, di non concedere interviste su interviste a pseudogiornali; seconda colpa – ancor più grave –quella di non costruire la sua carriera esclusivamente sulle fiction tv e soprattutto di esprimere con sincerità la sua opinione riguardo al mondo mediatico.
Ale è, in primo luogo, un uomo profondo: una profondità che gli deriva dal suo modo d'essere, ma anche da una formazione culturale solida, fondata sulla voglia di conoscere, su buone letture, sullo studio, sull'approfondimento. Oggi, però, come ho scritto in un altro post, la cultura è considerata merce avariata da tanti... gli stessi che poi lo accusano di essere altezzoso, borioso solo perché non trovano nei suoi discorsi la superficialità e l'opportunismo imperanti.
E', inoltre, un uomo complesso, che si interroga costantemente e che sa bene di possedere, come tutti, un lato oscuro; a differenza di altri, però, lui ne parla e riconosce le sue debolezze e i suoi limiti, la difficoltà che a volte prova nel cercare di essere un uomo migliore per se stesso e per le persone che gli vivono accanto. E la sincerità, si sa, dà fastidio ai tanti che nella vita scelgono sempre di nascondere la polvere sotto il tappeto...
Infine, a equilibrare la mente, c'è in Alessandro un'anima sensibilissima: lo dimostra nel suo lavoro, dove la sola tecnica non basta (se non hai nulla dentro non puoi trasmettere sentimenti ed emozioni) e lo dimostra nel sociale, con un impegno mai sbandierato ma effettivo e reale. Chi vive chiuso nel suo egoismo, guardando solo al proprio interesse, nel privato come nel sociale, non riesce però a vedere l'anima, per cui non potrà mai capire.
Questo è il mio punto di vista, costruito su una conoscenza dell'artista e dell'uomo che è passata e passa attraverso le sue scelte artistiche ed umane, non attraverso la lettura di articoli a misura di un pubblico che si nutre del gossip più becero. Il vero Preziosi l'ho scoperto grazie al teatro, a testi come Le ultime ore di A.I. , alle letture di Pavese e Sant'Agostino e alle sue riflessioni a margine; grazie al modo in cui ha reagito a quell'enorme successo che gli è piovuto addosso ai tempi di Elisa convogliando energie su progetti concreti, su iniziative solidali piuttosto che su un facile sfruttamento della popolarità raggiunta.
E visto che siamo tutti, più o meno, condizionabili... sarà che ho conosciuto Ale prima a teatro e solo dopo l'ho visto in tv, ma io in lui vedo una bellezza interiore molto più grande di quella evidente, ma “facile”, oltre la quale troppi non sanno andare.


Condivido queste riflessioni sulla "bellezza" di Alessandro!!!!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
chicca66



Registrato: 14/10/11 00:02
Messaggi: 274
Residenza: FIrenze

MessaggioInviato: Ven Dic 16, 2011 00:58    Oggetto: ciao Cinzia, Rispondi citando


amica sui campi di calcio,piano piano imparo a seguirvi qua e la...
credo di capire cosa tu voglia dire che sei onorata di conoscere e seguire Alessandro perchè una delle cose che mi ha spinto a conoscere da vicino Adricesta è stato anche il fatto che ha un testimonial "vero".(troppi sono quelli scappa e fuggi e ne ho cosciuti,fanno una rabbia!)
artisticamente confesso di aver riscoperto Preziosi in una ospitata nella terza camera del parlamento di mister Vespa in occasione di Edda Ciano e il comunista. mi incuriosì la storia e dopo averlo sentito" trasmettere"le emozioni del protagonista sono andata a rivedermi quel che mi ero persa.
forse non ero in vena romantica,ma anche avevo poco tempo per la tv, Elisa e gli altri lavori,a parte S. Agostino,superlativo, li avevo visti di sfuggita...non me ne voglia ho rimediato!!! ho scoperto un attore vibrante, un comunicatore di cultura e umanità,tant'è che a mio modesto parere quando ha a disposizione una trama storica è verissimo e superlativo.8il conte di montecristo mi è tornato a mente sul serio)! non vedo l'ora di apprezzarlo anche a teatro.
alla prossima
Moni
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy