ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I NOSTRI INCONTRI
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 189, 190, 191
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Mer Lug 24, 2019 08:00    Oggetto: PREZIOSI recita LA NOTTE DI GIBELLINA e suites dal MOBY DICK Rispondi citando





Alessandro Preziosi official Forum vi invita al ricordo




a più di 51 anni dal terremoto, nella Valle del Belìce,

"Il TEATRO in cuffia nel silenzio del Grande CRETTO"

Città di Gibellina|Fondazione Orestiadi; Khora.teatro


26 luglio 2019, dalle 18:30, ALESSANDRO PREZIOSI

legge LA NOTTE DI GIBELLINA di Massimo Recalcati,

Istituzione L'Idea - opera teatrale in Prima Nazionale


per rendere omaggio artistico alla memoria del luogo

"MOBY DICK suite at Grande Cretto", Preziosi (voce)

Paky Di Maio (live electronics) e Giana Guiana (voce)










"Il testo de LA NOTTE DI GIBELLINA è una radiografia ideologica e poetica di quello che è stato l’intervento di Alberto Burri sulla Gibellina devastata dalle macerie. Recalcati immagina da un lato, il pensiero dell’artista, si pone di fronte al Cretto che copre un evento irrimediabile; dall’altro è la voce di due simbolici abitanti di Gibellina che ricordano la cittadina come era prima. Il silent sound fa il resto: un tentativo di coinvolgere chi recita, chi suona e chi ascolta in una grande apnea sonora. Chi si affaccia sul Cretto, ne coglie subito la sua magnificenza cromatica. Quando il bianco smette di essere un colore innocente e puro, come un abito di nozze o di battesimo, e diventa mistero, dolore e tenebra, un colore da temere. Il Cretto richiede silenzio e una grande purezza d’animo. E non credo che tutti i momenti siano giusti per vedere questo luogo".


Alessandro Preziosi omaggerà il Grande Cretto con un ulteriore intervento teatrale, recitando frammenti di MOBY DICK, uno dei più importanti capolavori della letteratura americana e mondiale, con la drone music di Paky Di Maio e contributo di Giana Guiana.


Il Teatro in cuffia nel silenzio del Grande Cretto” è organizzato dal Comune di Gibellina in collaborazione con la Fondazione Orestiadi.







“Il Cretto di Gibellina di Burri non è solo un gesto umanissimo di pietas. Non si limita a commemorare poeticamente una tragedia. Esso mostra il valore profondo che accompagna l’azione dell’arte in quanto tale: la morte non è l’ultima parola sulla vita, la forma dell’opera salva il mondo dal puro orrore”.- commenta Recalcati.


La ricostruzione del paese, completamente distrutto nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968, portò alla creazione di una nuova realtà, chiamata Gibellina Nuova, dove l'allora sindaco Ludovico Corrao chiamò a sé, con un atto di responsabilità civile, i più importanti artisti del panorama contemporaneo. Alberto Burri, unico tra questi, scosso dall'immagine delle rovine, volle la sua opera nella vecchia città lacerata. L'intervento dell'artista, che ricoprì l'intera Gibellina Vecchia con una distesa di cemento che tiene salde le materie e i ricordi, sancisce un legame tra il bisogno di elaborazione del trauma e lo scenario storico in cui esso si materializza, antico e mitico. Il Grande Cretto di Gibellina, la Land Art più grande al mondo, iniziata nel 1985, fu completata postuma nel 2015.








BIGLIETTI PER LO SPETTACOLO sono ancora disponibili tramite:


LIVE TICKET - Informazioni - Gloria Lo Bue - telef. 3426114182

glorialobueteatrolidea@gmail.com; https://www.liveticket.it/evento.aspx?Id=253647


COMUNE DI GIBELLINA - Ufficio Cultura - telefono 0924985140


e anche sul posto presso la BIGLIETTERIA del GRANDE CRETTO



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3670
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Sab Lug 27, 2019 12:39    Oggetto: La notte di Gibellina Rispondi citando


Caro Ale so che è stato un gran successo e tu eri emozionato e hai sofferto il caldissimo della giornata e serata!!!

Quanto mi è dispiaciuto non esserci ad omaggiarti, proprio quando eri nella mia terra. Sad
L'importante è che sia andato tutto bene e tu...nonostante il caldo...sia stato contento dell'apprezzamento del pubblico! Laughing Laughing
Grazie per l'omaggio che hai fatto alla valle del Belìce ...dimostri sempre la tua sensibilità.

a presto e un abbraccio Very Happy Very Happy
mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Dom Lug 28, 2019 08:24    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI legge LA NOTTE DI GIBELLINA - recensione Rispondi citando





"LA NOTTE DI GIBELLINA" e la recensione su TP24.IT




ha scritto:




Con Alessandro PREZIOSI, un tramonto magico

al Cretto, celebrando la memoria di GIBELLINA.





Sono tanti gli ingredienti che possono rendere unica ed indimenticabile una messa in scena teatrale. Se metti insieme un attore di grande esperienza che vive il palcoscenico come la sua seconda casa; un autore che è anche un affermato studioso che ha saputo conquistare pure il pubblico televisivo; un luogo intriso di memoria che è diventato la più grande opera di Land Art al mondo; un momento della giornata che è quello che più incanta, soprattutto in estate; un esperimento tecnologico che permetta al pubblico di immergersi completamente nella voce recitante e nella musica che le ricama addosso, non può che essere pura magia.

Ieri, al Cretto di Burri, in quella che fino a cinquantuno anni fa era una città che pulsava di vita ed oggi è un vero e proprio simbolo di quella che è l’arte contemporanea, un sudario di pietra, sognato e voluto dall'artista umbro, come a fermare nell'eternità le lacrime ed il sangue coperti dalle macerie, è andata in scena "LA NOTTE DI GIBELLINA", testo teatrale scritto da Massimo Recalcati, noto psicanalista e docente, ma anche scrittore e conduttore tv, che dopo quaranta anni, con questo testo è tornato a quello che è il suo primo grande amore, la scrittura teatrale.

Ad immergersi nell’atmosfera del racconto insieme al pubblico ed a chi stava con lui in scena su una delle isole del bianco Cretto (un musicista come Paky Di Maio ed una cantante dalla voce di sirena come Giana Guaiana), è stato Alessandro Preziosi, emozionato ma al tempo stesso sicuro davanti alla platea. Emozionato e commosso, perché insieme a chi era lì ad ascoltarlo e ad uno scenario naturale che ti immerge nella natura intorno, a 360 gradi, era consapevole che stava dando vita ad un evento che rimarrà a lungo nella memoria dei gibellinesi (accorsi in massa da quella che è la loro casa adesso, Gibellina Nuova, ricostruita a valle, a chilometri e chilometri di distanza, in territorio di Salemi), ma anche di tutti gli abitanti della Valle del Belìce. Molti infatti gli spettatori provenienti dai paesi a pochi chilometri dal Cretto, come Partanna, Santa Ninfa, Salemi, ma anche da distanze maggiori, con pullman organizzati da tutta la Sicilia.

Gli spettatori, salendo a piedi tutti insieme al Cretto, come un religioso pellegrinaggio che sotto il sole cocente genera fatica, ma ti ripaga di gioia, sembravano già consapevoli di quello di cui sarebbero stati protagonisti: un incanto al tramonto, quello che porta refrigerio al corpo ed allo spirito.

Il testo di Recalcati è stato il racconto di quello che fu, ma di quello che può essere ancora Gibellina: si muore solo per rinascere. Ed i gibellinesi lo hanno dimostrato con quello che sono oggi: popolo resiliente, che si è dato da fare duramente per riprendere la sua vita in altro luogo, ma che adesso sa che è stato ripagato di tutto questo.

L’evento di ieri sera al Cretto è il secondo capitolo di un progetto molto più grande (nato con il sostegno e la complicità del vicesindaco di Gibellina, Tanino Bonifacio), e cioè un cortometraggio realizzato dallo stesso Preziosi in qualità di regista e produttore che ricorda e celebra tutto il Belìce, come luogo che ha vissuto un terribile terremoto, che ha perso tanto ma che ha ancora tanto da dire e da dare agli altri. Il pubblico ha ascoltato interamente in cuffia la voce di Preziosi, in un nuovo esperimento in quadrifonia, che si allargherà ai teatri nazionali, per permettere allo spettatore di vivere più intensamente il testo teatrale portato in scena.

Come dono finale per il pubblico presente, Alessandro Preziosi ha letto un toccante estratto dal "MOBY DICK" di Melville, capolavoro della letteratura mondiale, che sta portando in scena sui palcoscenici estivi di tutta Italia, in questa stagione 2019.



recensione di Enza Adriana Russo, 27/07/19, pubblicata via TP24.It Cultura





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Dom Lug 28, 2019 15:44    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI legge LA NOTTE DI GIBELLINA - recensione Rispondi citando



ha scritto:




.. Alessandro Preziosi recita Massimo Recalcati

...La memoria di GIBELLINA nel Grande Cretto









Sul Grande Cretto di Gibellina realizzato da Alberto Burri dopo il terremoto del 1968 nella Valle del Belice e simbolo di una ferita mai rimarginata un foltissimo pubblico ha assistito e vissuto un'emozione unica, commovente, che ha toccato profondamente il cuore di ogni persona.

L'interpretazione di Alessandro Preziosi ha narrato del Grande Cretto attraverso la pura e alta poesia di Massimo Recalcati.

L’opera teatrale è stata accompagnata da Paky Di Maio al Drone Music e Giana Guaiana Vocals.

“Questo cemento – si legge nel testo di Recalcati - è la memoria ancora viva. Racconta il genere umano perduto. Ed è un cemento ancora vivo. Racconta la luce contro il buio. La vita contro la morte. (…) Perché noi non siamo fatti per morire, ma per continuare a nascere infinite volte. (…) In questo tramonto. Nel cemento. Saremo vivi per sempre”.



di Giuseppe Recca, 27/07/19 - pubblicato via LASICILIA.IT - Notizie locali






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2019 14:29    Oggetto: foto: PREZIOSI ne LA NOTTE DI GIBELLINA, suite dal MOBY DICK Rispondi citando






































Adry ha scritto:



Le immagini di ieri che preferisco. E sono mie e voglio regalarle al Forum di www.alessandropreziosi.tv - non sono foto perfette, ma esprimono quello che è Alessandro Preziosi artista: finito il suo lungo ed acclamato reading, saluta con entusiasmo e vera gioia il pubblico, come a dire: Ce l'ho fatta! Grazie!!

Poi va in lontananza e si siede beato per terra, sfinito, per godersi anche lui lo spettacolo: un magnifico pubblico in uno scenario incantato, oasi di serenità. -
27 luglio 2019








ringraziamo Adry per il pensiero riservato al Forum ufficiale, per
aver recato il nostro saluto ad Alessandro, e per questo souvenir





benvenuti! siete in Alessandro Preziosi official FORUM

questo è l'unico sito WEB personale aperto dall'artista

da 15 anni dedicato a progetti solidali Adricesta Onlus




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
diola



Registrato: 15/06/19 09:59
Messaggi: 8
Residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2019 21:44    Oggetto: Rispondi citando


L'umiltà è ormai cosa rara
_________________
Diola
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3606
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Gio Ago 01, 2019 16:03    Oggetto: Rispondi citando


Grande, grande... GRANDE Ale!!!

Baci con grande affetto da Madrid.

Marisol
_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Sab Ago 24, 2019 10:10    Oggetto: TOTO' OLTRE LA MASCHERA, Chiavari (GE) DIONISIO FESTIVAL '19 Rispondi citando





Alessandro Preziosi official Forum saluta la Liguria al


"DIONISIO Festival"- piazza Gagliardo (dei Pescatori)

CHIAVARI (GE) - 28 agosto 21:30 - ingresso gratuito

l'esordio vincente della Rassegna Teatrale chiude con








TOTO' OLTRE LA MASCHERA Omaggio ad ANTONIO

DE CURTIS
, reading di ALESSANDRO PREZIOSI con

Daniele Bonaviri, chitarra live - prod. KHORA.teatro





Il 15 aprile 1967 scompariva un attore senza eguali, capace di dare voce con la sua straordinaria ”rivoluzione del linguaggio”, con le sue smorfie e i suoi lazzi verbali all’Italia del Dopoguerra. A cinquantadue anni dalla sua morte Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfiro – genito Gagliardi de Curtis di Bisanzio, più romanticamente Totò, non ha mai smesso di farci sentire la sua presenza.
Non lo ha fatto la sua maschera, emblema sorridente e triste del sottoproletariato urbano in un’Italia schiacciata ma viva, e non lo ha fatto l’uomo, nostalgico e fragile, che con quella maschera sembrava avere poco o niente a che fare. La lettura tra lettere, interviste, frammenti, musica e poesia ripercorre la carriera dell’attore partendo idealmente dal suo rapporto con il teatro, che con apparente paradosso meglio di altro può servire come chiave per mettere a nudo l’uomo oltre la maschera dell’interprete.
Perché sono esistiti un Totò e un Antonio De Curtis. E per entrambi non si può che avere, parafrasando una sua canzone, “soltanto una parola: amore e niente più”.







Il Dionisio Festival, è rassegna teatrale organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Chiavari e dal direttore artistico, l'attore Davide Paganini, con il patrocinio di Regione Liguria e della Camera di Commercio di Genova, con la media partnership de Il Secolo XIX.

Chiavari è la capitale del Tigullio, centro commerciale e residenziale, cuore finanziario; ma è anche una splendida località della Riviera di Levante da scoprire per i turisti. Con il suo centro storico medievale e i suoi portici ottocenteschi apre scorci panoramici di incomparabile bellezza: è una città “a misura d’uomo”. L'antica città ligure vanta palazzi di grande pregio in tipico stile genovese e ha sviluppato la sua vocazione ospitale, grazie al sicuro e grande Porto Turistico e al mare pulito: dal 1987 Chiavari è Bandiera Blu - 32 anni consecutivi!








per le recensioni e le fotografie relative allo spettacolo dal debutto/2017

per la rassegna stampa:
I NOSTRI INCONTRI di Alessandro


www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7582&start=2625



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Dom Ago 25, 2019 14:42    Oggetto: DIONISIO Festival CHIAVARI|Il Secolo XIX intervista PREZIOSI Rispondi citando




IL SECOLO XIX INTERVISTA ALESSANDRO PREZIOSI




per TOTO' OLTRE LA MASCHERA a DIONISIO Festival

CHIAVARI (GE) - 28 agosto 21:30 - ingresso gratuito





ha scritto:




L’attore sarà protagonista del reading del 28 agosto



        .al DIONISIO Festival di CHIAVARI

        .Preziosi: «Con la mia napoletanità

        .racconto TOTO' oltre la maschera»



Torna in Liguria per la terza volta in pochi mesi, con l'onore di porre il sigillo sulla prima edizione del Dionisio Festival di Chiavari, la rassegna teatrale a ingresso gratuito nella suggestiva cornice di piazza Gagliardo: Alessandro Preziosi presenta al pubblico del Tigullio «il reading che sento e che ho amato di più» ovvero “TOTO' OLTRE LA MASCHERA”, accompagnato sul palco dal chitarrista Daniele Bonaviri. Un recital di testi, poesie (oltre ai classici, da A' livella a Ludovico e il Sarchiapone, anche inediti) e canzoni (Miss, mia cara miss; Malafemmena), omaggio ad Antonio de Curtis che ha girato l'Italia con successo dal 2017, cinquantenario della morte del principe della risata.

Una definizione sicuramente riduttiva per Totò, come spiega l'attore che inizialmente avrebbe dovuto partecipare al Dionisio con Moby Dick, proposto al recente Festival internazionale di Nervi. La scelta finale è invece ricaduta su «un'occasione di grande suggestione: portare al pubblico il vero Totò, il suo essere oltre la maschera. La nipote, Elena De Curtis, è venuta a vedermi a Bologna e ha detto che “sarebbe stato orgoglioso di risentirsi”».

L'appuntamento di mercoledì 28 agosto, alle 21.30 in piazza Gagliardo, è stato confermato nonostante lo sciopero delle maestranze per il rinnovo del contratto, che in questi giorni sta tenendo in ambasce le produzioni italiane.

Come nasce questo spettacolo?

«Dalla volontà di raccontare questo immenso personaggio dal lato meno conosciuto, non quello comico e funambolesco ma attraverso la sua natura più amara, riflessiva, di grande forza sarcastica e melodrammatica. È stato un lavoro di ricerca e vampirizzazione nel mare magnum di episodi, poesie, confessioni. Come l'intervista televisiva che gli fece Oriana Fallaci. Un recital da cui emerge l'anima più profonda dell'artista».

Cosa ha scoperto di Totò, attraverso questa ricerca?

«È stata interessante la drammaturgia dello spettacolo: gli esordi al Salone Margherita di Roma, dove per una coincidenza divenne il primo attore di una compagnia di guitti, alternati ai momenti in cui, in prima persona, Totò dichiara di voler parlare sinceramente perché tanto vale, sennò, “andarsi a prendere un caffè”. Racconto il suo rapporto con le donne, con gli uomini e anche con gli animali, che era speciale. Lui sosteneva che il cane è meglio dell'essere umano, e lo spiega in una maniera credibile che, soprattutto, ci fa capire la sua grande sensibilità»

Uno spettacolo che, a partire dal dialetto, le ha permesso di riscoprire la sua napoletanità, forse un po' trascurata nella sua carriera?

«Esattamente. Come Totò sosteneva di comprare i titoli nobiliari, io dico che la discendenza dalla verve, dai tempi e dalla comicità napoletana mi appartengono di diritto. Io sono nato e cresciuto a Napoli con le commedie di De Filippo, ma poi ho studiato recitazione a Milano. La mia napoletanità è passata in alcuni personaggi che ho interpretato, come Don Diana, e attraverso una certa duttilità della cadenza, ma è vero che Napoli, per me, è una città da guardare da spettatore, e così i suoi interpreti. Toni Servillo è totalizzante, inavvicinabile. Con questo spettacolo mi avvicino alla messa in scena teatrale e spero presto di esordire, con riverenza, nella commedia napoletana».

Tornando al titolo dello spettacolo, lei che rapporto ha con la 'sua' maschera?

«Io assorbo molto dei personaggi che interpreto. Non ho un approccio totalizzante nei confronti della maschera, cerco sempre di chiedermi in che momento di vita sono e cosa sta succedendo intorno a me, quali sono i punti di riferimento che mi offre l'interpretazione. Forse per una prostituzione performativa, mi apro completamente alla maschera che vado a ospitare. Che la maschera e la vita possano negoziare una loro messa in scena, fa parte della magia del teatro. Ma, tra le due, preferisco la vita, perché rimanendo troppo nella maschera si rischia uno stravolgimento dei rapporti. Soprattutto per uno come me che lavora tanto. Insomma, cerco di mediare con il buon senso».

Nei mesi scorsi è stato a GENOVA per girare una nuova mini-serie tv, SCOMPARSI (personaggio: "Masantonio"), che impressione ne ha avuto?

«Trovo che Napoli e Genova si somiglino molto, anche nel rispetto verso pietre miliari come De André, con cui nessuno ha il coraggio di confrontarsi. I carrugi di Genova sono stati scelti come set per l'atmosfera di mistero, visto che si tratta di una serie investigativa. Non posso parlarne, ma è la città ideale per raccontare la complessità, mi sono perso nei suoi vicoli, ma sono sempre tornato al punto di partenza».

Prossimi progetti?

«In autunno porterò ancora in tour nei teatri lo spettacolo su Van Gogh e poi sto lavorando al mio primo documentario, di cui sono regista e produttore, che si intitola “La legge del terremoto”, a 50 anni dal Belice che è stato anche il primo terremoto mediatico». —




di Eloisa Moretti Clementi; pag. 20 25/08/19 - IL SECOLO XIX ediz. Levante-GE







a proposito della nuova miniserie tv SCOMPARSI|Fiction Mediaset

info e rassegna stampa qui! Forum ufficiale di Alessandro Preziosi





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2019 15:05    Oggetto: TOTO' OLTRE LA MASCHERA chiude DIONISIO FESTIVAL di CHIAVARI Rispondi citando




"DIONISIO Festival"- piazza Gagliardo (dei Pescatori)

CHIAVARI (GE) - 28 agosto 21:30 - ingresso gratuito

l'esordio vincente della Rassegna Teatrale chiude con









TOTO' OLTRE LA MASCHERA Omaggio ad ANTONIO

DE CURTIS
, reading di ALESSANDRO PREZIOSI con

Daniele Bonaviri, chitarra live - prod. KHORA.teatro





ha scritto:




stasera a Chiavari, Dionisio Festival, PREZIOSI

in scena con il suo TOTO' OLTRE LA MASCHERA





Si è perso nei caruggi «misteriosi» di GENOVA, ha incarnato la pendolarità della condizione umana attraverso la caccia di Achab a “MOBY DICK”, al FESTIVAL INTERNAZIONALE DI NERVI, e infine sarà A CHIAVARI, stasera, per sigillare la prima convincente edizione del DIONISIO FESTIVAL: Alessandro Preziosi non si risparmia, l'attore 46enne solca i teatri, ma anche i set televisivi e cinematografici, passando agilmente dalla nuova serie tv investigativa “SCOMPARSI”, girata nel centro storico del capoluogo, al teatro che rappresenta un amore inesauribile, coltivato a suon di repliche nonostante la popolarità travolgente che il piccolo schermo gli ha dato.
Ed è suo il compito di concludere la rassegna di teatro estivo proposta dal Comune di Chiavari, A INGRESSO GRATUITO, contrassegnata da un ottimo successo di pubblico e dal riconoscimento del Premio FESTIVALMARE, assegnato da La Stampa e Il Secolo XIX, che sarà consegnato a Sanremo il 1° settembre. Alle 21:30 in piazza Gagliardo, il pubblico assisterà al recital “TOTO' oltre la maschera”, dedicato ad Antonio De Curtis che Preziosi racconta in una versione sorprendente in cui mescola dialetto, canzoni, poesie anche inedite, concedendosi finalmente il rischio di ostentare giocosamente la propria napoletanità. Esperimento promosso anche dalla nipote di Totò, Elena De Curtis. «È lo spettacolo che amo e che sento più mio», ha dichiarato l'attore, laureato in Giurisprudenza nella sua Napoli, in un'intervista a Il Secolo XIX: «La discendenza dalla verve, dai tempi e dalla comicità napoletana mi appartengono di diritto, anche se ho studiato recitazione a Milano e Napoli, per me, è una città da guardare da spettatore, così come i suoi interpreti. Con questo spettacolo mi avvicino alla messa in scena partenopea e spero di esordire a breve, con riverenza, nella commedia napoletana». —




Eloisa Moretti Clementi; DIARIO - pag. 26 28/08/2019 - IL SECOLO XIX










      N.B. - Il 1° settembre, sul palco di piazza San Siro, FESTIVALMARE,
      prestigioso riconoscimento assegnato dal Comune di Sanremo e dai
      quotidiani La Stampa/Il Secolo XIX, verrà consegnato a diciannove
      manifestazioni svoltesi nelle quattro province, da un capo all'altro
      della Liguria. Tra gli eventi premiati figurano: sul fronte genovese,
      nell’area del Tigullio, il Dionisio Festival a Chiavari; nel capoluogo, il
      Festival Internazionale di Nervi (Città di Genova e Teatro Nazionale
      di Genova). Nel programma di entrambe le manifestazioni ci sono 2
      spettacoli teatrali con Alessandro Preziosi, interprete e produttore:
      il 4 luglio scorso "Moby Dick", il 28 agosto "Totò oltre la maschera".













Per l’ultimo appuntamento di Dionisio Festival, Alessandro Preziosi ha scelto di immergersi nel suo mondo partenopeo interpretando “Totò oltre la maschera”, un collage di testi e canzoni, per la maggior parte in napoletano, con tutte le suggestioni che questa lingua e la bravura dell’attore sanno suscitare.
Alla chitarra Daniele Bonaviri che è musicista e compositore.


Chiavari, 28 agosto 2019; recensione di Giuseppe Valle pubblicata via LEVANTEnews.it



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Mer Set 11, 2019 10:16    Oggetto: OTELLO DALLA PARTE DI CASSIO 21/05/20 al Petruzzelli di BARI Rispondi citando





stai prendendo nota degli appuntamenti 2019/2020?

aggiornamenti qui NEL FORUM personale dell'artista!





fin da luglio un'attesa anticipazione MAGGIO 2020

Alessandro Preziosi official Forum t'invita A BARI per









OTELLO - Dalla parte di CASSIO” - reading musicale

liberamente ispirato a Otello di William Shakespeare,


voce recitante ALESSANDRO PREZIOSI, al pianoforte

Rebecca Woolcock _ Musiche di G. Verdi e G. Rossini


testi di Tommaso Mattei; ideazione: Elena Marazzita;

progetto: Aida Studio in collaboraz. con Khora.teatro


Teatro PETRUZZELLI: 21:00 giovedì 21 maggio 2020

Camerata Musicale Barese - Armoniosa 78ª Stagione









“Otello” – una delle più note opere di William Shakespeare viene messo in scena per la prima volta nel 1604 – è la tragedia della gelosia: mostro che avvelena la mente e il cuore, creato dal nulla e sul nulla; strumento che il perfido Iago utilizza per corrompere l’animo del Moro insinuando in lui il sospetto che la dolce Desdemona lo abbia tradito con il fido Cassio. La storia vive di un complesso gioco di contrasti, ambiguità, ribaltamenti: realtà e apparenza, verità e menzogna, fedeltà e odio, luce e ombra si esaltano nello scontro tra i due protagonisti maschili. Il nero Otello è il soldato ingenuo e primitivo che conosce solo l’amore incondizionato o il furore scatenato e cade nella trappola per la troppa fiducia nell’onestà degli uomini, mentre il bianco Iago rivela l’anima nera e diabolica di chi si arroga il potere di plasmare la volontà altrui per piegarla al suo disegno, pura astuzia che si compiace tenebrosamente del male.

Questa è la lettura della storia a cui siamo soliti assistere. Ma…

Immaginiamo di essere catturati nel mezzo di un triangolo amoroso di cui non siamo consapevoli. Immaginiamo qualcuno mentire sulle nostre intenzioni e sul nostro comportamento a nostra insaputa. Immaginiamo di perdere il lavoro e di avere il nostro nome offuscato a causa di qualcosa che non abbiamo mai fatto né pensato. Immaginiamo di essere traditi dall’amore per la menzogna e da chi vuole la rovina di spiriti nobili.

Immaginiamo di essere Cassio.

In questo dramma di grandi sentimenti, di fulminee e cieche passioni che divampano e consumano gli individui, accompagnati dalle note di Verdi e Rossini – autori delle più note versioni operistiche dell’Otello – racconteremo “Otello: dalla parte di Cassio”.








un anno fa lo spettacolo in Prima Nazionale al XXXVI Festival La Notte dei
Poeti
, nel Teatro romano di Nora, sold out per un debutto applauditissimo



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35124

MessaggioInviato: Sab Ott 05, 2019 13:57    Oggetto: OTELLO: DALLA PARTE DI CASSIO 17/03/20 a Sant'ELPIDIO A MARE Rispondi citando





stai prendendo nota degli appuntamenti 2019/2020?

aggiornamenti qui NEL FORUM personale dell'artista!



MARZO 2020 invito a SANT'ELPIDIO A MARE (FM)







OTELLO - Dalla parte di CASSIO” - reading musicale

liberamente ispirato a Otello di William Shakespeare,


voce recitante ALESSANDRO PREZIOSI, al pianoforte

Rebecca Woolcock _ Musiche di G. Verdi e G. Rossini


testi di Tommaso Mattei; ideazione: Elena Marazzita;

progetto: Aida Studio in collaboraz. con Khora.teatro


Teatro Luigi CICCONI: 21:00 martedì 17 marzo 2020

Stagione 2019/20 Comune di Sant'Elpidio a Mare con

AMAT, con il contributo di MiBAC e di Regione Marche








Progettato dal celebre architetto Ireneo Aleandri, il Teatro è dedicato a Luigi Cicconi, poeta elpidiense. Il sipario è un grande dipinto a tempera realizzato dall’artista Ferdinando Cicconi nel 1873 e rappresenta in una grande allegoria “I Personaggi delle Marche”, illustri nelle scienze e nelle arti della pittura, dell’architettura, della musica e della poesia.


in corso Baccio a Sant’Elpidio a Mare; tel. 320 8105996, 0734 859110







un anno fa lo spettacolo in Prima Nazionale al XXXVI Festival La Notte dei
Poeti
, nel Teatro romano di Nora, sold out per un debutto applauditissimo



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 189, 190, 191
Pagina 191 di 191

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy