ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutto quello che dicono i giornali dal... 1° giugno 2012
Vai a 1, 2, 3 ... 57, 58, 59  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 06:56    Oggetto: Tutto quello che dicono i giornali dal... 1° giugno 2012 Rispondi citando



gentili forumiste e forumisti, cortesi lettrici e lettori,


il topic è riservato alle notizie riguardanti la carriera artistica di Alessandro Preziosi
e l'attività benefica dell'ADRICESTA Onlus di cui è promotore e testimonial dal 2004;
l'artista ha concesso lo sfruttamento della propria immagine esclusivamente all’interno del sito internet www.alessandropreziosi.tv , che è gestito dalla succitata Associazione.



E' questo l'unico Forum Ufficiale di Preziosi: per comunicare • nickname • Alessandro •
il nostro "Capitano" consulta puntualmente il Forum: se desideriamo fargli conoscere le
zone di provenienza degli utenti, possiamo compilare la casella -Residenza- nel Profilo.



Per gentilezza, invitiamo a non inserire all'interno di nessun topic/argomento aperto in
questo Forum, foto "private" pubblicate da qualsiasi fonte d'informazione, e confidiamo
nel premuroso rispetto della richiesta: solo i moderatori interverranno, ove necessario
anche nel caso siano segnalati articoli scorretti comparsi su riviste e giornali in edicola!



ADRICESTA ONLUS: chi desideri contattare l'Associazione, o Alessandro Preziosi quale testimonial di Progetti solidali, trova indirizzi e numeri telefonici a www.adricesta.com .
L'Associazione non è in alcun modo collegata a film e spettacoli elencati qui di seguito.


Suggeriamo di scrivere con mp quelle richieste non compatibili con gli scopi del forum.


Al fine di facilitarne la consultazione giornaliera, postiamo in questo topic commenti e saluti con prudenza e parsimonia, rimandandoli agli argomenti allestiti in occasione di singoli eventi, mentre ne sono sempre a disposizione altri, dove trasferire un dibattito che ci appassiona, senza eccedere nei toni e nei modi, per conversare tranquillamente.


In questa 1ª pagina troverete elencate le novità ed i link alle nostre rassegne stampa.

Notizie e novità relative a prossimi impegni teatrali o cinematografici vengono inserite in base a indicazioni e conferme ricevute direttamente dall'artista: rimaniamo in attesa di comunicazioni o di interviste rilasciate da Alessandro Preziosi; e sarà il Capitano ad aprire un topic per presentarci nuovi lavori professionali o future iniziative solidali, è gentile consuetudine a cui invito tutti gli iscritti ad attenersi, per collaborare al meglio.






ALESSANDRO PREZIOSI E L'ADRICESTA ONLUS NON

sono su Facebook o altri social network, Twitter, ecc.



_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Ago 23, 2012 10:58, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 06:58    Oggetto: Don DIANA - fiction RAI 'Per amore del mio popolo' di Frazzi Rispondi citando



Alessandro Preziosi è protagonista del film tv Rai Uno
    / Per amore del mio popolo / DON DIANA /
coprodotto da Aurora Film con regia di Antonio Frazzi






notizie e approfondimenti e i commenti del Forum di Alessandro

nel topic d'incontro 'Il nostro Don DIANA' di Alessandro PREZIOSI


_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Dic 26, 2013 18:04, modificato 21 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:00    Oggetto: 14-15/01/14 RAI UNO Il Giudice GLI ANNI SPEZZATI di G. Diana Rispondi citando




'Gli anni spezzati' serie Rai Uno regia:Graziano Diana

mart.14 +merc.15 gennaio 2014 2° film tv 'Il giudice'








Sinossi - Mario Sossi è uno dei Procuratori più competenti e brillanti del Tribunale di Genova. Il suo unico “torto” è quello di aver condotto le indagini e sostenuto la pubblica accusa nel processo alla brigata XXII Ottobre, una formazione dell’ultra sinistra genovese autrice di un barbaro delitto, ottenendo il massimo della pena per gli imputati. Da quel momento si scatena contro di lui una violenta campagna d’odio fatta di slogan urlati e scritti sui muri, in cui il giudice viene minacciato di morte. Il grado di allerta preoccupa i suoi più stretti collaboratori: il Procuratore Generale e suo fedele amico, Francesco Coco; il suo giovane allievo, Roberto Nigro, e naturalmente la moglie Grazia. Sossi però continua dritto per la sua strada e decide di non modificare le proprie abitudini. Non sa che Franceschini, Curcio e la Cagol, i tre fondatori del nuovo gruppo terroristico Brigate Rosse, stanno organizzando il suo sequestro.

È la sera del 18 Aprile 1974 quando Sossi cade nell’agguato dei terroristi. Il magistrato viene rapito e rinchiuso in una villetta-carcere a Tortona. Partono immediatamente le indagini, rivolte verso i gruppi sovversivi di sinistra che operano in Liguria, senza approdare a nulla di concreto. Mentre Sossi durante la prigionia subisce un processo sommario per la presunta persecuzione della classe operaia che gli viene imputata dai brigatisti, in Procura Roberto e Claudia Maestrali, un giovane magistrato che si è appena unito al pool, lavorano fianco a fianco per trovare i responsabili del sequestro. Con un ultimo comunicato, i brigatisti pongono come condizione per il rilascio dell'ostaggio la scarcerazione degli otto condannati della brigata XXII Ottobre. Il governo respinge senza esitazioni quella richiesta. Roberto e Claudia tentano di convincere i colleghi a gestire la delicata situazione nel modo migliore per far liberare l’amico e collega, ma il loro potere è molto limitato.

Grazia, la moglie di Sossi, dopo accorati appelli caduti nel vuoto, presenta un ricorso alla Corte d’Appello per ottenere la scarcerazione dei brigatisti in cambio della libertà del marito. Nonostante il parere negativo di Coco, lacerato tra l’amicizia per l’amico e la consapevolezza che cedere al ricatto terroristico può minare l’integrità delle istituzioni, la Corte d’Appello dà il via libera alla scarcerazione provvisoria degli 8 brigatisti in cambio di quella di Sossi, a patto che l’uomo sia rilasciato in condizioni d’integrità fisica. Sossi viene rilasciato. L’uomo può finalmente riabbracciare la famiglia e i colleghi. I medici che lo visitano gli prescrivono una prognosi di 20 giorni accertando le sue precarie condizioni di salute. Quanto basta a Coco per annullare il patto con i brigatisti e non scarcerare i loro compagni. L’uomo è consapevole delle possibili conseguenze del suo gesto, ma è pronto a pagarne il prezzo. Sossi e Coco hanno nel frattempo un incontro chiarificatore, il giudice ha compreso le ragioni dell’anziano collega anche se hanno messo a rischio la sua stessa vita. Gli inquirenti intanto chiudono il cerchio intorno ai brigatisti decapitando i vertici dell’organizzazione: Franceschini e Curcio vengono arrestati, mentre la Cagol rimane vittima di uno scontro a fuoco. I terroristi però si riorganizzano e individuano il prossimo obiettivo: Francesco Coco. Il magistrato viene ucciso, e con lui i membri della sua scorta. Il Paese perde così uno dei suoi uomini più valorosi, ma l’eroico sacrificio di Coco consente allo Stato di non cedere al ricatto terroristico e di rispondere con fermezza a chi voleva abbattere i principi della democrazia.






Due uomini di una generazione che non c’è più, ma che tutti avremmo voluto conoscere meglio: quella dei nostri genitori, quella dei nostri nonni, quella di gente che è vissuta senza conoscere i computer, gli iphone, senza sapere che cosa volesse dire “social network”, ma che ha saputo creare rapporti profondi, legami umani indissolubili.
Una generazione che ha creduto nell’amicizia come nel più alto dei valori, animata da un’incrollabile fede nella giustizia e nella legge.

Valori che vengono ormai dati per scontati, ma che diventano croci da portare con fatica e sudore se applicati con rigore, con la consapevolezza che fanno parte di un disegno più alto della semplice rappresentazione di un articolo fissato sul codice.

Due amici che, in quei lontani anni settanta, hanno vissuto una tragica vicenda su posizioni solo apparentemente contrapposte: Francesco Coco e Mario Sossi si sarebbero comportati allo stesso modo se i ruoli del difensore della legge e della vittima del sequestro delle Brigate Rosse si fossero invertiti.
I due magistrati hanno affrontato la tragedia del terrorismo senza dimenticarsi di quello che erano: due servitori dello Stato, due amici, due padri di famiglia.








il portale RAI www.gliannispezzati.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-48eb3c9b-1259-4ce8-ae0b-d7857de70feb.html cast artistico e tecnico; tutto sulla nuova serie tv


www.youtube.com/watch?v=9R-CTBGcX3A : il VIDEO-promo ufficiale ALBATROSS Film

info: www.albatrossfilm.it/serie/gli-anni-spezzati.html - la fotogallery dalle due puntate



RAI Uno www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-67873fb1-c628-466e-82c3-dbe739995612.html VIDEO-promo televisivo in onda su RAI1, 40 scatti di scena



in attesa di un topic dedicato esclusivamente a questo argomento

commentiamo insieme nel topic un abbraccio a tutti di Alessandro



articoli e interviste 2012-13; la rassegna stampa del Forum di Alessandro

_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Dic 26, 2013 18:36, modificato 28 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:01    Oggetto: Lodovini e Preziosi in PASSIONE SINISTRA film di Marco Ponti Rispondi citando







      al Cinema dal 18 aprile 2013 01 Distribution

      "PASSIONE SINISTRA" -regia di Marco Ponti

      con Alessandro Preziosi e Valentina Lodovini

      produz. Bianca Film, Rai Cinema, con MiBAC




cast: Vinicio Marchioni, Eva Riccobono, Geppi Cucciari
sceneggiatura:
Marco Ponti, Elisa Amoruso, Francesca Manieri,
liberamente tratta dal
romanzo di Chiara Gamberale "Una passione sinistra"

produttore: Donatella Botti




il topic : www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7702


_________________


L'ultima modifica di genziana il Mar Giu 18, 2013 11:41, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:04    Oggetto: Chiatti e Preziosi - IL VOLTO DI UN'ALTRA regia di Corsicato Rispondi citando







    Laura Chiatti e Alessandro Preziosi protagonisti -

    IL VOLTO DI UN'ALTRA - regia di Pappi Corsicato

    in Concorso al VII Festival Int. del Film di ROMA

    R&C Produzioni e RAI Cinema (con MiBAC e BLS)

    Distribuzione Officine UBU uscita: 11 aprile 2013


    ............


tante notizie nella rassegna stampa del Forum di Alessandro



ritroviamoci tutte e tutti x commenti ad articoli e foto!


_________________


L'ultima modifica di genziana il Mar Giu 18, 2013 12:13, modificato 5 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:41    Oggetto: Valle e PREZIOSI |fiction UN AMORE E UNA VENDETTA | MEDIASET Rispondi citando



    " La verità paga sempre, mentre praticare il male non porta da nessuna parte
    ma può solo generare altro male
    " è il messaggio di questa fiction per Preziosi




    ........................



    Alessandro Preziosi Un amore e una vendetta

    regia di R. Mertes ! con Anna Valle ! L. Flaherty !

    miniserie tv prodotta da MediaVivere / RTI Canale 5

    8 puntate da 100 minuti ora anche su dvd FiveStore







    per presentare la fiction "Un amore e una vendetta":

    Alessandro Preziosi, giurato e i bimbi di IO CANTO

    popolarissima trasmissione di Canale 5, 13/10/2011



    cantiamo insieme con ALE "Reginella" e "La donna cannone"

www.video.mediaset.it/video/io_canto/big/252244/alessandro-preziosi-reginella.html

www.video.mediaset.it/video/io_canto/big/252255/alessandro-preziosi-la-donna-cannone.html







    I lettori di SORRISI E CANZONI TV e di SORRISI.com hanno eletto
    ALESSANDRO PREZIOSI Miglior Attore della fiction italiana fra
    tutti i protagonisti delle opere di nuova produzione andate in onda
    tra 01/09/11 e 31/07/12. Evento RomaFICTIONfest 2012 5/10/



_________________


L'ultima modifica di genziana il Mar Mar 19, 2013 16:35, modificato 4 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:42    Oggetto: TSA: PREZIOSI è Direttore Artistico TEATRO STABILE D'ABRUZZO Rispondi citando


QuestoTeatro - Periodico di informazione del ha scritto:



...............




      .ALESSANDRO PREZIOSI NOMINATO
.DIRETTORE DEL TEATRO STABILE D'ABRUZZO





Il Teatro Stabile d'Abruzzo rinnova il suo vertice: nella seduta di giovedì 4 novembre 2011, il Consiglio di Amministrazione dell'Ente Teatrale Regionale ha nominato all'unanimità Direttore Artistico Alessandro Preziosi.

Grande soddisfazione è stata espressa da tutti i membri presenti del Consiglio di Amministrazione. Il nuovo Direttore, che in questi giorni è protagonista indiscusso della prima serata su Canale 5 con "Un amore e una vendetta", e che si appresta a dirigere ed interpretare "Cyrano de Bergerac" nella nuova prestigiosa produzione del Teatro Stabile d'Abruzzo, si dichiara onorato del prestigioso incarico.

04-11-2011





Alessandro Preziosi debutta in teatro nel ruolo di Laerte nell'Amleto, diretto da Antonio Calenda, lavora in televisione nella soap opera di Canale 5, Vivere e nella miniserie tv Una donna per amico 2, regia di Rossella Izzo. Lasciata la soap, dove ottiene il primo successo di pubblico, torna al teatro classico recitando nella Trilogia di Eschilo, sempre per la regia di A. Calenda, nelle vesti dell'Araldo in Agamennone e di Oreste in Coefore ed Eumenidi.
Il grande successo arriva con Elisa di Rivombrosa, serie televisiva in 13 puntate, per la regia di Cinzia TH Torrini, trasmessa tra dicembre 2003 e febbraio 2004 da Canale 5, grazie alla quale vince un Telegatto come personaggio maschile dell'anno. Torna a dedicarsi al teatro con il Re Lear, per la regia di Calenda nel ruolo di Edmund, seguito dalla commedia musicale Datemi tre caravelle!, in cui interpreta il ruolo di Cristoforo Colombo.
Nel 2004 è protagonista della miniserie televisiva in sei puntate, Il capitano di Vittorio Sindoni, trasmessa da Rai 2. Nel 2007 appare sul grande schermo con i film I Vicerè di Roberto Faenza, tratto dal romanzo di Federico De Roberto, e La masseria delle allodole, tratto dal libro di Antonia Arslan e diretto da Paolo e Vittorio Taviani.
Nel 2008 torna in televisione su Rai Uno con Il commissario De Luca, 4 film tv, tratti dai romanzi di Carlo Lucarelli, regia di Antonio Frazzi. Il commissario De Luca, opera di elevato standard qualitativo, riceve in Italia il Premio Kineo per il miglior film televisivo al Festival di Venezia 2008 e il gran Premio Internazionale Efebo D'Oro di Agrigento come miglior adattamento televisivo di un testo letterario, mentre ad Alessandro Preziosi viene assegnato l'Efebo D'Argento per la "magistrale interpretazione". Con questa realizzazione, l'attore vince anche il Premio Internazionale Golden Chest, assieme al regista Antonio Frazzi.
Sempre nel 2008 è produttore e interprete di due eventi teatrali: il melologo Il Ponte, scritto da Pennisi con musiche di Di Battista, e Amleto, riduzione dell'omonima tragedia di Shakespeare su testi di Eugenio Montale. L'Amleto debutta a luglio al Teatro Romano di Verona, prima tappa di un'applaudita tournée estiva che tocca Cremona, Alessandria, Pietrasanta, Capena e Taormina; accanto a Preziosi Franco Branciaroli (Re Claudio), Carla Cassola (Regina Gertrude), Silvio Orlando (Polonio), per la regia di Armando Pugliese. Nel mese di luglio, durante la rassegna culturale de "La Versiliana", a coronamento dell'impegno in ambito teatrale, gli viene attribuito il Talento d'Oro nella prima edizione del Premio Franco Martini: un teatro una vita.
Sul fronte cinematografico, Preziosi è fra gli interpreti del film Il sangue dei vinti, tratto dal controverso saggio storico di Giampaolo Pansa, per la regia di Michele Soavi, con Michele Placido protagonista. Il film è stato presentato come evento speciale nell'ottobre 2008 alla Festa del Cinema di Roma.
L'Amleto con Preziosi ed una compagnia di attori sia giovani che di lunga carriera (Carla Cassola, Francesco Biscione, Ugo Maria Morosi, Silvia Siravo), viene rappresentato con successo nel corso di una doppia tournée (stagioni 2008/2009 e 2009/2010) che raggiunge i teatri di 50 città e cittadine italiane. A settembre 2009 Preziosi gira Mine vaganti, commedia ambientata nel Salento con Riccardo Scamarcio ed Ennio Fantastichini, diretta da Ferzan Ozpetek, nelle sale nel marzo 2010, pluripremiata e baciata da successo internazionale.
Nel gennaio 2010 è Sant'Agostino nella miniserie di Lux Vide, seguita su Raiuno da una media di 7 milioni di spettatori.
Nello stesso anno fa parte dell'esilarante cast del nuovo lavoro di Fausto Brizzi: la doppia pellicola Maschi contro femmine e Femmine contro maschi. Sempre nel 2010, grazie all'intensità del suo Amleto, Alessandro Preziosi riceve il prestigioso Premio Gassman - Teatranti dell'anno 2010, l'unico premio teatrale italiano in cui è il pubblico ad assegnare gli Awards agli artisti distintisi sul palcoscenico.
A coronamento del successo professionale, raccoglie, inoltre, riconoscimenti per la carriera cinematografica - Ciak d'Oro Stile d'Attore, Premio Federico II - Primavera del Cinema italiano, Ischia Film & Music Global Festival - Italian movie Award, Giffoni Festival Award - e televisiva come miglior interprete di mini serie TV al Roma FictionFest 2010 per Sant'Agostino. Ad aprile 2011 ha terminato di girare una serie TV per Canale 5 dal titolo Un amore e una vendetta per la regia di Raffaele Mertes. A maggio 2011 è sul set, come protagonista, del film Il volto di un'altra diretto da Pappi Corsicato.





Fondato nel 1963, il TEATRO STABILE DELL'AQUILA è stato poi trasformato in TEATRO STABILE ABRUZZESE nel 1991. Nel 2000 si è costituito il TSA TEATRO STABILE D'ABRUZZO - ENTE TEATRALE REGIONALE, la cui assemblea dei soci è costituita da Regione Abruzzo, Provincia di L’Aquila, Provincia di Teramo, Provincia di Chieti, Provincia di Pescara e Comune di L’Aquila.









.Lunedì 28 Ottobre 2013, ore 20.30 - Serata d'Onore

.presso l'Auditorium della Guardia Di Finanza L'Aquila

.per celebrare 50 anni di Tsa Teatro Stabile d'Abruzzo



•- www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7594&start=750



_________________


L'ultima modifica di genziana il Mar Dic 24, 2013 12:22, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:42    Oggetto: TSA\ Khora.teatro CYRANO DE BERGERAC tour teatrale 2012/2013 Rispondi citando







            'CYRANO DE BERGERAC'

              di Edmond Rostand

            @ riallestimento 2012/2013



    traduzione e adattamento. Tommaso Mattei
    regia. Alessandro Preziosi

    scene. Andrea Taddei
    costumi. Alessandro Lai
    musiche. Andrea Farri
    luci. Valerio Tiberi

    collaborazione artistica e movimenti scenici. Nicolaj Karpov



    con Alessandro Preziosi
    Benjamin Stender, Veronica Visentin, Massimo Zordan, Emiliano Masala, Marco Canuto, Luigi Di Pietro, Francesco Civile, Gianni Rossi, Salvatore Cuomo, Sara Borghi, Natasha Truden, Giannina Raspini, Bianca Pugno Vanoni



    produzione. TEATRO STABILE D'ABRUZZO / KHORA.teatro


topic di riferimento è IL MIO CYRANO di Alessandro

Exclamation www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7494&start=1800







_________________


L'ultima modifica di genziana il Mar Giu 18, 2013 11:55, modificato 5 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:43    Oggetto: Roma, LINK ACADEMY | Direttore Artistico ALESSANDRO PREZIOSI Rispondi citando



ALESSANDRO PREZIOSI, Direttore Artistico di LINK ACADEMY

Program Leader del corso di Laurea in Comunicazione e Dams


Accademia Europea d’Arte Drammatica .- www.linkacademy.it

Dipartimento di 'Performing Arts' della Link Campus University






_ La Link Academy propone corsi di studio di recitazione in lingua italiana e in lingua inglese, master in regia e produzione, in un ambiente dinamico ed internazionale dove sviluppare il proprio talento di artisti e professionisti dello spettacolo.
Grazie allo studio della recitazione anche in inglese Link Academy forma la figura dell’attore internazionale in grado di esportare la propria professionalità all’estero.

Agli studenti Link Academy, come parte integrante delle loro attività di studio, è infatti richiesto di sostenere gli esami della LAMDA Examinations Centre per certificare i livelli raggiunti e per qualificare la propria figura professionale in campo internazionale e in tutti gli ambiti nazionali dove sono richiesti attori bilingue.
_







      LINK ACADEMY • European Academy of Dramatic Arts

il topic www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7186


_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Dic 23, 2013 03:45, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:43    Oggetto: Progetti in favore INFANZIA ospedalizzata di ADRICESTA ONLUS Rispondi citando









ha scritto:



ADRICESTA porta 'UN SOGNO IN CORSIA' (PROMO E INNO)


www.youtube.com/watch?v=es7YOlbpk7k Very Happy


TVSEI.it: Associazione ADRICESTA ONLUS - Pescara, 12.11.2011: pomeriggio dedicato alle visite in corsia. Serata di Beneficenza al Teatro Circus di Pescara

Interviste con Carla Panzino e medici, Elisa Isoardi e ALESSANDRO PREZIOSI







• resoconti e recensioni dell'evento benefico, commenti e foto sono già nel

topic:
www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=7458&start=195

www.alessandropreziosi.tv/un_sogno_in_corsia.php •- www.adricesta.com







ADRICESTA (Associaz. Donazione Ricerca Italiana Cellule Staminali Trapianto e Assistenza) gestisce il Progetto "UN BUCO NEL MURO"




_________________


L'ultima modifica di genziana il Ven Nov 02, 2012 06:22, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:44    Oggetto: ADRICESTA ONLUS: progetti e donazioni su BPM FARESOLIDALE.IT Rispondi citando



      Un'ottima vetrina per il mondo dell'Associazioni ONLUS ed i loro Progetti!

      Dal 2001 BPM | Gruppo BIPIEMME nel sito > www.faresolidale.it <

      gratuitamente ci dedica uno spazio informativo e segnala eventi in News!








      'uno spazio ideato e promosso per favorire l’incontro e la conoscenza tra
      i protagonisti della solidarietà: le Associazioni, i sostenitori e i volontari,
      il mondo delle imprese. Un modo, un mezzo, ed insieme un’opportunità
      per dare energia all’ottimismo della volontà e alla forza delle idee.'








        la pagina per ADRICESTA Onlus ed i propri Progetti per l'Infanzia.
        Sono attivati strumenti precisi, semplici, facilmente usufruibili per
        permettere di effettuare donazioni benefiche in assoluta sicurezza

        cliccando sulle immagini si può accedere alle pagine web originali!



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:44    Oggetto: calendario anno 2013 / Firmiamo 5 X MILLE a favore ADRICESTA Rispondi citando






è distribuito in esclusiva dall'ADRICESTA strettamente a scopo benefico, e sarà disponibile presso tutti i desk allestiti viaggiando per l'Italia più bella,
in occasione di eventi organizzati a favore dei nostri progetti per l'Infanzia


e presso i desk nei foyer dei teatri per CYRANO DE BERGERAC - Tour 2013

le volontarie lo consegneranno in cambio di un'Offerta Minima Solidale di
5,00 euro confezionandolo in carta regalo durante il periodo delle festività


e ancora: può arrivare direttamente a casa nostra, per diventare omaggio
gradito per una persona cara o semplice oggetto grazioso e utile per tutti!
e perché non abbinarlo ad un altro gadget ufficiale della sezione shopping?


consultiamo lo shopping on line: www.alessandropreziosi.tv/shopping.php






    compilando il Modello: Dichiarazione dei Redditi Anno 2O13

    Mod. 730 o Mod. UNICO, Mod. CUD relativo a Redditi 2O12


    con la scheda riservata alla Destinazione del 5 X MILLE puoi

    donare all'ADRICESTA la quota dell'Irpef che già hai versato

    allo Stato: nessun esborso in più e se vuoi abbina l'8 x mille





sostieni con noi progetti per l'Infanzia lungodegente, lo sviluppo della Ricerca Scientifica

e la conoscenza circa la Donazione di cellule staminali (non embrionali) e loro trapianto.



_________________


L'ultima modifica di genziana il Mar Mar 26, 2013 03:57, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:44    Oggetto: febbraio 2012-DOSSIER MEDICINA intervista teatro/ADRICESTA-1 Rispondi citando



ha scritto:



              Copertina

              Alessandro Preziosi

              il teatro nel sangue
              i bambini nel cuore


Trentotto anni, due figli, origini napoletane ed uno spiccato senso artistico che, circa vent’anni fa, lo ha strappato ad una promettente carriera forense, all’inseguimento di una passione, quella per il suo lavoro, che oggi ama terribilmente ed incondizionatamente. Già acclamatissimo da pubblico e critica come attore del piccolo e grande schermo, troviamo ora Alessandro Preziosi impegnato in una tournée teatrale come regista ed interprete di Cyrano De Bergerac, la celeberrima commedia di Edmond Rostand, meraviglioso mix di romanticismo, ironia ed esilarante comicità.




Di Alessia Addari (Direttore Responsabile)
Febbraio 2012

Figlio di avvocati. Laureato con 110 e lode in giurisprudenza, frequenti poi l’Accademia dei Filodrammatici a Milano. Quale il motivo di questa inconsueta “inversione di marcia” nella tua vita?
Non è affatto facile ricostruire i motivi di certe scelte, soprattutto quando queste avvengono sulla base di certe frustrazioni o aspirazioni trattenute. Il mio caso è un po’ una combinazione delle due: la voglia di tenermi libero ed allo stesso tempo non sapere come gestire questa libertà, intesa soprattutto come possibilità di agire indipendentemente da una struttura che ti sovrasta, sia familiare che lavorativa. Quando ho scelto avevo ventiquattro anni, laureato in legge e già praticante da un anno in uno studio di avvocatura civile. In questa occasione ho avuto la grande fortuna di trovare una passione, un terreno fertile per il mio entusiasmo per la vita e la mia visione delle cose, così aerea, astratta e velleitaria. Ed è proprio su questa velleitarietà, poi diventata una professione, che ho trovato la mia dimensione, attraverso una disciplina nel creare un vero e proprio lavoro, sia attraverso il teatro che il cinema e la televisione.

Recentissima la tua nomina a Direttore Artistico del Teatro Stabile d’Abruzzo. Un grande impegno, soprattutto in una realtà, come quella della nostra Regione, afflitta ultimamente da una profonda crisi culturale e bisognosa di nuovo slancio e spessore artistico. Sono già al vaglio progetti ed iniziative in tal senso?
Assolutamente si. Il primo e fondamentale progetto riguarda una vera e propria riprogrammazione della stagione teatrale, che vivrà attraverso una circuitazione non più legata al solo Teatro Comunale de L’Aquila, ma anche agli altri Teatri di Chieti, Pescara e Teramo, con un coinvolgimento, dunque, dell’intera Regione. La nuova distribuzione sarà relativa sia a spettacoli di debutto nazionale prodotti dal Teatro Stabile de L’Aquila, sia a spettacoli ospitati da questo stesso.
Proprio a proposito di produzioni, mia intenzione sarebbe quella di mettere in scena testi di autori ancora in vita, drammaturgie moderne e soprattutto italiane, coinvolgendo brillanti protagonisti del nostro cinema quali Favino, Germano, Battiston, attori con una spinta teatrale impareggiabile ed inoltre molto stimati ed apprezzati dal grande pubblico giovanile.


Sempre a proposito della grande passione per il teatro, di enorme successo il tuo debutto lo scorso gennaio in duplice veste di interprete e regista in una nuova produzione di Cyrano De Bergerac. Che significato attribuisci all’opera di Rostand e come potrebbe inserirsi in un contesto sociale come quello che stiamo vivendo?
La scelta di mettere in scena il Cyrano nasce dalla possibilità di creare, attraverso questo meraviglioso personaggio, una sorta di paravento per poter parlare di qualcuno che combatte contro i compromessi, i pregiudizi, l’avidità e la menzogna. Sono infatti sostenitore della grande attualità delle opere classiche, che a tutt’oggi continuano ad avere così tanta forza ed appiglio all’interno del nostro sociale, colpendo ancora molto animi e sensibilità. Questo, probabilmente, il motivo del grande successo di questi spettacoli, in grado di coinvolgere il pubblico, fino all’immedesimazione in realtà e situazioni sempre più vicine al proprio vissuto. Cyrano è un personaggio assolutamente diverso da quelli interpretati finora: lui ha il coraggio di aprirsi al pubblico, di rendersi meraviglioso per sé e per la città, di mettersi in mostra nel bene e nel male. Ammette in maniera responsabile ed eroica la propria debolezza nel non riuscire a farsi amici, in questo spirito di fierezza ed orgoglio che lo attanaglia, non rendendolo adatto ed adeguato alla società nella quale vive. Un ritratto questo che in fondo corrisponde anche al disagio di alcune personalità del nostro tempo, manifestato soprattutto nell’affrontare i grandi sentimenti come l’amicizia, l’amore o anche la vita sociale e la politica. Tutto questo, dunque, è alla base della straordinarietà di quest’opera.

Un percorso professionale in ascesa il tuo, che ti annovera nella rosa degli attori più apprezzati del panorama artistico italiano. Se oggi, all’apice del tuo successo, dovessi stilare un bilancio della tua vita, cosa ne risulterebbe?
Sicuramente, dal punto di vista professionale, cercherei il più possibile di variare le mie esperienze, continuando ad accettare ogni tipo di sfida, come accaduto in passato con il canto, i musical o lavorare contemporaneamente in teatro ed al cinema, o al cinema ed in televisione. L’intenzione è quella di rendere ancor più considerevole la quantità del lavoro finora svolto, le mie letture ed anche questa recente direzione del Teatro Stabile de L’Aquila. Dovendo stilare un bilancio del mio percorso professionale posso, dunque, affermare che tornando indietro rifarei tutto, lasciando forse un po’ più spazio per delle esperienze all’estero, magari in Europa, dove avere la possibilità di confrontarmi con altri mondi ed altri modi di lavorare, sempre utili per accrescere il proprio bagaglio di esperienze.

Una fama che ti definisce un attore piuttosto schivo e restio a parlar di te e della tua vita privata, mentre in realtà sembrerebbe tu sia un gran chiacchierone con uno spiccato senso dell’umorismo, a testimonianza del tuo sangue napoletano. Quale di queste due immagini ti rappresenta di più?
Naturalmente la seconda! Il problema è legato alla grande confusione ed allo stordimento del mezzo mediatico, considerato nel suo complesso televisivo, giornalistico e cartaceo. Forse l’unico che salverei è quello radiofonico, il solo, a mio parere, davvero capace di far capire al meglio la persona con cui hai a che fare, perché la senti parlare in presa diretta, perché può smentire, chiarire quello che dice o farsi capire per quello che realmente è. Oggi le deduzioni dei giornalisti o le etichette con le quali ti portano avanti sono un po’ riduttive. Io sono sempre stato un tipo molto molto aperto, ma ho smesso di esserlo quando mi sono accorto che alla fine, l’unica cosa che interessava era sapere cosa succedesse nella mia vita privata, che onestamente non ritengo altrettanto interessante quanto il mio percorso professionale.

Forte e duraturo è il tuo legame con l’Associazione pescarese ADRICESTA, (Associazione Donazione Ricerca Italiana Cellule Staminali Trapianto e Assistenza), di cui sei illustre testimonial ormai da molti anni. Un forte messaggio di amore, solidarietà e speranza con l’ intenzione di sensibilizzare quanto più possibile ad una situazione di dolore e sofferenza, quella dei piccoli malati di leucemia. Cosa ti ha spinto ad avvicinarti a questa realtà?
Ciò che mi ha avvicinato ad ADRICESTA è forse lo stesso criterio che mi ha spinto a fare l’attore… non c’è una scelta vera e propria. E’ stata una meravigliosa occasione che mi è stata offerta e che ho colto all’inizio con grande entusiasmo e partecipazione. Con gli anni e con la nascita delle mie due figlie, purtroppo, mi sono reso conto della difficoltà nel dedicare il tempo necessario a questo progetto, nonostante ciò l’organizzazione è riuscita a creare condizioni tali affinché fossi sempre presente in occasioni o eventi importanti. Per il resto, l’amore e la disponibilità che in fondo è il minimo che io possa dare e forse anche poco rispetto a quello che in una vita più equilibrata sarei riuscito a fare per questi bambini.

“Un Buco Nel Muro” è il nome del progetto che hai sposato, la cui intenzione è quella di alleviare il senso di isolamento dei piccoli pazienti ricoverati nei centri oncoematologici pediatrici. Quali sono i canali e le iniziative in grado di poter combattere la solitudine di questi bambini?
Devo dire con estremo piacere che, durante questi anni, tutti gli obiettivi che ADRICESTA ed io ci eravamo proposti in merito a questo progetto, sono andati a buon fine. Siamo infatti riusciti nell’intento di creare postazioni multimediali all’interno delle stanze sterili dei bimbi malati di leucemia, nonostante queste apparecchiature fossero assai difficili da installare in questi luoghi, a cui si aggiunge anche quello di aver realizzato, sempre attraverso una iniziativa dell’Associazione, i sogni di questi piccoli degenti. Per ciò che riguarda la raccolta fondi, questa avviene in maniera molto ordinata, attraverso cene di beneficenza o la vendita durante le ottanta date della mia tournée, di alcuni miei gadget in appositi desk, dove peraltro è possibile per gli spettatori avere informazioni dettagliate sia sull’Associazione che sulle sue attività. Del resto, il mio motto con ADRICESTA è sempre stato “miglioriamoci”, anche se ammetto che farlo è davvero molto faticoso, forse addirittura vano come proposito, ma sarebbe ancor più mortale non provarci.

Questo tuo impegno sociale, l’interesse e l’aiuto nei confronti dei piccoli, ha sicuramente creato un valore aggiunto sia alla tua carriera che ai tuoi rapporti personali. Cos’è cambiato nell’approccio con gli altri e nel tuo modo di vedere la vita?
Emotivamente l’incontro con questa realtà mi ha permesso di ridimensionare molto i problemi del quotidiano che ho dovuto affrontare, per fortuna molto meno gravi rispetto a quelli con cui ho avuto a che fare visitando i bambini negli ospedali o ascoltando le storie raccontate dai genitori di questi piccoli. Umanamente, invece, rispetto alla sofferenza altrui, credo ci sia un preciso percorso e solo negli anni, alla fine di un periodo della tua vita, si possano tirare le somme. E’ infatti molto difficile superare il contraccolpo emotivo, razionalizzare e capire bene il senso della vita o il modo in cui poter aiutare gli altri. Ci vuole un’età per metabolizzare il dolore in maniera concreta, ed io credo di stare ancora percorrendo una strada, sempre molto distratto dalle cose che faccio e, soprattutto, dal mio lavoro che ritengo sia emotivamente molto delicato, tanto da non permettermi mai di avvitarmi in maniera definitiva rispetto ad un punto, facendomi sentire sempre incostante e contraddittorio. Devo dire che, a questo proposito, il confronto con ADRICESTA è stato ed è molto importante. Infatti tutte le volte in cui sono con loro, e purtroppo ultimamente un po’ meno di frequente, mi accorgo davvero di quanto mi dia gioia questo contatto. Poi vedo tanti bambini che sono guariti, grazie anche al sostegno morale, ed allora lì sono davvero felice.




        Solidarietà

        Alessandro Preziosi e ADRICESTA:

        Grandi progetti per “piccoli amici”


Tanti modi per trasmettere un messaggio meraviglioso: alleviare il senso di isolamento dei piccoli pazienti ricoverati nei centri onco-ematologici pediatrici. Infatti, i giovani ospiti ricoverati per lunghi periodi, già indeboliti dalla malattia, sono sottoposti a dura prova dall’isolamento in camera sterile, necessario in questi casi. Con l’ausilio di computer e webcam, la “prigione” si trasforma, il bambino può comunicare con l’esterno, mantenendo una relazione “quasi” normale con l’ambiente: importantissimo in un momento di grave disagio e fragilità.

Alessandro Preziosi





Un Buco Nel Muro”:

con ADRICESTA una webcam contro la solitudine.




Scopo del progetto è varcare la soglia dell’isolamento, tramite internet, per i piccoli pazienti ricoverati in camere sterili, inaccessibili ad un contatto umano (se non con un genitore alla volta). E’ prevista la dotazione di strumenti e sistemi di comunicazione tecnologicamente avanzati che, ricorrendo anche a telecamere collegate ad Internet, potranno alleviare il senso di solitudine per chi è costretto a vivere in piccole camere per diversi mesi, lontano dai suoi punti di riferimento abituali, quali la famiglia, gli amici e la scuola. Il progetto, partito inizialmente per l’Ospedale di Pescara, sta trovando un tale seguito in tutte le parti di Italia, che si è deciso di coprire cinque città in tutto, due al Nord e due al Sud. I presupposti della suddetta iniziativa riguardano i seguenti punti:

• con l’ausilio di un computer all’interno della camera, il bambino può comunicare con i propri amici che vengono a fargli visita (tramite postazioni multimediali all’esterno del reparto);

• tramite la rete, il bambino in isolamento può interagire, cooperare e giocare insieme a tutti gli altri utenti collegati in quel momento, consentendogli in questo modo di sentirsi meno lontano dal suo punto di riferimento scolastico, nonché familiare. Le attività proposte consentiranno di seguire una lezione scolastica, di scambiare opinioni su avvenimenti esterni e parlare delle esperienze vissute in ospedale;

• con le postazioni multimediali all’esterno dei reparti, i visitatori (compagni di scuola, amici, parenti etc.) che per motivi igienici non possono entrare in reparto, tantomeno nelle camere dei bambini degenti, potranno effettuare collegamenti e dialogare in questo modo con il paziente ricoverato. L’utilizzo della posta elettronica consentirà al bambino ricoverato di progettare e lavorare, in contatto con la scuola di appartenenza, per sviluppare compiti senza sottoporsi a tempi ed orari rigidi di lavoro;

• uso di internet, incontrare amici virtuali per vivere una situazione che li faccia sentire “fuori dalla camera di isolamento”; con l’introduzione delle webcam la camera sterile si trasforma in un prolungamento dell’habitat familiare e il bambino può mantenere una relazione abbastanza normale con l’ambiente, potendo collegarsi con teatri, musei, scuola e quant’altro che possa in qualche modo rompere il disagio e la fragilità vissuta in prima persona dai pazienti pediatrici in isolamento. Nonostante difficoltà logistiche per l’organizzazione degli spazi multimediali e di un sistema di manutenzione nei reparti, ma sarà nulla in confronto a quanto affrontato giornalmente dai piccoli ospiti, che, indeboliti dalla malattia, vivono una realtà difficile da accettare per chi ha solo volontà di giocare, ridere e conoscere amici.





Un Sogno In Corsia”: realizziamo i loro desideri.



L’iniziativa si propone di realizzare i sogni e i desideri dei bambini lungodegenti ricoverati nei vari reparti pediatrici ospedalieri. Il progetto verrà promosso negli ospedali italiani, con il coinvolgimento prioritario dei bambini ricoverati, a cui verrà data la possibilità di disegnare i loro sogni su fogli da disegno stampati dalla ADRICESTA, sorteggiandone poi, uno per ogni nosocomio (più uno di riserva), direttamente dai referenti Ospedalieri di ciascun ospedale, unitamente alla delegata regionale e volontari dell’Associazione di competenza. Questo progetto, ha l’obiettivo di regalare al bambino malato un momento di felicità, che lo distolga dal suo problema quotidiano: attraverso il disegno, il bambino ci comunicherà i suoi desideri ma, soprattutto, i suoi bisogni, tanto espressi quanto latenti, che uno volta riconosciuti possono aiutare medici, genitori e associazioni di volontariato, a migliorare la dura permanenza in ospedale del bambino, sostenendolo anche psicologicamente. Il sogno prioritario del bambino malato sarà sicuramente quello di guarire ma, la guarigione, deve essere considerata la vittoria di una lotta che ogni giorno il bambino, i medici e i genitori combattono. Questa iniziativa, invece, fa si che il bambino fruisca nel mondo reale di quella possibilità di sognare senza dover pensare alla sua malattia, grazie alla generosità di chi vorrà realizzare i suoi desideri: concretizzarli rappresenta quindi, per i piccoli pazienti, l’evasione dalla realtà del proprio quotidiano e restituisce loro nuove e concrete capacità per affrontare al meglio la malattia e le cure, oltre ad un nuovo rinnovato entusiasmo per la vita. I disegni verranno poi esposti durante una serata di beneficenza, alla quale parteciperanno personaggi del mondo dello sport e della spettacolo, per la raccolta dei fondi necessari per esaudire tutti i sogni sorteggiati e, se necessario, anche parzialmente o totalmente quelli di riserva.




    DOSSIER MEDICINA. Salute Medicina Benessere in Rivista
    Il trimestrale - Anno 6 n. 13 - Gennaio-Febbraio-Marzo 2012

web www.dossiermedicina.com


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:45    Oggetto: febbraio 2012-DOSSIER MEDICINA intervista teatro/ADRICESTA-2 Rispondi citando



ha scritto:












_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 07:45    Oggetto: febbraio 2012-DOSSIER MEDICINA intervista teatro/ADRICESTA-3 Rispondi citando



ha scritto:












_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3 ... 57, 58, 59  Successivo
Pagina 1 di 59

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati