ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

"IL GIUDICE"- Gli Anni Spezzati e un abbraccio
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 20, 21, 22 ... 24, 25, 26  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Lun Gen 06, 2014 14:14    Oggetto: 'IL GIUDICE' - GLI ANNI SPEZZATI e un abbraccio 13-14/1/2014 Rispondi citando




in prima serata! ALESSANDRO PREZIOSI : ore 21.10

lun. 13 + mart. 14 gennaio 2014 film tv 'IL GIUDICE'

GLI ANNI SPEZZATI serie RAI1 regia: Graziano Diana









portale RAI www.gliannispezzati.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-48eb3c9b-1259-4ce8-ae0b-d7857de70feb.html cast artistico e tecnico; tutto sulla nuova serie


www.youtube.com/watch?v=9R-CTBGcX3A :VIDEO-promo ufficiale ALBATROSS Film

www.albatrossfilm.it/episodi/il-giudice.html fotogallery e sinossi miniserie 'Il Giudice'



Raiuno www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-67873fb1-c628-466e-82c3-dbe739995612.html video-promo televisivo in onda su RAI1; 40 scatti di scena

fotografie di "Bepi" Giuseppe Caroli e A. Letic







articoli e interviste 2012-13; la rassegna stampa del Forum di Alessandro


      Idea commentiamo qui: nel topic aperto da Alessandro

      Arrow il titolo dell'argomento è stato aggiornato 1/1/14:

      Exclamation "IL GIUDICE" - Gli Anni Spezzati e un abbraccio

_________________


L'ultima modifica di genziana il Mer Gen 08, 2014 05:02, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Mar Gen 07, 2014 11:00    Oggetto: GENTE 1/2014 intervista Graziano Diana per GLI ANNI SPEZZATI Rispondi citando



ha scritto:



Per la prima volta una serie tv racconta 'la notte della Repubblica'



Persone e storie quasi rimosse.. “Ma ricordare serve a capire le lacerazioni di oggi” -- spiega il regista DIANA



        UNA FICTION SU RAIUNO RACCONTA

      QUANDO L’ITALIA SCOPRI’ IL TERRORE


di Sara Recordati

Riportare alla luce fatti e persone degli anni Settanta nel nostro Paese riapre alcune ferite dolorose delle quali spesso si preferirebbe non parlare. “Per questo sono anni poco raccontati dalla Tv, nonostante la sua fondamentale funzione educativa, oltre che di intrattenimento”, sostiene il regista e sceneggiatore Graziano Diana, autore di sei film da 100 minuti ciascuno in arrivo su Raiuno dal 7 gennaio, dal titolo evocativo GLI ANNI SPEZZATI. “Con l’etichetta di anni di piombo il decennio dal 1970 all’80 è stato quasi rimosso. Invece credo sia centrale per comprendere una serie di lacerazioni che esistono ancora oggi. E per ricordare certi personaggi meritevoli dei quali non si parla più”. La serie ruota infatti attorno alle storie di tre figure emblematiche.

IL COMMISSARIO (in onda il 7 e l’8 gennaio e liberamente tratto dal volume Gli anni spezzati, il commissario di Luciano Garibaldi, editore Ares) è la storia di Luigi Calabresi, commissario dell’ufficio politico a Milano, la città dove avviene la frattura che dà origine agli “anni spezzati”. Da un lato c’è il boom economico, che Milano vive con grande slancio sociale e civile, dall’altro la strategia della tensione che segna l’inizio del terrore. E’ qui che scoppiano le prime bombe nella primavera del 1969, fino alla strage di Piazza Fontana nel dicembre di quell’anno che provoca 17 morti e 88 feriti. “A Calabresi, interpretato da Emilio Solfrizzi, ho affiancato il personaggio immaginario di un giovane poliziotto che ne raccoglierà il testimone dopo il suo omicidio, nel 1972. In questo senso ho realizzato dei romanzi: ho raccontato i personaggi storici attraverso gli occhi di un narratore che potesse servire ai ragazzi di oggi per identificarsi e capire”.

Poi vedremo IL GIUDICE (in onda il 13 e 14 gennaio e ispirato al volume Gli anni spezzati, il giudice scritto da Mario Sossi con il giornalista Luciano Garibaldi, editore Ares). E’ ambientato a Genova e narra la vicenda tragica che ebbe per protagonisti due magistrati: Mario Sossi (Alessandro Preziosi), rapito nel 1974 e rilasciato; e Francesco Coco (Ennio Fantastichini) assassinato dalle Brigate rosse nel 1976. Il rapimento di Mario Sossi costituì uno dei primi salti di qualità nell’azione di lotta delle Brigate rosse, mostrando all’opinione pubblica italiana che ormai erano in grado di compiere azioni complesse, come quella di rapire un magistrato, tenerlo in prigionia per più di un mese e negoziarne la liberazione con lo Stato italiano. A liberazione avvenuta, Francesco Coco verrà assassinato a Genova l’8giugno 1976, insieme a due uomini della scorta, come rappresaglia perché aveva rifiutato la scarcerazione di alcuni terroristi in cambio di Sossi. “Coco era grande amico di Sossi e suo ‘padre spirituale’, immagini lo strazio quando non acconsentì al ricatto che avrebbe potuto aiutare ‘il figlio’ Sossi, per agire invece nel nome di un interesse superiore. Ed esserne infine ripagato con la morte”. Ricordare stanca s’intitola il libro scritto dal figlio di Coco, Massimo (editore Sperling &Kupfer). “Nel senso che ricordare ogni volta riapre una ferita dolorosa. Però Massimo, che è un violinista, è stato contento di questo film, al punto di suonare un brano della colonna sonora”.

L’INGEGNERE (in onda il 27 e 28 gennaio), a differenza dei primi due, non è un personaggio reale, ma una figura che raccoglie in sé tante contraddizioni. Quelle di una città come Torino che con la Fiat possiede il più grande blocco industriale europeo e la più grande concentrazione operaia. Il terrorismo cerca di incunearsi proprio fra queste due realtà. La storia si apre con l’omicidio dell’ingegnere Carlo Ghiglieno da parte di militanti di Prima linea, nel 1979, e prosegue con la gambizzazione di cinque professori e altrettanti studenti nella scuola di amministrazione aziendale.
Il nostro protagonista immaginario (Alessio Boni) è il professore Giorgio Venuti, ingegnere della Fiat, che in quell’occasione viene risparmiato senza capirne la ragione. Si metterà a indagare scoprendo con orrore che sua figlia è entrata nelle fila di un gruppo terroristico. La serie si conclude con la famosa marcia dei 40 mila a Torino nel 1980, che è stata la presa di posizione della società civile che ha detto: basta. Il Paese si è dimostrato più forte della violenza”.

Tutte e tre le storie sono incentrate sul dialogo tra padri e figli, sul passaggio generazionale che è anche la nostra sola speranza per il futuro. “Ovunque ho cercato di disseminare le vicende tragiche con i ricordi belli di quegli anni: dalla musica all’arte, al cinema, allo sport, come la finale Italia-Germania 4-3 ai mondiali del Messico, del 1970”. Quegli anni non sono stati solo color piombo, ma anche la culla di importanti affermazioni civili: come il referendum del 1974 che legittimò definitivamente la legge sul divorzio.
Ai ragazzi di oggi vorrei dire: non siate rassegnati, non fatevi sopraffare dall’angoscia e dalla superficialità. I problemi sociali ci sono, ma vanno affrontati con coraggio, grazie alla conoscenza, all’impegno, alla determinazione e agli esempi positivi”.




        GENTE/2014 pagine da 88 a 91: Il settimanale
        della famiglia italiana - Hearst magazines Italia




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Mar Gen 07, 2014 11:01    Oggetto: GENTE 1/2014 intervista Graziano Diana per GLI ANNI SPEZZATI Rispondi citando



ha scritto:



        GENTE/2014 pagine da 88 a 91: Il settimanale
        della famiglia italiana - Hearst magazines Italia




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Mar Gen 07, 2014 15:37    Oggetto: IL MESSAGGERO intervista Solfrizzi+Diana - GLI ANNI SPEZZATI Rispondi citando



ha scritto:



        Il regista Diana «Quegli anni spezzati
        che hanno infranto tutte le speranze
        »
di Micaela Urbano


IL MESSAGGERO - Nazionale/Macro - pag. 19 - 6 gennaio 2014





_________________


L'ultima modifica di genziana il Mer Gen 08, 2014 04:54, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Mar Gen 07, 2014 17:12    Oggetto: RAI TG2 05/01/14 - intervista Jacchia produz. Albatross Film Rispondi citando





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Mar Gen 07, 2014 19:50    Oggetto: AVVENIRE anteprima GLI ANNI SPEZZATI regia di Graziano Diana Rispondi citando



ha scritto:


Anteprima fiction

Su Raiuno stasera “Il Commissario” apre la trilogia “Gli Anni Spezzati”, ritratto equilibrato con un umano Solfrizzi.
A seguire Preziosi, giudice Sossi e Boni, ingegnere della Fiat




        In tv occhi nuovi sul terrorismo


Solo pochi anni fa il progetto sembrava uno di quelli destinati a rimanere per sempre nel cassetto del produttore.
Perché Alessandro Jacchia (Albatross Entertainment, insieme a Maurizio Momi), l’idea di raccontare un pezzo di storia d’Italia passando per la vicenda di Luigi Calabresi ce l’aveva da un bel po’. L’aveva anche proposta all’allora direttore di Rai Fiction Agostino Saccà che sembrava avere sposato il progetto, prima di incontrare il parere contrario della famiglia del commissario assassinato il 17 maggio 1972. Ora, vuoi per la tenacia di Jacchia, vuoi perché i tempi sono cambiati (e, forse, diventati sufficientemente maturi per rileggere il passato più recente del nostro Paese), quel progetto arriva finalmente in televisione. E ci arriva, peraltro, arricchito: tre miniserie invece di una, raccolte nel titolo GLI ANNI SPEZZATI e in onda su Raiuno stasera e domani, il 13 e 14 gennaio, e il 28 e il 29 gennaio. Dunque, non più solo Calabresi ma, come riassume il sottotitolo Storie di tre uomini liberi, vissuti nei dieci anni che hanno sconvolto l’Italia e uniti da un destino comune in quella stagione di odio in cui hanno combattuto la violenza, l’intolleranza e il terrorismo, rimanendo fedeli alle Istituzioni. Si comincia stasera, con Il commissario: Emilio Solfrizzi è Luigi Calabresi, il responsabile dell’Ufficio politico della Questura di Milano assassinato dopo un vero e proprio linciaggio morale che lo voleva responsabile della morte dell’anarchico Giuseppe Pinelli, precipitato in circostanze mai chiarite da una finestra di quella questura durante un interrogatorio legato alla strage di Piazza Fontana (17 morti e 88 feriti, il 12 dicembre 1969).

Dopo Calabresi, sarà la volta de Il giudice, la storia di due magistrati, legati da un’amicizia fraterna ed entrambi decisi a non piegarsi al ricatto dei terroristi e ad assicurare i criminali alla giustizia:
Mario Sossi (Alessandro Preziosi) e Francesco Coco (Ennio Fantastichini), il primo rapito dalle Brigate Rosse nel 1974, il secondo trucidato due anni dopo.

Conclude la trilogia L’ingegnere, l’unico dei tre film il cui protagonista è un personaggio non realmente esistito ma nato dalla penna degli sceneggiatori: Alessio Boni è Giorgio Venuti, un ingegnere di Torino Mirafiori che viene incaricato dal suo superiore di licenziare gli operai ritenuti vicini al terrorismo. Quello che Venuti non sa è che dei Gruppi combattenti territoriali, che irrompono nella scuola per dirigenti aziendali dove lui sta facendo lezione, gambizzando dieci persone, fa parte anche sua figlia.
La regia de GLI ANNI SPEZZATI è di Graziano Diana che l’ha scritta insieme a Stefano Marcocci e Domenico Tomassetti. Nel cast ci sono tra gli altri: Giulia Michelini, Stefania Rocca, Paola Pitagora.

Tiziana Lupi


© riproduzione riservata


AVVENIRE – Agorà – spettacoli pag.21 – mart. 7/1/2014





_________________


L'ultima modifica di genziana il Ven Gen 10, 2014 14:12, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
margherita79



Registrato: 07/02/12 14:57
Messaggi: 2936
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Mer Gen 08, 2014 05:47    Oggetto: Rispondi citando


Bella rassegna stampa Giuly,sei straordinaria....
La prima puntata di ieri sera e'stata bella,un film fatto a doc....le vicende erano molto realistiche e lo scenario anche.
Complimenti davvero un ottimo lavoro
_________________

margherita79
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marilina



Registrato: 25/11/11 16:51
Messaggi: 3550
Residenza: OLBIA

MessaggioInviato: Mer Gen 08, 2014 12:37    Oggetto: Rispondi citando


vista la prima puntata: bel lavoro e soprattutto non di parte.
Una cronaca dei fatti accaduti senza voler creare per forza eroi o martiri.
Un grande Solfrizzi in attesa delle puntate che vedranno protagonista il nostro capitano.
Pezzi bui della nostra storia che è giusto che la nuova generazione conoscano..

che impressione rivedere le immagini di repertorio...
_________________




L'ultima modifica di Marilina il Mer Gen 08, 2014 16:30, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
claudia_napoli



Registrato: 14/02/07 11:47
Messaggi: 11424
Residenza: Roma (ma 'tengo' il cuore napoletano)

MessaggioInviato: Mer Gen 08, 2014 14:50    Oggetto: Rispondi citando


Ciao Giuly ciao Alessandro
grazie della rassegna stampa purtroppo non ho avuto modo
in questi giorni di fermarmi a leggerla, ma lo farò in questi giorni.

Ieri sera ho visto la prima parte con Solfrizzi e con i commenti di mio marito Gianni (grande amante della storia, mi ha spiegato molte cose che ha letto nei suoi approfondimenti) ho seguito molto bene cercando di capire cosa fosse accaduto durante quei giorni a Milano. Anche il fatto di aver visto la piazza della strage un anno fa mi ha fatto entrare molto nella storia e non vedo l'ora di vedere la seconda parte stasera e ancor di più di vedere la parte in cui recita Alessandro.

anche io ho apprezzato la criticità di come è stato impostato il racconto, che spinge a farsi delle domande e cercare delle risposte.
Complimenti a tutto il cast!!!

_________________


Con tutto l'oro del mondo non si può comprare il battito del cuore, nè un lampo di tenerezza-de Lamartine
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
mari27



Registrato: 17/06/04 17:49
Messaggi: 6094

MessaggioInviato: Gio Gen 09, 2014 00:04    Oggetto: Rispondi citando


-

.......terminato da poco " Il Commissario - Gli anni spezzati".
Fa' uno strano effetto vedere che quei fatti sono già... storia!
In quegli anni ero ancora un po' piccola per seguire e/o capire ciò che stava succedendo, inoltre abitando in provincia tutto arrivava attutito, tutto mi sembrava lontano ma ricordo i telegiornali che trasmettevano notizie concitate di attentati, bombe, stragi, rapimenti, "gambizzazioni".......
...Piazza Fontana, l'Italicus, la strage alla stazione di Bologna e tutti gli altri attentati......
Ricordo le espressioni preoccupate degli adulti di famiglia che non riuscivano a capire cosa stesse succedendo in quanto avevano vissuto la dittatura, la guerra, il terrore delle bombe, la fame............ma questo non somigliava a nulla!.....non si capiva cosa stava succedendo, cosa ci si poteva aspettare e chi manovrava tali situazioni.......

Il commissario Calabresi pagò con la vita e pagò per tutti, il suo essere un uomo corretto, un uomo di Stato che crede nella Giustizia, che fa' bene il suo lavoro e che s'impegna per trovare i colpevoli della strage di Piazza Fontana e degli altri eventi eversivi che si verificarono in Lombardia in quegli anni, così come in molte altre parti d' Italia. Non tendeva verso alcuna ideologia ma bensì ciò che contava era il suo lavoro, al servizio dello Stato e dei cittadini.
Un uomo così " dà fastidio" anche ai suoi dirigenti, come si è capito dalla fiction, perché non è controllabile, è un uomo che ragiona, pensa, agisce... per suo conto e non lo puoi fermare... fino a quando non lo ammazzano.....

Pur non avendo vissuto in pieno quegli anni, vedere questo lavoro fa' un certo effetto.... ti entra nella pelle.... e ti fai tante domande.... ed insorge anche molta rabbia: che Stato è quello che non tutela i suoi cittadini e non trova mai un colpevole a quei fatti tremendi? Qui sorgerebbero molte altre domande ed anche qualche risposta.......ma non è questo il luogo ......

Solfrizzi mi è piaciuto molto, ha reso molto bene il personaggio che interpretava, un ruolo "pesante", non facile, tanto più che siamo abituati a vederlo solitamente in Tv ma anche a teatro in ruoli brillanti!.....molto bravo!
Ho apprezzato Luisa Ranieri nel ruolo della moglie ed il giovane poliziotto-amico Claudio.

E' stato un ottimo lavoro!!...ci voleva!!.....è importante far riflettere sulla storia recente del nostro Paese, può servirci per capire il presente, il come siamo arrivati fin qui......

Infine... ma soprattutto!.....un pensiero alla famiglia del Commissario Calabresi.... a Mario Calabresi che era tanto piccolo quando suo padre morì e chissà quanto lo avrà segnato..... Chissà se ha visto il lavoro di questa sera....... forse no, avrebbe potuto fargli molto male..........


Se gli altri episodi avranno lo spessore di questo, sarà un gran lavoro ed un successo!



***
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 10:12    Oggetto: RAI UNO Domenica In - PREZIOSI presenta 'IL GIUDICE' fiction Rispondi citando




in prima serata! ALESSANDRO PREZIOSI : ore 21.10

lun. 13 + mart. 14 gennaio 2014 film tv 'IL GIUDICE'

GLI ANNI SPEZZATI serie RAI1 regia: Graziano Diana









      . il Forum di Alessandro dà appuntamento

      . dalle 16.35 - domenica 12 gennaio 2014

      . RAI 1 Domenica In Alessandro PREZIOSI

      . presenta 'IL GIUDICE' 'Gli Anni Spezzati'





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7684

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 10:35    Oggetto: Grazie!!! Rispondi citando


Grazie mille cara Giuliana!!!
Sono molto felice per le notizie!!!
Buon fine settimana per te e Piero!!!
Helena!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 11:18    Oggetto: Graziano Diana - facebook, perché PREZIOSI per IL GIUDICE Rispondi citando






Graziano Diana, regista e sceneggiatore della serie tv : "Ho scelto Preziosi perché, dopo aver lavorato con lui e Stefania Rocca in "Edda Ciano e il comunista", ho pensato di riproporli come i coniugi Sossi. E poi Alessandro - che ha l'età di Sossi al momento del rapimento - è alto con gli occhi chiari come lui, ed è figlio di avvocati e laureato in legge anche lui. Ma soprattutto l'ho scelto perché è molto bravo nel rendere la "sprezzatura borghese" del personaggio, e il sottile cambiamento che ha nel corso della storia, dalla sicurezza iniziale alla fragilità ma anche alla forza che dimostra nel corso del rapimento, dimostrano la sua bravura di attore. E alla fine questo è quello che conta di più."

trascrivo dalla pagina Facebook personale di Graziano Diana

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 16:13    Oggetto: 2004, RAI La storia siamo noi: Minoli intervista MARIO SOSSI Rispondi citando



ricordando Anna Maria Costanzo (Grazia) Sossi, scomparsa il 9 scorso, dal Forum di Alessandro sentite condoglianze alla famiglia.


/ Per Anna Maria Costanzo, nota a tutti come Grazia Sossi, gli anni di piombo erano durati secoli e finiti in un secondo. Un’eternità per ognuno dei trentacinque giorni in cui suo marito, il giudice Mario Sossi, era rimasto prigioniero delle Brigate Rosse. Sino a quella sera del 24 maggio de ’74. Quando andò ad aprire la porta di casa a uno sconosciuto. Che era lui. "Mario era lì, sorridente, magrissimo – scrisse nel suo diario – mi tendeva le braccia, immobile, del tutto incapace di proferire parola. Gli ho afferrato le mani e l’ho stretto a me, accarezzandogli a lungo i capelli. Quello che ho provato per lui, in quell’attimo, è stato soprattutto un sentimento materno. Mi è sembrato un ragazzo spaurito, con gli occhi grandi, quasi spiritati: un ragazzo che chiedesse soprattutto di essere protetto". [...] Per tutta la durata del sequestro Grazia Sossi fu attivissima nel chiedere la liberazione del marito e nello spezzare il muro di intransigenza delle istituzioni che non volevano la trattativa con i terroristi. Tutto per quel secondo. Per quella porta aperta. E non era una fiction./

(estratto dall'articolo di Emanuele Rossi per Il Secolo XIX - 11 gennaio 2014)



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32480

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 16:14    Oggetto: RAI UNO 'IL GIUDICE, Gli Anni Spezzati' regia Graziano Diana Rispondi citando



ha scritto:



    RAI1 : GLI ANNI SPEZZATI "IL GIUDICE"

    ALESSANDRO PREZIOSI E' MARIO SOSSI


Appuntamento, lunedì 13 gennaio in prima serata su RAI UNO, con la fiction "Gli anni spezzati", una trilogia ambientata negli anni Settanta, che racconta le storie di altrettanti uomini, che hanno lasciato un’impronta indelebile nella memoria collettiva del nostro Paese. Ogni racconto in due puntate, trasmesse per due sere consecutive e per tre settimane. La serie è cominciata il 7 e l’8 gennaio con "Il Commissario", dedicato a Luigi Calabresi, interpretato da Emilio Solfrizzi.

Lunedì 13 e martedì 14 gennaio sarà la volta de "Il Giudice", che vedrà protagonista Alessandro Preziosi, nel ruolo di Mario Sossi. La regia è di Graziano Diana.

Mario Sossi è uno dei Procuratori più competenti e brillanti del Tribunale di Genova. Il suo unico "torto" è quello di aver condotto le indagini e sostenuto la pubblica accusa nel processo alla Brigata XXII Ottobre, una formazione dell'ultra sinistra genovese. Sossi continua dritto per la sua strada, non sa che un nuovo gruppo di terroristi, le Brigate rosse, sta organizzando il suo rapimento…
La seconda e ultima parte de "Il Giudice", in onda martedì 14, si apre con l'agguato dei terroristi in cui cade vittima il magistrato. E' la sera del 18 aprile 1974 quando Sossi viene rapito e rinchiuso in una villetta-carcere a Tortona. Partono immediatamente le indagini delle Forze dell'Ordine rivolte verso i gruppi sovversivi di sinistra che operano in Liguria, senza approdare a nulla di concreto mentre Sossi è sempre più provato dalla prigionia...

Nel cast Ennio Fantastichini, Stefania Rocca, Alessio Vassallo, Anna Safroncik, Giovanni Calcagno, Simone Gandolfo, Linda Messerklinger. Una coproduzione Rai Fiction - Albatross Entertainment prodotta da Alessandro Jacchia e Maurizio Momi.
Il programma è sottotitolato anche in inglese alla pag.778 di Televideo; è visibile in HD sul canale digitale 501 e su TivùSat.

Il 27 e 28 gennaio, infine, andrà in onda "L’Ingegnere", con Alessio Boni che presterà il volto a Giorgio Venuti, dirigente della Fiat.




RAI Ufficio Stampa - comunicato tv - 10 gennaio 2014





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 20, 21, 22 ... 24, 25, 26  Successivo
Pagina 21 di 26

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati