ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

il nostro Don Diana
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24 ... 30, 31, 32  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 08:20    Oggetto: PER AMORE DEL MIO POPOLO | Don DIANA regia di Antonio Frazzi Rispondi citando



    ''PER AMORE DEL MIO POPOLO - Don DIANA''


ALESSANDRO PREZIOSI nella miniserie di RAI Fiction

coprodotta da Aurora Film con regia di Antonio Frazzi



soggetto e sceneggiatura di Fabrizio Cestaro, Carlo Cozzolino, Francesca Panzarella, e Antonio Frazzi; con la consulenza di Raffaele Sardo; casting: Marita D’Elia; fotografia: Alessio Torresi Gelsini; scenografia: Mario Di Pace, Luca Gobbi; costumi: Daniela Ciancio; suono in presa diretta: Fabio Melorio; montaggio: Luca Montanari; musiche: Andrea Guerra, Ediz. RAI; organizzatore generale: Massimo Iacobis; Produttori RAI: Simona Orlandini, Filippo Rizzello; produz. Giannandrea Pecorelli per Aurora Film






www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a6efe483-e2d4-4fe5-87c3-2e38ba7d1215.html 1,

www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b1205934-1248-43b4-bc84-193147cd35bf.html 2

RAI.TV PUNTATE DA RIVEDERE, foto di scena nel portale RAI.IT www.peramoredelmiopopolo.rai.it/






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 08:47    Oggetto: PER AMORE DEL MIO POPOLO - RAI UNO interviste-video-PREZIOSI Rispondi citando







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 09:13    Oggetto: PER AMORE DEL MIO POPOLO anteprima alla CAMERA 17 marzo 2014 Rispondi citando



    ''PER AMORE DEL MIO POPOLO - Don DIANA''


L'anteprima si è tenuta il 17 marzo a Roma, 10.30, nella nuova Aula del Palazzo dei Gruppi della Camera dei Deputati, Via di Campo Marzio 74.



Idea http://webtv.camera.it/flash_7/2014/EI_201403171200_antimafia_don_peppino_diana.mp4

consiglio di fare click destro sul link sopra - salva oggetto con nome - e visionarlo sul proprio pc






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
anticlaudia



Registrato: 19/11/09 09:46
Messaggi: 1530
Residenza: francavilla fontana (BR)

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 10:39    Oggetto: Rispondi citando


Ovviamente non mi sarei persa questa mini-serie per nulla al mondo:Ale sei stato strepitoso!!!!!E non sono le solite parola di circostanza...ho trovato la tua interpretazione diversa dal solito,mi sei piaciuto tantissimi,sei stato bravissimo...complimenti davvero!!!!a don diana un grazie non basta,come per ogni uomo che ha speso la propria vita al servizio di una vocazione,di un ideale...meriterebbe soltanto da lassù di vedere le cose cambiare...ed è solo grazie a uomini come lui,come falcone,borsellino e tutti gli altri che hanno impiegato la loro vita alla lotta alla mafia,che oggi possiamo dire di aver fatto passi in avanti,piccoli forse...ma l'unico modo che abbiamo per non vanificare il loro ooperato non è solo ricordare,ma fare propri i loro insegnamenti assumendo la loro vita come un esempio...Grazie Ale e a tutti coloro che hanno proprosto la vita esemplare di un uomo coraggioso e ancora complimenti a tutti....
_________________
ALE IO CREDO IN TE

...<Gli angeli vengono se tu li preghi,e quando arrivano ti guardano,ti sorridono e se ne vanno....per lasciarti un sogno lungo una notte ma che vale una vita...vivilo a fondo perchè lui non torna più!>...(T.F.)

Antonella
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 11:06    Oggetto: PER AMORE DEL MIO POPOLO - interviste RADIO-audio : PREZIOSI Rispondi citando



Alessandro Preziosi: Don Peppe Diana mi ha segnato la vita

dopo il successo della ficton di Rai1, l'attore si racconta a Telenostra-Avellino
novità: intervista telefonica tg 21/3/14 www.lunaset.it/video/11462/alessandro-preziosi-don-peppe-diana-mi-ha-segnato-la-vita



una trasmissione che ha avuto vasta eco sui giornali per il monito del Cardinal Sepe, e perciò da ascoltare tutta fino al minuto 14



      ALESSANDRO PREZIOSI presenta su RAI RADIO1 la
      fiction "PER AMORE DEL MIO POPOLO - Don DIANA"


scaricabile V formato mp3 www.radio2.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-0c39accf-b1f8-459a-bd3f-d378e0933b11.html

RAI RADIO2 Social Club 15/3/14 Parte 2 con Alessandro Preziosi



17/03/14, Alessandro Preziosi dai microfoni di Radio Città Futura




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Sab Mar 22, 2014 14:11    Oggetto: FILM TV 11/marzo2014 intervista PREZIOSI: Don Diana e CYRANO Rispondi citando



ha scritto:




      Intervista a ALESSANDRO PREZIOSI

            Tra la Terra e la Luna


Sul piccolo schermo è DON DIANA, il prete ucciso dalla camorra. A teatro è CYRANO.
Alessandro Preziosi tra passione artistica e civile




di Enrica Re

E’ da una cosiddetta “famiglia per bene”, di quelle che fanno studiare i figli e li educano all’importanza della cultura e delle arti, che proviene Alessandro Preziosi. Sarà per questo, che ora lui sembra sentire il dovere di avvicinare anche gli altri alla sua profondità di pensiero. La stessa che gli permette di interpretare la realtà dell’oggi attraverso il filtro di un classico letterario (per esempio Cyrano de Bergerac) o di un eroe d’altri tempi, come può essere un prete di periferia ammazzato dalla camorra. Il tutto, però, approcciato e “deformato” senza timore reverenziale alcuno. Al punto che, nelle sue mani, pure Cyrano può vivere di vita propria, anche senza il naso per cui è celebre.

Nel 2012 hai portato a teatro, come regista e interprete, il Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand, mentre il 2014 ti vedrà sul palcoscenico del Teatro Vascello di Roma dal 18 al 27 marzo per Cyrano sulla luna ovvero L’altro mondo e Gli stati e gli imperi della luna di Savinien Cyrano De Bergerac. Da dove nasce la tua passione per questo personaggio e per questo testo?
L’altro mondo o Gli stati e gli imperi della luna fu probabilmente il capolavoro del drammaturgo; figura e eccentrica e bizzarra, scrittore e alchimista insieme, capace per questo di imbastire un racconto fantastico e stimolante, che da una parte rappresenta l’eroe, dall’altra lo rende allo stesso tempo un carattere assimilabile a ciascuno di noi. Ed è questo che mi affascina, per la possibilità di appropriarmene in qualche maniera. Anche se ciò, naturalmente, mi ha esposto a un’alta dose di rischio.

In che modo l’hai personalizzato?
Per esempio accorciandogli il naso. Era il mio modo per esplicitare come l’inadeguatezza spesso sia più una sensazione che un dato di fatto. Gli altri spunti per cui l’opera mi appare così attuale sono il bisogno di determinazione e la capacità di accettarsi fino in fondo oltre al rapporto così stretto che lega Cyrano alla poesia.

Hai accennato all’attualità del testo. Che, ricordiamolo, è stato pubblicato postumo nel 1657.
In questo senso basta citare un passaggio, quello in cui si scandisce a chiare lettere un “No, grazie”. Perché in due parole c’è tutta la spinta ideale verso quell’integrità e quella coerenza con se stessi che oggi mi pare abbiamo perso. E qua sta anche la potenza dei classici: il fatto di poterli continuamente (ri)leggere, perché un classico non si affronta mai da zero. Per farlo, però, c’è bisogno di una vera e propria educazione alla lettura. Quella che la mia famiglia mi ha insegnato e per cui io posso percepirmi come un privilegiato.

Come si concilia, allora, la dedizione verso gli evergreen con l’attenzione che hai dimostrato anche nei confronti di un personaggio molto più “recente”, come Don Diana, che interpreti nella fiction tv Per amore del mio popolo?
Don Diana è stato ucciso dalla camorra, diventando così uno dei simboli della lotta alla criminalità nel nostro Paese. Chi meglio di lui, quindi, avrebbe potuto incarnare il modello quotidiano da tenere come riferimento, soprattutto all’interno di contesti poco limpidi? Mi auguro che funga da esempio.

Lo descrivi come un eroe, quale sicuramente è stato. Ma un interprete tende a scegliere i propri personaggi anche in base a una sorta di affinità.
Quali sono i punti di contatto che pensi di poter tracciare con lui?
Forse una certa irrequietezza. Di sicuro, però, il sentirsi vicino alle persone. Di più: riuscire ad amarle. E poi mi piace quella strana sensazione per cui si è a proprio agio più sulla strada non asfaltata che su quella spianata.

E’ per questo che sei un attore?
Il mio destino era un altro. Avrei dovuto fare l’avvocato, ho studiato legge e la mia famiglia ha una tradizione. Io, però, ho presto scelto di cambiare direzione al mio percorso. Avvertivo netta l’urgenza di comunicare: l’ho fatto con le parole, ma qualsiasi altra forma d’arte sarebbe potuta andar bene. Oltretutto il mestiere di attore mi pesa parecchio, è ingombrante e presuppone tante responsabilità. In teatro, come al cinema e in televisione.

A proposito, il 2014 ti ha visto e ti vedrà in tv protagonista di La mia bella famiglia italiana (trasmesso a febbraio su Rai1) e La bella e la bestia (per cui si dovrà probabilmente aspettare la prossima stagione).
Due scelte forse diverse da quelle che ci hai raccontato finora.
Della prima mi hanno convinto l’orgoglio di essere italiani e il recupero del passato, raccontati però con i toni leggeri della commedia; nel secondo, invece, mi sono divertito a giocare con l’animazione.

I tuoi ammiratori però possono stare tranquilli: tornerai ai classici, vero?
Certo, è il mio modo di accedere alla bellezza. E in questo sono sempre stato fortunato.





FILM TV n.11/marzo 2014 – pag. 18 e 19 - www.filmtv.it






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Mer Mar 26, 2014 06:19    Oggetto: PER AMORE DEL MIO POPOLO anteprima alla CAMERA 17 marzo 2014 Rispondi citando





http://radiocorrieretv.blog.rai.it/per-amore-del-mio-popolo-don-diana-conferenza-stampa-17-marzo-2014/ foto: formato originale




    ''PER AMORE DEL MIO POPOLO - Don DIANA''





L'anteprima si è tenuta il 17 marzo a Roma, nella nuova Aula del Palazzo dei Gruppi della Camera dei Deputati [foto-evento Rai Radiocorriere Tv]





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Gio Mar 27, 2014 14:49    Oggetto: PER AMORE DEL MIO POPOLO | Don DIANA regia di Antonio Frazzi Rispondi citando



ha scritto:


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Ven Mar 28, 2014 15:12    Oggetto: TV2000 Effetto Notte 28/03/14 intervista ALESSANDRO PREZIOSI Rispondi citando







venerdì 28 marzo alle ore 23.45 e, nella notte, 01.54 - sabato 29 marzo alle ore 22.55 e alle ore 00.45: in onda una nuova puntata di Effetto Notte, il rotocalco d'informazione cinematografica di TV2000 con il suo viaggio nelle storie di cinema di ieri e di oggi.

La puntata si apre con un’ampia intervista esclusiva con Alessandro Preziosi, che a Fabio Falzone racconta il ruolo di Don Diana, prete coraggioso ucciso dalla mafia, ma anche la genesi del suo lavoro di attore (“ho fatto anche l’avvocato”) in teatro, in tv e al cinema. E rivela, citando Amleto: “sono felice… di non essere troppo felice”.



TV2000 è visibile sul digitale terrestre canale 28, sul satellite al canale 138 SKY (dal 29 marzo al canale 140 SKY), sulla piattaforma satellitare TvSat al canale 18 e dal web in streaming su http://www2.tv2000.it/home_page/mediacenter/00000014_Video.html




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 18:45    Oggetto: 09/04/14 TG2 intervista PREZIOSI contento: tv teatro cinema Rispondi citando



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Mer Apr 16, 2014 06:41    Oggetto: Gela 14/4/14 'Non abbiate paura' mostra x GIOVANNI PAOLO II Rispondi citando






ha scritto:



        Gela ricorda Giovanni Paolo II con

        il grande attore Alessandro Preziosi


Inaugurata ieri 14 aprile, presso l'Opera Pia "Regina Margherita", una mostra dedicata a Giovanni Paolo II, a 9 anni dalla sua morte e in occasione della sua canonizzazione, che avverrà a Roma il 27 aprile prossimo, assieme a quella di Giovanni XXIII. Ad organizzare l'evento, la Piccola Casa della Misericordia con il Movimento Diocesano Fraternità Apostolica della Divina Misericordia. La mostra, fortemente voluta da don Pasqualino Di Dio e patrocinata dal Comune di Gela e dalla Clinica Santa Barbara, raccoglie testi, quadri, fotografie che raccontano i momenti più importanti della vita del Pontefice. In esposizione, anche effetti personali appartenuti a Karol Woytjla. Presenti al taglio del nastro, il nuovo vescovo della Diocesi di Piazza Armerina Mons. Rosario Gisana, che ha colto l'occasione per mandare alle famiglie gelesi i suoi auguri per la Santa Pasqua. "La Resurrezione, per noi credenti, è un momento importante – ha detto il vescovo - E' il mistero più grande perché evoca costantemente il Crocifisso, Colui che ha donato tutto se stesso. Ogni volta che noi ci disponiamo a relazioni aperte, autentiche, cariche di perdono, la Resurrezione entra nei nostri cuori e genera esistenze nuove".

In ricordo del Papa polacco, sempre ieri, al Teatro Eschilo, si è tenuto uno spettacolo dal titolo "Non abbiate paura". Sul palco, l'attore Alessandro Preziosi che, insieme alla presentatrice, la giornalista Liliana Blanco e al maestro di musica Ottavio Duchetta, ha intrattenuto i presenti, mostrandosi in una veste nuova. Il grande attore, con le sue riflessioni, ha dato lezione di grande fede, altruismo e amore per la vita, incitando ad essere sempre luce e aiuto per chi ci sta accanto e a non avere paura, così come esortava Giovanni Paolo II, un grande uomo Papa e un grande Papa uomo, che resterà nei cuori della gente per sempre. E Karol Woytjla fu veramente grande in ogni momento del suo lungo pontificato, segnando la storia della Chiesa e dei suoi fedeli. Con tenacia e forza sorprendente, fino alla fine, ha guidato tutti verso una pace duratura fra i popoli e fra le culture, una pace fondata su Cristo. "Il papa non può rimanere prigioniero del Vaticano – così diceva ai giornalisti all'inizio del suo pontificato - Io voglio andare da tutti, dai nomadi delle steppe ai monaci e alle suore nei conventi. Voglio attraversare la soglia di ogni casa". E la soglia di ogni casa l'amato Pontefice l'ha varcata davvero. "Non abbiate paura! – ha gridato al mondo intero - Nessuno ceda allo sgomento e alla sfiducia, anche se un vento contrario ostacola il cammino dei popoli e si fa burrascoso il mare della storia". Grida, Woytjla, come quel giorno ad Agrigento contro lupare e omertà. Grida silenziosamente le scuse di tutti per i peccati del passato. Grida cantando la gioia dei bambini, che non sono solo quelli di oggi, ma anche quelli di ieri e di domani. Egli è simbolo della Giornata Mondiale della Gioventù da lui istituita. Era giovane negli occhi Papa Woytjla, anche quando l'età e la sofferenza hanno reso debole il suo fisico. E i giovani l'amavano. Erano in tanti a pregare nelle ultime ore della sua vita.
Erano in tanti a gridare "Santo subito".









Strepitoso il finale della serata che ha visto uno straordinario Alessandro Preziosi in una performance canora coinvolgente. In delirio le numerosissime fan presenti. Uno spettacolo capace di toccare i cuori e di far riflettere sulla realtà quotidiana, sulle nostre potenzialità, sul nostro essere cristiani e uomini di fede. Misericordia è la parola chiave di tutto, che Papa Francesco non si stanca mai di testimoniare. Misericordia, quella virtù in grado di rendere, passo dopo passo, il nostro presente e il nostro futuro migliori. Una raccolta di fondi, ricavati anche dalla vendita di gadget, sarà devoluta ai poveri della Piccola Casa della Misericordia.

Noi di Tensivamente abbiamo incontrato l'attore protagonista della serata, che con gentilezza e disponibilità, ha concesso un'intervista al nostro giornale.

Alessandro, tu sei vicino al mondo del volontariato. Da anni, infatti, sei testimonial dell'Associazione ADRICESTA Onlus che promuove la ricerca scientifica e sostiene i bambini affetti da leucemia. Quando e come hai sentito dentro di te l'esigenza di impegnarti in progetti di solidarietà?

"Il volontariato è un'opera che portano avanti persone eccezionali. Io sono solo un punto di riferimento per il lavoro che svolgo. Ho abbracciato questo progetto molto volentieri dopo il successo della serie Elisa di Rivombrosa, affinché questo successo potesse avere un fine utile agli altri. Chi gestisce questa associazione si dà davvero un gran da fare. L'obiettivo è molto importante. Si tratta di dare ai bambini malati di leucemia la possibilità di ricevere maggiori servizi e cure negli ospedali".

Nella tua lunga e prestigiosa carriera di attore hai interpretato anche ruoli di uomini di fede, come Sant'Agostino e, di recente, don Diana. Qual è il tuo rapporto con la fede e con Dio?

"La fede mi ha accompagnato dalla nascita in maniera abbastanza regolare e serena. Credo che essa sia qualcosa di profondamente interiore. La fede supera il concetto di relazione, va dentro. Posso dire che il mio è stato un rapporto costante".

Giovanni Paolo II per primo, poi Benedetto XVI e oggi Papa Francesco hanno fortemente voluto avvicinarsi ai giovani, servendosi anche dei loro linguaggi e dei loro strumenti di comunicazione, come i social network. Tu dirigi il Teatro Stabile d'Abruzzo e hai organizzato anche dei laboratori formativi di recitazione con degli aspiranti attori. Quindi, sei sempre a contatto con i giovani. Quanto, secondo te, il teatro, la danza, il canto, l'arte in genere possono contribuire a trasmettere quei valori autentici di cui oggi la società ha tanto bisogno?

"A volte si immaginano i giovani come una generazione in grande difficoltà che ha bisogno di 'elettroshock' per animarsi. Questo non è assolutamente vero. I giovani sono pieni di valori ben più radicati di quelli che avevamo noi. Hanno una grande quantità di strumenti a loro disposizione. La cosa che io posso garantire, da attore che fa anche formazione, è l'esempio di chi si è formato secondo certi valori, che poi sono legati in qualche modo allo sport. La recitazione, come tutte le arti, è connessa ad una disciplina. I risultati non sono solo l'applicazione ma, soprattutto, l'ottimizzazione di tutto quello che impari. E per ottimizzarlo devi avere una fonte sana. Se quella fonte non è sana, da un momento all'altro si perde tutto".

15 aprile 2014 - scritto da Alice Palumbo per
TensivaMENTE.it






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3546
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Mer Apr 16, 2014 08:21    Oggetto: Rispondi citando


......sarà stata una serata molto coinvolgente ed emozionante...mi dispiace tantissimo non esserci stata per vari impedimenti!!!

Un abbraccio Ale Laughing
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Daniela_G



Registrato: 04/09/12 22:24
Messaggi: 944
Residenza: Bucharest, Romania

MessaggioInviato: Mer Apr 16, 2014 09:08    Oggetto: Rispondi citando


Citazione:
I risultati non sono solo l'applicazione ma, soprattutto, l'ottimizzazione di tutto quello che impari. E per ottimizzarlo devi avere una fonte sana. Se quella fonte non è sana, da un momento all'altro si perde tutto".


Ancora una volta siamo d'accordo - anche io sto lavorando molto per convincere mia figlia della stessa cosa ...se la fondazione è fragile, tutta la costruzione - non importa quanto bella sia - sarà debole ...

Fare il formatore, investire tempo ed energia nelle giovani generazioni ... questa è una tua scelta che apprezzo tanto. Complimenti!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
margherita79



Registrato: 07/02/12 14:57
Messaggi: 2936
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Mer Apr 16, 2014 10:14    Oggetto: Rispondi citando


Deve essere stato sicuramente una bellissima serata,e stimo tanto il nostro Ale che sa affrontare questi eventi,con tanta partecipazione personale...
Un abbraccio carissimo,che la serenità non ti abbandoni mai....
_________________

margherita79
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 32314

MessaggioInviato: Mer Apr 23, 2014 18:04    Oggetto: Gela 14/4/14 'Non abbiate paura' mostra x GIOVANNI PAOLO II Rispondi citando



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24 ... 30, 31, 32  Successivo
Pagina 23 di 32

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati