ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Desk-15/12/13-Greve in Chianti (Fi) "Aspettando Natale
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
paolat



Registrato: 30/11/04 00:13
Messaggi: 1792
Residenza: Firenze

MessaggioInviato: Mer Dic 11, 2013 23:31    Oggetto: Desk-15/12/13-Greve in Chianti (Fi) "Aspettando Natale Rispondi citando


Caro forum,

domenica 15 dicembre 2013

saremo a Greve in Chianti (Fi), dalle ore 9.00 alle ore 19,00
per illustrare i nostri progetti solidali

Vi aspettiamo numerosi al mercatino in occasione della manifestazione “Aspettando Natale”, con tante idee regalo e i deliziosi manufatti delle volontarie.

Grazie fin d’ora al Comune di Greve per l’ospitalità.

Un abbraccio

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Gio Dic 12, 2013 00:48    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando









_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
CLAUDIA65



Registrato: 28/03/07 23:44
Messaggi: 3264
Residenza: BIELLA

MessaggioInviato: Gio Dic 12, 2013 00:49    Oggetto: Rispondi citando


Buon lavoro a tutte.
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Gio Dic 12, 2013 13:07    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando









_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Gio Dic 12, 2013 14:02    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando




        ....................................



        come arrivare a GREVE IN CHIANTI Very Happy


IN AUTO

Per chi proviene da sud:

Dall’Autostrada A1 occorre imboccare l’uscita “Incisa Valdarno”.
Proseguire, poi, verso la località Figline Valdarno e da lì seguire indicazioni per Greve in Chianti, attraversando le seguenti località: Ponte agli Stolli, Dudda, Passo del Sugame.
Tempi di percorrenza: circa 22 Km, 25 minuti.

Per chi proviene da nord:

L’uscita da prendere è “Firenze sud”, seguire poi le indicazioni per Greve in Chianti sulla SR 222 Chiantigiana (ex SS 222) attraversando i paesi di Grassina, Strada in Chianti, Chiocchio, Greti.
Tempi di percorrenza: circa 24 Km, 27 minuti.




IN TRENO

Fermata alla Stazione di Santa Maria Novella di Firenze. Dal piazzale antistante la stazione sono in partenza varie linee extraurbane in direzione Greve in Chianti del servizio di trasporto pubblico SITA.
Tempi di percorrenza: circa 30 Km, 45 minuti.
E’ disponibile anche il servizio di taxi ed è possibile noleggiare scooter e auto.



IN AEREO

Aeroporto “Amerigo Vespucci” di Firenze. All’uscita è disponibile il servizio di taxi ed è possibile noleggiare scooter e auto.

Altre informazioni | www.comune.greve-in-chianti.fi.it/
www.trenitalia.it | www.sita-on-line.it | www.aeroporto.firenze.it





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
margherita79



Registrato: 07/02/12 14:57
Messaggi: 2936
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Gio Dic 12, 2013 16:33    Oggetto: Rispondi citando


Buon lavoro carissima....un abbraccio
_________________

margherita79
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Ven Dic 13, 2013 15:17    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando















        Greve In Chianti 'Aspettando il Natale'

        anteprima, domenica 8 dicembre 2013

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Sab Dic 14, 2013 17:56    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando







Greve in Chianti, crocevia commerciale, è nella Storia



Il più antico nucleo abitato da cui ebbe origine il centro di Greve viene individuato sull’attuale collina di San Francesco, citata in un documento dell’XI secolo per una donazione di S. Bernardo degli Uberti al Monastero di San Salvi. In seguito fu sede di un antico ospedale e, dalla fine del Quattrocento, ospitò un piccolo insediamento monastico dell’Ordine Francescano (da cui prese il nome), trasformato oggi nella sede del Museo d’Arte Sacra.
Greve in Chianti nacque ai margini delle importanti reti di comunicazione che facevano capo alla via Volterrana e alla via Francigena. In compenso, i percorsi viari del territorio permettevano di raggiungere agevolmente Firenze e, attraverso l’attuale Passo del Sugame, la valle dell’Arno a monte di Firenze, dove si trovano importanti luoghi di mercato (come ad esempio Figline Valdarno).
Fu proprio questo carattere di apertura nei confronti di diversi approdi commerciali a determinare la nascita del mercatale di Greve, l’attuale Piazza del Mercato, al centro di un’area densamente popolata, già ricca di pievi e chiese rurali e disseminata di castelli e borghi feudali, che dopo la conquista e la successiva trasformazione da parte dei fiorentini sono divenuti residenze signorili, ville e ville-fattorie. Il Chianti fiorentino era un territorio pregiato dal punto di vista agricolo: vi si produceva, fra l’altro, un vino molto apprezzato, citato da documenti del XIV secolo, che allietava le mense dei ricchi fiorentini. La posizione intermedia tra Firenze e Siena, in un periodo di grande crescita culturale, artistica ed economica delle due principali città della Toscana, ebbe conseguenze importanti per lo sviluppo dell’intero territorio grevigiano, al quale contribuì anche la presenza regolare, nelle residenze di campagna, di un qualificato ceto dirigente, rappresentato dalle principali famiglie fiorentine.
La parte più antica del borgo gravita intorno al convento di San Francesco e alla piazza del mercato: tale struttura rimarrà sostanzialmente intatta fino al XIX secolo. Solo dopo l’Unità d’Italia, con l’assegnazione della sede del Comune, il vecchio “mercatale a Greve” diventerà il centro più importante della vallata.


Fonte: sito ufficiale www.comune.greve-in-chianti.fi.it


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Sab Dic 14, 2013 18:03    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando







Il 'Mercatale' di Greve, il cuore pulsante del capoluogo



La piazza, oggi dedicata a Giacomo Matteotti, dalla caratteristica forma a imbuto, è stata chiamata per secoli il “Mercatale a Greve”, perché il luogo di mercato, ubicato sul fondovalle, in prossimità del corso d’acqua della Greve e del tracciato della via Cassia che univa Firenze a Siena, costituiva una sorta di punto di raccolta per la popolazione di molti villaggi e castelli della zona (Monteficalle, Montegonzi, Uzzano, etc.).
La prima notizia sicura su questo mercatale è del 4 marzo del 1300, ma si pensa che sia nato addirittura durante il XIII secolo. Verso il 1363, durante la peste, vi fu anche l’invasione delle truppe mercenarie di Alberico da Barbiano, condottiero al soldo di Gian Galeazzo Visconti, le quali nel 1397, come scrive Scipione Ammirato, saccheggiarono “il Mercatale a Greve e tutte le vicine contrade”. Nel luglio del 1773 Pietro Leopoldo I viaggiò da Firenze a Siena passando per il Chianti e descrisse così Greve nei suoi taccuini: “…il luogo è grande e pulito con una bella piazza. A Greve vi è ogni sabato un grosso mercato di bestiami e grasce (generi alimentari di varia natura). I terreni di quelle colline ed il piano lungo la Greve sono ottimi e fertili”.
Come gran parte delle piazze dei mercatali, anche quella di Greve in Chianti presenta dei portici in muratura che, anche qui, sostituirono le capanne e le tettoie provvisorie sotto le quali erano i banchi ove veniva esposta la merce.
L’attrazione esercitata da questo luogo di incontro dette progressivamente vita ad un centro stabile che, a differenza di Figline, soltanto in parte provocò il fenomeno di diserzione delle aree sommitali che si verificò nel Valdarno di Sopra, poiché qui forti motivazioni di carattere economico costituivano un impedimento all’abbandono delle ricche colture in tutta l’area collinare circostante l’abitato di Greve. Con il suo prolungamento, piazzetta Santa Croce, la Piazza conserva un’area familiare e signorile allo stesso tempo e costituisce il centro e l’elemento urbanistico più caratterizzante di Greve in Chianti. ( segue: via www.comune.greve-in-chianti.fi.it/ps/s/cosa-visitare )



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Sab Dic 14, 2013 18:15    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando







Verrazzano, Vespucci, navigatori del passato a Greve



Sul lato destro di Piazza Matteotti campeggia la statua del grande navigatore Giovanni da Verrazzano, nato nel vicino Castello di Verrazzano. Nel triangolo definito più o meno dai confini della Toscana, il territorio del Comune di Greve in Chianti occupa la parte che corrisponde indicativamente al centro geometrico. Una posizione interna, fortemente influenzata nei caratteri del territorio e nello svolgimento delle vicende storiche dalla vicinanza con due città “di terra” come Firenze e Siena.
Ma, paradossalmente, o forse per spirito di contraddizione, due fra i più grandi navigatori italiani hanno radici grevigiane: Giovanni da Verrazzano (che scoprì la baia del fiume Hudson, dove adesso sorge New York) e Amerigo Vespucci (che diede il nome all’intero continente americano). ( www.comune.greve-in-chianti.fi.it/ps/s/navigatori



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Sab Dic 14, 2013 18:31    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando







      Il Palazzo Comunale affacciato sul 'Mercatale'


L’imponente palazzo municipale, in stile neorinascimentale, si affaccia sull’antica Piazza del Mercatale, sul lato opposto rispetto alla Chiesa di Santa Croce. L’attuale palazzo sorge sui resti del vecchio palazzo pretorio, la cui costruzione fu iniziata nel 1485 e terminata nel 1489: di questo vecchio edificio non abbiamo notizie rilevanti tranne la sua destinazione presunta a sede della Lega della Val di Greve che dipendeva dall’omonima Podesteria.
Al di sopra di questo edificio fu costruito il nuovo palazzo comunale che fu iniziato nel 1894 e terminato alla fine del 1895. L’amministrazione vi si insediò per la prima volta il 24 gennaio del 1896 come si può leggere sulla lapide presente nel corridoio d’ingresso.
Il progetto fu dell’Ing. Carlo Baglioni il quale scelse come stile di rivestimento del palazzo il “bugnato”, in omaggio ai noti palazzi rinascimentali fiorentini, e come materiale di rivestimento della facciata la pietra arenaria, probabilmente proveniente dalla vicina cava di Caprolo.
Sempre nell’ingresso del palazzo si possono osservare gli stemmi della Podesteria della Lega della Val di Greve, databili dalla fine del 1400 al 1700 e le quattro lapidi commemorative dei cittadini del comune caduti durante la guerra italo-abissina, la guerra italo turca e le due guerre mondiali.







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Marilina



Registrato: 25/11/11 16:51
Messaggi: 3591
Residenza: OLBIA

MessaggioInviato: Dom Dic 15, 2013 20:19    Oggetto: Rispondi citando


Very Happy spero sia stata una buona domenica .... un bacio a voi tutte!!
_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
cianipat



Registrato: 10/07/04 00:05
Messaggi: 4810

MessaggioInviato: Mar Dic 17, 2013 14:31    Oggetto: Rispondi citando


Ciao a tutte e auguri sinceri. E' stata una splendida giornata, piena di sole e allegria. Il nostro banchetto era veramente carino e faceva un'ottima figura in mezzo agli altri. La giornata e' stata positiva, certo la crisi si sente e credo da ogni parte ma l'armonia e l'amicizia che ci legano da quasi dieci anni rendono gioioso e fruttuoso ogni nostro incontro.
La nostra cara Paola vi dira' ill resto. A me non resta che augurarvi ogni felicita' e ogni bene per questo natale e per sempre. Laughing

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
paolat



Registrato: 30/11/04 00:13
Messaggi: 1792
Residenza: Firenze

MessaggioInviato: Sab Dic 21, 2013 22:32    Oggetto: Rispondi citando



Care amiche,

come ha già accennato Cianipat è stata una bella giornata fredda ma soleggiata , il mercatino davvero delizioso , con il nostro banchetto ricco di tanti bei manufatti e siamo soddisfatte per il risultato raggiunto.
Ringrazio di cuore Monica, Patrizia, Lucia per la bella giornata trascorsa in amcizia
grazie a Roberta63 , Luisa e Gloria e a Antonietta68 per i deliziosi lavoretti che ci hanno inviato

Infine grazie di cuore al Comune di Greve, alla gentilissima Sig.ra Molletti per l' opportunità riservataci

Un abbraccio

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33523

MessaggioInviato: Dom Dic 29, 2013 15:33    Oggetto: Desk - dom. 15/12/13 GREVE IN CHIANTI (Fi) Aspettando NATALE Rispondi citando



    . Montefioralle, la sentinella della Val di Greve

    . figura nell'elenco de'I Borghi più belli d'Italia'




Il nome originario era Monteficalle, come attestato in un documento del 1115, che parla di un atto rogato “in castro de Monte Ficalli”. Pare che all’origine del nome ci fossero le piante di fico che numerose ricoprivano le pendici della collina intorno al castello. Successivamente venne cambiato in Montefioralle, probabilmente perché più elegante e aristocratico.

Il Comune di Greve in Chianti è uno dei più vasti d’Italia: il territorio si estende per 170 km quadrati, in una posizione strategica a cavallo fra lo Stato Fiorentino e quello Senese. Gli insediamenti più antichi, risalenti all’alto medioevo, presentano tutti i caratteri del borgo fortificato o del castello, alla sommità di un colle o di un crinale, spesso a ridosso di una preesistenza feudale o addirittura tardoromana. Rispetto agli altri borghi come Panzano o Cintoia, Montefioralle è quello meglio strutturato e a tutt’oggi il meglio conservato, per la sua posizione isolata. E’ posto, infatti, su un’altura dalla quale si domina l’alta valle del fiume Greve e il crinale dei monti del Chianti. Dal castello passa la strada che collega il fondovalle alla cosiddetta “strada dei Poggi”, da dove la vista spazia ad ovest fino alla Val d’Elsa e alle torri di San Gimignano, e a nord fino alla conca di Firenze e al colle su cui sorge Fiesole. Percorrendo questa strada di crinale da Panzano a Montefioralle, nel paesaggio (forse) della Gioconda, si offrono allo sguardo scorci di rara bellezza, con i vigneti a mezza costa, i boschi sulla sommità dei rilievi e le case contadine sparse nei poderi. Dietro ogni curva, sulle strade bianche del Chianti, appare l’infinito.



Montefioralle si è sviluppato per anelli concentrici intorno al cassero, ben riconoscibile accanto alla chiesa, alla sommità del colle. L’abitato è racchiuso in un circuito murario di forma ellittica, in buona parte conservato (la torre orientale di guardia è stata recentemente restaurata), lungo una strada principale che segue l’andamento delle mura. Al centro, nella parte più alta, si trova la Chiesa di Santo Stefano, che oggi si presenta all’interno nella forma assunta fra Sei e Settecento, ulteriormente modificata da rifacimenti ottocenteschi. Nell’ampia navata sono custodite, fra le altre opere, una preziosa tavola duecentesca raffigurante la Madonna col Bambino del Maestro di Montefioralle e una Trinità fra quattro Santi attribuita al Maestro dell’Epifania di Fiesole, riconducibile alla seconda metà del XV secolo. A breve distanza, fuori le mura, si trova la Pieve di San Cresci, risalente al X secolo, recentemente restaurata.

L’abitato di Montefioralle è riuscito ad attraversare i secoli mantenendo una forte unità urbanistica, per un motivo preciso: mentre il castello è rimasto un’isola a sé stante, il borgo si è sviluppato a valle, intorno alla piazza del “mercatale” da cui è nato l’attuale capoluogo del Comune di Greve, nel crocevia fra la strada di Firenze, quella di Siena e quella del Valdarno. Il complesso castello-mercatale è ancora oggi perfettamente leggibile e percorribile, lungo una distanza di circa un km, la cui tappa mediana è costituita dall’antico Convento di San Francesco, primo insediamento etrusco della zona con il nome di Cripes, da cui il toponimo Greve
.



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati