ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

fino a 9/12 gratis su MEDIASET c'è MIO FRATELLO, MIA SORELLA
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Ven Ott 01, 2021 17:09    Oggetto: fino a 9/12 gratis su MEDIASET c'è MIO FRATELLO, MIA SORELLA Rispondi citando




"Il film è molto bello" scrisse ALESSANDRO PREZIOSI

da rivedere su MEDIASET INFINITY fino al 9 dicembre

Gratis "MIO FRATELLO, MIA SORELLA" il finale è lieto!










PRIMA TV in Prima Serata !!! ore 21:42 su CANALE 5

venerdì 25 novembre "MIO FRATELLO, MIA SORELLA"

coprotagonisti del FILM sono ALESSANDRO PREZIOSI

con CLAUDIA PANDOLFI - regia di ROBERTO CAPUCCI








cast artistico: Alessandro Preziosi, Claudia Pandolfi, Ludovica Martino, Francesco Cavallo, Caterina Murino, Stella Egitto, Frank Gerrish

sceneggiatura: Roberto Capucci, Paola Mammini

fotografia:Andrea Arnone; montaggio:Francesco Galli; scenografia:Tiziana Liberotti; costumi:Valerio Calisse








clicca, accedi e ascolta via streaming anche gratuito

la colonna sonora di "MIO FRATELLO, MIA SORELLA"

musiche originali: Valerio CALISSE, Daniele Bonaviri









"MIO FRATELLO, MIA SORELLA" colloca per la prima volta al centro della storia di un film la schizofrenia e il suo impatto nelle famiglie, tanto che la SIP Società Italiana di Psichiatria ha partecipato attivamente alla sua realizzazione prestando la consulenza scientifica per la sceneggiatura e per il training degli attori.








disponibile sulla piattaforma streaming NETFLIX.com

dall'8/10/2021: il servizio è in abbonamento mensile








produttore: Marco Belardi
produzione: Lotus Production - Leone Film Group,
in associazione con Mediaset / Italia, 2021

distribuzione internazionale: Netflix




_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Dic 05, 2022 18:39, modificato 8 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2021 18:08    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di CAPUCCI 8/10/2021 NETFLIX Rispondi citando



ha scritto:



MIO FRATELLO, MIA SORELLA:

una famiglia a confronto con la schizofrenia




Mio fratello, mia sorella è una ben strutturata storia di tragici rapporti familiari, che alla classica impostazione del film ‘corale’ aggiunge un tema particolare, quello della convivenza con un familiare affetto da gravi disturbi psichici, in questo caso la schizofrenia. Il film è interpretato da Alessandro Preziosi, Claudia Pandolfi, Ludovica Martino, Stella Egitto, Francesco Cavallo e Caterina Murino. Diretto da Roberto Capucci e prodotto da Marco Belardi, sarà su NETFLIX, che produce in associazione con MEDIASET e LOTUS PRODUCTION, dall’8 ottobre.

Alla morte del padre, Tesla e suo fratello Nik si ritrovano, per un singolare patto successorio, sotto lo stesso tetto. In casa ci sono anche i figli di Tesla, Sebastiano, geniale violoncellista affetto da schizofrenia, e Carolina, con cui Tesla ha un rapporto conflittuale. Col tempo tutti troveranno un equilibrio, ma una serie di eventi porteranno i personaggi a fare i conti con paure e segreti, in un difficile viaggio verso il perdono e l’accettazione di se stessi e dei propri legami.

“Parlare di schizofrenia – dice il regista – è stato delicato e interessante, ho lavorato con il professor Martinotti, presidente della Società Italiana Psichiatria, che ci ha dato l’opportunità di raccontare il disturbo facendoci entrare in un mondo incredibile, a cui ho lavorato con la sceneggiatrice Paola Mammini. Abbiamo costruito un personaggio che non esiste, diciamo ‘customizzato’, con delle caratteristiche tecniche specifiche che mano mano scrivevamo con Paola per incastrarle nella nostra storia, chiedendo poi al professore se fosse tutto coerente. A livello psichiatrico abbiamo studiato ogni reazione. Abbiamo voluto raccontare un paziente immaginario ma senza mostrare le allucinazioni, piuttosto raccontandolo come si vedrebbe dall’esterno. Inoltre parliamo della cosiddetta famiglia ‘schizofrenogena’, ovvero del contesto familiare”.

“Abbiamo cercato di lavorare su un’operazione diretta – dice Cavallo, che interpreta appunto il ragazzo con il disagio – andando in clinica per capire cosa significasse avere questo disagio, evitando macchiette, ma non c’era l’ispirazione fisica a una persona specifica, il che ci ha dato modo di essere più creativi possibile nell’inventare le sue turbe, le sue stereotipie, il suo specifico rapporto con la madre. Da questa esperienza abbiamo preso le sensazioni che la malattia comporta sia sull’interessato che sulla famiglia. Alla prima lettura del copione sembrava già che ci fosse dietro una famiglia esistente”.

“Ho approcciato questo film trovando già una donna ben destrutturata - spiega Pandolfi – di solito ci si appoggia sui punti fermi dei personaggi mentre lei è disarmata e vive di costanti autosabotaggi. Volevamo che la famiglia fosse raccontata in maniera autentica, anche io ho ascoltato molte testimonianze di donne che sono nella stessa situazione di Tesla. Mi hanno da un lato straziato e dall’altro fatto capire quanto fossi fortunata. Roberto aveva il film dentro e una grande urgenza di raccontarlo. Mi sono affidata e lasciata andare. Mi sono vista brutta, magra, grigia, ed era tutto rispettoso, bello, giusto e corretto”.

“Non sono una persona che compatisce – dice Preziosie credo che il modo in cui ho interagito col personaggio di Francesco è stata una strategia di distanza. Credo che abbia molto funzionato. Le scene sono frutto di una grande empatia, alcune non erano forse nemmeno in sceneggiatura”.

“Roberto ha creato una famiglia anche tra di noi – dice Martino – se il personaggio doveva farlo Francesco ci teneva che noi partecipassimo e vedessimo queste testimonianze, andassimo anche noi in clinica. Poteva bastare una volta ma Roberto ci ha creato un legame così simbiotico che siamo entrati in totale empatia sia tra di noi che in queste storie. Ha prevalso il lato umano ed eravamo noi ad essere diventati curiosi di sapere, di scoprire, di avere più testimonianze, e chiedevamo di andare in clinica e chiamarci quando c’erano gli incontri col professore. Si era accesa una curiosità reale di vita, io conoscevo la schizofrenia come tema ma non in maniera così approfondita. Un vero viaggio insieme. Abbiamo iniziato il film con un grande background già completo”.



di Andrea Guglielmino, 01/10/2021; pubblicato via CINECITTA' NEWS









_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Carla



Registrato: 10/03/04 11:38
Messaggi: 1309

MessaggioInviato: Dom Ott 03, 2021 15:51    Oggetto: Rispondi citando


Fantastico ALE! Sarà un film stupendo....
_________________
Carla -
Adricesta
Top
Profilo Invia messaggio privato
tiziana.rinaldi@beactiveu



Registrato: 17/04/04 13:06
Messaggi: 348
Residenza: Sancesareo

MessaggioInviato: Dom Ott 03, 2021 17:26    Oggetto: Sarà un piacere vedelo Rispondi citando


Sarà un immenso piacere vederlo anche in questo lavoro e sarà come sempre bravissimo☺️🤗
_________________
Tiziana Rinaldi
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2021 16:48    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di ROBERTO CAPUCCI su NETFLIX Rispondi citando





gli interpreti Alessandro Preziosi e Claudia Pandolfi,

Ludovica Martino e Francesco Cavallo, con il regista

Roberto Capucci, raccontano Mio fratello, Mia sorella

il FILM in Prima Visione su NETFLIX dall'8 OTTOBRE.






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2021 18:08    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di ROBERTO CAPUCCI recensione Rispondi citando



ha scritto:



      MIO FRATELLO, MIA SORELLA:

      un film all’avanguardia targato Netflix



Dall’8 ottobre, su Netflix sarà disponibile il nuovo film di Roberto Capucci in collaborazione con Mediaset dal titolo Mio fratello, mia sorella. Nel cast del film sono presenti: Claudia Pandolfi (Tesla), una madre single alle prese con due figli; Ludovica Martino, che interpreta sua figlia adolescente che affronta un’importante fase di ribellione; Francesco Cavallo è Sebastiano, il secondogenito di Tesla di 20 anni, affetto da bipolarismo e schizofrenia.
La famiglia così composta subisce dei grandi cambiamenti quando il fratello di Tesla, Nick, interpretato da Alessandro Preziosi entra nelle loro vite come un uragano.
Dopo la morte del loro padre, Nick e Tesla sono obbligati a rispettare il suo testamento e a vivere nella stessa casa per un anno. Nick e Tesla non hanno più rapporti da circa vent’anni ed ora si trovano costretti a condividere gli spazi, i ritmi quotidiani e le proprie abitudini senza sapere niente l’uno dell’altro.
Nick non sa nulla della malattia mentale di Sebastiano e non è mai stato vicino alla sorella nell’affrontare questa drammatica circostanza, tra i due fratelli infatti c’è inizialmente solo molto rancore, rabbia, sensi di colpa e incomprensioni di vario genere.
Solo con il procedere del film il loro rapporto andrà a migliorarsi sempre di più fino a raggiungere livelli empatici ed emotivi che riusciranno a far evolvere il loro rapporto in un vero legame fraterno.




Mio fratello, mia sorella è una pellicola delicata che tratta vari temi: il valore della famiglia, un bene sacro per cui si è disposti a compiere dei sacrifici, il senso profondo del perdono che fa da cornice all’intera narrazione, la malattia mentale rappresentata in una delle prime volte sul grande schermo come una vera e propria patologia con il suo sviluppo, le sue fasi di miglioramento e quelle di regressione, la musica che qui è il mezzo di espressione che permette a Sebastiano di esprimersi ed è quindi rappresentata come una vera fonte di vita e di energia ed infine si può affermare che tutto il film è avvolto da una percezione assoluta sia di solitudine, ma anche di grande speranza per il futuro e per la vita.



Netflix proponendo questo film, si pone come una piattaforma in streaming all’avanguardia che punta i riflettori su un tema che di solito viene affrontato raramente all’interno del mezzo audiovisivo: il bipolarismo come malattia mentale che colpisce soprattutto i giovani impedendo loro di svolgere una vita normale al pari dei loro coetanei. L’intero cast ha specificato più volte come attraverso le visite negli ospedali psichiatrici è riuscito a comprendere a fondo questo tipo di malattia mentale e a riportarla in modo più veritiero possibile sul grande schermo. In questo va sottolineata la serietà e la professionalità di tutti gli attori, in particolare di Francesco Cavallo che è riuscito a dare forma e vita ad un ragazzo che vorrebbe solo partire per Marte e portare la musica classica nel Pianeta.
Mio fratello, mia sorella è un lungometraggio poetico ed emozionante con una sceneggiatura che non manca di battute, momenti più distesi e divertenti riuscendo in questo modo a diventare accessibile a più persone, specialmente ai più giovani.

Ricordiamo la sua data di uscita su Netflix l’8 ottobre.

Guarda il trailer ufficiale: www.youtube.com/watch?v=XZLffMvo-GM



Recensione di Arianna Giuliani, 4/10/21; pubblicata via MEDIATIME.net





_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Ott 04, 2021 18:24, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Alessandro



Registrato: 11/03/04 11:00
Messaggi: 454
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2021 18:12    Oggetto: Rispondi citando


Grazie amiche e amici del mio salotto preferito: quello della solidarietà! Il film è molto bello e ne discuteremo dopo che lo avrete visto e ricordato l'8 ottobre.Ringrazio la grande Genziana, per essere sempre al servizio di questo nostro angolo speciale della solidarietà, per aiutare i nostri piccoli in ospedale. Evviva i bambini! Con il mio cuore. Vostro ale
_________________
Alessandro Preziosi
Top
Profilo Invia messaggio privato
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7798

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2021 18:29    Oggetto: ciao... Rispondi citando


CIAO MIO CARO ALESSANDRO....

IL TUO NUOVO FILM SARÁ SICURAMENTE FANTASTICO COME TUTTO....

TU SEI VERAMENTE ATTORE PERFETTO E FANTASTICO....

GRAZIE MILLE PER IL TUO LAVORO,GRAZIE MILLE CHE SEI....

GRANDE UN SALUTO DI REPUBLICA CECA...

CI VEDIAMO PRESTO...

HELENA....

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Virginia..



Registrato: 05/07/12 13:50
Messaggi: 169
Residenza: Capri Margutta Postumia

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2021 22:14    Oggetto: film su Arianna Rispondi citando


..bravissimo Ale,,,film stupendo..splendida interpetrazione,...come sempre in certi film dai il meglio...si sà
notte
_________________
..Capri...milano...londra
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3652
Residenza: Madrid (España)

MessaggioInviato: Mar Ott 05, 2021 08:17    Oggetto: Rispondi citando


Ciao a tutti!!

Tengo doble emoción:


Primero por ver Ale que has escrito en tu "salotto preferito" (hacía mucho tiempo que no lo hacias),

Y segundo, porque voy a poder verte en este trabajo. No tengo ninguna duda que es un gran trabajo y una gran alegría para mí poder disfrutarlo.

He visto el trailer en italiano y en español y estoy super emocionada y deseando que llegue el próximo día 8 para poder ver la película.

Evviva i bambini e Adricesta!!

Un grandísimo "In bocca al lupo""

Besos con gran cariño desde Madrid para tod@s.

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3727
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Mar Ott 05, 2021 12:48    Oggetto: Rispondi citando


Bentornato Ale nel tuo salotto preferito e grazie!!

ho letto la trama del film e penso sarà molto interessante vederlo.
A presto per i commenti Laughing Laughing

Un abbraccio
Mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2021 08:12    Oggetto: GRAZIE ALE !!! 4 ottobre 2021 Rispondi citando


Carissimo ALESSANDRO, GRAZIE A TE, per aver fortemente creato questo spazio di aggregazione attorno a principi di salutare convivenza e altruistica Solidarietà, per offrirci con il tuo lavoro sempre nuovi spunti di riflessione e di speranza. "Miglioriamoci" resta pietra miliare dell'impegno sincero e onesto per fare Bene, per se stessi e nel confronto con il prossimo: evviva i Bambini!

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2021 08:51    Oggetto: PREZIOSI e PANDOLFI sono MIO FRATELLO, MIA SORELLA al Cinema Rispondi citando





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Gio Ott 07, 2021 11:48    Oggetto: MIO FRATELLO, MIA SORELLA film di ROBERTO CAPUCCI recensione Rispondi citando


ha scritto:



NETFLIX: FILM MIO FRATELLO, MIA SORELLA



“Mio fratello, Mia sorella” , il nuovo film NETFLIX originale italiano diretto da Roberto Capucci, in associazione con MEDIASET prodotto da Lotus Production. Protagonisti del film: Alessandro Preziosi, Claudia Pandolfi, Ludovica Martino, Francesco Cavallo, Stella Egitto e Caterina Murino.

Alla morte del padre, Tesla e suo fratello Nik si ritrovano, per volontà del padre a dover convivere per un anno sotto lo stesso tetto, pur non essendosi più visti da più di vent’anni. Nella casa vivono anche i figli di Tesla: Sebastiano, un violoncellista di grande talento affetto da schizofrenia, e Carolina, con la quale invece ha un rapporto conflittuale. La convivenza difficile innescherà scontri e continui battibecchi tra Nik e Tesla. I due fratelli sono agli antipodi, tra Nik e suo nipote Sebastiano nascerà un forte legame. Col tempo tutti troveranno un equilibrio, fino a quando una serie di eventi porteranno i personaggi a dover fare i conti con le proprie paure e segreti. Un difficile viaggio verso il perdono e l’accettazione di se stessi e dei loro legami affettivi e familiari che si rileverà un inaspettato forte legame.

“Mio fratello, Mia sorella” un film che coinvolge lo spettatore portandolo nella storia, nella vita della famiglia. Il film tratta diversi temi: i rapporti familiari, la diversità, la disabilità, l’attraversamento del dolore per giungere al perdono. Tutti i personaggi compiono un viaggio, l’accettazione del perdono è diversa da un personaggio all’altro questa è l’essenza del film, fa da corolla i rapporti familiari tra genitori, fratelli e figli. Nella storia c’è una grande universalità in cui lo spettatore si riconosce che lo porta ad empatizzare. La schizofrenia patologia complessa viene trattata con cura, le difficoltà familiari e i conflitti sono la base di un film che non lascia indifferenti ma sollecita alla riflessione.



Recensione: Adele de Blasi, 6/10/21 pubblicata via dreamingCinema.it







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 36564

MessaggioInviato: Gio Ott 07, 2021 11:58    Oggetto: ALE su NETFLIX nel film MIO FRATELLO, MIA SORELLA da 8/10/21 Rispondi citando



ha scritto:





Netflix: TESLA E NIK, UN SILENZIO LUNGO UNA VITA



TV SORRISI E CANZONI n. 40 5/10/2021 - Il meglio - STREAMING pag. 56-57








_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy